Stampa questa pagina

Torna il problema dell'acqua a Cupi di Visso

Mercoledì, 16 Settembre 2020 17:43 | Letto 209 volte   Clicca per ascolare il testo Torna il problema dell'acqua a Cupi di Visso Puntuale con la siccità estiva torna a farsi sentire il problema della crisi idrica nel comune di Visso. Ad essere interessata è la frazione di Cupi dove da qualche giorno è in azione lautobotte. Il sindaco Gianluigi Spiganti Maurizi informa che al momento sono anche in corso dei sondaggi geologici dei quali si spera in una quindicina di giorni di conoscere lesito. Nella frazione di Cupi - spiega il sindaco di Visso - lamministrazione Ballesi aveva provveduto a realizzare un pozzo in unarea che a seguito degli eventi sismici si è purtroppo prosciugata. Trovata una vena ad una profondità maggiore di oltre 80 metri, nel 2017 noi abbiamo realizzato un nuovo pozzo, tuttavia, a causa della siccità dellestate è mancato lapprovvigionamento e si è verificato il problema. Finora- continua Spiganti Maurizi-  siamo riusciti a portare acqua alla comunità di Cupi attraverso il mezzo comunale e i nostri operai, poi a causa di unavaria della nostra autobotte, si è dovuto ricorrere ad una ditta privata. Da parte dei geologi al momento sono in corso delle nuove indagini e sondaggi;speriamo si riesca a trovare una nuova vena e che nel frattempo si rinsaldi anche quella che attualmente è in fase di prosciugamento. Purtroppo il nostro è un territorio difficile- conclude- .Speriamo che la questione possa essere risolta al più presto e senza arrecare grossi disagi alla popolazione.c.c.
Puntuale con la siccità estiva torna a farsi sentire il problema della crisi idrica nel comune di Visso. Ad essere interessata è la frazione di Cupi dove da qualche giorno è in azione l'autobotte. Il sindaco Gianluigi Spiganti Maurizi informa che al momento sono anche in corso dei sondaggi geologici dei quali si spera in una quindicina di giorni di conoscere l'esito. " Nella frazione di Cupi - spiega il sindaco di Visso - l'amministrazione Ballesi aveva provveduto a realizzare un pozzo in un'area che a seguito degli eventi sismici si è purtroppo prosciugata. Trovata una vena ad una profondità maggiore di oltre 80 metri, nel 2017 noi abbiamo realizzato un nuovo pozzo, tuttavia, a causa della siccità dell'estate è mancato l'approvvigionamento e si è verificato il problema. Finora- continua Spiganti Maurizi-  siamo riusciti a portare acqua alla comunità di Cupi attraverso il mezzo comunale e i nostri operai, poi a causa di un'avaria della nostra autobotte, si è dovuto ricorrere ad una ditta privata. Da parte dei geologi al momento sono in corso delle nuove indagini e sondaggi;speriamo si riesca a trovare una nuova vena e che nel frattempo si rinsaldi anche quella che attualmente è in fase di prosciugamento. Purtroppo il nostro è un territorio difficile- conclude- .Speriamo che la questione possa essere risolta al più presto e senza arrecare grossi disagi alla popolazione".
c.c.

Letto 209 volte

Articoli correlati (da tag)

Clicca per ascolare il testo