Progetto Integrato Locale "La porta della Sibilla": Visso, Ussita, Castelsantangelo e Montecavallo

14 Feb 2019
52 volte

Visso, Ussita, Castelsantangelo e Monte Cavallo uniti dal Progetto Integrato Locale. Uno degli otto, per la verità, che sono stati presentati al Gal Sibilla per l’ottenimento di finanziamenti dedicati a imprese esistenti e di nuova costituzione.

L’obiettivo è la valorizzazione e lo sviluppo del territorio dal punto di vista economico e quindi dell’offerta agli utenti. 

Il PIL in questione è stato denominato “La porta della Sibilla. Mobilità ciclopedonale intercomunale” e si propone di mettere in rete le eccellenze del territorio attraverso la creazione di un percorso di mobilità sostenibile ciclo-pedonale di collegamento tra i comuni aderenti come elemento di sviluppo e rilancio del territorio di Visso, Ussita, Castelsantangelo e Monte Cavallo sotto il profilo turistico, permettendo l’insediamento e la creazione di nuove imprese in diversi settori.

Il secondo incontro pubblico a cui la cittadinanza è invitata a partecipare, sarà il 19 febbraio alle 18:30 nella sede provvisoria del comune di Visso.

g.g.

Homelike Villas alla Borsa del Turismo di Milano e al Salon des Vacances di Bruxelles

14 Feb 2019
46 volte

Doppia vetrina internazionale per il progetto di incoming e turismo esperienziale Homelike Villas (www.homelikevillas.com) lanciato, insieme al nuovo tour operator Villas in Italy, dall’imprenditore settempedano Sandro Teloni esattamente un anno e mezzo fa, in piena emergenza terremoto, per aiutare le regioni del centro Italia colpite dal sisma a ripartire. 

Ospite negli spazi allestiti dalla Regione Marche, all’interno dei padiglioni espositivi di Enit Italia, il progetto si è fatto conoscere ed apprezzare sia al Salon des Vacances di Bruxelles che alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano. Nella prima delle due occasioni di incontro con il grande pubblico, i consulenti viaggi e vacanze di Villas in Italy hanno avuto modo di presentare l’innovativa proposta anche all’Ambasciatrice  d’Italia in Belgio, Elena Basile, che ha molto apprezzato un’offerta turistica diversa da quelle tradizioni e sicuramente capace di catturare l’attenzione di un mercato, come quello belga, che ha fatto registrare, solo lo scorso anno, ben 15.724 arrivi e 82.603 presenze in terra marchigiana. Collegato con tre voli settimanali, che da Falconara raggiungono lo scalo di Charleroi, il Belgio è raggiungibile in meno di due ore, infatti, dalla nostra regione.

Successo per la proposta anche alla Bit di Milano, la Borsa Internazionale del Turismo, che si è conclusa proprio in questi giorni. Anche qui i consulenti viaggi e vacanze, figure completamente nuove che il tour operator Villas in Italy può vantare all’interno della propria organizzazione e che si dedicano gratuitamente e completamente all’accoglienza dei turisti e all’organizzazione dei loro soggiorni, hanno incontrato buyers mondiali, istituzioni, agenzie e specialisti del settore con i quali hanno intrapreso importanti collaborazioni destinate a rilanciare la presenza straniera nelle tre regioni interessate dal progetto: Marche, Umbria e Toscana.

“La nostra rete ha superato le cento strutture tra ville, casali e dimore storiche - spiega Sandro Teloni di Homelikevillas -  L’affitto settimanale è una forma di vacanza molto apprezzata all’estero. Noi forniamo servizi personalizzati e di altissimo livello ai nostri ospiti potendo contare su un’organizzazione ben presente sul territorio. Siamo unici in questo genere per il rapporto qualità prezzo delle strutture, perché la nostra offerta presenta strutture al mare ma anche sui monti o in collina, perché i nostri clienti possono servizi di un consulente viaggi e vacanze loro dedicato e perché nei nostri contratti non ci sono né penali né clausole vessatorie. Intanto siamo già pronti per la nuova stagione con prenotazioni da maggio a settembre. Sarà una stagione ricca di novità per tutti. Anche quest’anno puntiamo molto sul wedding che è una delle ragioni per cui tante persone, soprattutto stranieri ma non solo, scelgono noi e le nostre meravigliose location”.

Fiastra alla Bit di Milano, con un progetto innovativo per il lago

14 Feb 2019
225 volte

La Borsa Internazionale del Turismo di Milano ha avuto uno spazio dedicato a Fiastra all’interno dello stand della Regione Marche. Nel punto in cui convergono tutti gli operatori mondiali, il sindaco Claudio Castelletti e il vicesindaco Sauro Scaficchia, hanno avuto l’opportunità di illustrare il progetto di riqualificazione legato alla grande attrattiva del lago.

La riqualificazione del lake-front del Lago di Fiastra”,  titolo dell’evento ad hoc che ha fatto conoscere ad un pubblico qualificato di addetti ai lavori, bellezza e unicità del territorio, sensibilizzando le politiche regionali su quello che potrà essere un progetto strategico per Fiastra e per tutto l’entroterra maceratese.

rend Progetto Lago

Giunto tecnicamente ad uno stadio pressoché definitivo, il progetto di riqualificazione del lago è tuttavia ancora in una fase iniziale per quel che concerne il reperimento delle risorse finanziarie per le quali, secondo una strada già intrapresa, si punta ad una sinergia tra pubblico e privato. L’idea centrale del prospetto, è la realizzazione di una grande struttura ipogea che potrebbe inglobare tutti i servizi attualmente presenti, aumentando l’offerta di spazi per ospitarne di nuovi, sempre in linea con la vocazione territoriale.

Punti di forza del progetto, curato dallo studio De Mattia e illustrato dall'attuale gestore, sono l’impatto ambientale nullo del complesso ipogeo, valido a riorganizzare i flussi turistici nei periodi di maggiore concentramento e a favorire, oltre che nuove opportunità economiche, anche un miglioramento qualitativo dell’offerta turistica. Il piano prevede anche la possibilità di rivedere l’attuale area parcheggio, in maniera tale da assumere anche una connotazione sociale, come spazio aggregativo adatto ad ospitare eventi. Come sottolineato nel corso della presentazione alla BIT, si sta anchestudiando la possibilità che l’intera struttura sia capace di sostenere il suo fabbisogno energetico, tramite energia rinnovabile proveniente da fonte idro-termica fornita dal lago. Un progetto dunque ambizioso, altamente innovativo, perfettamente in linea con la strategia turistica adottata dalla Regione Marche e la cui realizzazione consentirebbe a Fiastra di porsi veramente come fulcro turistico di una buona fetta dell’entroterra marchigiano; un territorio straziato dal sisma ma con una gran voglia di ripartire.

C.C.

Caldarola, presto la riapertura della filiale colpita dai ladri

13 Feb 2019
116 volte

 Buone notizie per Caldarola dopo il secondo colpo, nel giro di un anno, alla sede provvisoria della Banca di Credito Cooperativo dei Sibillini, filiale di Caldarola, ospitata in un container. I vertici dell’Istituto di Credito hanno dato rassicurazioni al Sindaco Luca Maria Giueppetti in merito ad una imminente riapertura degli sportelli, questione di giorni stando alle dichiarazioni raccolte. A differenza del primo assalto al bancomat in cui fu usato il gas e quindi i danni furono devastanti, nell’ultimo colpo i ladri hanno utilizzato polvere da sparo, limitando la devastazione alla sola area dello sportello automatico. Il Presidente Stefano Tolomeo e il Direttore Generale della BCC Claudio Taddei, hanno fornito rassicurazioni in merito alla volontà di riaprire la sede provvisoria, seppur priva di Bancomat. Per venire incontro alle necessità dei correntisti saranno azzerate le commissioni di prelievo presso altri sportelli. Inoltre è stata affermata la volontà di accelerare le procedure di ristrutturazione della palazzina che prima del terremoto ospitava la sede caldarolese, di proprietà sempre dell’Istituto bancario, non solo per  riaprire la filiale ma soprattuto per far rientare nelle loro case le tante famiglie che la occupavano. Dal canto suo Il Primo Cittadino Giuseppetti si è attivato per conoscere le volontà dei vertici creditizi e ha sollecitato le forze dell’ordine locali e la Prefettura di Macerata ad aumentare il controllo del territorio e ad effettuare ronde notturne anche con l’ausilio dell’Esercito dislocato a Muccia e Camerino. "La popolazione di Caldarola è già molto provata dagli effetti del terremoto - dice Giuseppetti- e non merita di subire ulteriormente disagi legati ad atti criminali e vili che mettono ancora di più a rischio il già delicato equilibrio psicologico. L’Amministrazione Comunale sta mettendo in campo ogni azione possibile per garantire un veloce ritorno alla normalità come gli incontri che verranno fissati a breve tra l’architetto Marinelli, i responsabili dell'Ufficio Tecnico di Caldarola e i progettisti incaricati dai proprietari delle case del centro storico per illustrare lo studio di perimetrazione, la cui conclusione è stabilita per sabato prossimo 16 febbraio".

GS

San Severino. Partiti i lavori per la sede della Protezione Civile

13 Feb 2019
85 volte

Al via stamattina il cantiere per la realizzazione di  una  struttura temporanea. Ospiterà gli uffici e i servizi di Protezione Civile di San Severino. 

Il sindaco Rosa Piermattei ne aveva dato notizia già lunedì nel corso del consiglio comunale e stamattina le ruspe si sono finalmente messe in moto. Da due anni il gruppo comunale necessitava di una sede poiché la loro era stata resa inagibile dal terremoto. 

Ma la mancanza di spazi non aveva comunque impedito ai volontari di rimboccarsi le maniche: non hanno mai fatto mancare il loro aiuto né alla città né in situazioni di emergenza fuori Regione. Uno su tutti, l’esempio dell’attivazione per soccorrere il Veneto colpito dal maltempo. 

A volere fortemente questo nuovo spazio, seppur temporaneo, anche il sindaco che è riuscito ad ottenere dal dipartimento regionale della protezione civile, un finanziamento di circa 110mila euro per acquistare la struttura che sarà di 110 metri quadrati e accoglierà tre uffici, una sala riunioni, un archivio oltre ai locali per i servizi. Stamattina l’impresa settempedana Fratelli Mizioli Srl ha iniziato i lavori per la realizzazione della piattaforma sulla quale sarà poggiato il prefabbricato. La collocazione è il piazzale antistante i magazzini comunali dell’ufficio Manutenzioni, presso l’ex mattatoio, e consentirà di dare  continuità alle funzioni municipali di Protezione Civile.

g.g.

Nuova "casa comunale" di Caldarola. Passi in avanti verso la costruzione

13 Feb 2019
274 volte

Nuovi segnali di ripartenza a Caldarola. Dopo l’inaugurazione della nuova scuola De Magistris, un altro passo significativo per il borgo medievale sarà la realizzazione della nuova sede comunale. Conclusi dall’amministrazione comunale i lavori alla piattaforma in cemento armato sulla quale verrà alloggiato l’edificio, frutto della donazione della Regione Emilia Romagna. La struttura in acciaio e legno che sorgerà nelle vicinanze dell’ufficio postale di via Rimessa, avrà tutti i crismi della sicurezza e antisismicità, con isolamento e impianti a risparmio energetico

A fine febbraio è previsto l’avvio del cantiere da parte della ditta incaricata Ri Costruzioni. Per ispezionare la situazione, nella giornata di ieri i tecnici incaricati della direzione lavori della Regione Emilia Romagna Gianluca Paggi, Piero Venturi e Antonio Costantino, si sono confrontati con il sindaco Luca Maria Giuseppetti e i funzionari dell’ufficio tecnico di Caldarola.

“ Di sicuro- afferma il sindaco Luca Maria Giuseppetti- dopo aver perseguito il passo fondamentale legato alla scuola, il nostro secondo obiettivo è la nuova sede comunale. Trascorsi ormai oltre due anni difficili all’interno dei container, gli uffici comunali hanno la necessità di poter portare avanti il loro grande lavoro in maniera dignitosa e confortevole. Grazie alla solidarietà e alla vicinanza della regione Emilia Romagna che ci è venuta incontro con questa donazione, saremo in grado di partire con questo progetto. Le fondazioni sono state fatte- spiega Giuseppetti – e dunque siamo in grado di passare alla seconda fase  della realizzazione dell’opera. Ci è stato garantito che sarà una costruzione veloce e, ce lo auguriamo davvero sia per il lavoro degli impiegati che per gli stessi cittadini. La tecnica costruttiva ricalcherà un po’ quanto è avvenuto per la nuova scuola anche perché la sicurezza deve essere portata al massimo livello".

Caldarola 1

"Sarà dunque una struttura di nuova generazione pienamente rispondente ai criteri di sicurezza e praticità. Quanto ai tempi di realizzazione - precisa il sindaco- essendo un discorso relativamente semplice, mi tengo sempre molto largo anche se nel corso dell'incontro di ieri, i tecnici dell’Emila Romagna ci hanno detto che molto probabilmente sarà terminata prima dell'estate. Nostro desiderio è poterla vedere realizzata velocemente; vedremo se sarà possibile rispettare i tempi preventivati. Per quel che mi riguarda- conclude Giuseppetti-  il mio mandato termina a maggio e mi farebbe piacere vedere realizzato il municipio nuovo, ma a prescindere di chi taglierà il nastro, quello che davvero interessa è che questo paese abbia un Municipio e che all'interno dei suoi uffici,i dipendenti possano riuscire dignitosamente a lavorarvi e a ricevere i cittadini".

C.C.

Caldarola 2

Tolentino. Ezio Paolucci festeggia 100 anni

13 Feb 2019
250 volte

Ha festeggiato cento primavere lo scorso 8 febbraio il tolentinate Ezio Paolucci.

Insegnante che ha sempre vissuto a Tolentino. Ancora molto lucido e attivo, è stato premiato con una medaglia d’oro perché negli oltre quaranta anni di carriera di docente non è mai mancato un solo giorno. Mai un raffreddore o un permesso. Sempre presente dietro la cattedra.

A portare gli auguri dell’amministrazione comunale e di tutta la città, il sindaco Giuseppe Pezzanesi che ha ricordato come l'umanità, la dedizione e la professionalità di Ezio Paolucci siano da esempio soprattutto ai più giovani. "Ha contribuito – dice Pezzanesi - a formare intere generazioni e i suoi alti valori morali hanno assicurato a tanti giovani e alla famiglia una guida e un appoggio certi. 

A festeggiare Ezio, i figli Loris e Milena, oltre ad amici e parenti.

Giulia Sancricca

Tolentino, consegnati 11 appartamenti ai terremotati

13 Feb 2019
2526 volte

Sono 11 gli appartamenti consegnati nei giorni scorsi dal Comune di Tolentino, in sostituzione delle soluzioni abitative temporanee.

Ad annunciarlo, in attesa di una conferenza stampa che si terrà nei prossimi giorni, è il primo cittadino, Giuseppe Pezzanesi.

"Abbiamo 99 cantieri aperti a Tolentino su 350 pratiche presentate - spiega - e qualcuno di loro sta già togliendo l'armatura. Abbiamo appaltato con l'Erap i 46 appartamenti in contrada Rancia e siamo quasi arrivati alla cantierizzazione.

IMG 20190213 WA0012

Abbiamo consegnato gli appartamenti in via Filelfo, via San Catervo, via Nazionale e alla Stazione di Pollenza. Per un totale di circa 11 appartamenti che sono sostitutivi delle Sae. Le persone hanno pianto di gioia nell'entrare in un vero appartamento e non in una casetta di truciolato. Con tutto il rispetto per chi è andato veloce - dice - , io credo che Tolentino abbia fatto un programma di medio e lungo termine. In tre anni dal sisma contiamo di dare a tutti le oltre 200 abitazioni che altrimenti sarebbero state Sae. Le famose case dove sono cresciuti i funghi e nate le muffe. Abbiamo fatto una scelta diversa che a lungo andare significa avere un patrimonio vero".

L'argomento sarà approfondito sull'Appennino Camere della prossima settimana.

Gs

 

Partito il servizio Contram "Unicambus" San Benedetto- Camerino. 10 corse

13 Feb 2019
398 volte

Partito da questa settimana il nuovo servizio di collegamento di trasporto pubblico San Benedetto del Tronto-Camerino per gli studenti e tutto il personale dell'Università degli studi di Camerino. L'Unicambus, com'è stato chiamato il servizio, è operato dall'azienda Contram, grazie a due ordinanze della protezione civile, una per i servizi di trasporto pubblico locale a favore degli studenti universitari nelle sedi colpite dal sisma ove c'è una carenza di alloggi per studenti e una che ha reso disponibili ulteriori risorse per i collegamenti universitari, autorizzando la regione Marche a predisporre interventi di potenziamento della capacità del trasporto pubblico locale per consentire collegamenti extraurbani e urbani per ragioni lavorative, di studio, sociali e sanitarie. Il percorso, sul quale sono effettuate circa 10 corse settimanali dal lunedì al venerdì, con un potenziamento della frequenza il lunedì ed il venerdì, prevede anche fermate intermedie di Pedaso, Porto San Giorgio e Civitanova Marche.

Stelle marine e tronchi secolari. Sulle spiagge i resti delle mareggiate (FOTO e VIDEO)

13 Feb 2019
158 volte

Curiosi ritrovamenti sulle spiagge della provincia di Macerata. Con le recenti mareggiate, molto probabilmente proveniente dal fiume Chienti, è stato ritrovato sulle spiagge di Civitanova un grande pezzo di un tronco di un albero secolare che, secondo gli esperti, visto il diametro potrebbe avere circa 200 anni.

A Porto Recanati invece, sono comparse migliaia di piccole stelle marine.

Alcune sono a riva già morte e ad altre invece, come si può vedere dal video inviatoci da un lettore, sono ancora vive.

 

d6101678 ffb1 4846 a5ea 61ab81c904e1

IMG 8875

IMG 8877

IMG 8875

Violenti litigi: chiuso il bar "Da Stefano" a Camerino

13 Feb 2019
2598 volte

Chiusura per 15 giorni del Bar Tabacchi " Da Stefano"a Camerino,  a motivo della presenza tra i clienti abituali, di personaggi conosciuti alle forze dell'ordine.  E' l'esercizio di via Madonna delle Carceri  il cui titolare, ha ricevuto ieri la notifica di chiusura da parte di Polizia e Carabinieri. La misura è stata adottata su disposizione del questore di Macerata dietro proposta della Compagnia Carabinieri di Camerino;  numerosi interventi effettuati da Carabinieri e Polizia nell'arco di due mesi,  hanno permesso di accertare la costante presenza di soggetti noti alle forze dell’ordine per reati che vanno dallo spaccio di sostanze stupefacenti, alla rapina, ricettazione e lesioni. Segnalati anche violenti litigi per futili motivi che avrebbero creato un clima di tensione e preoccupazione negli stessi avventori del bar. Elementi che hanno condotto il questore di Macerata Antonio Pignataro a disporne la chiusura per motivi di ordine e sicurezza pubblica ai sensi dell'art 100 del Testo Unico delle Leggi di pubblica sicurezza.

C C

IMG 20190213 103243

 

IMG 20190213 103250

IMG 20190213 103308

 

Cinghiali sbranati dai lupi in pieno giorno.

13 Feb 2019
3693 volte

Cinghiali sbranati dai lupi nei prati vicini alla strada. E' accaduto a due passi della Strada provinciale 78 dopo l'abitato di Gabella nuova verso Pian di Pieca. Il tutto è avvenuto in pieno giorno e non è l'unico caso che persone di passaggio hanno potuto notare, a conferma che sempre più spesso gli esemplari protetti scendono a valle in cerca di cibo. Una preoccupazione non da poco quella degli animali selvatici per gli automobilisti, come testimoniato dai frequenti incidenti stradali e, soprattutto per gli stessi agricoltori e allevatori le cui coltivazioni e i cui capi allevati si trovano ad essere costantemente minacciati da incursioni devastanti e attacchi. Animali selvatici che trovano nei mutamenti climatici una sempre maggiore capacità di adattamento e proliferazione. Ed è così che selvatici, schivi e riservati come i lupi si spingono sempre più spesso anche a chilometri di distanza per cercare le loro prede; non ultimo l'attacco di un gregge nella Valdaso, costato la perdita di oltre 100 capi ad un allevamento di ovini.

C.C.

0659d59f 5319 4556 8455 540f7930ec79

foto di Enrico Ortolani

8192a5e5 8d5c 4815 8c2c a8ba92d83bf7

foto di Enrico Ortolani

b54c596a 27db 46c9 9f17 3e283cf4564c

foto di Enrico Ortolani

Camporotondo, 650 mila euro per la nuova palestra

13 Feb 2019
63 volte

Camporotondo di Fiastrone avrà una nuova palestra. E' stato approvato, infatti, un finanziamento di 650mila euro destinato alla costruzione della palestra comunale. La struttura già esistente, facente parte dell’impianto sportivo “Sandrino Pieroni” di Via, era stata danneggiata a seguito degli eventi sismici dell'ottobre 2016. La costruzione di una nuova palestra si è resa necessaria dal momento che la ristrutturazione delle parti danneggiate della struttura esistente, in particolare la copertura interna e parte del tetto esterno, non avrebbe permesso il necessario adeguamento sismico. L'amministrazione comunale dovrà ora individuare l'area dove sorgerà la nuova palestra antisismica, da utilizzare anche in caso di calamità e da delocalizzare in una zona più prossima ai plessi scolastici e al centro del Paese. Nel frattempo si sta anche predisponendo il progetto di ristrutturazione della struttura danneggiata di via Kennedy, dove rimarranno presenti i servizi e gli spogliatoi ad uso dei campi sportivi, mentre la superficie della ex-palestra verrà utilizzata in parte per la rimessa dei mezzi comunali e in parte per ubicarci il “Laboratorio Agricolo di Comunità”, progetto dei comuni di Camporotondo di Fiastrone e di Fiastra, finanziato dal Comitato Sisma Centro Italia

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo