Stampa questa pagina

"Misericordiosi verso il Padre". Mostra di opere d'arte per il Giubileo

Giovedì, 05 Maggio 2016 10:59 | Letto 1047 volte   Clicca per ascolare il testo "Misericordiosi verso il Padre". Mostra di opere d'arte per il Giubileo “Misericordiosi come il Padre” è il titolo della mostra che sarà inaugurata sabato 7 maggio, alle 17, nella chiesa della Misericordia, in piazza Del Popolo, a San Severino. L’evento è stato organizzato, in occasione del Giubileo dal Centro Culturale “A. Tarkovskij”, con il sostegno e la collaborazione del Centro Servizi per il Volontariato delle Marche. La mostra resterà aperta fino a domenica 29 maggio e sarà visitabile, tutti i sabati e le domeniche, dalle 17 alle 19:30 e dalle 21 alle 23. Lo scopo dell’iniziativa è quello di promuovere la riflessione sulle opere di misericordia corporale e spirituale risvegliando le coscienze su come la sollecitudine di Dio verso il dramma della povertà passi fattivamente attraverso uomini che ne siano testimonianza viva e si facciano vicini a chi ha più bisogno. Riscoprire questi testimoni e queste opere di misericordia lungo la storia di San Severino, significherà allora capire che misericordia è un’opera e questo diventerà educante non solo per chi la compie ma anche per chi la riceve. Tre le sezioni in cui si divide la mostra: nella prima, dal titolo “Salve Regina, Madre di Misericordia…”, si offre una rassegna iconografica di dipinti della Madonna della Misericordia presenti in alcune chiese della città. La seconda sezione, dal titolo “Veri uomini, vere donne”, è dedicata a quei testimoni della carità misericordiosa di Dio che sono santi e beati. A San Severino si contano ben diciotto tra santi, beati e venerabili. L’ultima sezione, “E’ se opera”, passa infine in rassegna le numerose opere di misericordia che hanno caratterizzato sin dal Medioevo la storia della città. Si tratta spesso di opere, come ospedali, orfanotrofi, opere pie, che oggi abbiamo dimenticato ma che costituiscono il segno di una passione per l’umano e di un vivo desiderio di essere vicini ai poveri e ai bisognosi. A conclusione della mostra sono riportati tre esempi di opere in atto: la Caritas, l’Istituto Croce Bianca, il Banco Alimentare. La mostra sarà inaugurata dal vescovo di Camerino – San Severino, Francesco Giovanni Brugnaro.

“Misericordiosi come il Padre” è il titolo della mostra che sarà inaugurata sabato 7 maggio, alle 17, nella chiesa della Misericordia, in piazza Del Popolo, a San Severino. L’evento è stato organizzato, in occasione del Giubileo dal Centro Culturale “A. Tarkovskij”, con il sostegno e la collaborazione del Centro Servizi per il Volontariato delle Marche. La mostra resterà aperta fino a domenica 29 maggio e sarà visitabile, tutti i sabati e le domeniche, dalle 17 alle 19:30 e dalle 21 alle 23. Lo scopo dell’iniziativa è quello di promuovere la riflessione sulle opere di misericordia corporale e spirituale risvegliando le coscienze su come la sollecitudine di Dio verso il dramma della povertà passi fattivamente attraverso uomini che ne siano testimonianza viva e si facciano vicini a chi ha più bisogno. Riscoprire questi testimoni e queste opere di misericordia lungo la storia di San Severino, significherà allora capire che misericordia è un’opera e questo diventerà educante non solo per chi la compie ma anche per chi la riceve.

Tre le sezioni in cui si divide la mostra: nella prima, dal titolo “Salve Regina, Madre di Misericordia…”, si offre una rassegna iconografica di dipinti della Madonna della Misericordia presenti in alcune chiese della città. La seconda sezione, dal titolo “Veri uomini, vere donne”, è dedicata a quei testimoni della carità misericordiosa di Dio che sono santi e beati. A San Severino si contano ben diciotto tra santi, beati e venerabili. L’ultima sezione, “E’ se opera”, passa infine in rassegna le numerose opere di misericordia che hanno caratterizzato sin dal Medioevo la storia della città. Si tratta spesso di opere, come ospedali, orfanotrofi, opere pie, che oggi abbiamo dimenticato ma che costituiscono il segno di una passione per l’umano e di un vivo desiderio di essere vicini ai poveri e ai bisognosi.

A conclusione della mostra sono riportati tre esempi di opere in atto: la Caritas, l’Istituto Croce Bianca, il Banco Alimentare. La mostra sarà inaugurata dal vescovo di Camerino – San Severino, Francesco Giovanni Brugnaro.

Letto 1047 volte

Clicca per ascolare il testo