Stampa questa pagina

Esercizio abusivo di professione, fisioterapista denunciato

Venerdì, 31 Luglio 2020 12:46 | Letto 575 volte   Clicca per ascolare il testo Esercizio abusivo di professione, fisioterapista denunciato Sequestro di un appartamento adibito a studio professionale, nonchè di macchinari e medicinali, e denuncia a piede libero per esercizio abusivo della professione. Questo il risultato di unoperazione della Guardia di Finanza di Civitanova Marche nei confronti di un fisioterapista che esercitava la professione senza essere iscritto all’Ordine dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione. I militari della Compagnia civitanovese, coordinati dagli uffici della Procura della Repubblica di Macerata, hanno così dato esecuzione ad un decreto di perquisizione presso uno studio professionale risultato esercitare, a Civitanova Marche, attività di massofisioterapia e di fisioterapia. Le indagini hanno permesso di accertare l’esercizio abusivo della professione di fisioterapista e di massofisioterapista da parte di un cittadino di nazionalità italiana in possesso solo del diploma scolastico della scuola secondaria di 2° grado, sprovvisto dei titoli abilitativi previsti dalla normativa di settore, e non iscritto all’Ordine Professionale dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione. Le ricerche condotte dalle Fiamme Gialle presso lo studio, con la collaborazione di personale tecnico dell’Associazione Italiana Massofisioterapisti, hanno portato al rinvenimento e al conseguente sequestro di numerosi attrezzi elettromedicali e medicinali, adoperati abusivamente dall’indagato. Il sequestro ha riguardato anche l’intero appartamento “riadattato” a studio professionale dal responsabile, che è stato denunciato per il reato di abusivo esercizio di professione. Luomo rischia la reclusione fino a 3 anni, la multa fino a 50.000 Euro, nonché in caso di condanna, la confisca dei beni strumentali alla commissione del reato. f.u.
Sequestro di un appartamento adibito a studio professionale, nonchè di macchinari e medicinali, e denuncia a piede libero per esercizio abusivo della professione. Questo il risultato di un'operazione della Guardia di Finanza di Civitanova Marche nei confronti di un fisioterapista che esercitava la professione senza essere iscritto all’Ordine dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione.

I militari della Compagnia civitanovese, coordinati dagli uffici della Procura della Repubblica di Macerata, hanno così dato esecuzione ad un decreto di perquisizione presso uno studio professionale risultato esercitare, a Civitanova Marche, attività di massofisioterapia e di fisioterapia.

Le indagini hanno permesso di accertare l’esercizio abusivo della professione di fisioterapista e di massofisioterapista da parte di un cittadino di nazionalità italiana in possesso solo del diploma scolastico della scuola secondaria di 2° grado, sprovvisto dei titoli abilitativi previsti dalla normativa di settore, e non iscritto all’Ordine Professionale dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione.

Le ricerche condotte dalle Fiamme Gialle presso lo studio, con la collaborazione di personale tecnico dell’Associazione Italiana Massofisioterapisti, hanno portato al rinvenimento e al conseguente sequestro di numerosi attrezzi elettromedicali e medicinali, adoperati abusivamente dall’indagato.

Il sequestro ha riguardato anche l’intero appartamento “riadattato” a studio professionale dal responsabile, che è stato denunciato per il reato di abusivo esercizio di professione. L'uomo rischia la reclusione fino a 3 anni, la multa fino a 50.000 Euro, nonché in caso di condanna, la confisca dei beni strumentali alla commissione del reato.

f.u.

Letto 575 volte

Clicca per ascolare il testo