Stampa questa pagina

Paoloni: "Il primo evento del comune su razzismo e paura del diverso"

Martedì, 25 Giugno 2019 13:18 | Letto 1030 volte   Clicca per ascolare il testo Paoloni: "Il primo evento del comune su razzismo e paura del diverso" Mafia Nigeriana, organizzazione di riti magici, religiosi e radicamento in Italia.A finire nel mirino dellex sindaco, nonchè consigliere di minoranza di Belforte del Chienti, Roberto Paoloni è levento organizzato dal Comune belfortese per domenica 30 giugno alle 21.30 in piazza Umberto I.Questi gli argomenti per una bella serata estiva organizzata dallamministrazione comunale di Belforte del Chienti - scrive Paoloni in un post su Facebook -  grazie al contributo del suo assessore alla Cultura Giampiero Feliciotti.Due importanti figure, Diego Fusaro e Alessandro Meluzzi, certamente molto televisivi, parleranno di questi temi alquanto discutibili - aggiunge Paoloni - .Un chiaro riferimento alle vicende della povera ragazza uccisa a Macerata e il tutto incentrato su una sana istigazione al razzismo - denuncia - seminando la paura nei confronti del diverso.Belforte del Chienti non ha certamente bisogno di coltivare certe idee, soprattutto in un paese come il nostro dove il rapporto con le comunità straniere, anche musulmane, non ha mai creato problemi. Siamo un esempio di sana integrazione - aggiunge Paoloni - sia nelle nostre scuole sia nella nostra comunità. Ecco a voi il primo evento organizzato dalla nuova amministrazione - conclude - si usa la paura e il razzismo per riempire le piazze.Un post che ha già diviso lopinione pubblica, dove i cittadini, da un lato condannano la scelta e dallaltro non leggono alcuna allusione al razzismo e alla paura del diverso.GS
"Mafia Nigeriana, organizzazione di riti magici, religiosi e radicamento in Italia".
A finire nel mirino dell'ex sindaco, nonchè consigliere di minoranza di Belforte del Chienti, Roberto Paoloni è l'evento organizzato dal Comune belfortese per domenica 30 giugno alle 21.30 in piazza Umberto I.
"Questi gli argomenti per una bella serata estiva organizzata dall'amministrazione comunale di Belforte del Chienti - scrive Paoloni in un post su Facebook -  grazie al contributo del suo assessore alla Cultura Giampiero Feliciotti.

Due importanti figure, Diego Fusaro e Alessandro Meluzzi, certamente molto televisivi, parleranno di questi temi alquanto discutibili - aggiunge Paoloni - .
Un chiaro riferimento alle vicende della povera ragazza uccisa a Macerata e il tutto incentrato su una sana istigazione al razzismo - denuncia - seminando la paura nei confronti del diverso.
Belforte del Chienti non ha certamente bisogno di coltivare certe idee, soprattutto in un paese come il nostro dove il rapporto con le comunità straniere, anche musulmane, non ha mai creato problemi. Siamo un esempio di sana integrazione - aggiunge Paoloni - sia nelle nostre scuole sia nella nostra comunità. Ecco a voi il primo evento organizzato dalla nuova amministrazione - conclude - si usa la paura e il razzismo per riempire le piazze".
Un post che ha già diviso l'opinione pubblica, dove i cittadini, da un lato condannano la scelta e dall'altro non leggono alcuna allusione al "razzismo e alla paura del diverso".

GS

Letto 1030 volte

Clicca per ascolare il testo