E-commerce a Tolentino: il sito delle vetrine virtuali creato dal comune si arricchisce di un nuovo canale grazie all’App ”Shop Tolentino”. Continua così l’opera di supporto dell’amministrazione alle attività commerciali e alla riqualificazione del centro storico, un pallino del sindaco Giuseppe Pezzanesi, che ha parlato di come la piattaforma si inserisca in un più ampio percorso di supporto al commercio, soprattutto in un momento delicato come questo, in cui le difficoltà della pandemia si sommano a quelle legate al sisma.

Pezzanesi sostiene come il cambiamento del comportamento di acquisto, oggi sempre più verso l’online, debba orientare le azioni dei commercianti e quelle delle amministrazioni che vogliono supportarli. Nel farlo, sottolinea anche come la vera qualità, secondo la sua visione, si trovi nei negozi storici, in una logica di “spendere di più, ma una volta in meno” in tutti i settori: alimentare, dell’abbigliamento, delle calzature.

Tornando alla piattaforma, l’App appena pubblicata può essere installata su dispositivi Android cercando su Google Play “Shop Tolentino”, mentre la versione per device Apple sarà disponibile dal 2021. Permetterà di restare aggiornati sulle proposte commerciali e sui servizi proposti dagli operatori locali: i commercianti, le associazioni e i professionisti possono registrarsi gratuitamente, creare e gestire in modo autonomo la propria vetrina proponendo prodotti e servizi.

Red.
Falsi netturbini tentano la truffa a Tolentino, Cosmari rimarca il protocollo di smaltimento rifiuti per i positivi al Coronavirus. Una signora di Tolentino, nella mattinata di oggi, ha ricevuto una telefonata da una persona sconosciuta, con numero privato che si è qualificata come un operatore del Cosmari.

Ai microfoni di Radio C1 inBlu, il direttore generale Giuseppe Giampaoli ha sottolineato come il protocollo di smaltimento dei rifiuti impone l’assenza di contatto e che gli operatori non chiederanno di entrare nelle abitazioni, né per la consegna dei kit, né per il recupero dei rifiuti: “Tutti i dipendenti di Cosmari indossano divise facilmente riconoscibili e ogni volta si qualificano agli utenti in base alle proprie mansioni. Oltre a questo noi veniamo avvisati dalle autorità competenti e a nostra volta, pochi minuti prima di passare per la raccolta, avvisiamo i cittadini di portare fuori i rifiuti, già differenziati grazie al kit che lasciamo fuori dalle abitazioni, per poi raccoglierli evitando il contatto. Nessuno – chiude Giampaoli –, per ovvie ragioni di sicurezza, cercherà mai di entrare nelle abitazioni. I ‘furbetti’ in questo caso sono facilmente riconoscibili”.

Red.
Tolentino riattiva la consegna a domicilio per farmaci e beni di prima necessità. Il comune ha fatto ripartire un servizio di sostegno alla cittadinanza considerato decisivo per i soggetti in quarantena senza una rete parentale tale da permettere di ovviare a prime necessità come la spesa e l’acquisto dei farmaci. Il sindaco Giuseppe Pezzanesi ne ha parlato ai microfoni di Radio C1 inBlu: “Un lavoro fondamentale che l’altro giorno abbiamo svolto anche grazie alla collaborazione del Tolentino Calcio: molta gente in quarantena purtroppo non ha la possibilità di occuparsi della spesa o dell’acquisto dei farmaci, non avendo parenti o essendo anziani. È un servizio di sostegno che durante la prima ondata avevamo attivato, per altro tra i primissimi comuni a farlo, e che non potevamo non riproporre”.

Pezzanesi poi anticipa un progetto a cui l’amministrazione sta lavorando in ottica prevenzione: “Stiamo tentando di allestire, come fatto a Sarnano con il servizio tamponi itinerante, un centro di prevenzione con tamponi rapidi nell’area delle piscine comunali. Grazie alla collaborazione dei medici di base metteremo a disposizione della cittadinanza un servizio di screening. Sarà una novità assoluta nella lotta al Covid: stiamo approntando una struttura facilmente raggiungibile che permetterà di monitorare l’evoluzione del contagio in una città di 20 mila abitanti con più precisione e più velocemente possibile”.

Nel dettaglio: dal 30 novembre sarà possibile prenotare il servizio di consegna a domicilio dalle 9 alle 12 nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì. La consegna, gratuita, avverrà il martedì e il venerdì.

Red.
Incidente questa mattina, poco dopo le dieci, lungo la superstrada 77 Valdichienti all'altezza del Castello della Rancia a Tolentino.
Lo scontro è avvenuto, per cause in corso di accertamento, tra due auto.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Tolentino, in collaborazione con i colleghi della Centrale di Macerata per estrarre una persona dall'abitacolo. In aiuto anche i sanitari del 118 che hanno trasportato il ferito all'ospedale di Macerata.
Per i rilievi e la gestione del traffico le forze dell'ordine.

(Servizio aggiornato. Sotto le foto)

rin

rinn
Commercio online a Tolentino. L’amministrazione ha varato una nuova sezione del sito ViviTolentino, dedicata all’e-commerce. Una vera e propria vetrina virtuale, all’interno della quale i commercianti potranno far conoscere a un pubblico più vasto la loro offerta. Cataloghi virtuali, promozioni, offerte, in modo da poter sostenere i commercianti, vessati dalle restrizioni.

L’amministrazione si fa carico, inoltre, dei costi del progetto nel primo anno, rendendolo dunque gratuito. La vicesindaca Silvia Luconi ha spiegato l’idea: ”Il progetto era nato lo scorso anno, ma le esigenze erano diverse. Ora lo scenario, complice e causa primaria il Coronavirus, impone soluzioni e strategie alternative. Molti sindaci invitano a comprare prodotti locali, noi ci siamo mossi per far sì che effettivamente questo avvenga. Il sito è ora attivo,e a breve, quando l’app sarà ultimata, sarà possibile acquistare dai negozi della nostra cittadina esattamente come ora lo facciamo su Amazon. È un grande passo avanti”.

Silvia Luconi prosegue: “Grazie al lavoro avviato in tempi non sospetti da Fabio Carucci, dalla BBC e dalla Pro Loco, ora siamo riusciti a essere velocissimi nella realizzazione del sito. È molto positivo che questo progetto abbia saputo unire gli intenti di tutto il Consiglio Comunale. Le iscrizioni sono iniziate ieri e da oggi parte la campagna pubblicitaria. Ci teniamo a sottolineare la gratuità dell’iscrizione: visto che il calendario natalizio difficilmente saprà essere redditizio per i commercianti come negli anni passati, questo è un modo per sostenere le nostre imprese, un modo diverso di riallocare le spese che avevamo in programma, sperando che possa essere di aiuto. È un progetto per tutto il commercio tolentinate, non soltanto per gli esercenti del centro”.

La vicesindaca conclude: “Abbiamo deciso di chiamare la campagna ‘Un milione per Tolentino’: basterà che ogni singolo abitante faccia un piccolo acquisto tramite il sito e in pochissimo tempo raggiungeremmo un volume di affari di un milione di euro. A volte basta poco per far funzionare un’idea”.

Red.
Il Comitato 30 ottobre non resta con le mani in mano in attesa della consegna dei primi 21 appartamenti in contrada Rancia per i terremotati e si erge a tutela delle famiglie destinatarie delle case in sostituzione delle Sae.

"Il Natale è alle porte - scrive in una nota il gruppo presideduto da Flavia Giombetti - e si avvicina la consegna dei 21 appartamenti a Borgo La Rancia, come promesso dal sindaco Pezzanesi. Appartamenti per i terremotati che ricordiamo sarebbero dovuti essere pronti per agosto 2018 e ci vuole veramente tanto coraggio nel dichiarare che non è un ritardo catastrofico. I terremotati avranno le loro case di emergenza dopo 5 anni anni dal sisma, e come dovrebbe essere definito questo? - domandano provocatoriamente - Noi lo chiamiamo un fallimento. Il sindaco conferma che questi appartamenti faranno parte del patrimonio immobiliare del Comune - prosgue la nota - , ma questo viene fatto sopra le spalle dei terremotati che, prima di usufruirne, faranno ritorno nelle proprie case. Che senso ha avuto - continua la denuncia - spendere più di 6 milioni di euro tra Regione Marche e Protezione Civile solo per aumentare il patrimonio immobiliare del Comune di Tolentino?
Sono molteplici le domande a cui l’amministrazione non ha dato risposta, prima fra tutte chi sono le famiglie a cui saranno consegnati questi appartamenti. Forse all’amministrazione sfugge che potrebbero essere famiglie che sono in affitto e quindi sono obbligate a dare disdetta sei mesi prima pena il pagamento di una penale ai rispettivi proprietari delle case".

Per questo motivo il Comitato chiede se le famiglie siano già state avvisate e se "sia stata rispettata la graduatoria".
Poi la questione del mobilio: "Gli appartamenti saranno consegnati vuoti - conclude il Comitato - crediamo sia giusto dare modo ai destinatari di organizzarsi".

GS
"Io sono convinto che i problemi si risolvano con coloro che li conoscono e con chi ha voglia di fare per il paese e non per sé stessi. Non con i critici per partito preso".
Replica così il sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi, alla consigliera pentastellata Martina Cicconetti che è intervenuta sull'atto di indirizzo che stanzia 125mila euro per il Premio Ravera 2021.
"Non una critica all'evento - aveva detto - ma la proposta che tale cifra poteva essere spalmata su più eventi dedicati a cittadini di ogni età per l'estate intera".

"Non sono mai mancati eventi - dice il sindaco - . Se abbiamo rinunciato a qualcosa lo abbiamo fatto per il sisma o per il Covid. Ci dispiace che alcuni non apprezzino ciò che il mondo apprezza, ma spiegare che il Premio Ravera è qualcosa che va oltre, a chi non lo comprende di suo, è materia difficile. Il tema che verrà trattato a Popsophia (la stupidità ndr) che la dice lunga su come siamo fatti nella vita".

Poi entra nel merito della cifra più alta rispetto agli altri anni: "Quella del 2021 sarà l'edizione finale - aggiunge - ed è per questo che le cifre sono più alte rispetto agli altri anni.
Tra l'altro i 125mila euro sono stati solo previsti e non ancora spesi e di questi, almeno 30 mila euro saranno sponsorizzazioni come gli altri anni, anche se l'obiettivo per l'ultima edizione è di raccoglierne anche di più. Le aziende, nonostante sia un momento difficile, hanno sempre deciso di aiutarci proprio perchè comprendono quanto l'amministrazione voglia esaltare il territorio con questi eventi".

Infine la stoccata a chi contesta non solo la spesa per il Premio Ravera ma anche quella della stella accesa con un mese di anticipo in piazza della Libertà: "Non sono quelle le cifre che in una città con 20mila abitanti possono risolvere le difficoltà delle famiglie, anzi, serviranno ad avvicinarli alle tradizioni e a mostrar loro la luce in fondo al tunnel di questo periodo triste. Non ci siamo mai tirati indietro nelle risorse dedicate al sociale e non saranno i fondi stanziati per il Premio a farlo".

GS
Al suo ritorno a casa dopo l'intervento, subìto a seguito dell'infortunio, il sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi fa una analisi della situazione sanitaria vissuta in prima persona durante il suo ricovero.
Un quadro che si unisce a quello degli altri amministratori che proprio in questi giorni si stanno muovendo per salvaguardare le condizioni di lavoro degli operatori sanitari nelle strutture al collasso per l'emergenza Covid.
Ha le idee chiare il primo cittadino tolentinate: "Per un ventennio - dice - nel Paese e nella Regione si è dormito sotto l'aspetto sanitario, ma ora devono seguire i fatti.
È ora che qualcuno pensi a ciò che bisogna fare perchè la sanità, per come l'ho vissuta io, ha bisogno di molto di più di quello che ha. È bello dire che gli operatori sanitari sono tutti angeli, perchè io sono il primo a dirlo, ma ciò di cui hanno bisogno per lavorare dove sta?
Abbiamo il 30% di ciò che servirebbe per avere una situazione normale - denuncia - e a questo si aggiunge il Covid. E' assurdo lavorare in questa maniera".
Duro l'attacco politico del sindaco "Più che preoccuparsi di imbellettarsi al mattino di stemmi e ideologie - dice - dimostriamo quanto siamo bravi a mettere in pratica ciò in cui diciamo di credere. Bisogna costruire le strutture e soprattutto portare la sanità ad essere efficiente, per tutti, e pronta ad affrontare qualsiasi situazione. Al di là della politica - conclude - ci vogliono uomini e donne che rispondano alle promesse e pensino alla sostanza, dimostrando di essere preparati sugli argomenti". 

GS

Ancora il Premio Gianni Ravera al centro del dibattito politico di Tolentino. 
A riaprire la questione che ogni anno, in vista della manifestazione, divide l'opinione pubblica tra chi critica la spesa sostenuta e chi apprezza l'impegno, è il consigliere di minoranza pentastellato Martina Cicconetti che ha portato all'attenzione dei cittadini l'atto di indirizzo datato il due novembre scorso, con cui si stanziano 125mila euro per l'organizzazione dell'evento.

"Anche quest'anno - spiega Martina Cicconetti - il Comune ha deciso di stanziare una somma considerevole per la manifestazione della prossima estate. La prima cosa che abbiamo notato è che si tratta di una cifra più alta rispetto a quella degli anni passati: basti pensare che nel 2018 furono impiegati 70mila euro, mentre quest'anno se ne prevedono molti di piò.
Noi non vogliamo criticare l'evento in sé - chiarisce il consigliere grillino - ma crediamo che con questi soldi sarebbe stato meglio per la città organizzare più eventi per le diverse fasce di età, magari con attenzione ai più giovani e ai meno giovani. Con la stessa somma, o forse anche di meno, avrebbero potuto valutare più eventi distribuiti nel corso dell'intero periodo estivo, dal momento che negli ultimi anni Tolentino resta una città poco frequentata d'estate".

GS
Nella mattinata di oggi, a causa delle complicazioni portate dal covid e dopo un ricovero dovuto ad altre patologie, è morto Mario Attili. Originario di Camporotondo di Fiastrone, era molto conosciuto nel maceratese per la sua attività imprenditoriale nel campo del divertimento. Era stata sua infatti la gestione di parecchie discoteche dell'entroterra.

Oltre alla carriera imprenditoriale, Attili è stato Consigliere comunale, Assessore del Comune di Tolentino e ha ricoperto la carica di Vicepresidente dell’ASL n. 19, alternando la sua attività di imprenditore a quella di politico.

Lo ha ricordato anche il sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi: "Tolentino ricorda Mario Attili, imprenditore del divertimento che ha lasciato un segno indelebile. Veniva da una famiglia umile, come tutti noi. Un uomo che conosceva la vita, intelligente, creativo. Un uomo che si divertiva e che ha fatto divertire. Tutti noi siamo vicini, in un momento così doloroso, alla sua famiglia".

red.

Pagina 1 di 27

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo