Quattro denunce e 104 grammi di eroina

20 Feb 2019
242 volte

E' stato messo al setaccio dai Carabinieri e i risultati non sono da poco. Nel mirino dei militari il palazzone multietnico di Porto Recanati, l'Hotel House. Una vasta operazione quella condotta ieri dalla Compagnia di Civitanova insieme ai militari del comando provinciale, ai cinofili di Pesaro, all'elinucleo di Pescara e ai Forestali di Macerata. Sono stati sequestrati 104 grammi di eroina che erano nascosti vicino alla scala antincendio al settimo piano. Inoltre, sono scattate quattro denunce nei confronti del responsabile del parcheggio adiacente il palazzo dove è stata rtrovata una vera e propria discarica abusiva tra cui delle auto in stato di abbandono, il titolare di un bar per omessa sorveglianza sanitaria ai dipendenti, omessa formazione sulla sicurezza a lavoro e per la mancata effettuazione della valutazione rischi (per lui anche una multa di 6.200 euro e una segnalazione all'Asur per carenza di igiene), per il titolare di un supermercato per le stesse violazioni e per aver installato un impianto di videosorveglianza non autorizzato. Multato anche il proprietario di un alimentari per aver violato la normativa sulla tracciabilità del cibo e sono state sequestrate due macchine che non avevano assicurazione. I Carabinieri hanno identificato 95 persone e due sono risultate essere irregolari, e controllato 25 appartamenti.

 

Turismo: San Ginesio nel Principato di Monaco

19 Feb 2019
395 volte

Nella splendida cornice del Museo Oceanografico nel Principato di Monaco, il Sindaco di San Ginesio Giuliano Ciabocco è intervenuto al Convegno dell’ Associazione Paesi Bandiera Arancione, di cui ne ricopre il ruolo di Vice Presidente Nazionale, dal titolo “Pratiche Innovative per un Turismo Sostenibile”.

L’evento, organizzato in collaborazione con la Fondazione Albert II di Monaco, il Comune del Principato di Monaco, l’Ambasciata d’Italia ed il Touring Club Italiano, ha offerto l’opportunità ai vari amministratori dei Paesi Bandiera Arancione di confrontarsi con gli organismi del Principato che da decenni applicano con successo politiche atte al risparmio energetico e all’utilizzo di nuove tecnologie.

Hanno partecipato numerosi Sindaci e rappresentanti di 54 Comuni Bandiera Arancione in rappresentanza di 18 diverse Regioni Italiane, insieme a diversi ospiti sia del territorio ligure, del Principato ma anche colleghi francesi.

 

sindaci monaco

 

 

Uno dei punti focali dell’incontro è stato quello sulla Mobilità Elettrica, in forte sviluppo nel Principato da diversi anni, a seguito dell’accordo nazionale che l’Associazione ha raggiunto l’autunno scorso con Enel X di cui ne beneficerà anche San Ginesio con l’installazione 5 colonnine per la ricarica di mezzi elettrici.

Si è anche affrontato il tema delle nuove tecnologie e di Smart-City, allo scopo di consentire una maggiore facilità di fruizione di servizi pubblici a favore delle comunità residenti e, di riflesso, anche verso i turisti.

Il Sindaco Ciabocco ha centrato il suo intervento sul tema del Turismo e dell’importanza che i Piccoli Comuni, proprio come San Ginesio, possono avere nel mercato nazionale odierno e che necessariamente debbano essere al centro della Politica Turistica Italiana.

ciabocco alberto

 

 

In particolare il Sindaco di San Ginesio, comune Bandiera Arancione dal 2002, dopo avere illustrato le attività e gli scopi dell’Associazione, inteso come Marchio di Qualità Turistico Ambientale per i Piccoli Comuni dell’Entroterra, ha voluto raccontare agli ospiti presenti le difficili problematiche che il territorio sta affrontando a causa del sisma del 2016 e allo stesso tempo la determinazione di farlo ritornare in auge attraverso l’attuazione di un Piano particolareggiato della Bellezza per la salvaguardia e valorizzazione del ricchissimo patrimonio storico, culturale ed ambientale.

Sempre in tema di rilancio e riqualificazione, ha ricordato che San Ginesio è stato scelto come comune capofila di un progetto sperimentale delle Città Creative dell’Unesco, inteso quale luogo simbolo di tutte le località colpite dal terremoto e dove poter proporrestrumenti e modalita’ per ripopolare l’Appennino.

 

ciabocco greggio

 

 

Maxi operazione dei carabinieri all'Hotel House

19 Feb 2019
30 volte

Maxi operazione dei carabinieri nel complesso residenziale dell'Hotel House di Portorecanati. Una vera e propria task force, con 46 agenti compresi 4 forestali e due uomini dell’ispettorato del lavoro, con l'ausilio di un elicottero proveniente dal Nucleo Elicotteristi di Pescara e due unità cinofile, in campo per monitorare il complesso e combattere i fenomeni della criminalità. “Giusto l’altro giorno avevamo confermato un monitoraggio più stringente della struttura. Renderemo la vita impossibile ai criminali e ai balordi. Grazie a Prefetto e Forze dell’Ordine. Dalle parole ai fatti”, il commento del ministro dell’Interno Matteo Salvini. 

Violento frontale fra due auto, ferite 4 persone

19 Feb 2019
429 volte

Un incidente stradale si è verificato a Trodica, lungo la provinciale che conduce a Civitanova Marche. Per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri due auto, una Golf e una Panda su cui viaggiavano rispettivamente padre e figlio e due donne, si sono scontrate frontalmente e una delle due ha terminato la propria corsa contro un segnale stradale. Fortunatamente il violento impatto non ha provocato particolari conseguenze agli occupanti delle due vetture rimasti feriti in modo non grave e trasportati dalle ambulanze del 118 all'ospedale civitanovese. Sul posto anche una squadra dei vigili del fuoco che ha provveduto alla messa in sicurezza della sede stradale.

f.u.

Pezzanesi: "Dalla minoranza nessuna critica costruttiva"

19 Feb 2019
312 volte

Il sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi, nom ci sta a fardi attaccare dalla minoranza in merito alla consdgna degli undici appartamenti ai terremotati.

"In questo ultimo fine settimana - scrive -  l’opposizione si è sbizzarrita a prendere posizioni fortemente contrarie alla nostra Amministrazione comunale. Lecito in Democrazia.  Poco lecito insultare in maniera gratuita e offensiva.  Eravamo certi e lo siamo ancora che i tempi per gli appartamenti  sono più lunghi in confronto alle sae (e di questo abbiamo dettagliatamente avvisato i diretti interessati e sorvoliamo sulle tante difficoltà che questo tipo di soluzione abitativa ha dimostrato in più occasioni). La burocrazia e alcuni uffici correlati ci hanno complicato la vita, allungando i tempi oltre il previsto e l’illogico, facendo i desiderata di chi sta all’opposizione, i quali pur di sminuire il nostro lavoro non esita a ostacolarlo in tutti i modi a danno di quelle famiglie di cui si dicono “difensori”. Tra poco meno di un anno ci saranno anche le elezioni regionali e qualcuno sta facendo di tutto pur di fermare l’inevitabile quanto evidente calo di consensi e di voti, come avvenuto anche nel caso della mia recente personale rielezione - scrive Pezzanesi riferendosi al Pd, ma ne ha per tutte le parti - . E inoltre non ci sembra che chi come i grillini in questo momento ha il proprio movimento politico al Governo sia stato capace di portare vantaggi a Tolentino e a tutti gli altri comuni del cratere, loro prima di altri - dice in merito ai Cinque Stelle - . Tutti coloro che sono all’opposizione sono pronti a demonizzare le nostre scelte in ogni occasione. Nessuno condivide o almeno critica in maniera costruttiva. Tutti impegnati solo a “minare” la credibilità del Sindaco e dell’Amministrazione comunale che invece lavorano con serietà e lungimiranza. Quindi non resta loro che raccogliere quello che seminano: cioè poco o nulla. E poi per una volta bisogna anche essere obiettivi: non ci pare proprio che altrove si faccia meglio o ci sia una situazione diversa. Tutti i sindaci evocano la stessa cosa".

Poi i chiarimenti sugli appartamenti: "L'Erap - spiega - ha proceduto a stilare il preliminare per gli appartamenti di via Filelfo. A breve si procederà, come sempre si fa in queste occasioni, all’acquisto definitivo, alla stesura dell’atto notarile. Procedendo tutto ciò, pochi giorni rispetto all’accordo preliminare, troviamo totalmente fuori luogo dichiarazioni di eventuali devastazioni di carattere sociale e psicologico di coloro che ne sono assegnatari, così come dichiarato dalla presidente del Comitato 30 Ottobre. Contemporaneamente, come abbiamo comunicato nei giorni scorsi, abbiamo provveduto ad approvare sia alcuni progetti di fattibilità che esecutivi che consentiranno, di fatto, l’avvio delle procedure di gara e l’apertura dei cantieri. Alla fine di questa settimana, inoltre, o al massimo all’inizio della prossima, sarà consegnato, con la presenza della stampa, il cantiere per i 45 appartamenti della struttura di Contrada Rancia".

GS

Asur Marche: i dati dell’ospedale di San Severino

19 Feb 2019
223 volte

Vertice istituzionale nei giorni scorsi in Regione tra il Governatore delle Marche, Luca Ceriscioli, e il sindaco di San Severino, Rosa Piermattei, in tema di sanità. 

Al confronto, chiesto dal primo cittadino settempedano per affrontare la situazione dell’ospedale “Bartolomeo Eustachio”, hanno preso parte anche il direttore sanitario dell’Asur Marche, Nadia Storti, e il direttore generale dell’Area Vasta 3 dell’Asur, Alessandro Maccioni. Si è parlato dell’attuale e del futuro assetto del nosocomio, dei lavori in corso nelle due ali del terzo piano per ospitare il nuovo reparto di Lungodegenza, di quelli per dare l’avvio definitivo alla Week Surgery con le nuove specialistiche ma anche del personale necessario. 

Dal direttore dell’Area Vasta 3 e dal direttore sanitario dell’Asur Marche sono stati forniti, nel corso dell’incontro alcuni dati: “Le risorse assegnate ed utilizzate all’interno dell’ospedale sono aumentate  del 4,48% nel corso del 2018 rispetto al 2017, con una valorizzazione di più di 15 milioni/anno – ha spiegato Maccioni -  Tale incremento economico   si è avuto principalmente per la medicina fisica e riabilitative ( + 30% del 2018 rispetto al 2017), per la chirurgia oculistica (+ 20% dello scorso anno rispetto all’anno precedente), per il reparto di medicina (+20% nel 2018 rispetto ai dati del 2017), per la chirurgia day surgery (+24% la differenza tra 2018 e 2017)  e per le attività di oncologia (+ 17% sempre tra il 2018 e il 2017). A fronte di questo maggiore investimento - hanno spiegato Maccioni e Storti - si è avuto una attività sanitaria di maggior peso e di qualità: la degenza media, ovvero la permanenza dei pazienti ricoverati è di 5,87, valore molto buono per una medicina dove il ricovero deve essere rapido, possibile solo quanto vi è una effettiva efficienza e qualità, ciò per poter utilizzare i posti letto per altri cittadini e, soprattutto, per ridurre i rischi legati al prolungamento di ricovero quali infezioni ospedaliere o eventi avversi. Il tasso di occupazione è del 68% circa, questo permette una buona attività e contemporaneamente la possibilità di rispondere alla necessità di ricoveri urgenti”.

Sempre secondo i dati forniti dall’Asur anche l’attività operatoria sarebbe incrementata negli ultimi due anni: l’Oculistica, quale Unità operativa complessa unica di Area Vasta, ha fatto registrare il 170% di interventi in più nel 2018 rispetto al 2017, la Dermatologica addirittura un 250% di interventi complessivi in più. Consistenti gli interventi di chirurgia della parete addominale con ernie e laparocele

Al via i lavori dell'area verde di Montagnano a Camerino.

19 Feb 2019
491 volte

E' previsto per la mattinata di questo giovedì 21 febbraio l'avvio dei lavori all’area verde di Montagnano. Divisi in due lotti funzionali per un importo complessivo di 240 mila euro, i lavori consisteranno anzitutto nella realizzazione di un centro sociale polifunzionale, che sarà a disposizione della comunità. Del secondo lotto invece fa parte la sistemazione dell’area verde esistente, comprensiva degli allestimenti e del piccolo campo sportivo polivalente con le gradinate. Una realizzazione abbastanza veloce quella del primo lotto funzionale per la cui chiusura lavori sono previsti circa 60 giorni. “È chiaro che la nostra città è quella che vediamo tutti quanti alzando gli occhi – ha affermato il sindaco, Gianluca Pasqui – ma bisogna comunque essere realisti e capire che i tempi non saranno certamente brevissimi prima di poter tornare a fruire appieno della nostra Camerino. Nel frattempo quindi è opportuno che tutti i quartieri, tutte le zone residenziali che oggi sono ancora più popolate, possano avere a disposizione una serie di servizi anche destinati allo svago e al passatempo, per tutte le fasce d’età, che consentano una vita migliore possibile”.

C.C.

1 2

lucw1 1

Area Verde

3 1

Incontro pubblico sullo "stato del centro storico", promosso da "Concentrico"

19 Feb 2019
290 volte

Camerino i cittadini informano: stato del centro storico.  E’ il titolo dell’incontro pubblico che è stato organizzato per questo venerdì 22 febbraio ore 17.30, nell’Aula Magna del Polo scolastico provinciale. Sulla scia del percorso intrapreso con il supporto di ActionAid Italia e della Cooperativa Mètis Community Solutions con i quali è stata avviata un’iniziativa di monitoraggio civico, il Comitato per la salvaguardia e la ricostruzione del centro storico di Camerino, ha promosso un incontro aperto alla partecipazione dei cittadini. “ Tema centrale – spiega il presidente del comitato “Concentrico” Francesco Nobili- è illustrare un lavoro di raccolta dati  fatto negli ultimi mesi e che analizza la situazione nel centro storico: qual è lo stato degli immobili a livello di agibilità e inagibilità e qual è lo stato  del piano di messa in sicurezza che, lo ricordiamo, è un piano che si propone l'obiettivo di ripristinare la viabilità principale all'interno del centro storico, al fine di garantire poi l'accesso ai mezzi che dovranno intervenire per la ricostruzione o magari per permettere l'accesso alle abitazioni che risultano agibili. E’ pertanto un lavoro di raccolta dati che sono stati aggregati, in maniera tale da poterli rendere facilmente consultabili e che saranno resi pubblici anche attraverso un sito web che è in fase di costruzione”.

Pochi giorni fa, nell’ambito dell’iniziativa di monitoraggio civico, una delegazione del comitato aveva anche effettuato una visita nella zona rossa del centro storico per verificare lo stato delle messe in sicurezza. Tematiche diverse sono state approfondite nel corso degli incontri precedenti che hanno offerto spunti d’interesse e occasione di chiarimento e delucidazione sulle normative e su diversi aspetti della ricostruzione.

 “ Lo studio che presenteremo sullo “stato del centro storico”- continua Francesco Nobili- si basa su atti pubblici; non abbiamo fatto altro che raccogliere dati già disponibili ma dispersi e quindi li abbiamo aggregati per renderli fruibili, elaborabili da parte di ogni cittadino e, in maniera  tale che ognuno abbia la possibilità di fare le proprie riflessioni. Con l’occasione vogliamo anche ringraziare gli operatori dell’ufficio tecnico comunale per la loro disponibilità nel fornirci chiarimenti e spiegazioni. L’incontro è naturalmente aperto a tutta la cittadinanza e, come già detto, i dati che presenteremo saranno disponibili ai cittadini anche in seguito attraverso il sito web che, seppur in fase embrionale, verrà presentato nel corso dell’appuntamento di venerdì 22 febbraio”.

C.C.

Unicam celebra il Darwin day

19 Feb 2019
37 volte

Un mercoledì pieno di iniziative all’Università di Camerino, nell'occasione del Darwin Day che celebra l'anniversario di nascita del naturalista e ne ricorda il contributo scientifico alla comprensione del mondo. Due gli appuntamenti sulle tematiche dell’open science e della scienza.

Ospite in Ateneo per una lezione teorico-pratica rivolta in particolar modo ai dottorandi, la dott.ssa Elena Giglia dell’Università di Torino, la massima esperta di politiche e procedure in Open Science in Italia. Il seminario verterà in particolar modo sui cosiddetti “FAIR Data” ossia quei dati che costituiscono l’elemento fondante dell’European Open Science Cloud e che devono essere reperibili, accessibili, interoperabili e riutilizzabili (aggettivi le cui iniziali in inglese danno origine all’acronimo FAIR).

I dottorandi Unicam sono molti impegnati sul fronte dell’Open Science, tanto che hanno di recente redatto il booklet “How to be an open scientist", e la formazione su queste tematiche rientra nelle azioni stabilite nella Strategia Risorse Umane per i Ricercatori di Unicam (HR- Excellence in Research).

Sempre in mattinata  il personale del Museo delle Scienze di Unicam sarà presso l’Aula Magna dei Licei di Camerino per “Darwin Ten”,  serie di racconti scientifici della durata di 10 minuti dedicati a Charles Darwin. Ad aprire l'incontro il Direttore del Sistema Museale di Ateneo, prof. Gilberto Pambianchi.

A fuoco Fiat Uno in via dei Velini

19 Feb 2019
73 volte

A fuoco, questa mattina a Macerata intorno alle 8:30, una Fiat Uno. L’uomo a bordo stava  andando verso Villa Potenza quando l’auto improvvisamente si è spenta. Ha così tentato di riaccenderla ma nel momento in cui è ripartita il motore ha preso a fumare. Il conducente ha accostato la Uno a bordo strada su suggerimento di una pattuglia di polizia locale che in quel momento stava passando e poi è divampato l’incendio. 

Sul posto i vigili del fuoco di Macerata

In manette un afghano

19 Feb 2019
168 volte

Scattate le manette nei confronti di un afghano 37enne. È successo ieri nel primo pomeriggio a seguito di un provvedimento di carcerazione emesso dalla magistratura di Rimini. 

Ad eseguire l’arresto sono stati i Carabinieri della stazione di Macerata. L’uomo, residente a Macerata, nel 2014 si era reso responsabile a Rimini di rapina, lesioni aggravate e porto di oggetti atti ad offendere. L’uomo, riconosciuto colpevole,è stato condotto al carcere di Fermo dove dovrà scontare 4 anni.

Scoperto traffico di droga

19 Feb 2019
297 volte

Ventenne di Appignano nei guai. I Carabinieri di Appignano hanno scoperto il traffico di hashish, marijuana e cocaina che il giovane aveva messo in piedi da oltre un anno. 

Tutto è partito da un sequestro di alcuni grammi di marijuana nei confronti di un ragazzo della provincia da parte dei Carabinieri di Cingoli insieme a quelli di Appignano. 

Da lì sono partite le indagini per capire da dove provenisse la droga, anche attraverso il controllo del traffico telefonico da cui sono emersi svariati contatti con giovani del luogo, anche minorenni. 

Mano mano che gli accertamenti proseguivano, con l’uso anche di pedinamenti e appostamenti si è scoperto che i contatti erano finalizzati all’acquisto di droga e che il catalizzatore era un giovane del luogo. 

Le indagini sono durate oltre un anno, dalla fine del 2017 a tutto il 2018 e hanno fatto emergere un discreto giro messo in piedi dal giovane. Aveva circa una quindicina di clienti per un volume d’affari di almeno 5mila euro. Ora a carico del 20enne è stato emesso l’obbligo di dimora. Peraltro proprio ieri mattina i Carabinieri di Appignano insieme a quelli di Treia e del nucleo radiomobile di Macerata, e con il cane Anita, hanno eseguito il provvedimento e effettuato delle perquisizioni dalle quali però non sono emersi ulteriori elementi.

Rilancio produttivo delle aree terremotate. Incontro Regione e Unicam a Camerino

18 Feb 2019
263 volte

“Ripartiamo dopo il terremoto: opportunità, crescita e investimenti”   il titolo dell’incontro che la Regione Marche e l’Università di Camerino hanno organizzato presso la Sala convegni del rettorato a Camerino. Sono intervenuti l’assessora regionale alle Attività produttive, Manuela Bora e il Magnifico Rettore Claudio Pettinari e la responsabile del Distretto regionale Patrizia Sopranzi. Aperto dai saluti del rettore Pettinari , l’incontro ha rappresentato un’occasione per approfondire le interventi in atto per il rilancio produttivo delle zone terremotate e per la presentazione da parte di Unicam di due significative convenzioni siglate con Enea e Cnr “ Unicam - ha detto Pettinari- si ritiene una risorsa fondamentaleanche sotto il punto di vista del rappresentare per tutto il territorio delle Marche e per la governance regionale un possibile strumento per la ripresa di un territorio che ancora è in difficoltà e lo si percepisce da tante imprese che chiudono e dal progressivo e sempre maggiore spopolamento” . Prima di lasciare la parola all’assessore , il rettore ha evidenziato il lavoro portato avanti dall’ateneo nell’ultimo periodo. “I nostri ricercatori e docenti , spesso coordinati dalla squadra di governance dell’ateneo, hanno partecipato a qualsiasi bando di ricerca , sviluppo e innovazione, da quelli che hanno riguardato le piattaforme tecnologiche, a bandi di filiera sui quali siamo sempre stati attori importanti. Vogliamo continuare ad essere degli attori all’interno di queste opportunità e possibilità e- ha sottolineato - per riuscire ad aggredire gli anni a venire, abbiamo deciso di prepararci prima; già da qualche annoi abbiamo infatti individuato delle linee strategiche per la ricerca, piattaforme rivolte allo studio di materiali, allo studio del benessere e degli aspetti sociali, alla chimica verde, al food e all’alimentazione, anticipando i tempi e creando dei nuclei di ricercatori che potessero dare risposte in base ai bandi che venivano presentati. Abbiamo percepito la necessità di luoghi fisici affinché le piattaforme potessero operare e nel contempo la necessità di forze nuove che potessero farlo. A ridosso del sisma abbiamo intensificato i rapporti con enti come l’ Enea, il Cnr, l’ Ingv ed è del 31 gennaio scorso la firma di un protocollo esecutivo con l’Enea che indica chiaramente le linee guida per lo sviluppo dei settori dei materiali bio, dell’edilizia, del tessile, dei materiali per la ricostruzione ecc. Una convenzione attraverso la quale l’Enea si porta dietro non solo l’università di Camerino ma anche importanti imprese marchigiane e non che collaboreranno con noi e che ci auguriamo possano instaurare un rapporto proficuo anche con insediamenti locali. Oltre a questo protocollo d’intesa – ha aggiunto Pettinari- sono fiero di annunciare la firma avvenuta l’8 febbraio scorso con il Cnr per la costituzione presso l’università di Camerino di una Unità di ricerca interdisciplinare e interdipartimentale ad oggi unica in Italia” La costituzione della cosiddetta Unità di ricerca presso terzi ( URT) si rivelerà utile per la realizzazione della piattaforma tecnologica sui nuovi materiali e per lo sviluppo di attività imprenditoriali nel settore dei materiali per la ricostruzione, materiali bio, materiali compositi e materiali per il restauro. “L’obiettivo individuato fin da subito era quello di avere un luogo dove diverse scienze potessero dunque confluire relazionarsi e contaminarsi e alla fine dare un prodotto il cui valore aggiunto è proprio nel fatto che sono state discipline diverse che hanno portato a quel prodotto. Credo che questa UnItà di ricerca – ha detto il rettore- avrà grandi obiettivi e porterà a grandi risultati ". 

Conferenza 2

E’ seguito l’intervento dell’assessora regionale Manuela Bora . A conclusione del 3° bando che fa parte dell’Asse 8  e che accoglie i 248 milioni di euro aggiuntivi del sisma, si sono voluti condividere con il territorio i primi risultati. “ Abbiamo ritenuto doveroso farlo- ha detto Manuela Bora- non solo per raccontare come vengono spese risorse pubbliche, ancorché europee, ma anche perché credo che la nostra regione abbia bisogno di tutto fuorché di polemiche. Le critiche sono sempre ben accette ma abbiamo bisogno di spendere al meglio le tante opportunità che la regione può offrire”.   Attraverso le risorse europee (Por Marche Fesr 2014-2020 la Regione ha già destinato 46 milioni di euro per aiutare la ripresa economica e produttiva dei territori danneggiati, con l’obiettivo di stimolare la rinascita delle comunità e di rafforzare l’identità di queste zone. Una vasta gamma di opportunità, che rappresenta anche un laboratorio ideale per rivitalizzare le filiere tecnologiche e produttive locali.

“ Con gli interventi che abbiamo messo in campo nelle aree del cratere,  grazie ad una costante azione di ascolto e di confronto con le comunità locali, la regione  ha dimostrato di saper intercettare con successo quelle che sono le esigenze del territorio che nonostante le difficoltà derivanti dagli eventi sismici,  dimostra di voler reagire ed ha una forte spinta propulsiva. Si tratta non solo e non tanto di interventi di ripristino ma di esigenze molto qualificate che hanno l’ambizione di poter realizzare uno sviluppo accompagnato da una maggiore competitività, interventi che dimostrano la capacità da parte delle nostre imprese che sono generalmente anche molto piccole, di saper presentare progetti che sono esempio di digitalizzazione di processi produttivi ma anche progetti molto qualificati. A fronte di risorse che sono state messe a disposizione per 46 milioni di euro, a chiusura del 3° bando, nella nostra regione verranno erogati investimenti per oltre 225 milioni di euro. I tre bandi che si sono appena conclusi spaziano tra Investimenti produttivi ,( bando che in 5 giorni ha esaurito le risorse messe a disposizione tant’è che a breve abbiamo pensato di integrare la dotazione con uno scorrimento delle graduatorie); altro bando pensato proprio per dare una risposta nella direzione di garantire servizi di qualità alla popolazione prevalentemente anziana che abita le aree del cratere ( sei milioni di euro per le imprese sociali); ultimo bando e forse il più ambizioso quello che metteva sul piatto 15 milioni di euro per progetti di filiera con almeno tre imprese e che si è concluso con 17milioni di euro rispetto alla dotazione iniziale. Sono solo  3 i bandi appena partiti ma nel territorio ci sono tante altre risorse regionali messe in campo e, visto il successo del Bando impresa e lavoro 4.0 abbiamo pensato ad una seconda edizione che prevede 7 milioni di euro ma 2 milioni di euro sono proprio assicurati a questo territorio. Ci sarà poi un altro scorrimento di graduatoria riguarderà il bando per le aree di crisi; l’assessore ha dunque evidenziato come le opportunità siano davvero tante, sottolineando in particolare la voglia di riscatto da parte della Regione. “ Noi – ha dichiarato, faremo sempre la nostra parte con grandissima attenzione”.

Patrizia Sopranzi è poi passata ad elencare nel dettaglio i tre bandi ex novo appena chiusi e i due bandi che hanno avuto risorse aggiuntive per finanziare progetti relativi alle aree del terremoto.

Dei 46 milioni complessivi che il governo regionale ha finalizzato a favore delle aree del terremoto e i cui  progetti sono suddivisi per provincia senza specificare i comuni interessati, dei 225 milioni di euro totali per le 5 province con 539 imprese totali coinvolte, in provincia di Macerata i contributi complessivamente richiesti ammontano a oltre 38 milioni di euro a favore di 228 imprese. Secondo quanto riferito dalla dott.ssa Sopranzi, la fascia rilevante dei progetti riguarda nel maceratese le zone di san Severino e Tolentino e dunque si tratta di progetti che andranno a rafforzare la fascia industrializzata del maceratese, quella che forse per la natura stessa delle attività d’impresa che vi sono insediate ha avuto più facilmente la possibilità di presentare domanda per accedere all’opportunità di contributi per raggiungere una maggiore competitività. L’assessora Bora ha poi riferito che a breve uscirà un bando di taglia minore con risorse nazionali riguardante tutti i settori dell’artigianato o ad esempio i settori della pesca . Un bando che parte da contributi di 20 mila euro e che prevede una possibilità ampia delle imprese di potervi partecipare. “ Mai come in questo momento credo che ogni tipo di interventi sia utile. Sono fermamente convinta che se vogliamo dare una risposta efficace a quelli che sono territori in grave difficoltà, l’approccio dei finanziamenti a pioggia non sia quello più indicato, tuttavia, c’è la possibilità di poter scegliere e la Regione Marche è riuscita in tempi rapidissimi a fare questa programmazione”.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo