Riforma della Guardia di Finanza. A Macerata nasce il Gruppo Territoriale

06 Feb 2019
206 volte

Interessa anche la provincia di Macerata, la riforma dei Reparti territoriali della Guardia di Finanza. Concepita per garantire una più diffusa presenza delle Fiamme Gialle sul territorio nello svolgimento della mission di polizia economico-finanziaria a tutela del bilancio pubblico, delle Regioni, degli Enti locali e dell’Unione Europea, la riforma è in vigore dall’inizio del 2019, in concomitanza con i 245 anni dalla fondazione del Corpo

Tra le novità riferite al territorio della provincia maceratese, la nascita del Gruppo territoriale con sede a Macerata alle dipendenze del Comando provinciale, la cui guida temporanea è stata affidata al Tenente Colonnello Andrea Magliozzi che continua a svolgere il suo compito di comandante del Nucleo di Polizia economico finanziaria di Macerata. Il neo istituito Gruppo Territoriale di Macerata, assicurerà in maniera più efficace la funzione di indirizzo e coordinamento dell’attività svolta nell’ambito del territorio assegnato alle Compagnie di Macerata e Civitanova Marche e alle tenenze di Camerino e Porto Recanati.

Le novità giungono dopo l’istituzione nel 2001 della Polizia economico- finanziaria e rispondono all’esigenza di adeguare la struttura della Guardia di Finanza alle sempre maggiori richieste d’intervento istituzionale, dettate dall’attuale contesto socio-economico. La revisione fa anche seguito a quella che, a partire dal 2018, ha interessato i Reparti Speciali del Corpo rendendoli più snelli e operativi anche al fine di fornire maggiore collaborazione alle Authority di riferimento (Autorità Nazionale Anticorruzione, Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Autorità Garante per la Privacy, Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente e Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni).

 

Tra i cambiamenti generali introdotti dalla riforma, la soppressione delle Brigate, trasformate a livello di Tenenza e comandate da luogotenenti in possesso di elevata esperienza di servizio o da giovani tenenti che hanno frequentato i corsi presso l’Accademia conseguendo la laurea specialistica in giurisprudenza. presso valichi di confine, porti e aeroporti internazionali. Rivisitati anche i Reparti specializzati Anti Terrorismo - Pronto Impiego e istituite nuove Stazioni del SAGF (Soccorso Alpino della Guardia di Finanza). Con l’incremento di corsi di addestramento presso l’Accademia di Bergamo e la Scuola Ispettori e Sovrintendenti dell’Aquila, a tutti i Reparti saranno inoltre prossimamente assegnati giovani Ufficiali ed Ispettori laureati che saranno successivamente chiamati a frequentare, presso le varie scuole di post-formazione ed alta specializzazione, specifici corsi per elevare, ancor di più, il livello di preparazione tecnico-professionale.

Scuola e scienza: Unicam coordinatore regionale del Premio Asimov 2019

06 Feb 2019
117 volte

Al via la quarta edizione del Premio Asimov, nato per avvicinare il mondo della scienza e quello della scuola ,al quale ha aderito con entusiasmo l'Università di Camerino, diventando coordinatore regionale dell'iniziativa, coinvolgendo una giuria di esperti e di studenti delle scuole superiori delle Marche.

Ideato dal fisico Francesco Vissani che ne è anche il coordinatore, il Premio Asimov  è stato istituito grazie alla collaborazione tra il GSSI (Gran Sasso Science Institute) e l'INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), con la collaborazione di varie Università e istituti di ricerca, il Premio si avvale di una giuria composta da migliaia di studenti e studentesse di scuola superiore, che sceglierà il miglior libro di cultura o divulgazione scientifica pubblicato negli ultimi due anni in Italia.

Il Premio Asimov è un'iniziativa multi-sede. Gli undici centri regionali di coordinamento scientifico - Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria - si coordinano tra di loro per il successo dell'iniziativa, collaborando con 100 scuole superiori di tutta Italia. La commissione scientifica del premio si compone di 250 membri, per metà docenti di scuola superiore e per metà professori universitari, ricercatori, studenti di dottorato, giornalisti, scrittori, rappresentanti del mondo della cultura. 

UNICAM organizza e coordina dunque le attività per la Regione Marche che quest'anno, coinvolgeranno undici istituti di istruzione superiore della nostra regione: il Liceo Scientifico "Galileo Galilei" di Ancona, il Liceo Classico "Giacomo Leopardi" di S. Benedetto del Tronto, il Liceo Classico Linguistico "Giacomo Leopardi" di Macerata, il Liceo Statale "Enrico Medi" di Senigallia, l’Istituto Istruzione Superiore "Leonardo Da Vinci" di Civitanova Marche, il Liceo "Giacomo Leopardi" di Recanati, l’IIS "Fazzini-Mercantini" di Grottammare, il Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" di Jesi, il Liceo Scientifico "Temistocle Calzecchi Onesti" di Fermo, il Liceo Scientifico "Galileo Galilei" di Macerata, i Licei di Camerino.

Le sette opere finaliste selezionate quest'anno dalla commissione scientifica sono:

- Guido Barbujani - Andrea Brunelli, Il giro del mondo in sei milioni di anni, Il Mulino 

- James Gleick, Viaggi nel tempo, Codice 

- Jerry Kaplan, Intelligenza artificiale. Guida al futuro prossimo, Luiss Edizioni 

- Lamberto Maffei, Elogio della parola, Il Mulino

- Giorgio Manzi, Ultime notizie sull'evoluzione umana, Il Mulino

- Guido Saracco, Chimica verde 2.0, Zanichelli

- Sara Sesti & Liliana Moro, Scienziate nel tempo. 100 biografie, Ledizioni 

Gli studenti e le studentesse interessati a partecipare alla giuria leggeranno uno o più libri finalisti, li valuteranno e li voteranno, e prepareranno una o più recensioni, caricando entro il 3 marzo tutte le informazioni sul portale del Premio Asimov

Le recensioni saranno lette e valutate dalla commissione scientifica e le migliori di esse saranno a loro volta premiate.

Il 13 aprile, in ciascuna sede regionale, quindi anche all’Università di Camerino, i libri in lizza saranno presentati al pubblico, dagli autori delle migliori recensioni. Subito dopo, in contemporanea tra le undici sedi, verrà annunciato il libro vincitore della quarta edizione del Premio Asimov per il 2019.

Per maggiori informazioni, si veda il sito web del premio https://asimov.gssi.it

"Perché queste macerie alle porte della città?"

06 Feb 2019
1126 volte

Un appello su Facebook per un edificio le cui macerie, da oltre due anni, giacciono a terra, alle porte di San Severino. 

Lo hanno realizzato Gianluca Bonifazi, dell’associazione “Vivere San Severino, e Alessio Rapari, ex cittadino settempedano.

Si riferiscono all’edificio ex Conad in viale della Resistenza, crollato in seguito al terremoto, l’unico di cui non siano state rimosse le macerie e la ragione di ciò non è mai stata chiara.

Sta di fatto che la condizione di quel palazzo, all’ingresso di San Severino, stona secondo i due giovani con una città d’arte: “Non vogliamo che questo sia un attacco politico - dicono - o una polemica, ma solo la descrizione della realtà per sensibilizzare i cittadini. Sono macerie che sono lì da due anni e sui motivi ci sono state solo tante ipotesi. Non è bello pensare che un turista possa arrivare a San Severino e trovare all’ingresso della città tutto questo ammasso di macerie. Non ci sembra consono per una città d’arte”. Per vedere il video, di seguito il link oppure ci si può collegare alla pagina facebook di Vivere San Severino.

CLICCA PER IL VIDEO

Dramma ad Urbisaglia. Donna schiacciata dall'auto mentre raccoglie la legna

06 Feb 2019
763 volte

Dramma questa mattina ad Urbisaglia, in località Illuminati, dove ha perso la vita una donna di origini marocchine.

Erano circa le 10.15 quando la donna, vedova e senza figli, si tovava nella frazione di Urbisaglia a raccogliere scarti di legno, prodotti da una falegnameria, che avrebbe utilizzato per scaldarsi. Fatale, però, le è stata la sua auto, una Golf che, probabilmente, aveva lasciato parcheggiata, senza freno a mano o senza la marcia inserita.

Il mezzo, sfrenandosi, le è andato addosso schiacciandola.

Sul posto i carabinieri di Tolentino, i vigili del fuoco e i sanitari del 118, ma per la donna non c'è stato niente da fare.

GS

Scuole. Il Miur proroga le iscrizioni nelle zone colpite dal sisma

06 Feb 2019
184 volte

Il Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) ha prorogato le iscrizioni alle scuole di ogni ordine e grado delle zone colpite dal sisma per l’anno scolastico 2019/2020. A renderlo noto è stato lo stesso Miur con una nota del 23 gennaio 2019 nella quale viene comunicato che dalle ore 8.00 del 5 febbraio alle ore 20.00 del 26 febbraio 2019, si è riaperta la procedura delle iscrizioni online  fra gli altri, per i Comuni terremotati di Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo. Come specificato dal Miur,non dovranno rinnovare l’iscrizione. i genitori che avessero già presentato la domanda nel termine del 31 gennaio, in modalità cartacea per l’iscrizione alle sezioni della scuola dell’Infanzia o mediante la procedura online per l’iscrizione alle classi prime della scuola Primaria e della scuola Secondaria di I e II grado.

Sei milioni e 100mila euro per le strade settempedane

06 Feb 2019
191 volte

Un milione e 100mila euro si andranno aggiungere ai 5 milioni di euro già stanziati per il programma degli interventi che interesseranno la viabilità del Comune di San Severino a seguito degli eventi sismici. L’ulteriore somma, messa a disposizione sempre da Anas Spa in qualità di soggetto attuatore, riguarderà i lavori di ripristino di ponti, cavalcavia e sottopassi stradali.

Nello specifico verranno sistemati il ponte sulla Sp2 “Apirese”, per un importo di 325.490 euro, il ponte sulla Sp13/7 “Rocchetta – Rambona”, per un importo di 591.800 euro e il cavalcavia sulla Sp180, per un importo di ulteriori 207.130 euro.

Anas aveva già finanziato, con le opere previste nel terzo stralcio, il recupero del dissesto di via Padre Giuseppe Zampa, nel rione Settempeda. I lavori che riguardano il ripristino del corpo stradale mediante costruzione di paratia e rifacimento della pavimentazione, partiranno entro la primavera.

Con il quinto stralcio, invece, saranno realizzati gli interventi che riguardano l’Anello stradale di Pitino (443.850 euro), via Spogna – via Coletti località Cesolo (201.212 euro), la strada comunale di Carpignano (421.658 euro), la strada comunale di Malerba (251.515 euro), la strada comunale di Rocchetta (241.528 euro), le opere di regimazione idraulica con realizzazione di gabbioni lungo la strada comunale Glorioso – Sasso (140.553 euro),  la strada comunale Maestà di Parolito (195.294 euro), la strada comunale Parolito – Cusiano – Colleluce (710.160 euro), la strada comunale Paterno – Martinelli (244.118 euro), la strada comunale Sant’Elena – Cesolo (569.608 euro), la strada comunale San Pacifico (266.310 euro), la strada comunale Serralta – Ciccobianco (221.925 euro), la strada comunale vecchia di Serripola (221.925 euro), la strada comunale via Fonte San Francesco – via dei Lumi (177.540 euro), la strada comunale via Pergolesi (133.155 euro), la strada comunale via Rossini (118.360 euro), la strada comunale via Septempedana (110.963 euro), la strada comunale viale Bigioli (125.758 euro) e la strada comunale viale Mazzini (184.938 euro).

Scia fuori pista e cade, soccorsa con l'elicottero

06 Feb 2019
335 volte

Incidente sulla neve a Frontignano dove una donna di 32 anni residente ad Albacina mentre praticava sci alpinismo è caduta rovinosamente procurandosi, a causa del mancato distacco dello sci, la frattura del ginocchio. Dato l'allarme sul posto sono intervenuti i carabinieri forestali della stazione di Ussita insieme a personale della Croce Rossa e agli uomini del Centro Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico. Viste le condizioni della 32enne veniva richiesto l'intervento dell'elicottero del Centro Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, che provvedeva al recupero dell'infortunata e al trasporto presso l'Ospedale di Fabriano dove la donna si trova ricoverata.

Il Politeama apre le porte ai "TalentiNati"

05 Feb 2019
274 volte

Ancora una volta Tolentino dimostra di essere terra di talenti per il panorama artistico  internazionale e questa volta lo fa con un bando che il Politeama ha lanciato insieme al Comune di Tolentino per nuovi talenti artistici, rivolto a giovani nati a Tolentino o nei comuni vicini che vogliono esibirsi al Politeama. Ai candidati si offre la possibilità di esibirsi in una serata al Politeama di Tolentino, sia con una performance esclusiva della durata massima di 2 ore, che con la partecipazione ad uno spettacolo che preveda l’esibizione di diversi artisti.   Il Festival sarà composto da tre serate nei giorni giovedì 9, 16 e 23 maggio prossimi.   La commissione definirà la programmazione delle serate a seconda delle proposte pervenute e selezionate: le serate potranno quindi presentare un artista esclusivo o potranno presentare più artisti, ciascuno con una esibizione differente.   Il Festival è aperto a giovani artisti nel campo della musica, del teatro, della danza e del cabaret, con spettacoli e/o concerti già pre-allestiti alla data del 30 aprile 2019.   La partecipazione è riservata ai nati tra il 1984 e il 2001, residenti e/o nati nel Comune di Tolentino e nei comuni vicini confinanti. Nel caso di Gruppi musicali o Compagnie di Danza/Teatro, almeno la metà dei componenti devono possedere i requisiti richiesti agli artisti singoli.   Per partecipare al bando di selezione degli artisti che avranno la possibilità di esibirsi, è necessario compilare in ogni sua parte il modulo di iscrizione allegato al presente Bando e inviarlo, unitamente a un supporto multimediale contenente un brano video dello spettacolo, entro il 28 febbraio prossimo a: Politeama Festival “TalentiNati”, Corso Garibaldi, 80 – 62029 Tolentino (MC).   Una apposita commissione, composta da Massimo Zenobi, Maura Gallenzi e Laura Mocchegiani, selezionerà a suo insindacabile giudizio i candidati che si esibiranno nel corso del festival e le modalità di esibizione e fornirà risposta entro il 15 marzo.   Una importante occasione per dimostrare ai giovani talenti l’importanza della cultura e delle loro passioni e l’appoggio di strutture votate proprio a questo come il Politeama della città.  

GS 

Progetto Erasmus Plus, tra Unicam e università del Kazakistan

05 Feb 2019
116 volte

E’ in programma per il prossimo 11 febbraio un seminario dal titolo “From past to future. Camerino and Almaty along the New Silk Way”, promosso nell’ambito del progetto Erasmus Plus che vede la collaborazione tra Unicam e la University of International Business di Almaty in Kazakistan, progetto finanziato dalla Commissione Europea per un totale di circa 100.000 euro.

Erasmus Plus è il programma dell'UE per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport in Europa, volto a sostenere l’insegnamento, la ricerca e la creazione di reti, e il dibattito sulle questioni che riguardano l’UE.

Il progetto nasce da una decennale collaborazione tra la Scuola di Scienze e Tecnologie di Unicam e l’ateneo kazako, nonché dalla recente partecipazione di personale Unicam in qualità di organizzatori e di docenti alla scuola estiva GEM sulle energie rinnovabili tenuta ad Astana, nuova capitale del Kazakistan dal 1997, in occasione dell’Esposizione Universale EXPO Energy 2017.

L’Università di Camerino ha voluto dunque cogliere l’opportunità di stabilire una piattaforma comune tra le due università, rafforzando così anche la propria presenza nel promettente mondo Centro-Asiatico, in particolare col Kazakistan.

Ideato e coordinato dal prof. Carlo Lucheroni della Scuola di Scienze e Tecnologie, il progetto consiste nella mobilità di studenti, professori e tecnici tra i due Atenei.

I principali temi dello scambio saranno: approfondimento da parte di studenti e professori kazaki di aspetti del diritto contrattuale italiano ed europeo, nel contesto commerciale e di politiche dell’energia (attività coordinata dalla prof.ssa Lucia Ruggeri della Scuola di Giurisprudenza); trasferimento al partner kazako della notevole esperienza Unicam su e-learning e insegnamento a distanza, considerando che il Kazakistan è un paese molto grande e poco densamente popolato (attività coordinata dal prof. Andrea Perali, delegato del Rettore per l’E-Learning); approfondimento delle nuove modalità europee di insegnamento delle materie scientifiche, in particolare della matematica, nell’università e nelle scuole superiori (attività coordinata dal prof. Riccardo Piergallini, della Scuola di Scienze e Tecnologie); approfondimento di ulteriori possibilità di collaborazioni di Unicam con altri enti ed università kazake, grazie ai docenti kazaki che visiteranno il nostro Ateneo.

Le professoresse Meruyert Narenova e Anar Makhmetova, prorettore quest’ultima per gli Affari Accademici, coordineranno le attività che possono prevedere il coinvolgimento del territorio di riferimento di Unicam nello sviluppo di conoscenze sulla società kazaka e di legami col Kazakistan.

Proprio le due docenti saranno infatti ospiti di Unicam nel corso del seminario in programma a Camerino per il prossimo lunedì 11 febbraio presso il Polo di Matematica con inizio alle ore 10.

Reddito di Cittadinanza. Nelle Marche 134 mila potenziali beneficiari

05 Feb 2019
206 volte

Sono 134 mila i marchigiani, 49 mila famiglie, che potenzialmente hanno diritto al reddito di cittadinanza. Lo affermano in una nota congiunta i parlamentari marchigiani del Movimento 5 stelle all'indomani dell'inaugurazione del sito del Reddito di Cittadinanza avvenuta ieri a Roma alla presenza del premier Conte e del vice premiere e ministro del Lavoro Di Maio. Secondo i pentastellati, il dato, scorporato per provincia, vede quella di Ancona con il numero maggiore di beneficiari: 16 mila famiglie; 11 mila in provincia di Pesaro Urbino; 10.800 a Macerata; 6.400 ad Ascoli; 4.700 a Fermo.

Post sisma. In corso gare per progettazione caserme dei Carabinieri

05 Feb 2019
418 volte

Prende il via il progetto di demolizione e ricostruzione di alcune sedi dell’Arma dei Carabinieri e del Corpo Forestale nel territorio marchigiano, con fondi messi a disposizione dal Commissario Straordinario per la Ricostruzione.

Fino al prossimo 14 marzo, i professionisti del settore interessati possono partecipare al bando di gara per l’affidamento della progettazione definitiva, indagini e rilievi preliminari, direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza di cinque caserme dell’Arma dei Carabinieri nelle Marche, fortemente danneggiate dal sisma del 2016.

La gara in corso, con base d’asta di 1.309.093,47 euro, oltre alle caserme situate nei comuni di Arquata del Tronto e Montegallo in provincia di Ascoli, in regione riguarda anche le sedi dell’Arma di Fiastra, Pieve Torina e Serravalle di Chienti in provincia di Macerata. La gara delle Marche segue il primo bando, partito a dicembre e ancora in corso, per ricostruire la nuova Stazione Territoriale dei Carabinieri-Carabinieri Forestali nel Comune di Montereale in provincia dell’Aquila le cui offerte sono in scadenza il 20 febbraio. Per entrambe le gare il criterio di aggiudicazione è l’offerta economicamente più vantaggiosa.

In tutto sono 41 le caserme dei Carabinieri dell'Italia centrale, distrutte dai terremoti che hanno colpito le quattro regioni nel 2016 e 2017.

Cinque milioni di euro per la viabilità di Sarnano. Ceregioli firma l'accordo

04 Feb 2019
370 volte

Cinque milioni di euro per nove interventi sulla viabilità comunale di Sarnano. E’ quanto annuncia il primo cittadino, Franco Ceregioli, sulla sua pagina Facebook. E’ stato firmato ad Ancona l'accordo tra il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche ed il Comune di Sarnano per l'attuazione degli interventi previsti nel terzo stralcio del piano Anas. “Ai cinque milioni – annuncia il sindaco - cui a breve si aggiungeranno altri tre milioni di euro per la messa in sicurezza del versante della strada che collega Sarnano a Sassotetto esposta a rischio valanghe”. Una notizia che Ceregioli annuncia con orgoglio, anche dopo gli ultimi attacchi subiti dal consigliere di minoranza Piergentili, in merito agli impianti sciistici della città. “Chi parla (o meglio, scrive) – chiude ironicamente il primo cittadino - e chi fa i fatti”. La campagna elettorale per la scelta del nuovo sindaco può dunque dirsi già aperta.  

GS 

Monitoraggio messe in sicurezza. "Concentrico" visita il centro di Camerino

04 Feb 2019
311 volte
Una delegazione del Comitato Concentrico ha visitato ieri il centro della città di Camerino. Obiettivo della visita autorizzata dal Comune, il monitoraggio delle operazioni di messa in sicurezza all'interno della zona rossa,
Durante il tragitto è stato possibile visionare 15 interventi di messa in sicurezza sui circa 35 completati o in corso nell’area.
La visita- prosegue la nota-  è una tappa del percorso di monitoraggio degli interventi sulle opere pubbliche nelle fasi di emergenza e ricostruzione che il Comitato per la salvaguardia e la ricostruzione del centro storico di Camerino, intende realizzare con il supporto di ActionAid Italia e della Cooperativa Mètis Community Solutions.
All’interno di questo percorso, già nel mese di novembre del 2018 , il Comitato ha collaborato e partecipato a un Laboratorio di Monitoraggio e Azione civica organizzato da Actionaid Italia e Mètis Community Solutions, a Palazzo Sabbieti
Durante il laboratorio sono state illustrate le opportunità fornite dalle azioni di monitoraggio civico, utili alla cittadinanza per avere un’informazione puntuale e trasparente sullo stato di avanzamento degli interventi legati all’emergenza e alla ricostruzione, e sono state presentate alcune esperienze di monitoraggio intraprese a L’Aquila, nei territori del post-sisma emiliano e del sisma che ha interessato il Centro Italia nel 2016-2017.
Il lavoro di approfondimento e monitoraggio della ricostruzione da parte del Comitato Concentrico, proseguirà con l’obiettivo di lavorare per una ricostruzione trasparente e condivisa con la cittadinanza del territorio camerte. 
concentrico 2

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo