Pronto soccorso, addio ai quattro "codici colorati"

Venerdì, 01 Aprile 2016 16:15 | Letto 1934 volte   Clicca per ascolare il testo Pronto soccorso, addio ai quattro "codici colorati" Addio ai quattro codici colore - bianco, verde, giallo e rosso - per l’accesso alle cure in pronto soccorso. E pieno riconoscimento dell’autonomia degli infermieri, che se autorizzati potranno somministrare farmaci, fare prelievi e iniziare una serie di trattamenti. L’assegnazione del grado di priorità ai pazienti che approdano in ospedale in condizioni d’emergenza, cambierà volto.La mini-rivoluzione è scritta nel documento di revisione delle linee guida che tiene conto dei cambiamenti dellintera società e che ritengono non più adeguati i vecchi codici. Quando le nuove linee guida incasseranno il via libera della conferenza stato-regioni, chi arriverà in pronto soccorso si vedrà assegnare da infermieri esperti, che avranno seguito una formazione specifica, un codice numerico di priorità, da 1 a 5 su una scala decrescente. Il codice “1” riservato alle emergenze; il “2” per le urgenze; il “3” riservato alle urgenze differibili; il “4”, urgenza minore. Infine, ci sono le “non urgenze”, che corrispondono agli attuali codici bianchi e che sono “smaltibili” entro un massimo di 4 ore. Prevista anche una nuova tempistica. Con la revisione le urgenze non potranno aspettare più di 15 minuti, mentre gli ex “codici verdi”, spacchettati in livello “3” e “4” tra urgenze differibili e minori, andranno trattati rispettivamente entro al massimo 60 o 120 minuti.Infine, capitolo formazione. Diventerà infermiere di triage2 chi avrà già lavorato in pronto soccorso per almeno 6 mesi e solo dopo un corso teorico di almeno 16 ore e un periodo di affiancamento di almeno 36 ore con un tutor. L’infermiere esperto valuta, in autonomia, l’appropriatezza dell’accesso e avvia tutte le procedure previste dai protocolli di presa in carico, fino alle dimissioni.

Addio ai quattro codici colore - bianco, verde, giallo e rosso - per l’accesso alle cure in pronto soccorso. E pieno riconoscimento dell’autonomia degli infermieri, che se autorizzati potranno somministrare farmaci, fare prelievi e iniziare una serie di trattamenti. L’assegnazione del grado di priorità ai pazienti che approdano in ospedale in condizioni d’emergenza, cambierà volto.
La mini-rivoluzione è scritta nel documento di revisione delle linee guida che tiene conto dei cambiamenti dell'intera società e che ritengono non più adeguati i "vecchi" codici.

Quando le nuove linee guida incasseranno il via libera della conferenza stato-regioni, chi arriverà in pronto soccorso si vedrà assegnare da infermieri "esperti", che avranno seguito una formazione specifica, un codice numerico di priorità, da 1 a 5 su una scala decrescente. Il codice “1” riservato alle emergenze; il “2” per le urgenze; il “3” riservato alle urgenze differibili; il “4”, urgenza minore. Infine, ci sono le “non urgenze”, che corrispondono agli attuali codici bianchi e che sono “smaltibili” entro un massimo di 4 ore. Prevista anche una nuova tempistica. Con la revisione le urgenze non potranno aspettare più di 15 minuti, mentre gli ex “codici verdi”, spacchettati in livello “3” e “4” tra urgenze differibili e minori, andranno trattati rispettivamente entro al massimo 60 o 120 minuti.
Infine, capitolo formazione. Diventerà "infermiere di triage2 chi avrà già lavorato in pronto soccorso per almeno 6 mesi e solo dopo un corso teorico di almeno 16 ore e un periodo di affiancamento di almeno 36 ore con un tutor. L’infermiere esperto valuta, in autonomia, l’appropriatezza dell’accesso e avvia tutte le procedure previste dai protocolli di presa in carico, fino alle dimissioni.

Letto 1934 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo