Pieve Torina: Il parroco "guida" un gruppo di uomini liberi.

23 Ago 2016
3181 volte

Intervento duro e deciso del parroco di Pieve Torina don Nello Tranzocchi contro la scelta del comune e della pro loco di aver organizzato nel Chiostro di Sant’ Agostino un “ Concerto grande della sera “ previsto per le ore 22,00 di giovedì 25 agosto.

Nella stessa struttura insiste la Casa protetta, luogo dove vivono molti anziani.

Don Nello perché lei è contrario?

“Ho visto il programma in giro alcuni giorni fa nel volantino delle iniziative estive del 2016 e giovedì 25 agosto c'è questo concerto, alle ore 22:00, con la partecipazione della Monsano Folk Festival.

Al di là degli aspetti organizzativi, non è stato considerato un elemento importante: la presenza della Casa protetta e la casa di riposo Sant'Agostino, che è al piano superiore. La scelta del luogo e dell’orario è inopportuna perche alle ore 22 gli ospiti (tutti anziani) stanno riposando e non mi sembra che il concerto si possa giustificare o far passare come attività culturale a favore degli ospiti.

Inoltre, in caso di maltempo la serata si svolgerebbe nel vicino teatro comunale, motivo in più per confermare la mia idea.

E’un fatto che io non accetto ne come uomo ne come cittadino di Pieve Torina e come parroco di questo paese intendo ribadire l'importanza della persona umana, tanto più se è malata, bisognosa di cure e di attenzioni particolari.

Voglio sottolineare – continua Tranzocchi - che al di là di come andrà a finire questa vicenda, a Pieve Torina sta nascendo un gruppo di persone libere, nell'ambito cattolico, che non si lasciano intimorire da quello che ordina, comanda, suggerisce l'amministrazione comunale o la Pro Loco.

Possiamo parlare liberamente, l’ho scritto anche nella lettera di ferragosto per la Festa dell'Assunta portata a conoscenza di tutte le famiglie: ”.. i cristiani sono contenti di poter soffrire per il nome di Cristo”. Quindi tutto il resto non ci fa paura”.

Una levata di scudi che a Pieve Torina mette in difficoltà sia la maggioranza che la minoranza. Lei don Nello ha voluto essere il primo portavoce lanciando un grido forte?

“Certamente. Qualcuno si deve prendere una responsabilità e io non posso tirarmi indietro di fronte a un fatto come questo, non posso tacere. Nessuno si era accorto che lì c’è una casa di riposo e una struttura protetta?”.

Sabato 10 settembre il clarinetto di Renzo Arbore per il Belvedere Capulli

23 Ago 2016
3158 volte

Sabato 10 settembre 2016 è la data scelta dall'amministrazione comunale per l'inaugurazione del Belvedere Capulli. Un'intera giornata, a quasi un anno dalla scomparsa, dedicata alla bellezza e alla memoria di Maria Grazia Capulli, insieme a Renzo Arbore, Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini.

Sai che gli alberi parlano d’amicizia con la terra?”, è annotato in uno dei quaderni di Maria Grazia Capulli, la giornalista del TG2 scomparsa nell’ottobre scorso. La città di Camerino, dove Maria Grazia è cresciuta e ha studiato, le dedicherà un belvedere affacciato sui Monti Sibillini, un angolo spettacolare della Rocca Borgesca, su cui è cresciuto un bellissimo cedro del Libano. Un luogo che rappresenta bene la spiritualità e la bellezza, temi molto cari alla giornalista marchigiana.

Sabato 10 settembre, alle ore 17 la cerimonia di inaugurazione del Belvedere Maria Grazia Capulli con Renzo Arbore, suo amico e estimatore.

A seguire una serata di musiche e letture degli scrittori preferiti di Maria Grazia, che ha condotto la rubrica di libri e ideato il settimanale televisivo “Tutto il bello che c’è” al telegiornale della Seconda Rete.

 

BelvedereDue

Incendio in una falegnameria di Taccoli a San Severino Marche

23 Ago 2016
1067 volte

Sarebbe stato un cortocircuito la causa dell'incendio sviluppatosi alle prime luci dell'alba in una falegnameria a Taccoli di San Severino Marche. A prendere fuoco è stato un pantografo, con il fumo che ha invaso l'interno dell'azienda. Immediatamente è stato lanciato l'allarme e sul posto è giunta una squadra di vigili del fuoco del distaccamento di Tolentino munita di autopompa e unità del comando provinciale di Macerata con un'autobotte, il cui intervento ha impedito che le fiamme danneggiassero il resto della struttura.

 

incendio falegnameria1

 

incendio falegnameria2

 

Auto contro minibus in galleria. Paura ad Albacina

22 Ago 2016
1033 volte

Un incidente stradale, che poteva avere tragiche conseguenze, è avvenuto nelle prime ore del mattino lungo la statale 76, nel territorio di Fabriano, all'interno della galleria Sassi Rossi tra Valtreara e Albacina. Per cause in corso di accertamento un'auto si è schiantata contro un minibus. Ad avere la peggio il conducente della vettura che è stato soccorso dal personale del 118 giunto sul posto insieme ai vigili del fuoco e ad una pattuglia della polizia stradale di Fabriano. In un primo momento le condizioni dell'uomo sembravano essere critiche tanto che è stata allertata l'eliambulanza. Fortunatamente, però, il quadro clinico è migliorato ed il ferito non è in pericolo di vita. Tutti illesi, invece, i passeggeri del minibus. Traffico rallentato con code che si sono formate in entrambe le direzioni di marcia durante le operazioni di soccorso.

La bellezza sfila a Camerino. Giovedì 25 la finale regionale di miss Italia

22 Ago 2016
949 volte

Per il quarto anno consecutivo Camerino ospita la finale regionale di miss Italia. Nella splendida cornice di piazza Cavour giovedì 25 agosto le “bellezze” sfileranno in passerella per aggiudicarsi il titolo di miss Marche 2016. Alla selezione prenderanno parte le 25 concorrenti che hanno conquistato il diritto alla finale nelle varie selezioni del concorso che si sono svolte nei mesi estivi. Lo show, oltre alle concorrenti che sfileranno con abiti eleganti e da cerimonia, sarà arricchito anche da performance canore e intrattenimenti di cabaret. Condurranno la serata il presentatore Rai Luca Di Nicola e Giulia Arena, miss Italia 2013 e conduttrice di programmi in onda su La 7. Presente anche un ospite di rilevanza internazionale come Pietro Mazzocchetti.


Miss Italia 2015 Alice Sabatini con il vice sindaco Lucarelli e il presidente della Pro Camerino Riccioni

miss italia1

A Fabriano Giovanni Ceccarelli e Marco Agostinelli suonano insieme per la Siria

19 Ago 2016
1237 volte

Insieme per la Siria.

 

Da più di cinque anni la Siria è martoriata dalla guerra e, come ci ricorda Gino

Strada, le vittime di tutti i conflitti sono sempre e soprattutto i civili. I media

europei dedicano spazio al drammatico destino dei rifugiati dalla Siria nel

nostro continente, ma poco o niente si sa delle condizioni in cui versano i

siriani che vivono ancora all'interno del proprio Paese: alle orribili conseguenze

dei bombardamenti e degli assedi di città si aggiungono la carenza dei servizi

basilari – sanità ed educazione – e la criminalizzazione degli aiuti umanitari. Su

una popolazione di 22 milioni di abitanti, 6,5 milioni hanno perso la casa e

altrettanti sono stati costretti a fuggire nei Paesi limitrofi. L'Associazione

Life4Syria, attiva dal 2011 e con sede in Francia, svolge attività umanitaria in

Siria, aiutando i bambini, le donne, le famiglie che subiscono quotidianamente

il dramma della guerra. Life4Syria apporta un sostegno materiale a più di

2.000 famiglie in diverse zone della Siria, senza distinzione di appartenenza

etnica, confessionale o comunitaria.

Il pianista fabrianese Giovanni Ceccarelli, che ha vissuto per alcuni anni in Siria

e Libano, terrà un concerto nella sua città natale, con lo scopo di raccogliere

fondi per Life4Syria. Suonerà in pianoforte solo e inviterà sul palcoscenico della

Sala Nedda Spotti il concittadino, flautista e compositore, Marco Agostinelli. Il

concerto, che avrà luogo martedì 30 agosto alle ore 21:15, è stato reso

possibile grazie al sensibile interesse ed al contributo dell'Assessorato alla

Cultura del Comune di Fabriano e della Faber.

La cittadinanza è invitata a partecipare numerosa a questo concerto di

solidarietà per il popolo siriano. Giovanni Ceccarelli suonerà per la Siria il 29

agosto ad Orvieto, dando così inizio ad una serie di concerti in Italia e all'estero

a beneficio di Life4Syria.

Malore fatale per un ciclista civitanovese all'Abbadia di Fiastra

19 Ago 2016
1287 volte

Dramma all’Abbadia di Fiastra. Accusa un malore improvviso cade dalla bicicletta e muore sul colpo. La vittima è Vincenzo Rastelli, un 58enne di Civitanova Marche; l’uomo stava percorrendo in mountain bike uno dei sentieri sterrati quando, colto da infarto, è caduto a terra battendo la testa. A dare l’allarme alcune persone che stavano facendo una passeggiata in zona e che hanno notato l’uomo riverso a terra. Sul posto i sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che costatare il decesso del ciclista.

 

Il Corpo Forestale sequestra di 20 tonnellate di amianto abbandonate in un terreno a Numana

19 Ago 2016
1192 volte

Gli agenti della Stazione forestale del Conero nei giorni scorsi hanno sequestrato 20 tonnellate di lastre di amianto abbandonate e nascoste tra la vegetazione, in area rurale di propietà di Autostrade per l'Italia, nella zona industriale del Comune di Numana.

La scoperta dell’ingente quantitativo di rifiuti pericolosi è avvenuta nel corso della consueta attività di controllo del territorio svolta dai Forestali del Conero, che giunti in prossimità di un fosso di scolo di acque piovane, hanno scoperto le lastre di amianto abbandonate.

Subito dopo la scoperta sono stati effettuati i necessari campionamenti ed analisi con il supporto del Dipartimento Provinciale dell’ARPAM di Ancona, a seguito delle quali si è accertato che l’ingente quantitativo di materiale era amianto del tipo crisotilo, dannosissimo per la salute umana e per l’ambiente, anche in considerazione del fatto che le lastre risultavano usurate e le fibre avevano già contaminato il terreno.

materiale sequestrato

A seguito degli accertamenti è stato aperto un fascicolo presso la Procura della Repubblica di Ancona, al momento a carico di ignoti, per i reati di abbandono e gestione non autorizzata di rifiuti pericolosi.

Considerata l’ingente quantità di amianto rinvenuta i forestali hanno anche ipotizzato i reati di sfruttamento di lavoro clandestino e violazione delle norme previste per la sicurezza sul lavoro, poiché solo una ditta abusiva avrebbe potuto prelevare una così importante quantità di materiale pericoloso, senza lasciarne traccia nelle documentazioni contabili.

 

sequestro amianto

E’  in corso l’attività di bonifica da parte della Società Autostrade, proprietaria del terreno contaminato, che si è fatta carico delle ingenti spese di smaltimento dei rifiuti pericolosi e della bonifica del terreno contaminato.

In corso le indagini finalizzate ad individuare i responsabili dello scempio ambientale; rischiano l'arresto da sei mesi a due anni e l'ammenda da duemilaseicento euro a ventiseimila euro.

L’intervento dei forestali ha consentito di garantire la salute della popolazione e ripristinare le condizioni di salubrità dell’ambiente, in un’area particolarmente sensibile dislocata al margine del Parco regionale del Conero.

L'amore eterno di Mario e Maria. 50 anni di matrimonio

19 Ago 2016
2895 volte

Ci sono nel mondo tante notizie che ci rendono negativi e passisi.

Per fortuna, alcuni eventi, accendono la positività e ci riportano in una realtà molto più affascinante e gioiosa.

Quanti giovani d’oggi che si giurano amore eterno saranno in grado di festeggiare i 50 anni di matrimonio?

Ma Mario Arrà e Maria (Mariella) Francia, che sono residenti a Roma, non sono una coppia moderna: sono, però, una meravigliosa giovane coppia,  che il 15 agosto 1966 giurò amore eterno davanti a Dio e davanti agli uomini e il 14 agosto 2016 ha innovato con lo stesso amore e con maggiore consapevolezza, arricchita dall’esperienza, quella grande promessa nella splendida Chiesa di S. Benedetto di Montalto di Cessapalombo insieme ai figli, alla nipotina, ai parenti e ad  una moltitudine di amici sinceri.

Una abbondante e squisita cena, preparata da Federica della locale Trattoria La Fonte, consumata su tavoli apparecchiati con cura ed originalità lungo il paese “La Valle” è stata la giusta conclusione a questa meravigliosa festa che Mario e Mariella hanno condiviso con tutte le persone che hanno visto rivivere  il paese, ormai da lungo tempo spopolato.

Grazie Mario, grazie Mariella per l’esempio che ci avete dato e per aver voluto condividere con noi questo importantissimo traguardo.

lu.pi.

( nelle foto la festa nella Frazione di Montalto )

Mario e Mariella 5

Mario e Mariella 2

Mario e Mariella 4

 

Quinta classe all’istituto Padre Tacchi Venturi di San Severino- Ancora mistero sul decreto

18 Ago 2016
939 volte

 

 

Sono in comprensivo stato di fibrillazione i genitori dei 110 alunni dell’istituto comprensivo Tacchi Venturi di San Severino Marche, in procinto di frequentare la prima media, dal 15 settembre prossimo. Stampa e network stanno riportando la notizia secondo la quale, il Ministero dell’Istruzione avrebbe accolto la richiesta inoltrata dall’Ufficio Scolastico delle Marche per l’attivazione di una sezione in più, rispetto alle 4 inizialmente previste sulla base dei numeri delle preiscrizioni. Ad accendere la preoccupazione dei genitori contro le classi pollaio, il successivo arrivo di ragazzini stranieri e soprattutto la segnalazione della presenza di sei alunni con disabilità. Forte e decisa la mobilitazione delle famiglie e dei rappresentanti in consiglio d’istituto che aveva portato a circa mille firme raccolte per scongiurare il pericolo. In realtà, la notizia sarebbe molto ufficiosa considerato che, né da parte del dirigente Sandro Luciani, né da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale, viene ad oggi fornita una conferma ufficiale al decreto, che dà via libera ad una quinta sezione all’istituto comprensivo settempedano.

Scontro frontale a Tolentino. Due feriti

17 Ago 2016
1645 volte

Scontro frontale tra una Fiat Uno e un Fiat Fiorino a Tolentino. Le auto che percorrevano via Rossini, per cause da accertare, sono entrate in collisione. Feriti entrambi i conducenti, ua 24enne di Pollenza e un 60enne di Tolentino. Per liberare la giovane, rimasta intrappolata tra le lamiere della sua utilitaria, sono intervenuti i vigili del fuoco di Tolentino. La donna ha riportato lesioni alle gambe; non preoccupanti le condizioni del tolentinate ferito in varie parti del corpo. Entrambi sono stati trasportati all’ospedale di Macerata. Sul posto gli operatori sanitari del 118 e, per i rilievi, gli agenti della polizia stradale di Camerino.

Cade mentre fa un salto con la bici. Grave infortunio al Bike Park di Frontignano di Ussita.

17 Ago 2016
1759 volte

Grave infortunio sulle piste del Bike Park di Frontignano di Ussita. Vittima una persona originaria del Lazio,caduta subito dopo aver fatto un salto con la bicicletta da una delle pedane con cui è attrezzato il percorso. Sono stati gli amici bikers , in compagnia dei quali molte altre volte aveva raggiunto l’area, a trovarlo a terra e ad allertare i soccorsi. Sul posto personale del 118 da Visso che hanno provveduto a stabilizzare lo sportivo  ferito, per il quale si è reso necessario l’intervento dell’eliambulanza, con il personale sanitario che ha provveduto a caricarlo sul velivolo utilizzando un verricello; subito dopo il trasporto all’ospedale regionale di Torrette. Sul luogo dell’incidente anche i carabinieri della stazione di Ussita. Stando a quanto è dato sapere il biker nella caduta avrebbe battuto la testa ma non sarebbe in pericolo di vita.

 

bike pARK

 

bIKE

D'Esi Mobili: Un apostrofo che cambia tutto.

17 Ago 2016
2599 volte

A Cerreto la cooperativa D’Esi ri-avvia la produzione di cucine componibili Il 10 Agosto la cooperativa di ex-dipendenti Desi Srl; azienda nota per la produzione di cucine componibili nel sito produttivo di Cerreto D’Esi , ha ufficialmente siglato l’atto notarile che ha ufficializzato l’acquisto del ramo d’azienda dalla Desi in fallimento.

Un lavoro corale e impegnativo durato dieci mesi che ha cementato una squadra di caparbi lavoratori con managers e professionisti. Un team composto dall’Avvocato Massimiliano Grossi per gli aspetti legali; dalla Network Advisory per la consulenza fiscale e contabile; da Nest per gli aspetti manageriali, moralmente orientata a dare una visione strategica e un supporto operativo per ottenere questo successo, perché di una vittoria si tratta!
“Contro ogni pronostico, grazie a un buon lavoro di squadra e a un supporto che non ci è mai mancato, siamo riusciti a ri-avviare l’azienda in cui noi soci-lavoratori abbiamo lavorato come dipendenti.

( nella foto il gruppo della nuova azienda )

desi il gruppo dei soci primo piano


Ora dobbiamo dimostrare a noi stessi e alla comunità, di saper generare valore come lavoratori e imprenditori”, così Mauro Goldoni presidente della cooperativa D’Esi racconta una storia che vuole essere riscritta per cambiare il futuro di un insediamento produttivo di grandi potenzialità.

D’Esi Soc. Coop. riparte dai marchi D’Esi e Dema con una gamma di modelli di cucine vasta e competitiva e con un posizionamento Entry a marchio D’Esi e Medio a marchio Dema; il sito produttivo è stato perimetrato su 6.000 mq all’interno dei quali, con un layout ottimizzato, sono stati ricavati i magazzini, i processi di falegnameria e i processi di assemblaggio e confezionamento.

“Già a partire da Aprile in occasione di Eurocucina/FTK – continua Goldoni – i managers di Nest di Fabriano, che hanno curato il nostro progetto e che insieme al CdA saranno a capo della direzione di questa attività, hanno iniziato a imbastire la rete commerciale e a sviluppare le prime strategie di marketing.

( Il logo della nuova azienda )

logo desi


A partire da Giugno, abbiamo iniziato a prendere possesso del sito e da Settembre le linee saranno pronte per produrre”. “L’apostrofo che, quasi impercettibilmente, da discontinuità da Desi a D’Esi è l’enfasi di un
dettaglio che farà la differenza in un orizzonte di due/tre anni – sottolinea Stefano Santini di
Nest, delegato dalla D’esi Coop. per la direzione marketing - il tempo che servirà all’azienda per investire sullo sviluppo di un’offerta di prodotto, di servizio e di identità che sarà la vera scommessa imprenditoriale-manageriale di questa operazione”. D’Esi è una cooperativa industriale che, grazie alla credibilità del proprio business plan di medio-lungo periodo, è riuscita ad attrarre capitali dai fondi centrali e territoriali del mondo
cooperativistico, per mezzo milione di Euro.


LegaCoop e ConfCooperative hanno dimostrato che, il sistema produttivo in crisi può credere anche in un modello industriale come quello studiato e applicato dalla D’Esi, per unire prerogative professionali che normalmente non trovano piani di incontro e che, invece, potrebbero testimoniare che questo è un nuovo modello d’impresa vincente e virtuoso

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo