San Severino: ecco il super abete

29 Nov 2018
310 volte

A San Severino arriva l'albero di Natale. E' alto più di 15 metri. In piazza Del Popolo, luogo simbolo della città, gli operai del Comune si sono messi al lavoro per posizionare l’abete gigante che sarà una delle principali attrazioni del villaggio di Natale la cui apertura è attesa per sabato 8 dicembre, festività dell’Immacolata Concezione, con l’accensione delle luminarie e di oltre 5 chilometri di nastri luminosi e più di 50mila luci a led.

albero di natale
L’abete della “Città delle Meraviglie” è arrivato stamattina scortato dagli agenti della Polizia Locale su di un grosso camion con gru della ditta Piancatelli dopo essere stato tagliato nel giardino di un’abitazione privata di via Ireneo Aleandri, nel rione di Contro. L’imponente albero di Natale è stato fotografato da tantissimi curiosi lungo il tragitto fino a piazza Del Popolo e non è certo passato inosservato.
La città di San Severino ha deciso di affidare quest’anno la propria
immagine a una madrina d’eccezione: la bellissima Carlotta Maggiorana, eletta Miss Italia 2018. Sarà lei, domenica 9, l’ospite d’onore in piazza per uno degli appuntamenti più importanti del ricco calendario di eventi e manifestazioni presentato da Comune, Pro Loco, commercianti e associazioni cittadine.

Sabato l’ultimo appuntamento con Dialettiamoci

29 Nov 2018
65 volte

Dopo un altro successo con lo spettacolo E addè… che je raccondemo?”, opera in due atti scritta, diretta e portata in scena da “Li Sfiguranti di Montesanto”, di Potenza Picena,

si torna in scena sabato 1 dicembre, alle 21.30, nella sala polivalente Tonelli di Caldarola col terzo ed ultimo appuntamento della rassegna Dialettiamoci8. Sarà la volta del Teatro del Sorriso di Ancona con la commedia di Gabriele Piantadosi dal titolo “Chi sa balà… nun casca mai”.

Dalle note di regia:

Una divertente commedia in vernacolo anconetano, vincitrice della 33^ Edizione del Festival del Dialetto di Varano, liberamente ispirata all’omonima opera teatrale del genovese Emerico Valentinetti, portata sulle scene con grande successo da Gilberto Govi.  

L’adattamento curato da Giampiero Piantadosi, che firma anche la regia – facendo seguito a lavori come “La Butéga del Caffè”, “Zizó de Palumbèla”, “L’Imbriago”, “Arsenico e vecchi merletti” e “Le gabole de la sora Dalgisa” –  ripropone in chiave “nostrana” le vicende familiari di Felice Bonocore, incorreggibile taccagno deciso a dare la figlia Amalia in sposa all’anziano e ricco cugino Romualdo per motivi di interesse.

GS

Al Castello della Rancia, Babbo Natale riceve le lettere dei bambini

29 Nov 2018
110 volte

Aspetterà i bambini e le loro letterine al Castello della Rancia.

Dopo lo scorso fine settimana, Babbo Natale prosegue la sua permanenza nel castello tolentinate, sabato e domenica dalle 9 alle 20, in attesa di accogliere i più piccoli, fotografarsi con loro e ricevere le letterine con i desideri per Natale.

Organizzata da Artepiù di Sara Gianfelici con il patrocinio del Comune di Tolentino,
la manifestazione, giunta all’ottava edizione, è una kermesse espositiva per tutta la famiglia dove l’intero castello sarà addobbato a tema natalizio. 

Il Castello Incantato di Babbo Natale è un’iniziativa pre natalizia dedicata a grandi e piccini. Una esposizione, che riproduce in parte il clima e la tradizione tipica della dimora di Santa Claus. L’evento è un appuntamento ideale per trovare tante idee regalo in un suggestivo scenario surreale, per chi desidera scegliere con cura addobbi e decori di ogni genere, dall’artigianato artistico, all’oggettistica, al cioccolato. Elfi e Fatine faranno da cornice, mentre Babbo Natale pazientemente seduto sul suo trono riceve direttamente i bambini ascoltando le loro richieste e ricevendo le loro letterine.

GS

Tornati a Visso gli uffici del Parco dei Sibillini. Gentilucci: "Segno di concretezza per il territorio"

29 Nov 2018
215 volte

Gli uffici del Parco dei Sibillini, sono di nuovo a Visso. Operativi da oggi, gli uffici sono stati collocati all'interno di alcuni container in località Il Piano, utilizzati nella fase dell'emergenza come alloggi per ospitare la chiesa e la mensa a servizio della comunità.  L'inagibilità della sede originaria del Parco nella zona rossa di Visso, costrinse a dislocare gli uffici in altre sedi, come  l'istituto Zooprofilattico di Marche e Umbria a Tolentino o la sede di Protezione civile regionale a Foligno mentre, un presidio rimase a Visso presso il Centro Operativo Comunale. La speranza resta quella di riuscire a recuperare anche la struttura originaria nel cuore di Visso, sede istituzionale del Parco sin dalla sua fondazione nel 1993 ma il ritorno degli uffici 'a casa ' è un bel segnale per tutto il territorio.Ne è fermamente convinto il presidente del Parco dei Sibillini Alessandro Gentilucci: " Mi fa molto piacere l'essere riuscito a portare a casa questo risultato, non solo nei confronti dei cittadini ma soprattutto in funzione dell'ente. Primo obiettivo che mi sono dato non appena sono subentrato nelle funzioni di presidente- ha detto Gentilucci- proprio quello di riportare gli uffici all'interno del vero cratere sismico. Credo che il ritorno dell'operatività a Visso sia di fondamentale importanza anche in funzione della micoroeconomia che i 30 dipendenti del Parco riescono a creare nel territorio. Tutto quello che sta a monte- ha aggiunto il presidente- ricade a valle mentre così non è per quello che sta a valle e che difficilmente raggiunge il monte. La politica sinergica e l'accordo raggiunto tra il sindaco di Visso, il presidente della Regione Marche, il capo dipartimento della Protezione Civile -ha concluso  Gentilucci- ha prodotto questo risultato.C'è stata grande perseveranza, ma si è potuta raggiungere una tappa pressochè storica". 

Carla Campetella

Restauro della Basilica di San Venanzio. Approvato il progetto dalla Soprintendenza

28 Nov 2018
738 volte

Pochi ulteriori passaggi e, grazie al fondamentale e generoso apporto di un anonimo benefattore,la città di Camerino e tutto il territorio potranno presto riappropriarsi della Basilica di San Venanzio. Proprio questa mattina un incontro decisivo ha avuto luogo tra i funzionari della Soprintendenza e l’architetto Paola Paoletti che ha collaborato al progetto di restauro della chiesa, su incarico dello stesso finanziatore di tutta l’operazione. Dare una grande gioia alla città, nelle intenzioni dello stesso arcivescovo Francesco Massara, attivatosi da subito per imprimere un’accelerazione alla partenza del progetto di riparazione dei danni della chiesa, il cui recupero rapppresenta un forte segnale di ripresa per tutta la comunità.

San venanzio 2

 

“ Un momento di confronto molto costruttivo – così l’architetto Paola Paoletti, ha definito l’incontro con la Soprintendenza che ha avuto per esito l’approvazione del progetto di ristrutturazione della Basilica che si avvia ad essere depositato la prossima settimana. “Tutta la progettualità è stata visionata e approfondita in ciascuno degli aspetti e, non possiamo che esprimere soddisfazione per il risultato raggiunto. La sensazione che ho avuta- continua Paola Paoletti- è che anche dall’alto della loro supervisione, veder rinascere qualcosa a Camerino, sia di fondamentale importanza. Come azione preventiva, sono stati concordati tutti gli interventi da eseguirsi . Da parte nostra – spiega – avevamo manifestato l’intenzione di partire già all’inizio del nuovo anno e, proprio allo scopo di accorciare i tempi , si è concordato per questo confronto interlocutorio che ci ha permesso di mostrare alla Soprintendenza il nostro progetto. La cosa bella- aggiunge l’architetto- è l’unità di intenti indirizzata verso un comune obiettivo: vicino al gesto magnanimo del benefattore che ha dato il la a tutta l’operazione, c’è stata davvero un’azione corale di persone, enti, istituzioni che si sono messe insieme per dare un di più a questo segnale di ripresa. E questa grande energia di positività e voglia di ripartire – conclude Paola Paoletti- oggi l’ho davvero sentita con forza”.  “ Un giorno di grande gioia- ha commentato il parroco don Marco Gentilucci- Un giorno tanto atteso, frutto di tanto lavoro e di una generosità inaspettata e commovente. Mancano ormai pochissimi passaggi ( che speriamo essere il più possibile rapidi) per iniziare i lavori e riavere, per la città e non solo, una grande chiesa per la vita di tutta la comunità”.

Carla Campetella

san venanzio 3

Impianto rifiuti edili a Rocchetta, caso Canfaito e raccolta differenziata: domani se ne parla in consiglio comunale

28 Nov 2018
77 volte

Domani torna a riunirsi il Consiglio comunale di San Severino. Tra gli argomenti all’ordine del giorno della seduta convocata per le ore 20,30 nell’ex sala udienze del Giudice di Pace a palazzo Governatori, in via Cesare Battisti, figurano le comunicazioni del sindaco Rosa Piermattei e due interrogazioni: una sulle modalità di gestione, tutela e valorizzazione della Riserva naturale regionale del monte San Vicino e del monte Canfaito, presentata dal consigliere Francesco Borioni, e l'altra sul progetto per la realizzazione di un impianto di trattamento inerti in località Rocchetta, presentata da Massimo Panicari e Gabriela Lampa. 

L’Assise settempedana sarà inoltre chiamata ad approvare le variazioni al bilancio di previsione 2018-2020 e ad esprimersi sull’alienazione di una piccola proprietà sita all’interno del lotto di proprietà della ditta Nova Immobiliare Srl. Il Consiglio, infine, si esprimerà sulla sostituzione di alcuni componenti le Commissioni consiliari e su di una mozione del Movimento 5 Stelle avente ad oggetto le azioni per il miglioramento della raccolta differenziata dei rifiuti in città.

"Osservando i cassonetti che si trovano lungo le strade per la raccolta di umido, pannolini e vetro o semplicemente aprendoli per conferire i propri rifiuti - scrivono i grillini - molto spesso si riscontra una pessima gestione da parte del cittadino, che o per ignoranza o per noncuranza, deposita il materiale sbagliato generando senza dubbio inefficienze e peggioramento della percentuale complessiva di riciclo dei materiali. Allo stesso tempo, entrando negli esercizi commerciali della città (bar, ristoranti, negozi) o negli spazi pubblici quali strade, stazione, giardini, dove viene smaltita una parte significativa dei rifiuti, non esiste quasi mai la possibilità di conferire il rifiuto in maniera separata. Si genera in questo modo una percentuale a nostro avviso ingiustificata di immondizia indifferenziata, che si somma alla quantità già oggi purtroppo destinata alle discariche". Pertanto si chiede all'amministrazione di organizzare, ogni anno, una settimana dedicata alla sensibilizzazione e alla spiegazione ai cittadini della modalità di cnferimento dei rifiuti; di obbligare gli esercizi commerciali a consentire nei propri locali il conferimento differenziato dei rifiuti; a intercettare regolarmente i casi anomali e a installare negli spazi pubblici dei cestini che consentano di conferire i rifiuti in maniera separata e utilizzare l’area dei cestini per trasmettere semplici messaggi volti alla finalità della separazione e all’importanza del rispetto dell’ambiente.

g.g.

Unicam insieme a Banca Popolare Etica, per progetto di educazione finanziaria

28 Nov 2018
72 volte

Per una finanza al servizio del bene comune: è questo l’obiettivo principale delle Scuole Popolari di Economia di Banca Popolare Etica che, grazie alla collaborazione con l’Università di Camerino, hanno promosso un progetto di educazione finanziaria che si terrà in Ateneo, dal 30 novembre al 2 dicembre 2018.

Aperto a studenti universitari e a cittadini interessati all’argomento, il corso si articola in tre giornate ognuna delle quali verterà su una tematica specifica: 10 anni dopo lo shock della finanza globale, con una analisi sulle cause e gli effetti della crisi e sulle possibili vie d’uscita; shock economy e la sfida della giustizia, con analisi sui rapporti tra banche e clientela nella giurisprudenza, tra finanza globalizzata e bene comune e sulle dinamiche dell’economia globalizzata, con uno sguardo su diritti umani e imprese, responsabilità sociale di impresa, nuova economia; attori di una economia di rinascita, con un confronto su come fare per rinascere dal terremoto, dallo spopolamento e dalle crisi ed una sessione di dialogo con realtà di cooperative ed imprese che hanno prodotto la trasformazione della vita della comunità e dei territori

“Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di Banca Popolare Etica – ha sottolineato il Rettore Unicam Claudio Pettinari – perché lo riteniamo un percorso estremamente importante per la formazione dei nostri studenti. Pur non avendo corsi di laurea ad indirizzo prettamente economico, abbiamo puntato molto sull’etica, sulla responsabilità sociale, sull’economia non profit istituendo qualche anno fa il corso di laurea in “Scienze sociali per gli enti non profit e la cooperazione internazionale. Questo progetto di educazione finanziaria è comunque trasversale ed interdisciplinare e pertanto di interesse per tutti i nostri studenti”.

L’evento, che si terrà presso la sala convegni del Rettorato con inizio alle 15:40, si aprirà con i saluti del Rettore Unicam Claudio Pettinari e del coordinatore scientifico Scuole Popolari di economia Area Centro Andrea Battinelli. Seguiranno poi gli interventi e le relazioni di docenti Unicam e di esperti di Banca Popolare Etica, nonché di enti ed associazioni che operano nel settore.

Ricostruzione. Il Governo affida a Vito Crimi tutte le aree terremotate

28 Nov 2018
1013 volte

Il Consiglio dei Ministri si appresta a conferire a Vito Crimi la delega per gestire tutte le aree terremotate degli ultimi anni. L’annuncio è venuto dal vicepremier Luigi Di Maio, in visita a L’Aquila in occasione del Restituition day. Di Maio ha aggiunto che  l’attuale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio , sarà “il punto di riferimento del governo per gli amministratori locali”. A Vito Crimi, già impegnato nella gestione dei rapporti con l’editoria, saranno sottoposte immediatamente tutte le questioni più urgenti. 

"Esprimo soddisfazione per aver contribuito a mettere un altro tassello per favorire la ricostruzione nel mio territorio e nelle altre aree dell'Appennino colpite dal sisma del 2016".  E' il commento dell' On. Patrizia Terzoni, vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera, sulla delega del Governo a Vito Crimi nella gestione della ricostruzione delle aree colpite dal sisma. "Conosce nei dettagli le problematiche di queste aree e ha la giusta esperienza e l'equilibrio per dare un grande contributo alla risoluzione delle criticità che permangono nelle zone terremotate -continua Patrizia Terzoni-.  Ho avuto il piacere di lavorare al suo fianco sia nella passata legislatura ma soprattutto nell'attuale. Abbiamo seguito insieme tutti i procedimenti legislativi sul sisma del centro Italia dal decreto sisma di luglio al decreto Emergenze di novembre. Ora stiamo seguendo in stretto contatto la legge di bilancio. Sono sicura che la nostra collaborazione continuerà proficuamente anche in questo nuovo ruolo e anche più efficacemente, insieme al Commissario Piero Farabollini e a tutte le comunità dell’Italia centrale. Il Governo e il M5S- conclude la vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera-  continueranno, come promesso, a tenere costantemente acceso il faro sulle aree così duramente colpite". 

Primo anniversario del Vallicenter. Eventi natalizi, per festeggiare insieme alla città

28 Nov 2018
443 volte

Al Valllicenter si respira aria di festa. La piccola area commerciale del quartiere Vallicelle di Camerino, in un clima di grande entusiasmo e partecipazione, si prepara a celebrare il suo primo anniversario. Tre le date scelte per condividere con la comunità la gioia della ripartenza e il coraggio di affrontare nuove e costruttive sfide. L’idea dell'amministrazione comunale, quella di promuovere una festa condivisa, con  l’obiettivo di rafforzare lo spirito di appartenenza; un’iniziativa per la città e con la città, da realizzare e vivere tutti insieme.

Valli 2

 Si parte domenica 2 dicembre con l’invito rivolto ai bambini a trasformare l’area in un piccolo villaggio incantato. “Addobbiamoli” è l’imperativo che muoverà i più piccoli in un coinvolgente laboratorio di “ crea, taglia, incolla e metti su “, attraverso il quale, tutti insieme, vestiranno gli alberi del boschetto urbano natalizio del Vallicenter . Non mancheranno occasioni di svago e divertimento, a cominciare dallo spettacolo “ Ciack… i burattini”, passando per musica, giochi, animazione, mercatini e angolo delle golosità, lettura di favole in libertà a cura degli amici de “ La piccola biblioteca itinerante “. Altra data in cartellone, quella di giovedì 27 dicembre che metterà in moto lo“ SconvolgiNatale”: i Babbo Natale più stravaganti e divertenti, trascineranno i bambini nell’incantata atmosfera fatta di musica, gonfiabili, colorate sculture di palloncini, bolle di sapone e giocoleria. Mercatini di Natale, laboratori creativi, vivaci tombolate, castagne, vin brulé e molto altro, contribuiranno a dare più sapore allo stare insieme. Chiusura col botto venerdì 28 dicembre con “ Buon compleanno Vallicenter” quando, insieme a tutte le attività commerciali della piazzetta, si brinderà alla prima candelina. A celebrare l’anniversario, sarà una nuova sana, divertente e gioiosa occasione di festa, per grandi e piccini, arricchita da spazi di degustazione e creatività, animazione, tombola e, ciliegina sulla torta, l’attrattiva dello spettacolo itinerante “I Tubi animati”, divertenti mascotte del Vallicenter.

C.C.

Valli 3

Arrestato un albanese: aveva 400 grammi di droga

28 Nov 2018
211 volte

Nei guai un 35enne albanese. I finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia di Macerata, hanno tratto in arresto l'uomo, residente a Macerata, per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, procedendo al sequestro di circa 200 grammi di cocaina, altrettanti di hashish e 3 grammi di marijuana. Non solo, anche denaro contante ed un assegno circolare per complessivi circa 12mila euro nonché sostanze da taglio e materiale per il confezionamento dello stupefacente.  

L’arresto è avvenuto nella serata di ieri, a Macerata, quando i finanzieri hanno fatto irruzione nell’abitazione dell’albanese, procedendo a perquisizione locale e personale e sottoponendo a sequestro lo stupefacente, le somme ritenute provento dello spaccio ed il materiale utile al suo confezionamento.

Dell’arresto è stata data notizia al PM di turno, che ne ha disposto il trasferito nel carcere di Montacuto.

g.g.

Trovati con arnesi da scasso: denunciati

28 Nov 2018
290 volte

Denunciato un 38enne, straniero dell’est, ed una 32enne italiana. Erano in possesso ingiustificato di oggetti da scasso. 

Un giro di vite, quello messo in atto negli ultimi giorni dai Carabinieri della compagnia di Macerata, che sta portando già ai primi risultati. La scorsa notte i militari della stazione di Montecassiano hanno notato una Volkswagen Golf  girare furtivamente. Il conducente, alla vista dell’auto dei Carabinieri, ha accelerato ma è stato subito bloccato. A bordo un conducente con un curriculum giudiziario di tutto rispetto e una donna, anche lei nota alle forze dell’ordine. 

I militari hanno effettuato una perquisizione dalla quale sono stati rinvenuti oggetti utili allo scasso quali cacciaviti è un frullino. In seguito poi, i Carabinieri hanno anche scoperto che sull’auto gravava un decreto di sequestro. La donna è stata anche denunciata per appropriazione indebita del mezzo sottoposto a sequestro.

Sull’uomo invece gravava un decreto di espulsione al quale non aveva ottemperato, emesso dal prefetto di Fermo. 

Così è scattata la denuncia anche per illecita permanenza sul territorio nazionale ed è stato accompagnato alla questura di Macerata per le pratiche del caso. 

Ma non è finita qui. Ciliegina sulla torta, all’uomo era anche stata revocata la patente e pertanto è stato multato per guida senza patente. 

G.G.

Aveva tentato furto in un’area di servizio. I carabinieri lo trovano e lo denunciano

28 Nov 2018
129 volte

Denunciato un 55 residente in provincia di Perugia, responsabile di un tentato furto all’area di servizio IP di contrada Rancia a Tolentino.

La denuncia arriva alla fine delle indagini dei carabinieri della stazione di Tolentino.

Il fatto era accaduto a metà settembre, quando ilpersonale dell’area di servizio aveva sentito dei rumori insoliti provenire da una stanza della struttura adibita a spogliatoio, dove i dipendenti lasciano abiti ed effetti personali. La titolare dell’esercizio commerciale, insospettita dai rumori si era recata a verificare, trovandosi di fronte un uomo intento a rovistare alla ricerca di refurtiva, entrato dopo aver danneggiato la porta dietro la struttura. L’uomo si è poi dato alla fuga a bordo di un’auto. Alla scena hanno assistito anche tre dipendenti dell’area di servizio, che insieme alla titolare hanno annotato la targa della Fiat Panda con cui l’uomo si era allontanato.

Le immagini delle telecamere dell’area di servizio, acquisite dai militari dell’Arma, hanno portato al riconoscimento dell’uomo.

Gli accertamenti che ne sono scaturiti, effettuati incrociando i dati della targa dell’autovettura intestata ad uno straniero prestanome, e le immagini acquisite, hanno permesso di risalire all’identità dell’uomo, già gravato da precedenti e residente in provincia di Perugia.

Si continua ad indagare in relazione ad altri furti di cui l’uomo potrebbe essere responsabile. Per ora dovrà rispondere di tentato furto e danneggiamento.

GS

Arriva la neve in montagna. Temperature sotto lo zero

28 Nov 2018
318 volte

Neve sopra i 1300 metri sulle montagne della provincia di Macerata.

La coltre bianca ed un forte calo delle temperature hanno fatto il loro ingresso come era stato annunciato dalle ultime previsioni meteorologiche.

Gli impianti sciistici della provincia, con le loro webcam hanno mostrato i primi fiocchi scendere.

A Bolognola nella notte sono caduti circa 10 centimetri di neve fresca.

“Le temperature – scrive la pagina Facebook della stazione - sono attorno a -3 gradi, ma con ancora molta umidità”.

Temperature sotto lo zero anche in altre località come Monte D’Aria.

Nevicate che lasciano pensare a buone prospettive per gli impianti sciistici che, se l’umidità dovesse abbassarsi, potrebbero avviare l’impianto di innevamento artificiale ed inaugurare la stagione invernale per il week end dell’immacolata.

GS

(Foto BolognolaSki)

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo