CORSASPADA 1022X200
Notizie di cronaca nelle Marche
“Non vedo appelli e inviti rivolti a Tolentino Popolare”. Alessandro Massi, ex assessore della giunta Pezzanesi e leader dell’associazione, ha commentato così il messaggio arrivato dai coordinatori comunali del centrodestra della città, intenzionati a proporre un fronte simile al modello Marche per le prossime elezioni amministrative. Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega e Udc uniti in coalizione e “aperti al dialogo e al confronto con tutte le forze politiche che intendono rispondere ai bisogni della popolazione – hanno detto proprio i coordinatori –, non abbiamo preclusioni verso nessuno. Il nostro invito a un confronto sui temi importanti per la città non ha ancora avuto riscontro positivo da parte delle forze con le vorremmo dialogare”.

Avrebbe potuto essere un assist vero e proprio per Massi, ma l’ex assessore non la vede così: “Molti hanno creduto i partiti si rivolgessero a me, ma non credo: io sono fuori dalla coalizione di centrodestra. Pezzanesi è il deus ex machina della politica di quell’area da anni e penso sia strano che i partiti vogliano riprendere in pugno la situazione dopo aver lasciato tutto in mano al sindaco e a Silvia Luconi. Non ci vedo un appello a me – spiega Alessandro Massi –, anche perché io faccio politica con chiarezza. Se nel comunicato del centrodestra avessi letto ‘dialogare con coloro che negli ultimi anni sono stati estromessi’, allora ci avrei letto un invito. Il messaggio potrebbe essere per Stefano Gobbi, per lo stesso Pezzanesi e la sua civica Tolentino nel cuore. Io ho letto semplicemente un appello generalizzato, che in politica può valere tutto e niente. Per me vale niente: non c’è un progetto, non c’è un’indicazione, non c’è chiarezza. Se i partiti vogliono tornare a fare politica, facciano nomi, cognomi e presentino un’idea”.

In foto Aloisi, Massi e Montemarani di Tolentino Popolare

l.c.
Pubblicato in Politica
Grande speranza per il futuro degli impianti sciistici di Ussita. La stazione di Frontignano, ancora a caccia di un gestore, conoscerà il suo destino a fine mese, quando scadrà il bando del Comune di Ussita. Dagli appassionati e dagli addetti ai lavori traspare un cauto ottimismo: prima la manifestazione di interesse di Bolognola Ski, con l’amministratore Francesco Cangiotti che ha fatto sapere di voler presentare un’offerta, poi le parole di speranza del comitato Pro Frontignano, affidate a una nota.

“Sembra incredibile, ma forse potremmo assistere al lieto fine di una storia che ogni anno assumeva risvolti più tristi – si legge –. Dopo decenni di crisi e cinque anni di abbandono, c’è enorme aspettativa da parte di una vastissima comunità di utenti e sostenitori, provenienti da tutta l’Italia centrale. Il nuovo gestore porterà sulle spalle una grande responsabilità, e sarà sotto osservazione. La comunità si attende solamente una cosa, l’operatività nel primario interesse di far funzionare la località, per vederla rinascere”.

Poi l’invito a un’apertura prolungata, non limitata alla sola stagione invernale: “Auspichiamo periodi di apertura più lunghi possibile – proseguono dal comitato –, progetti di destagionalizzazione, accelerazione della ricostruzione delle infrastrutture del settore Canalone, cura e decoro delle strutture e del territorio, capacità di comunicazione, organizzazione di eventi. Facciamo un grande in bocca al lupo a coloro che hanno deciso di aderire al bando – concludono da Pro Frontignano –, certi che tutto si svolgerà con la massima regolarità”.

l.c.
Pubblicato in Cronaca
La Pedemontana ha già avuto “un impatto notevolissimo”. Lo sottolinea il primo cittadino di Matelica, Massimo Baldini, a pochi giorni dall’apertura del primo tratto dell’arteria che, una volta completata, andrà a collegare le superstrade 76 e 77 tra Fabriano e Muccia.

Già molto nutrito il traffico sul settore che va da Matelica Nord a Fabriano: lavoratori e mezzi pesanti, ma anche qualche curioso che ha deciso di percorrerla per il gusto di scoprirla. “La gente è entusiasta – ha proseguito Baldini –, tanto che in molti hanno preso la Pedemontana giusto per fare un giro. Ci sono comunque ancora delle situazioni da sistemare: il fatto che l’uscita Matelica Nord attraversi la zona industriale la rende ancora da perfezionare. Dovremo essere pazienti ancora per poco però: ci è stato detto che il secondo tratto (da Matelica a Castelraimondo Nord, ndr) verrà ultimato per il prossimo giugno. Mi sembra ottimistico, ma se il meteo non sarà troppo severo è possibile che ci si riesca. Quella sarà probabilmente la svolta – spiega Baldini –: i tempi di percorrenza verso la valle del Potenza diminuiranno drasticamente, mentre quelli verso l’anconetano e verso l’Umbria sono già molto più bassi”.

l.c.
Pubblicato in Cronaca
Una tragedia che non conosce tregua e avvelena ogni parte del mondo. È la violenza contro le donne della quale, per ribadirne l'eliminazione, oggi 25 novembre ricorre la giornata internazionale.

"Siamo state amate e odiate, adorate e rinnegate, baciate e uccise, solo perchè donne".  L'intensità emotiva della poetessa Alda Merini e i suoi 'travagliati' versi accompagnano il video e il manifesto che la Commissione Pari Opportunità della regione Marche ha deciso di rendere pubblico per questa giornata, riproducendo il volto di tutte le commisarie.
 
L'idea si deve alla consigliera paritaria Paola Gerini: "Oggi riflettiamo sulla violenza contro le donnne- spiega la consigliera- .Lo facciamo nel giorno dedicato a questa lotta anche se sarebbe cosa giusta non doverne più parlare, perché a significherebbe che questo fenomeno non è più pregnante, non più socialmente devastante come purtroppo sempre più spesso realizziamo dai fatti di cronaca.
E ne parliamo oggi, in questo particolare momento storico, in cui le donne hanno pagato un duro prezzo anche in conseguenza della pandemia. Maggiore è infatti, rispetto agli uomini, il numero delle donneche hanno perso un lavoro. Loro quelle che hanno risentito di più della clausura imposta del lockdown, spesso accollandosi il peso di una gestione familiare resa ancora più problematica dalla chiusura delle scuole. Lockdown e confinamento forzato tra le mura di casa , non di rado insieme ai partner abusanti e maltrattanti - continua Paola Gerini-  che sappiamo come abbiano anche  comportato una escalation dei casi di violenza all'interno delle mura domestiche, tra l'altro, con una difficoltà maggiore nella possibilità di denunciare ed accedere ai servizi di supporto. Non è un compito facile giungere ad una conclusione quando si parla di discriminazione, disparità e violenza di genere.
Le donne continuano ad essere discriminate nel mondo del lavoro, nel contesto sociale e familiare, costrette talvolta a vivere terrorizzate  all'interno di quello che dovrebbe essere l'accogliente focolare domestico. Trovare delle soluzioni per colmare queste differenze è difficle, e lo è in primo luogo perchè si tratta di un ampio discorso culturale - conclude-.
Dobbiamo fare affidamento soprattutto nelle nuove generazioni, sulle ragazze di oggi che sicuramente sono più libere e non hanno pregiudizi. Credo che esperienze di rinascita e possano venire proprio dai giovani. Ma è chiaro che l'impegno deve partire da ognuno di noi, individualmente e collettivamente, scoprendo la capacità di lottare, di indignarci, di far sentire la nostra voce a favore di chi una voce crede di non averla, oppure crede che non verrà ascoltata, e, per tutte quelle  donne che purtroppo una voce non ce l'hanno più". 
c.c.
Pubblicato in Cronaca
Tutto pronto per la vaccinazione contro l'influenza in farmacia, Sottoscritto l'accordo tra Regione e Federfarma Marche. 
"Dal prossimo 1 dicembre -  spiega la dott.ssa Ida Kaczamarek presidente Federfarma provinciale - avremo la possibilità di erogare la vaccinazione antinfluenzale a chi ne farà richiesta.
Nelle Marche, le farmacie che hanno aderito a questo accordo sono 190 e  40 quelle maceratesi. 
Quindi, oltre alle vaccinazioni anti- covid che si stanno effettuando già da qualche mese - continua - da mercoledì prossimo in farmacia sarà possibile effetturare anche la vaccinazione antinfluenzale. Chiaramente si tratterà di distinguere tra le persone che verranno con la ricetta medica per acquistare il vaccino e avranno la possibilità di avere erogata la vaccinazione da parte del farmacista e, le persone che hanno diritto alla vaccinazione  gratuita come è avvenuto finora; l'accordo infatti è stato sottoscritto anche in questo senso".

Viene dunque ad essere confermato il ruolo di supporto fondamentale che le farmacie svolgono, quale presidio sanitario di prossimità. 

"Chiaro che importantissimo è il ruolo della farmacia per la capillarità  che ricopre soprattutto nelle zone interne, nelle aree rurali e nel nostro caso, particolarmente per i territori terremotati. Per tutti quegli anziani che hanno pertanto difficoltà a muoversi e a spostarsi - conclude la dottoressa Kaczamareck-  sarà sicuramente un vantaggio maggiore recarsi in farmacia, trovare l'ambiente adatto in un rapporto di fiducia col farmacista e poter avere la somministrazione del vaccino antinfluenzale, in modalità molto più rapide e comode". 

C.C. 
Pubblicato in Cronaca
Incendio a Matelica. Le fiamme, per cause in corso d'accertamento, si sono sviluppate poco prima della mezzanotte in un appartamento al primo piano di una palazzina di via De Gasperi. Sul posto sono immediatamente accorse le squadre dei vigili del fuoco di Camerino e Fabriano che, in via precauzionale, hanno provveduto a far uscire  tutte le persone dall’ala del palazzo interessata dall’incendio. Portata in salvo una bambina di pochi mesi di vita, mentre erano in corso le operazioni di spegnimento del locale incendiato.
Sul posto 118, carabinieri, azienda del gas e il sindaco di Matelica Massimo Baldini che ha trovato una sistemazione per la notte alle famiglie che non hanno potuto fare rientro nella propria abitazione.
c.c.
Pubblicato in Cronaca
Via libera, nel pieno rispetto dei tempi previsti, ai primi quattro progetti del Piano Nazionale di ripresa e resilienza per le aree colpite dai terremoti del 2009 e 2016, per un importo complessivo di 478 milioni di euro.

L’intesa, dopo il riparto dei fondi Pnrr tra le due aree, è stata raggiunta dalla Cabina di Coordinamento presieduta dal Commissario alla ricostruzione post sisma 2016, Giovanni Legnini, e composta dal Capo del Dipartimento Casa Italia, Elisa Grande, il Capo della Struttura di Missione Aquila 2009, Carlo Presenti, i presidenti delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria e i sindaci dei territori interessati.

Il primo dei quattro progetti riguarda la rigenerazione urbana di borghi, paesi e città danneggiati dai terremoti, con uno stanziamento iniziale di 200 milioni di euro per i due crateri, che saranno successivamente integrati, per la riparazione dei danni inferti dal sisma, con 300 milioni per il 2009 con i fondi della Struttura di Missione, e con 400 milioni provenienti dalla contabilità speciale del Commissario per i territori colpiti dal sisma 2016.

Il secondo progetto approvato riguarda le infrastrutture stradali di rilievo nazionale che interessano le due aree, ed è dotato di risorse per 175 milioni di euro, con le quali viene finanziata la progettazione e parte dei lavori, affidando al Contratto di programma tra Ministero Infrastrutture ed Anas il finanziamento del fabbisogno residuo. Nelle Marche l’intervento principale riguarda la statale 78 Amandola - Sarnano - Servigliano.

L’altro progetto avviato concerne la riqualificazione delle stazioni ferroviarie di alcuni centri del cratere, con un finanziamento di 33,5 milioni di euro. Si tratta, in particolare, delle stazioni di Macerata, Ascoli Piceno, Fabriano, Tolentino, Tolentino Campus.
Pubblicato in Politica
La Giunta Regionale delle Marche ha assegnato in fase di approvazione dell’assestamento di bilancio circa 100 mila euro, come prima tranche, per i lavori di completamento del Teatro Comunale di Caldarola.

L’impegno era stato preso sia dall’Assessore alla Ricostruzione Guido Castelli che dallo stesso Presidente della Regione Francesco Acquaroli durante due recenti visite istituzionali. I fondi serviranno per recuperare alcuni affreschi danneggiati dal terremoto, migliorare i camerini ed adeguare gli impianti di riscaldamento e raffrescamento. Un’ulteriore tranche di contributi sarà messa adisposizione dell’Amministrazione caldarolese nei primi mesi del 2022.

È una bella soddisfazione - ha affermato il primo cittadino Luca Maria Giuseppetti - Il Presidente Acquaroli, insieme agli Assessori Castelli e Latini, hanno compreso l’importanza di restituire un piccolo gioiello come il nostro Teatro a tutta la cittadinanza, perché per ricostruire un paese è necessario ricostruire anche i centri di aggregazione e socialità. Il mio ringraziamento va a loro soprattutto perché, con questa e con altre azioni concrete, si sono dimostrati sensibili alle necessità del nostro territorio”.
Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 24 Novembre 2021 14:18

Camerino si veste a festa preparandosi al Natale

Inizia a vestirsi a festa Camerino dove, in piazza Dario Conti al Sottocorte Village, ma anche in altre piazze della città, sono comparsi i primi allestimenti per le festività natalizie il cui calendario sarà presentato la prossima settimana. E così ecco comparire le casette di legno dei mercatini di Natale e la pista di pattinaggio di ghiaccio, insieme ad altre sorprese.

Sale l’attesa, insomma, per quello che si presenta come un cartellone in cui poter tornare a godere della socialità con musica e spettacoli per grandi e piccini, dopo che lo scorso anno la pandemia, e le limitazioni determinate dalla zona rossa, avevano costretto a rinunciare ai tradizionali appuntamenti in programma per quello che da tutti è considerato il periodo più magico dell’anno. Anche quest’anno, inoltre, saranno accese le luminarie nel centro storico, così come è stato lo scorso anno. Con la riapertura di Corso Vittorio Emanuele II, ormai quasi un anno fa, sarà possibile godere del clima natalizio anche nel cuore della città, dove saranno organizzati anche degli eventi.

“Il principio che mi ha ispirato nella predisposizione del cartellone degli eventi organizzato in collaborazione con tantissime associazioni e realtà cittadine – ha detto l’assessore alla cultura e al turismo Giovanna Sartori - è stato, da un lato, pubblicizzare la città a livello turistico e, dall'altro, sostenere le attività commerciali soprattutto in un periodo storico difficile come quello che stiamo vivendo. La città storica ci accoglie e ci attende così come altre zone della vita economica e commerciale di Camerino tra i quartieri delle Mosse, Montagnano, il Vallicenter e il Sottocorte Village”.


arrivate le prime casette per i mercatini natalizi
Pubblicato in Cronaca
Mariano Calamita ha avanzato la sua candidatura a Presidente della Provincia di Macerata per il fronte progressista. Lo ha fatto sapere proprio il primo cittadino del Comune di Appignano con una nota stampa in cui si dice pronto a rappresentare un “campo largo che tenga unite le forze moderate, civiche e di centrosinistra. Sono circa venticinque – fa sapere Calamita – i sindaci che sosterranno la mia candidatura. È una proposta che nasce dal rifiuto, da parte del centrodestra, di avanzare una proposta unitaria nell’interesse del nostro territorio”.

“Una decisione che denota scarsa lungimiranza”. Così Calamita ha parlato delle posizioni del centrodestra riguardo al candidato unico. “Il centrodestra rischia di produrre una frattura ulteriore nel nostro territorio, dopo la crisi economica, il sisma e la pandemia – ha proseguito il sindaco di Appignano –. Sarebbe stato appropriato un comportamento simile a quanto visto per quanto riguarda il Cosmari o l’Ato. Avremmo avuto bisogno di unità, mentre andiamo incontro a una divisione. Si poteva evitare lavorando insieme alle idee e alle proposte, ponendo attenzione ai programmi e alle tante cose da fare per la nostra Provincia. Nel nostro campo vogliamo partire dal programma da realizzare – conclude Calamita –, mettendo da parte i personalismi e confrontandoci sulle scelte da fare”.

l.c.
Pubblicato in Politica

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo