PIEDINO Appenn a casa 2021
Notizie di cronaca nelle Marche
Cade mentre sta potando i rami di un grosso alberi restando impigliato a testa in giù ai rami stessi.

L’incidente si è verificato a Pollenza, in via Santo Spirito, dove un uomo che, come detto, stava tagliando i rami di un grosso albero è rimasto penzoloni a testa in giù.

Lanciato l’allarme sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Macerata, con i pompieri che, utilizzando tecniche specifiche, hanno soccorso l’uomo assicurandolo all’albero per poi adagiarlo sulla barella posta sull’autoscala.

Una volta a terra l’uomo è stato affidato alle cure dei sanitari del 118 che hanno richiesto l’intervento dell’eliambulanza per il trasporto in ospedale.

Pubblicato in Cronaca
Multe per complessivi 4milioni di euro a carico di un cittadino extracomunitario, esercente di un money transfer, e di numerosi clienti.

Questo l’esito dell’attività di controllo eseguita dagli agenti della Guardia di finanza del comando provinciale di Macerata. I militari delle Fiamme gialle, impegnati nel controllo anti riciclaggio, hanno portato alla luce un sistema che ha permesso il trasferimento all’estero di ingenti quantitativi di denaro, eludendo i controlli previsti dalla normativa di settore.

In sostanza, attraverso tecniche di frazionamento degli importi da trasferire venivano aggirati i blocchi automatici adottati dagli istituti di credito per evitare l’invio di importi superiori alla soglia di legge nell’arco di sette giorni.

L’espediente illecito ha consentito di occultare la reale quantità di denaro trasferito, in modo da scongiurare che l’operazione potesse ingenerare sospetti nelle autorità di vigilanza.

Inoltre, è emerso che diversi clienti hanno effettuato rilevanti trasferimenti di denaro che, seppure non eccedenti singolarmente la soglia di legge, erano destinati a un unico beneficiario. Per questo sono state contestate all’esercente sanzioni amministrative per oltre 300 mila euro per aver omesso le previste segnalazioni agli organi competenti, come previsto dalla normativa antiriciclaggio.
Pubblicato in Cronaca
I carabinieri della stazione di Serravalle, in collaborazione con i militari della stazione di Camerino e del Nucleo operativo e radiomobile, hanno arrestato due pregiudicati ritenuti responsabili dei reati di furto, ricettazione e detenzione abusiva di armi e munizionamento.

Nel corso di una perquisizione disposta in un garage nella disponibilità dei due uomini, uno slovacco di 54 anni e un 58enne residente a Camerino, i carabinieri hanno rinvenuto un fucile, risulltato rubato, unapistola e il relativo munizionamento composto da oltre duecentocinquanta cartucce.

Scoperto, inoltre, anche un ordigno bellico, che ha reso necessario l'intervento degli artificeri dell’Arma. La bomba, un proiettile di artiglieria risalente alla Seconda Guerra Mondiale, è stata trasportata in una cava dove è stata fatta brillare. 
Pubblicato in Cronaca
L'università di Camerino dice no alla guerra. Organi Unicam, in seduta straordinaria congiunta,  hanno espresso il più fermo ripudio di ogni  forma di conflitto.
 Il Rettore Unicam Claudio Pettinari ha convocato per stamattina una seduta straordinaria congiunta di Senato Accademico, Assemblea delle Rappresentanze e Consiglio degli Studenti, cui ha partecipato la quasi totalità dei componenti in collegamento telematico. Piena  solidarietà al popolo ucraino è stata espressa dalla comunità universitaria che ha condannato fermamente l’attacco che sta subendo, ribadendo con forza che non può e non deve esserci alcuna alternativa alla pace tra le nazioni, alla tutela della libertà e della democrazia, al ripudio della guerra in ogni sua forma.

“Il momento storico che stiamo vivendo impone ad ognuno di noi, maggiormente alle istituzioni come la nostra, di esprimere il proprio unanime dissenso davanti a ciò che sta accadendo: l'Università di Camerino non può, non vuole e non deve tacere”, ha affermato il Rettore Pettinari.

“Metteremo fin da subito in campo azioni concrete per sostenere studenti e docenti ucraini ed abbiamo istituito una unità di crisi interna composta da rappresentanti del personale docente, tecnico e amministrativo e degli studenti, che avrà il compito di monitorare costantemente l’evolversi degli avvenimenti. Abbiamo inoltre contattato le tre università ucraine con le quali abbiamo accordi di collaborazione per esprimere la nostra solidarietà e disponibilità, ed il Rettore della National University of Kyiv ci ha ringraziato per la vicinanza”


Di seguito riportiamo l’intero documento approvato all’unanimità dagli Organi di Unicam:

“La Comunità universitaria, riunita in seduta straordinaria attraverso i suoi rappresentanti in Senato Accademico, Assemblea delle rappresentanze e Consiglio degli studenti, esprime la sua piena solidarietà al popolo ucraino e condanna fermamente l’attacco che sta subendo, ribadendo con forza che non può e non deve esserci alcuna alternativa alla pace tra le nazioni, alla tutela della libertà e della democrazia al ripudio della guerra in ogni sua forma.

E’ preciso dovere dell’Unione europea, delle organizzazioni internazionali nonché dei singoli stati, scongiurare l’inasprimento del conflitto, utilizzando ogni strumento di negoziazione e mediazione diplomatica per giungere all’immediata cessazione della guerra in atto.

L’Università di Camerino è vicina a tutti i ricercatori, docenti e studenti ucraini che in questo momento si trovano ad affrontare una realtà completamente diversa da quella che quotidianamente gli Atenei di tutti il mondo perseguono, costruendo con la conoscenza, l’apertura all’altro, la condivisione, la formazione di donne e uomini la cui missione consiste in un presente ed un futuro di pace, libero, tollerante, solidale.

Unicam aderisce all’appello della CRUI, la Conferenza dei Rettori delle Università italiane e alla sollecitazione del Ministero dell’Università e della ricerca, mettendo in campo fin da subito azioni concrete per il sostegno di docenti e studenti ucraini: nello specifico, stabilisce la disponibilità di quindici borse di studio, sostegno per visiting professor e attività di dottorato, promozione di seminari e webinar dedicati all’approfondimento e alla conoscenza di quanto sta accadendo, anche con il coinvolgimento di esperti esterni.

Si impegna inoltre a collaborare con Enti e Istituzioni per eventuali azioni che possano essere d’aiuto alla comunità ucraina che si trova in Italia e nelle Marche”.











 




Pubblicato in Cronaca
La Croce Verde di Macerata si mobilita a sostegno dei fratelli Ucraini
«La guerra scoppiata nei giorni scorsi - si legge nella nota-   rischia di creare una catastrofe umanitaria in Ucraina.
Per aiutate la popolazione Ucraina, la  Croce Verde di Macerata organizza una raccolta di:
-coperte,
- prodotti alimentari a lunga    conservazione;
-medicinali di prima necessità;
- abiti pesanti,
- prodotti per l'igiene;

È necessario attenersi alle richieste effettute e controllare che i prodotti alimentari e i medicinali siano a  lunga conservazione, ben chiusi e scatolati

Il materiale deve essere portato presso la sede della Croce Verde  di Macerata sita in Via Indipendenza 12 tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 15 - Tel.0733 260260

Coloro che volessero effettuare offerte in denaro possono fare il versamento su C/C intestato alla Croce Verde di Macerata, utilizzando il seguente IBAN:
IT50A0849113400000120101669
specificando la causale (indispensabile):
"EMERGENZA UCRAINA"
Pubblicato in Cronaca
Tre giovani denunciati a vario titolo, e altri due segnatati, nel bilancio delle attività e dei servizi di controllo della circolazione stradale operati nell'ultimo fine settimana sul territorio dai militari del Comando provinciale carabinieri di Macerata.
Nello specifico, a San severino Marche, nel corso di uno specifico servizio finalizzato al contrasto del traffico  illecito di sostanze  delle sostanze stupefacenti, la locale stazione carabinieri ha denuciato in stato di libertà , un giovane cittadino italiano, 20enne, del luogo; nel corso di un controllo e’ stato trovato in possesso di circa 15 grammi di marijuana suddivisa in dosi, poi sottoposta a sequestro.
I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Civitanova Marche, unitamente a quelli della stazione di Porto Recanati, hanno denunciato in stato di libertà un giovane bosniaco, 21enne. Alla guida della propria autovettura,  coinvolto in un incidenteo stradale con feriti, e’ risultato positivo all’accertamento alcolemico. Al giovane e’ stata ritirata la patente di guida. Sempre nel corso di analogo servizio i carabinieri hanno segnalato al prefetto di Macerata due giovani 20enni, di Porto Sant' Elpidio e di Porto Recanati, entrambi trovati entrambi in possesso rispettivamente di circa un grammo di marijuana e di hashish.
I carabinieri della stazione di Matelica hanno denunciato in stato di libertà un giovane operaio trovato in possesso di  15 grammi di hashish e, altri 6 grammi di marijuana custoditi nela propria abitazione unitamente ad un bilancino elettronico di precisone. Tutta la sostanza stupefacente e’ stata sottoposta a sequestro.

    
Pubblicato in Cronaca
I carabinieri di Tolentino hanno arrestato in flagranza di reato un uomo trovato in possesso di 200 grammi di hashish.

L’uomo, sulle cui tracce gli inquirenti avevano concentrato l’attenzione in quanto ritenuto fosse fornitore nelle piazze di Tolentino e Urbisaglia, è stato fermato mentre si trovava a bordo di un’auto, guidata da un amico, trovato in possesso di due dosi di eroina. L’indagato deteneva invece un grammo di hashish all’interno della bustina del tabacco.

La successiva perquisizione domiciliare, condotta con l’ausilio del Nucleo Carabinieri Cinofili di Pesaro, ha portato al sequestro di circa 200 grammi di hashish. I militari hanno infatti trovato sul tavolo della cucina 22 grammi di sostanza posizionati sopra il bilancino di precisione, un panetto di hashish del peso di un etto circa e un altro di 81 grammi, incellofanati e custoditi in barattoli cilindrici custoditi sulla mensola della camera da letto, oltre a materiale per il confezionamento dello stupefacente, la triturazione, la preparazione e la pesatura delle dosi.

L’uomo è stato pertanto arrestato e sottoposto ai domiciliari, mentre il conducente dell’auto è stato segnalato alla Prefettura di Macerata come assuntore.


foto
Pubblicato in Cronaca
Il Comune di San Severino Marche ha presentato la candidatura per l’accesso ai fondi del Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, proponendo un intervento di adeguamento alla normativa antisismica, con efficientamento energetico, della scuola secondaria di primo grado “P. Tacchi Venturi”, storico edificio risalente agli anni Ottanta del secolo scorso che dal dopoterremoto 2016 ospita anche una parte degli alunni della scuola primaria “Luzio”.

La costruzione si compone di un corpo di fabbrica principale a due piani fuori terra e di due corpi laterali giuntati sismicamente ma collegati al corpo principale da percorsi, destinati l’uno ad uso palestra e l’altro ad aule didattiche.

L’intervento prevede, dal punto di vista strutturale, l’adeguamento sismico dell’edificio di tutti e tre i corpi di fabbrica per l’adeguamento ai più moderni livelli di sicurezza. Dal punto di vista impiantistico, inoltre, si prevede di effettuare l’efficientamento energetico di tutto il complesso mediante opere di coibentazione delle pareti e della copertura, la sostituzione degli infissi più vetusti e il rifacimento degli impianti. Inoltre, visto che di recente sono stati installati impianti di ventilazione meccanica controllata in diverse aule, si prevede il completamento dell’intervento in questione con l’installazione di rilevatori di Co2, di umidità e di presenza che possano aumentare le prestazioni del sistema stesso riducendo al minimo il consumo di elettricità.

Sarà inoltre progettata la sostituzione di tutti i corpi illuminanti con elementi a led e l’installazione di sistemi di controllo automatico degli impianti al fine di ridurre tutti i consumi. Da ultimo si prevede il recupero delle acque meteoriche per riutilizzarle per usi non potabili. Dal punto di vista architettonico si prevede infine la riqualificazione di tutti gli ambienti con l’utilizzo di materiali naturali o riciclati. Sarà ritrasformato anche l’atrio che diventerà un luogo di aggregazione per attività didattiche interclasse ed extra scolastiche. Si interverrà anche sulla palestra per la quale dovrà essere prevista una doppia funzione di auditorium oltre che di luogo per le attività sportive.

Complessivamente sono stati previsti interventi per oltre 7 milioni di euro.

Pubblicato in Cronaca
Risveglio imbiancato come da previsioni nell'entroterra della provincia di Macerata. Un brusco calo delle temperature, per parecchi giorni  mantenutesi su valori primaverili, ha favorito il ritorno delle precipitazioni nevose che dalla scorsa notte hanno interessato anche quote relativamente alte.
È al momento di una ventina di centimetri la coltre bianca che ricopre da questa mattina Camerino dove tuttavia il ripetuto passaggio dei mezzi spazzaneve e spargisale, come confermato anche dalla polstrada, ha fatto sì che, almeno in mattinata, non si registrassero particolari problemi alla circolazione viaria in ingresso e in uscita dalla città. Più o meno dello stesso spessore la neve caduta nel territorio settempedano. Imbiancata anche Tolentino. Col passare delle ore, in particolare nell'entroterra camerte, diversi sono stati gli interventi dei vigili del fuoco per prestare soccorso o assistenza ad automobilisti rimasti in panne o le cui vetture sono scivolate al di fuori della sede stradale. Non si sono comunque registrati danni o feriti.

Nelle foto sotto, un intervento dei Vigli del fuoco di Camerino in viale Aldo Moro.
WhatsApp Image 2022 02 26 at 11.25.49
Le forze dell'ordine raccomandano agli automobilisti  prudenza alla guida e se necessario l'utilizzo delle catene ancora obbligatorie a bordo. Crollo di temperature e maltempo, stando alle previsioni, dovrebbero attenuarsi già dalla serata anche se la neve potrebbe continuare a scendere sulle vette appenniniche fino a buona parte della mattinata domenicale.
c.c.auto fuori sede





Pubblicato in Cronaca
L’associazione Torneo delle Guaite dopo anni di silenzio e inattività è riuscita a riprendere vigore e forza grazie ad un nuovo direttivo.

Un gruppo di 7 amici, si sono ritrovati in un pomeriggio d’inverno con la piena consapevolezza di non voler far morire un’associazione decennale. “Non potevamo permettere che una rievocazione storica così importante per i nostri territori finisse e concludesse, nell’indifferenza totale, la sua attività sia rievocativa che sociale senza tentare almeno di riprenderla in mano. Ma Ciò che più ci ha spronati nel voler far ripartire questa decennale manifestazione è la sua elevata portata storica “.

Avviata una nuova campagna di tesseramento si è così giunti all’elezione del nuovo consiglio direttivo così composto: Caterina Molinaro (presidente), Enrico Franconi (vice Presidente), Ilaria Gatti (segretari), Letizia Cappa (tesoriere) e i consiglieri Andrea Massimiliano Cesari, Federico Morandi e Andrea Ercoli.

 “Smettere di rievocare il torneo delle guaite significherebbe perdere la rara possibilità di riportare in vita uno spaccato di vita medievale realmente accaduto – dichiarano all’unisono -La nostra volontà è di tentare di ripartire da zero, forti delle nostre radici.Abbiamo l’immaginazione, l’amore per Visso e per fortuna anche tante associazioni storiche che ci vogliono bene e per Visso farebbero di tutto.Pur essendo in difficoltà e in ristrettezze economiche e pratiche considerato anche il Covid, vorremmo dare nuova vita al torneo. Partendo a piccoli passi”.
Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 12

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo