Vendita giornali a rischio anche in altri comuni dell'entroterra

Martedì, 25 Febbraio 2020 12:02 | Letto 793 volte   Clicca per ascolare il testo Vendita giornali a rischio anche in altri comuni dell'entroterra La sospensione della fornitura di giornali che, con grave disagio per l’informazione dei cittadini ormai da dopo il sisma interessa i comuni di Ussita, Visso e Castelsantangelo sul Nera potrebbe riguardare anche ad altri punti vendita dei comuni di Belforte del Chienti, Caldarola, Fiastra, Muccia, Pieve Torina, Serrapetrona, Serravalle di Chienti e Valfornace. E’ quanto ha comunicato il Commissario Straordinario di Ussita Giuseppe Fraticelli che nel tentativo di risolvere il problema che perdura ormai da oltre tre anni ha contattato l’agenzia “Adriatica Press” che si occupa della distribuzione di quotidiani e riviste sul territorio marchigiano e abruzzese. Le  difficoltà legate alla logistica della distribuzione , come noto hanno finora impedito al titolare del bar di Ussita di riprendere il servizio di vendita di riviste e giornali. A seguito dei contatti intercorsi  tra il Commissario e lagenzia distributrice,  la Adriatica Press ha inviato una lettera alla Regione Marche, e per conoscenza a vari Comuni dell’entroterra maceratese. Nella lettera la società rappresenta le gravose perdite che deve sostenere per offrire il servizio di distribuzione delle riviste in tutto il territorio servito, perdite che, non può più affrontare.  Eil rischio concreto ipotizzato dalla Adriatica Press è la sospensione delle forniture giornaliere presso tantissimi altri punti vendita di Comuni situati nell’entroterra e ben più grandi di Ussita, quali appunto Belforte, Caldarola, Fiastra, Muccia, Pieve Torina, Serrapetrona, Serravalle di Chienti e Valfornace. La lettera della Adriatica Press è stata indirizzata alla Regione Marche per richiedere un interessamento a tale problematica, atto almeno a conservare il livello di distribuzione attuale. Nella nota diffusa dal comune di Ussita, il Commissario straordinario auspica che la Regione Marche prenda in seria considerazione i problemi sollevati, ipotizzando soluzioni che, oltre a garantire il mantenimento del livello attuale di distribuzione, possano, magari, anche incrementarlo, con la consegna dei giornali agli esercizi commerciali costretti a chiudere a seguito degli eventi sismici del 2016, ma che ora hanno riavviato la loro attività.c.c.
La sospensione della fornitura di giornali che, con grave disagio per l’informazione dei cittadini ormai da dopo il sisma interessa i comuni di Ussita, Visso e Castelsantangelo sul Nera potrebbe riguardare anche ad altri punti vendita dei comuni di Belforte del Chienti, Caldarola, Fiastra, Muccia, Pieve Torina, Serrapetrona, Serravalle di Chienti e Valfornace. E’ quanto ha comunicato il Commissario Straordinario di Ussita Giuseppe Fraticelli che nel tentativo di risolvere il problema che perdura ormai da oltre tre anni ha contattato l’agenzia “Adriatica Press” che si occupa della distribuzione di quotidiani e riviste sul territorio marchigiano e abruzzese. Le  difficoltà legate alla logistica della distribuzione , come noto hanno finora impedito al titolare del bar di Ussita di riprendere il servizio di vendita di riviste e giornali. A seguito dei contatti intercorsi  tra il Commissario e l'agenzia distributrice,  la "Adriatica Press" ha inviato una lettera alla Regione Marche, e per conoscenza a vari Comuni dell’entroterra maceratese. Nella lettera la società rappresenta le gravose perdite che deve sostenere per offrire il servizio di distribuzione delle riviste in tutto il territorio servito, perdite che, non può più affrontare.  Eil rischio concreto ipotizzato dalla Adriatica Press è la sospensione delle forniture giornaliere presso tantissimi altri punti vendita di Comuni situati nell’entroterra e ben più grandi di Ussita, quali appunto Belforte, Caldarola, Fiastra, Muccia, Pieve Torina, Serrapetrona, Serravalle di Chienti e Valfornace. La lettera della Adriatica Press è stata indirizzata alla Regione Marche per richiedere un interessamento a tale problematica, atto almeno a conservare il livello di distribuzione attuale. Nella nota diffusa dal comune di Ussita, il Commissario straordinario auspica che la Regione Marche prenda in seria considerazione i problemi sollevati, ipotizzando soluzioni che, oltre a garantire il mantenimento del livello attuale di distribuzione, possano, magari, anche incrementarlo, con la consegna dei giornali agli esercizi commerciali costretti a chiudere a seguito degli eventi sismici del 2016, ma che ora hanno riavviato la loro attività.
c.c.

Letto 793 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo