Incidente in superstrada. Arriva l’eliambulanza

15 Ago 2019
3042 volte
Tamponamento in superstrada oggi alle 16:30. L’incidente è avvenuto all’altezza di Tolentino lungo la ss77 Val di Chienti in direzione mare. dal tamponamento fra due auto una persona è stata portata all’ospedale Torrette di Ancona in eliambulanza e l’altra al nosocomio di Macerata. La strada è rimasta chiusa al traffico per un'ora circa. Intervenute sul posto 2 squadre dei vigili del fuoco, la polizia stradale e il 118.

Camerino, 70enne cade da una pianta

15 Ago 2019
1990 volte
È intervenuta intorno alle 8:30 di questa mattina, a Camerino, l’eliambulanza che ha soccorso un 70enne. Era salito su di una pianta non lontano dalla propria abitazione quando ha perso l’equilibrio ed è caduto di schiena. Sul posto è subito arrivato il 118 che ha predisposto il trasferimento a Torrette di Ancona perché pur essendo rimasto sempre vigile, avvertiva forti dolori alla colonna vertebrale.

Belforte, si trova i ladri in casa. Bottino da mille euro

14 Ago 2019
1072 volte
Sono entrati in casa forzando la porta d’ingresso i ladri che stamattina hanno derubato l’appartamento di un imprenditore di Belforte. I malviventi pare fossero in due e dall’abitazione Sono riusciti a rubare una collana in oro e 7 orologi da uomo. Il padrone di casa li ha sorpresi in flagranza e si sono subito dati alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Il bottino si aggira sui mille euro. Sul fatto indagano i carabinieri della locale stazione e quelli del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tolentino.

Incidente sulla strada per Apiro. Auto si capovolge

14 Ago 2019
323 volte
È successivo nel pomeriggio di oggi ad un ragazzo sulla 40ina. Stava percorrendo la strada che da San Severino conduce ad Apiro passando per Frontale quando ha Avuto un colpo di sonno, è uscito di strada e la macchina si è capovolta. l’uomo è rimasto sempre cosciente ma avvertiva dolori al capo e al dorso e il 118 ha richiesto l’intervento dell’eliambulanza.

Sciapichetti, crisi politica: "Mancano punti di riferimento, leader e valori "

14 Ago 2019
156 volte
Un mese di agosto assai rovente quello di quest’anno, e non solo per le temperature torride.  Nel 2019 ricorre il centesimo anno dalla nascita del Partito Popolare, 60 anni dalla morte di don Sturzo, e proprio negli ultimi giorni il viceministro Matteo Salvini ha deciso di farla finita con il governo giallo-verde e di sfiduciare il presidente del consiglio Conte.

Il dibattito è nel suo pieno, e da alcuni esponenti politici sta arrivando l’appello “agli uomini di buona volontà”. Angelo Sciapichetti, assessore regionale, ha espresso la sua opinione ai microfoni di Radio C1: “La crisi del sistema politico dura ormai da tanti anni, questa transizione che non è mai superata e la crisi dell’attuale governo dimostra che c’è bisogno in questo momento di un richiamo agli uomini a cui si riferiva Sturzo perché questo Paese va salvato. Chi viene da una cultura cattolico-democratica credo che debbano tutti ritrovarsi e trovare una sintesi”. L’unità dei cattolici, secondo Sciapichetti, è impensabile da quando è finita la democrazia cristiana e l’epoca storica attuale fa sì che i tentativi di ricostruire un partito come quello della DC “sono stati già fatti e sono tutti falliti. Penso che noi cattolici dobbiamo essere il lievito per dar vita, negli schieramenti in cui ci siamo divisi, a dei programmi che propongano la centralità dell’uomo. Se poi a livello politico riuscissimo a trovare una sintesi relativamente ad alcune questioni programmatiche - aggiunge - potremmo anche trovare il modo di governare insieme le amministrazioni locali, cosa che sta avvenendo già in molti casi, ma anche a livello regionale e nazionale. Questo Paese ha bisogno di essere governato”.

Mancano dei punti fermi e Sciapichetti li individua nella mancanza di guide a livello nazionale e internazionale. “Per quanto riguarda l'ambiente ad esempio, il punto di riferimento mondiale è stato Papa Francesco con la sua enciclica Laudato Sii, che ha richiamato l’attenzione di tutti e ha cambiato anche il modo di fare e vedere di molti cittadini nei confronti del creato. Purtroppo - sottolinea - mancano i leader che non si costruiscono in laboratorio ma si formano sul campo e purtroppo oggi manca anche quella formazione che fino a poco tempo fa aveva plasmato tanti amministratori”.

A tutto questo si aggiunge anche la mancanza delle famiglie. I giovani fanno sempre più difficoltà ad unirsi in matrimonio, a formare una propria famiglia. E questo non per mancanza di volontà ma per mancanza, molto spesso, di mezzi: “Le famiglie sono in crisi da tanto tempo nonostante i governi che si sono succeduti negli ultimi anni ci hanno messo buona volontà per creare delle politiche favorevoli. La crisi delle nascite fa sì che il nostro Paese sia a crescita zero, senza futuro e di questo i governanti se ne devono far carico con politiche adeguate. Purtroppo - conclude - ci si divide su quale debba essere la famiglia e quindi sono sempre gli slogan che prevalgono sui fatti e finché sarà così non faremo passi in avanti”.

g.g.

Fiastra, la seconda spiaggia delle Marche

13 Ago 2019
1321 volte
È la settimana di ferragosto, tempo di vacanze e il meraviglioso lago di Fiastra, eccellenza ed orgoglio marchigiano, sta registrando un boom di presenze. La spiaggia è considerata una delle più belle d’Italia e la seconda delle Marche. Soddisfazione da parte del sindaco Sauro Scaficchia: “Fiastra è considerata la perla dei Sibillini, si trova all’interno del Parco Nazionale Monti Sibillini, è un luogo turistico e in questo periodo è talmente frequentato che abbiamo difficoltà ad accogliere i tanti turisti che vengono a visitare il lago. Peraltro questo gioiello - aggiunge - è stato anche insignito delle Tre Vele”. Insomma questo specchio d’acqua dalle tonalità che vanno dall’azzurro brillante al verde della vegetazione che lo circonda piace proprio a tutti ed è uno straordinario volano per il turismo e, di conseguenza per la ripartenza di un territorio gravemente colpito dal sisma: “I colori sono meravigliosi, l’acqua è pulitissima, è un ambiente integro da cui partono anche tanti percorsi naturalistici. Oltre a poter noleggiare canoe, si possono affittare anche delle biciclette - aggiunge - e il tutto in un ambiente sano e incontaminato. Qui il turismo è sano grazie anche alla gastronomia locale che offre prodotti per lo più a chilometro zero. Insomma è per tutte queste ragioni credo si stia registrando questo boom di turisti. Senz’altro - conclude - è una grande risposta dopo la crisi del terremoto”.
g.g.

Il sindaco Scaficchia e il responsabile Enel Angelo Guastadisegni nel momento della firma del protocollo per il rilancio del turismo lo scorso 10 luglio
Il sindaco Scaficchia e il responsabile Enel Angelo Guastadisegni nel momento della firma del protocollo per il rilancio del turismo, lo scorso 10 luglio


Aato3, le precisazioni di Falcucci

13 Ago 2019
817 volte
“Ho letto la ‘reazione scomposta‘ di Gentilucci che, dopo non aver mai preso la parola nelle oltre tre ore di Assemblea dell’Aato, finalmente esterna parzialmente il suo pensiero. Perché non ci spiega come mai la candidatura di Fiuminata è nata nelle segrete stanze tanto che né il Sindaco di Camerino e Muccia (due dei cinque Comuni dell’Unione Montana di Camerino), né i colleghi di Valfornace, Monte Cavallo, Tolentino, Cingoli e molti altri, nulla sapevano del presunto accordo di una parte della montagna?”. È il sindaco di Castelsantangelo Mauro Falcucci che torna sulla questione della nomina del nuovo direttivo dell’Aato3. Lui era candidato per la vicepresidenza ma alla Fine l’assemblea ha trovato la convergenza su Paolo Stella, assessore di Fiuminata, nome che è stato condiviso anche dallo stesso Gentilucci dopo alcune riunioni con gli altri presidenti delle Unioni Montane di cui molti sindaci non erano a conoscenza. 
“Gentilucci dimentica - afferma Falcucci - o forse preferisce omettere o meglio non far sapere, che la mozione a cui si riferisce è stata unanimemente condivisa nelle precedenti riunioni del Comitato ristretto e che il sottoscritto è intervenuto in assemblea raccontando come sono andate le “trattative” senza che nessuno, tantomeno lui, avesse preso la parola per correggere o sconfessare le mie affermazioni. Ci spieghi come mai della candidatura di Fiuminata non sapevano nulla né il Sindaco di Camerino e Muccia (due dei cinque Comuni dell’Unione Montana di Camerino), né i colleghi di Valfornace, Monte Cavallo, Tolentino, Cingoli e molti altri?”.
Gentilucci aveva accusato Falcucci di essere anche un esempio di “vecchia politica” legata alle poltrone ma il sindaco non ci sta: “nella realtà ciò che è successo è frutto di accordi nascosti riconducibili alla vecchia politica ma soprattutto dettati spesso da personale ambizione. Personalmente le mie le ho raggiunte, anche significative, attraverso la mia vita lavorativa e professionale e non tramite la politica”. Gentilucci aveva anche affermato che “non può un sindaco della costa indicare il rappresentante della montagna perché questo significherebbe che sotto c’è qualcos’altro” e la replica di Falcucci è molto dura: “Gentilucci sia più chiaro assumendosene la responsabilità, o a chiedere scusa per lo scivolone che ha commesso e che evidenzia tutto il suo disagio sulla mia persona. Molto probabilmente tale inqualificabile dichiarazione rientra in un modo di fare che gli appartiene e che conosce bene”. Secondo Falcucci dopo il territorio, se Gentilucci avesse avuto a cuore il territorio avrebbe invitato i sei Comuni usciti dall‘Unione Montana a rientrare ma questo non è avvenuto: “ci dica come mai da oltre 7 mesi non risponde inspiegabilmente alle nostre richieste di adesione dimenticando che il rapporto tra Istituzioni deve essere sempre mantenuto indipendentemente se ciò che viene richiesto è gradito o meno. Rispondere è un obbligo Istituzionale”.

Investito un bambino a Ripe San Ginesio. È deceduto

13 Ago 2019
3566 volte
Investito un bambino lungo la sp45, all’altezza di Sat’Angelo in Pontano. A investirlo sarebbe stato un anziano che si è fermato per prestare soccorso ma le condizioni del bimbo sono da subito apparse molto gravi e poco dopo è deceduto. Il bambino aveva 9 anni e viveva a Londra con la famiglia. I genitori sono originari del posto ed erano in vacanza dai parenti. Stava passeggiando con la mamma quando per motivi non chiari il bimbo ha lasciato la mano della mamma attraversando la strada senza accorgersi del sopraggiungere della macchina. L’anziano lo ha travolto con la sua Fiat Tipo, nonostante stesse procedendo a bassa velocità, il bambino ha battuto la testa e nonostante i tentavi di rianimarlo non c’è stato nulla da fare.

Sono intervenuti sul posto l’eliambulanza e i Carabinieri. L’anziano è stato sottoposto ad alcoltest ed è risultato negativo. È stato denunciato a piede libero per omicidio stradale.


Cingoli, tenta il suicidio dal viadotto

13 Ago 2019
1878 volte
Attimi di apprensione nella tarda mattinata di oggi per un 55enne di Cingoli. Svestito stava scavalcando la balaustra del viadotto di Moscosi con il chiaro intento di togliersi la vita. Per fortuna è stato notato da alcuni passanti che hanno subito segnalato la cosa alla locale staazione dei carabinieri subito intervenuti insieme al 118. Militari e sanitari sono riusciti poi a dissuadere l’uomo da compiere il gesto estremo e poi lo hanno trasportato in ambulanza all’ospedale di Jesi. Pare che l’uomo fosse da qualche tempo colpito da una crisi depressiva. 

Al via Castrum Sarnani. Successo per la prima serata

13 Ago 2019
250 volte
Iniziata ieri sera a Sarnano la rievocazione storica Castrum Sarnani giunta alla 12esima edizione. La città è già pronta a tuffarsi nel Medioevo e la manifestazione torna in tutto il centro storico. A volere questo ritorno il presidente Luca Tambella: “Quest’anno siamo finalmente riusciti a riportare questa manifestazione nella location che merita, ovvero la piazza alta del centro storico. Dopo il terremoto eravamo stati costretti a ridurre il percorso e i giorni - spiega - ma quest’anno siamo riusciti a riproporre in parte quello che era la manifestazione prima del sisma”.

9AAE7F0D E1A7 4BCE 900E 62848515E4D7
Foto Instagram castrumsarnani
Antichi mestieri, taverne, osterie, musiche e cantastorie. Ma anche giocolieri, mangiafuoco, duelli medievali e il medioevo dei bambini. Tante le iniziative e le attività in programma affinché la storia non sia mai dimenticata: “Fin dalla prima edizione abbiamo riservato un’attenzione particolare ai bambini. È una festa principalmente per famiglie e all’inizio della manifestazione i bambini vengono tutti radunati, portati in giro per il centro storico e poi gli vengono fatti visitare i luoghi in maniera giocosa. Poi vengono portati all’accampamento degli armigeri per una investitura a cavaliere”.  Il tema della
manifestazione è il viaggio, il pellegrinaggio e tutti gli appuntamenti gireranno intorno a questo filone, a partire dalla mostra fotografica, passando per le conferenze che saranno organizzate, per i mestieri che verranno proposti nell’itinerario e i visitatori potranno rifocillarsi nelle taverne (Taverna della Luna, Taverna del Podestà e Taverna del Pellegrino) che sono state allestite.

75A25924 4C14 4CC4 95CA 5C021C87D6A6
Il gruppo degli Sturm und Drunk

CF170A19 7DD8 4F28 916F 72CEF6294428


Arrestato un latitante. L’indagine partita dal decesso per overdose di un settempedano

13 Ago 2019
712 volte
Arrestato a Napoli, precisamente ad Acerra un latitante. Il successo dell’operazione è dovuto ai militari del Reparto Operativo di Macerata comandato dal tenente colonnello Walter Fava. L’arresto è avvenuto in esecuzione di un’ordinanza del Giudice per le indagini preliminari di Macerata. A finire in manette un nigeriano responsabile di concorso in spaccio di eroina nella nostra provincia. Il nigeriano, 24enne, si era resoirreperibile a seguito dellordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 4 luglio scorso  dal gip del tribunale di macerata. Insieme ad un suo coetaneo arrestato il mese scorso a Busto Arsizio si era reso responsabile, nel periodo tra luglio 2017 e settembre 2018, di una fiorente attività di spaccio di eroina al dettaglio nella provincia maceratese. Complessivamente gli investigatori dellArma hanno ricostruito un giro di  200 cessioni, per complessivi 72 grammi di eroina e un controvalore di circa 4.500 euro, considerando che ogni dose, da mezzo grammo ciascuna, veniva venduta al prezzo di 30/35 .
Larrestato, in particolare, svolgeva la funzione di corriere” per conto del principale indagato: il suo compito era quello di rifornire di eroina i numerosi clienti della piazza di Macerata, trasportando periodicamente lo stupefacente proveniente dalla Campania (luogo dove è stato oggi catturato). 

Il modus operandi adottato era quello di occultare gli ovuli nellintestino al fine di eludere i controlli delle forze dellordine. Riscontro in tal senso si è avuto proprio in occasione del suo primo arresto effettuato dai Carabinieri del Reparto Operativo di Macerata a Porto Recanati il 19 settembre del 2018, quando, nei pressi dell’ “Hotel Houseera stato sorpreso in possesso di 100 grammi di eroina (in quella circostanza aveva ingerito in tutto n.10 ovuli, risultati poi contenere 10  grammi di eroina ciascuno).

La clientela che si riforniva dalla coppia di nigeriani comprendeva persone di entrambi i sessi, per lo più operai, disoccupati e alcune badanti, di una fascia detà compresa tra i 25 e i 45 anni. 

Lindagine scaturiva a seguito del decesso per overdose di un 37enne di San Severino avvenuto il 25 agosto 2018 ed è stato possibile accertare che tra le dosi di eroina cedute dallindagato principale figurava anche una, ricevuta dal 37enne il giorno prima della sua morte.   

Il provvedimento restrittivo scaturisce da indagini condotte dal Reparto Operativo di Macerata, dirette dal Sostituto Procuratore Enrico Riccioni e coordinate dal Procuratore della Repubblica Giovanni Giorgio.

Lotta all’abusivismo e alla contraffazione: sequestrati 7mila prodotti

13 Ago 2019
105 volte
Sequestrati più di 7mila prodotti. Così la guardia di finanza combatte l’abusivismo commerciale. Nell’ambito del piano per il potenziamento dei servizi di vigilanza estiva predisposto dal Comando Generale della Guardia di Finanza, a cui partecipano sei Finanzieri Allievi da poco assegnati, i militari della Tenenza di Porto Recanati nel corso del mese di agosto hanno intensificato la vigilanza contro l’abusivismo commerciale ma non solo. Nel corso dei primi dieci giorni del mese di agosto sono stati eseguiti diversi interventi che hanno consentito di sequestrare oltre 7mila articoli irregolarmente commercializzati lungo le principali vie cittadine e sul lungomare. 
Sono stati identificati e verbalizzati otto soggetti extracomunitari sprovvisti delle licenze commerciali ai quali sono stati sequestrati oltre 4.600 articoli per violazioni delle leggi sul commercio, 1.800 prodotti in materia di sicurezza prodotti e circa 600 articoli contraffatti.



Belforte, cucina pomodori e dà fuoco a 5mila metri quadri di terreno. Denunciato

13 Ago 2019
3161 volte
Stava cucinando pomodori in un pentolone, all’aperto nel proprio giardino, e le fiamme hanno invaso il sottobosco e la macchia per un totale di 5mila metri quadri. Denunciato dai Carabinieri della compagnia di Tolentino per incendio boschivo colposo. Protagonista un uomo del ‘44 residente a Belforte. Le fiamme propagatesi sono state prontamente domate dai vigili del fuoco di Tolentino e Macerata. Per fortuna non avevano interessato chiome di alberi ma sono rimaste a raso terra. Non ci sono stati feriti, e i danni sono in corso di quantificazione. Sul posto anche i militari della locale stazione.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo