Stampa questa pagina

Ricostruzione: Farabollini assegna 116 unità di nuovo personale alle Marche

Mercoledì, 28 Agosto 2019 00:34 | Letto 738 volte   Clicca per ascolare il testo Ricostruzione: Farabollini assegna 116 unità di nuovo personale alle Marche Sono 116 le risorse che contribuiranno a rimpinguare gli organici delle Marche. Il Commissario straordinario Piero Farabollini ha assegnato il personale previsto dallo Sblocca Cantieri per la ricostruzione. Commentando l’esito delle due riunioni delle cabine di coordinamento che nell’ultima settimana si sono tenute con i vice –Commissari e i Sindaci rappresentanti Anci per l’individuazione dei criteri di ripartizione  e le modalità di reclutamento delle 200 risorse aggiuntive, il Commissario ha detto che “ l’accordo raggiunto per la ripartizione del personale destinato alla ricostruzione dal Decreto Legge sblocca cantieri, innesta linfa vitale nei processi istruttori e rappresenta un’ulteriore occasione per ribadire che la ricostruzione non prescinde dalla condivisione di intenti e risorse, nel comune sforzo di dare risposte ai territori”. Le risorse, che dovranno esclusivamente essere impiegate nelle attività di ricostruzione, sono quantificate in 30 per l’Abruzzo, 27 ciascuna per Umbria e Lazio, e appunto 116 per le Marche. “A tre anni di distanza dalle scosse – spiega il Commissario Farabollini – abbiamo effettuato un dettagliato monitoraggio aggregando i dati sulla stima del danno e lo stato dell’arte, provenienti da tutte le fonti, Comuni compresi,. Ne è scaturito un primo report che servirà da base per riorganizzare i flussi di lavoro. In questa circostanza è servito a tirare le somme dello stato dell’arte pre sblocca-cantieri in modo da cristallizzare ogni skill e ogni criticità da cui ripartire, consci di avere ora a disposizione un quadro normativo che ci consente di muoverci, se non al top, di certo più agevolmente di quanto non sia stato possibile fare prima.
Sono 116 le risorse che contribuiranno a rimpinguare gli organici delle Marche. Il Commissario straordinario Piero Farabollini ha assegnato il personale previsto dallo Sblocca Cantieri per la ricostruzione. 
Commentando l’esito delle due riunioni delle cabine di coordinamento che nell’ultima settimana si sono tenute con i vice –Commissari e i Sindaci rappresentanti Anci per l’individuazione dei criteri di ripartizione  e le modalità di reclutamento delle 200 risorse aggiuntive, il Commissario ha detto che “
l’accordo raggiunto per la ripartizione del personale destinato alla ricostruzione dal Decreto Legge 'sblocca cantieri', innesta linfa vitale nei processi istruttori e rappresenta un’ulteriore occasione per ribadire che la ricostruzione non prescinde dalla condivisione di intenti e risorse, nel comune sforzo di dare risposte ai territori”.


Le risorse, che dovranno esclusivamente essere impiegate nelle attività di ricostruzione, sono quantificate in 30 per l’Abruzzo, 27 ciascuna per Umbria e Lazio, e appunto 116 per le Marche.

A tre anni di distanza dalle scosse – spiega il Commissario Farabollini – abbiamo effettuato un dettagliato monitoraggio aggregando i dati sulla stima del danno e lo stato dell’arte, provenienti da tutte le fonti, Comuni compresi,. Ne è scaturito un primo report che servirà da base per riorganizzare i flussi di lavoro. In questa circostanza è servito a tirare le somme dello stato dell’arte pre 'sblocca-cantieri' in modo da cristallizzare ogni skill e ogni criticità da cui ripartire, consci di avere ora a disposizione un quadro normativo che ci consente di muoverci, se non al top, di certo più agevolmente di quanto non sia stato possibile fare prima".

Letto 738 volte

Clicca per ascolare il testo