Castelraimondo e l'entroterra piangono Alberto "Lu Porchettà"

Venerdì, 01 Ottobre 2021 11:06 | Letto 17860 volte   Clicca per ascolare il testo Castelraimondo e l'entroterra piangono Alberto "Lu Porchettà" Castelraimondo e tutta la provincia piangono il re della porchetta. L’entroterra maceratese si è svegliato stamattina con una notizia che non avrebbe mai voluto sentire: Alberto Grasselli, conosciuto in tutte le Marche come “Alberto Lu Porchettà”, è venuto a mancare nella mattinata di oggi a causa di un infarto che non gli ha lasciato scampo. Aveva 74 anni.Dal luglio del 1993 gestiva il “Ristoro da Alberto”, un’istituzione per gli appassionati dello street food nella zona, ma anche per coloro che passavano per caso da quelle parti e non potevano fare a meno di tornare. Negli ultimi 28 anni, Alberto “Lu Porchettà” è diventato una tappa obbligatoria per motociclisti, avventori e lavoratori in pausa pranzo che raggiungevano il suo camion-ristorante a Castelraimondo, lungo la statale 361.L’idea di un furgone attrezzato alla preparazione di panini è nata quando Alberto lavorava in un altro settore. Una scommessa che nacque “per necessità e per passione” raccontava qualche anno fa. La partenza in solitaria, seguita da una crescita graduale che ha portato tutta la famiglia a lavorare al Ristoro. Prima la moglie Fiorella, poi i figli Emanuele e Cesare. Non solo, anche qualche dipendente pronto a dare una mano nelle giornate più affollate. La posizione strategica unita alla qualità dei panini amati da tutti, lo ha consacrato e reso famoso, rendendolo negli anni un punto di riferimento per tutti gli amanti del buon cibo, grazie anche all’atmosfera e alla socialità che si è sempre respirata nella sua veranda e che lui, con il suo atteggiamento cordiale ha saputo regalare.Domani i funerali nella chiesa della Sacra Famiglia a Castelraimondo, alle 15 e 30.l.c.
Castelraimondo e tutta la provincia piangono il re della porchetta. L’entroterra maceratese si è svegliato stamattina con una notizia che non avrebbe mai voluto sentire: Alberto Grasselli, conosciuto in tutte le Marche come “Alberto Lu Porchettà”, è venuto a mancare nella mattinata di oggi a causa di un infarto che non gli ha lasciato scampo. Aveva 74 anni.
Dal luglio del 1993 gestiva il “Ristoro da Alberto”, un’istituzione per gli appassionati dello street food nella zona, ma anche per coloro che passavano per caso da quelle parti e non potevano fare a meno di tornare. Negli ultimi 28 anni, Alberto “Lu Porchettà” è diventato una tappa obbligatoria per motociclisti, avventori e lavoratori in pausa pranzo che raggiungevano il suo camion-ristorante a Castelraimondo, lungo la statale 361.

L’idea di un furgone attrezzato alla preparazione di panini è nata quando Alberto lavorava in un altro settore. Una scommessa che nacque “per necessità e per passione” raccontava qualche anno fa. La partenza in solitaria, seguita da una crescita graduale che ha portato tutta la famiglia a lavorare al Ristoro. Prima la moglie Fiorella, poi i figli Emanuele e Cesare. Non solo, anche qualche dipendente pronto a dare una mano nelle giornate più affollate. La posizione strategica unita alla qualità dei panini amati da tutti, lo ha consacrato e reso famoso, rendendolo negli anni un punto di riferimento per tutti gli amanti del buon cibo, grazie anche all’atmosfera e alla socialità che si è sempre respirata nella sua veranda e che lui, con il suo atteggiamento cordiale ha saputo regalare.

Domani i funerali nella chiesa della Sacra Famiglia a Castelraimondo, alle 15 e 30.

l.c.

Letto 17860 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo