Notizie sportive nelle Marche
Celebrata stamattina la ricorrenza della Virgo Fidelis, patrona dell'Arma dei Carabinieri. Prima una santa messa presieduta dal vescovo di Macerata Nazzareno Marconi e a cui hanno preso parte le massime autorità della Provincia. Marconi ha peraltro benedetto una riproduzione di una statuetta della Madonna della Cona realizzata dagli studenti del Liceo Artistico Cantalamessa di Macerata nell’ambito del progetto “Diffusione della cultura della legalità”, proposto dall’Arma dei Carabinieri nello scorso anno scolastico e donata al Comando Provinciale dell’Arma.
“I Carabinieri Reali - ha detto il Comandante provinciale, colonnello Michele Roberti - nati per essere il Primo corpo dell’Esercito sardo piemontese, nel 1814 giuravano fedeltà a Dio e alla Maestà del Re e ai suoi legittimi eredi. Oggi le istituzioni sono cambiate ed è cambiata la società. Ma la virtù della fedeltà, richiesta a chi è chiamato ad 'assicurare il buon ordine e conservare la pubblica e privata sicurezza', è rimasta e va perpetuata nei secoli, come recita il nostro motto. Una fedeltà laica, alla Costituzione, alla Repubblica e alle sue leggi che mette al centro la persona, il servizio alla gente. A questa continuità di principi rinvia la consapevolezza del ruolo che tutti noi dobbiamo avere".
E' in questo spirito che per l'occasione sono state conferite le ricompense a tre militari che si sono distinti nel loro lavoro. A consegnarle, il Prefetto Iolanda Rolli e il Procuratore della Repubblica di Macerata Giovanni Giorgio.
Quest'ultimo ha conferito l'encomio semplice concesso dal comandante della Legione Carabinieri Calabria al maresciallo capo Chiara Lobaccaro che "con spiccata professionalità, elevato senso del dovere e non comune intuito investigativo, ha fornito un determinante contributo in una complessa e lunga attività insieme al reparto speciale dell'Arma. Questo lavoro ha consentito di individuare diversi soggetti appartenenti alla 'ndrangheta. L'attività si è conslusa nel 2017 con l'arresto di 23 persone e il sequestro di beni mobili e immobili per circa 70 milioni di euro".
Altri due encomi semplici sono stati concessi dal comandante della Legione Carabinieri Marche al maresciallo maggiore Pasquale Cariulo e al brigadiere capo qualifica speciale Dario Vacca per un intervento eroico a Morrovalle: "Con generoso slancio, ferma determinazione e esemplare altruismo il maresciallo Cariulo insieme al commilitone Vacca non hanno esitato a intervenire all'interno di una struttura rurale interessata da un vasto incendio, salvando un anzinano disabile gravemente ustionato". Il coraggioso intervento ha quindi permesso all'anziano di salvarsi insieme a due dei suoi quattro cani.
"Abbiamo colto l'occasione - ha poi affermato Roberti - per premiare questi tre colleghi con una cerimonia semplice ma sentita. Abbiamo voluto dar loro il giusto risalto e ringraziarli per quanto fanno ogni giorno nel massimo silenzio, fatta eccezione di oggi che gli dedichiamo questo momento".
g.g.

IMG 9880


Pubblicato in Cronaca
Cordoglio e commozione nell'intera comunità universitaria di Camerino per l'immatura e improvvisa scomparsa di Serafina Larocca, docente e ricercatrice della Scuola di Giurisprudenza di Unicam. Aveva 56 anni e lottava da tempo contro una brutta malattia che non le ha lasciato scampo.  Ne parla come una  figura di riferimento dall'alto profilo il rettore dell'università di Camerino Claudio Pettinari che insieme al Direttore della Scuola di Giurisprudenza Rocco Favale  e al Direttore Generale Vincenzo Tedesco, si sono fatti interpreti del cordoglio di tutta la comunità dell'ateneo, partecipando il dolore della famiglia. 
Dopo la laurea in Giurisprudenza conseguita all’Università di Camerino, la prof.ssa Larocca ha proseguito la sua carriera universitaria sempre ad Unicam, dove attualmente ricopriva il ruolo di ricercatore universitario.
“Unicam perde oggi una persona straordinaria – ha dichiarato commosso il rettore Claudio Pettinari – una valente docente e ricercatrice della nostra Scuola di Giurisprudenza, ma soprattutto una persona di un’umanità non comune. Ricordo il sorriso e la gentilezza di Serafina, sempre pronta a collaborare per il suo Ateneo, il suo modo garbato e gentile di rapportarsi con tutti, la sua serena forza di affrontare la malattia, l’affetto che nutriva per i suoi studenti, per la sua Unicam. Fino a pochi giorni fa la incontravamo nelle aule della Scuola di Giurisprudenza, sorridente e pronta per le sessioni di esami, malgrado ciò le comportasse molta fatica a causa delle sue condizioni di salute. Alla famiglia e ai suoi affetti esprimo tutta la mia vicinanza, nella tristissima consapevolezza di aver perso anche una grande amica.”
Stimata ed apprezzata sia dai colleghi che dagli studenti per la sua competenza, professionalità, gentilezza e cordialità, la prof.ssa Larocca era costantemente impegnata anche nell’attività didattica presso la Scuola di Specializzazione in Diritto civile così come nelle attività di orientamento della Scuola di Giurisprudenza. Era inoltre presidente dello spin off Opendorse.
cc
Pubblicato in Cronaca
Una terra ricca di storia quella di Tolentino dove, dopo i reperti archeologici ritrovati nell'area Pace in cui sorgerà il nuovo campus scolastico, altri frammenti di storia sono emersi durante i lavori in via Bonaparte dove l'Assm si sta occupando della ristrutturazione della rete fognaria.
A spiegare il ritrovamento è il primo cittadino, Giuseppe Pezzanesi, che dice: "Si tratta di reperti Piceni. Tracce evidenti dell'epoca. Sono ceramiche interessanti. Quello che è stato trovato è stato circoscritto e i lavori potranno proseguire senza problemi. Stessa sorte per quelli ritrovati in zona Pace.
Con questi reperti - annuncia il primo cittadini - andremo a creare e a migliorare un museo, unendo i frammenti ritrovati nell'area dove sorgerà il campus e quelli di via Bonaparte".

GS
Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 21 Novembre 2019 09:00

C1 Notizie - 21 novembre

Pubblicato in Focus Notizie
Mercoledì, 20 Novembre 2019 19:57

Finanzieri all’opera. In manette due persone

Continua senza sosta la lotta della guardia di finanza. I militari della compagnia di Civitanova hanno sequestrato diverse tipologie di stupefacenti e denaro e arrestato due persone. 

Hashish, marijuana, materiale per il confezionamento e 4.500 euro in contanti. Tutto questo è il totale di quanto rinvenuto in due appartamenti di Civitanova. 

I finanzieri hanno individuato un appartamento della città, abitazione di un 32enne campano, ritenuto base di stoccaggio di sostanze stupefacenti. Sono conseguite delle perquisizioni sia all’interno dell’abitazione che sull’uomo grazie anche al cane antidroga che è stato capace di ritrovare 300 grammi di hashish, un bilancino ed uno strumento elettronico di plastificazione e termosaldatura, utilizzato per confezionare e rendere maggiormente inodori gli involucri da “piazzare” sul mercato illegale, nonché 4.500 euro in contanti in banconote di tagli diversi (anche da 200 euro), ritenuto provento dell’attività illecita. Il 32enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio e portato al carcere di Montacuto. 

Le Fiamme Gialle inoltre, sempre con l’ausilio dell’unità cinofila, hanno anche sottoposto a controllo diversi soggetti nel centro città, a seguito di un principio di rissa subito represso con l’intervento della polizia di Stato. In quell’occasione il cane ha sentito qualcosa in una delle persone coinvolte segnalandolo ai militari. Infatti aveva con sé diverse dosi di marijuana e, nella perquisizione domiciliare che ne è conseguita, è stata trovata dell’altra droga per un totale di 35 grammi. Tutto è stato sequestrato e il giovane posto ai domiciliari.
g.g.
Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 20 Novembre 2019 18:33

Su il sipario per "una super stagione teatrale"

Sipario pronto ad alzarsi sul palcoscenico del teatro comunale di Treia. Sta per partire ufficialmente la stagione teatrale presentata stamattina dal vicesindaco David Buschittari, l'assessore Luana Moretti, la responsabile dell'ufficio cultura Liliana Palmieri e Marco Renzi, responsabile della stagione del Teatro per i ragazzi e le famiglie. Tante date e tanti nomi importanti per una stagione che "ci rende orgogliosi - ha detto il vicesindaco -. Anche quest'anno siamo riusciti ad organizzare una stagione di qualità. In cartellone rientravano anche gli appuntamenti per il decennale della Compagnia Fabiano Valenti che per noi è stato un onore ospitare. Valenti è stato una grande persona e un grande sindaco che la città ricorda con moltissimo affetto".
La stagione vera e propria, curata dall’assessore Moretti, avrà inizio il 6 dicembre con una pièce destinata a catturare l’attenzione del pubblico per la qualità e quantità di protagonisti: “Ricette d’Amore”, una commedia frizzante e ironica con Ascanio Pacelli, Matilde Brandi, Federica Cifola, Patrizia Pellegrino e Samantha Togni, con la regia di Diego Ruiz. Poi il tradizionale appuntamento con la Compagnia Italiana di Operette, fissato per il 13 dicembre, data in cui verrà portato in scena lo spassosissimo “Il Paese dei Campanelli” di Carlo Lombardo. Ambientato su un’immaginaria isola olandese, “Il Paese dei Campanelli” è un luogo in cui ogni casa  ha un piccolo campanello che suona se una moglie tradisce il marito, svelando a tutti l’accaduto. La tranquillità del paese viene spezzata dall’attracco di una nave militare inglese; tra incroci di coppie ed equivoci, i campanelli iniziano a suonare. Immancabile anche un altro tradizionale appuntamento, quello del Capodanno a Teatro: il 31 dicembre I Sette in Condotta animeranno la serata (dalle 20 alle 22) con il concerto “Caro amico ti scrivo …” (fuori abbonamento).  Sarà un Capodanno speciale dedicato alla più bella musica italiana. A seguire il tradizionale cenone all’Antica Fornace.

IMG 9864


Il primo appuntamento del 2020, previsto per il 10 gennaio, porterà a Treia Barbara De Rossi e Francesco Branchetti con un’intensa pièce tra suspence e comicità, “Un grande grido d’amore”.

I protagonisti sono una ex coppia nella vita e sul palco; il loro agente pensa di ricomporre la mitica coppia sperando che questo ritorno richiami un vasto pubblico. Attuando stratagemmi e imbrogli per convincere i due a tornare insieme, scaturiscono una serie di equivoci e situazioni esilaranti, che mettono in luce le tortuose emozioni dei protagonisti, in un’atmosfera ricca di suspence e comicità, ma anche di tenerezza.

Il 22 febbraio sarà il momento dello show “Va tutto bene” di Max Giusti, un viaggio comico tra aneddoti e monologhi frizzanti che palesano come social network e programmi televisivi abbiano stravolto la nostra quotidianità. E l’italiano medio come può reagire se non con la consueta espressione a metà strada fra il sarcastico e lo scaramantico: “Va tutto bene”! 
La chiusura in bellezza sarà il 13 marzo con l’esilarante commedia “Alle 5 da me”, con  la collaudatissima coppia Gaia De Laurentis e Ugo Dighero, per la regia di Stefano Artissunch.
E' il racconto dei disastrosi incontri sentimentali di un uomo e di una donna: lui in cerca di stabilità affettiva, lei ossessionata dal desiderio di maternità, con un finale a sorpresa.

Anche per i più piccoli non mancheranno gli eventi: la tradizionale rassegna “Domeniche da favola” di Teatrinrete (circuito intercomunale di teatro per ragazzi, scuole e famiglie), avrà inizio il 15 dicembre con “Il brutto brutto anatroccolo”. A seguire il 12 gennaio 2020 “Le favole della saggezza – Esopo, Fedro, La Fontaine”; il 26 gennaio “Alice nel paese delle meraviglie” e, per concludere, il 9 febbraio “La lampada dei desideri – Storia di Aladino”.
g.g.















Pubblicato in Cultura e Spettacolo
Aperta e utilizzabile per la prima volta da questa mattina,  la strada che collega l’area Sae delle Cortine con la statale 256. Ultimati i lavori di adeguamento, e tolti i blocchi di cemento che ne hanno impedito finora il transito. 
La circolazione al momento, è consentita solo ed esclusivamente in uscita in direzione Camerino.
L'apertura della strada agevolerà la comunicazione in una delle zone diventata ormai tra le più abitate della città. Si è giunti a questo traguardo a seguito di diversi tavoli tecnici organizzati dall'amministrazione comunale nel corso degli ultimi mesi con Anas ed Erap e che hanno consentito di sbloccare la situazione.
“Abbiamo risolto quello che rappresentava un problema, soprattutto per gli abitanti di quella zona che erano costretti a percorrere un tragitto molto più lungo e sicuramente, poco pratico e agevole – commenta l’assessore ai lavori pubblici Marco Fanelli – La strada non si è potuta mai utilizzare fin dalla sua realizzazione, a causa di diverse problematiche che non garantivano la sicurezza; diversi cittadini hanno più volte segnalato l’esigenza di poter trovare una soluzione. Dopo diversi incontri, siamo riusciti a superare le problematiche e a definire ciò che poteva costituire un disagio per i cittadini, Arrivato il benestare anche da parte di Anas- conclude Fanelli-  finalmente abbiamo a disposizione quella che è in tutto e per tutto una nuova strada”.
cc
Pubblicato in Politica
Mercoledì, 20 Novembre 2019 16:30

C1 Sport 20 Novembre 2019

Pubblicato in C1 Sport
Visso si prepara ad accogliere l’arrivo di un foltissimo gruppo di giovani camminatori. Nell’anno del cammino lento, domenica 30 novembre sarà proprio la Perla dei Sibillini tappa conclusiva della prima parte di “Sentiero Italia” che con i suoi 6880 chilometri è il più lungo trekking del mondo alla scoperta delle terre alte italiane.
Il viaggio collettivo Va’ sentiero, iniziato dal Friuli Venezia Giulia il 1 maggio 2019, vede tra i suoi fondatori tre giovani, accomunati dalla passione per la scoperta della montagna. L’idea è quella di percorrere per intero il Sentiero Italia Cai, creato negli anni novanta e recentemente ripreso dal Club Alpino Italiano. 
FOTO SARA FURLANETTO
La scintilla di Va’ sentiero è partita da Yuri Basilicò, Sara Furlanetto e Giacomo Riccobono e ha visto sin da subito l’adesione entusiasta di tanti ragazzi, oltre all’appoggio del Touring Club italiano, deciso a sostenere la carica sociale e positiva di un progetto che guarda alle terre interne della penisola e stimola nelle nuove generazioni un approccio sostenibile alle montagne italiane, raccontandone il fascino, la bellezza e le tradizioni dei territori.
" Che questi giovani abbiano deciso di fare tappa nel nostro borgo- dichiara la vicesindaco Patrizia Serfaustini- è motivo di grande orgoglio. Attendiamo davvero con il cuore in mano questi ragazzi che hanno percorso tanti chilometri; nella devastazione pressochè totale, è brutto da dirsi ma li accoglieremo con l'unica cosa rimasta agibile che è la bellezza della nostra montagna e con i percorsi della nostra bella natura. Ci fa molto piacere averli con noi - aggiunge Patrizia Serfaustini- anche perchè di Visso finora hanno sentito solo parlare senza averla mai conosciuta prima. Saranno accolti dal sindaco Gianluigi Spiganti Maurizi, dalla banda musicale e, non disponendo di posti al chiuso, abbiamo preparato una tensostruttura che ospiterà degli spettacoli che vedranno protagonisti anche dei musicisti che fanno parte del loro gruppo. Sarà un modo per riflettere anche sulle esperienze personali dei giovani che hanno partecipato a questa lunga camminata e contemporaneamente - conclude la vice sindaco- anche su quella che è la nostra situazione. Credo che sarà un bel momento di reciproco arricchimento ". 
cc
Sentiero 2

Pubblicato in Politica
Mercoledì, 20 Novembre 2019 14:48

Digestivo Sport 20 Novembre 2019

Pubblicato in Digestivo Sport

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo