Stampa questa pagina

Gruppo Per Camerino: "La gestione accentrata sul Pnrr penalizza la città"

Giovedì, 30 Dicembre 2021 20:45 | Letto 727 volte   Clicca per ascolare il testo Gruppo Per Camerino: "La gestione accentrata sul Pnrr penalizza la città" In consiglio comunale hanno votato a favore sull’utilizzo dei fondi del Pnrr destinati a Camerino “seppure le scelte non siano state condivise”, ma i consiglieri Marco Fanelli, Giovanna Sartori e Riccardo Pennesi non nascondono il loro rammarico per come è stata gestita la questione. “Non siamo mai stati coinvolti veramente sulla gestione di questi fondi, a partire dagli incontri preliminari convocati dal Commissario e dalla Regione, al quale il Sindaco veniva invitato. Non siamo stati mai portati a conoscenza di quanto veniva detto – dichiarano gli esponenti del gruppo “per Camerino” - Ci è stato chiesto un parere solo in ultimo circa gli interventi sulla viabilità (a Camerino spettavano poco meno di 400 mila euro) e per la rigenerazione urbana nella sottomisura A3.3 per la quale ci venivano assegnati 1.160.000 euro. Anche in questo caso però la nostra proposta che prevedeva di spostare una richiesta di finanziamento, quello del centro sportivo delle Calvie (550.000 euro), sulla linea dello Sport, non è stata accolta e così con una scelta unilaterale sono rimasti senza finanziamento l’ammodernamento e la sistemazione dei parchi delle Mosse e di Montagnano, la risistemazione della zona verde avanti il centro Urbani a Capolapiaggia, la realizzazione di una pista da skate, la realizzazione di uno sgambatoio per cani in località montagnano su un terreno di proprietà Comunale, la sistemazione dei sottoservizi e del Fontanile a Polverina,etc”. I tre esponenti della maggioranza pongono l’accento sulla “gestione accentrata” del primo cittadino che, a loro dire, ha determinato l’assegnazione a Camerino di finanziamenti inferiori rispetto a quelli ottenuti da altri comuni. “È proprio per cercare di arginare questo modo di lavorare, che non porta mai grandi risultati, che abbiamo costituito un nuovo gruppo consiliare, con la speranza che ciò avrebbe ripristinato equilibrio e compartecipazione – concludono Fanelli, Sartori e Pennesi - Impossibile non coinvolgere il Consiglio Comunale in queste scelte ed è impossibile che non ci sia il filo diretto con la Regione Marche considerando che del nostro consiglio comunale fa parte anche Gianluca Pasqui vice Presidente del Consiglio Regionale. È necessario coinvolgere tutti in questa partita fondamentale e portare a casa risultati importanti per la città. Così non va”.
In consiglio comunale hanno votato a favore sull’utilizzo dei fondi del Pnrr destinati a Camerino “seppure le scelte non siano state condivise”, ma i consiglieri Marco Fanelli, Giovanna Sartori e Riccardo Pennesi non nascondono il loro rammarico per come è stata gestita la questione.

Non siamo mai stati coinvolti veramente sulla gestione di questi fondi, a partire dagli incontri preliminari convocati dal Commissario e dalla Regione, al quale il Sindaco veniva invitato. Non siamo stati mai portati a conoscenza di quanto veniva detto – dichiarano gli esponenti del gruppo “per Camerino” - Ci è stato chiesto un parere solo in ultimo circa gli interventi sulla viabilità (a Camerino spettavano poco meno di 400 mila euro) e per la rigenerazione urbana nella sottomisura A3.3 per la quale ci venivano assegnati 1.160.000 euro. Anche in questo caso però la nostra proposta che prevedeva di spostare una richiesta di finanziamento, quello del centro sportivo delle Calvie (550.000 euro), sulla linea dello Sport, non è stata accolta e così con una scelta unilaterale sono rimasti senza finanziamento l’ammodernamento e la sistemazione dei parchi delle Mosse e di Montagnano, la risistemazione della zona verde avanti il centro Urbani a Capolapiaggia, la realizzazione di una pista da skate, la realizzazione di uno sgambatoio per cani in località montagnano su un terreno di proprietà Comunale, la sistemazione dei sottoservizi e del Fontanile a Polverina,etc”.

I tre esponenti della maggioranza pongono l’accento sulla “gestione accentrata” del primo cittadino che, a loro dire, ha determinato l’assegnazione a Camerino di finanziamenti inferiori rispetto a quelli ottenuti da altri comuni.

“È proprio per cercare di arginare questo modo di lavorare, che non porta mai grandi risultati, che abbiamo costituito un nuovo gruppo consiliare, con la speranza che ciò avrebbe ripristinato equilibrio e compartecipazione – concludono Fanelli, Sartori e Pennesi - Impossibile non coinvolgere il Consiglio Comunale in queste scelte ed è impossibile che non ci sia il filo diretto con la Regione Marche considerando che del nostro consiglio comunale fa parte anche Gianluca Pasqui vice Presidente del Consiglio Regionale. È necessario coinvolgere tutti in questa partita fondamentale e portare a casa risultati importanti per la città. Così non va”.

Letto 727 volte

Articoli correlati (da tag)

Clicca per ascolare il testo