Stampa questa pagina

Maxi bollette terremotati, un lieto fine ma resta alta l'attenzione

Giovedì, 07 Gennaio 2021 10:55 | Letto 1830 volte   Clicca per ascolare il testo Maxi bollette terremotati, un lieto fine ma resta alta l'attenzione Annullata la bolletta della luce da circa 17mila euro che era stata recapitata ad un terremotato di Pieve Torina. Per il tramite del Sen, Servizio Energetico nazionale, scusandosi dellincrescioso episodio, Enel ha infatti chiarito che si è trattato di un errore di sistema, assicurando allutente che verrà inviata nuova fattura recante lesatto importo della bolletta.  Risolta dunque positivamente la questione dei conteggi esorbitanti riferiti ai consumi di energia elettrica di unabitazione danneggiata dal sisma e al periodo di 4 anni decorrenti dal sisma dellottobre 2016. Sollevato a mezzo stampa, quello che si è rivelato un clamoroso errore, ha comunque messo in allerta i tanti cittadini che in questi giorni stanno ricevendo fatturazioni. Una vicenda sulla quale da subito si è attivato anche il comitato La Terra Trema Noi No. Oltre al destinatario della maxibolletta, soddisfatto del lieto fine è lo stesso presidente Diego Camillozzi, tornato a sottolineare ai microfoni di RadioC1inBlu che, a tutela delle popolazioni terremotate, il comitato sta mantenendo alta lattenzione, onde scongiurare possibili disguidi o incongruenze nonchè lapplicazione delle previste agevolazioni.  Linvito è a segnalare eventuali errori a La terra trema noi inviando una mail. Le anomalie riscontrate - spiega Camillozzi- verranno segnalate ai gestori dei servizi e ad ARERA (Autorità di regolazione per energia, reti e ambienti). Chiederemo quindi un eventuale ricalcolo e riemissione di fatturazioni incongruenti. c.c.
Annullata la bolletta della luce da circa 17mila euro che era stata recapitata ad un terremotato di Pieve Torina. Per il tramite del Sen, Servizio Energetico nazionale, scusandosi dell'increscioso episodio, Enel ha infatti chiarito che si è trattato di un errore di sistema, assicurando all'utente che verrà inviata nuova fattura recante l'esatto importo della bolletta.  Risolta dunque positivamente la questione dei conteggi 'esorbitanti' riferiti ai consumi di energia elettrica di un'abitazione danneggiata dal sisma e al periodo di 4 anni decorrenti dal sisma dell'ottobre 2016. Sollevato a mezzo stampa, quello che si è rivelato un clamoroso errore, ha comunque messo in allerta i tanti cittadini che in questi giorni stanno ricevendo fatturazioni. Una vicenda sulla quale da subito si è attivato anche il comitato La Terra Trema Noi No. Oltre al destinatario della maxibolletta, soddisfatto del lieto fine è lo stesso presidente Diego Camillozzi, tornato a sottolineare ai microfoni di RadioC1inBlu che, a tutela delle popolazioni terremotate, il comitato sta mantenendo alta l'attenzione, onde scongiurare possibili disguidi o incongruenze nonchè l'applicazione delle previste agevolazioni.  L'invito è a segnalare eventuali errori a La terra trema noi inviando una mail. "Le anomalie riscontrate - spiega Camillozzi- verranno segnalate ai gestori dei servizi e ad ARERA (Autorità di regolazione per energia, reti e ambienti). Chiederemo quindi un eventuale ricalcolo e riemissione di fatturazioni incongruenti". 
c.c.

Letto 1830 volte

Articoli correlati (da tag)

Clicca per ascolare il testo