Radioc1inBlu

Emergenza a Macerata per l'incendio di un'auto alimentata a metano, avvenuto all'uscita della Galleria delle Fonti mentre la vettura era in transito. Sono stati i passanti ad allertare subito i Vigili del fuoco intervenuti con una squadra per spegnere le fiamme e mettere in sicurezza il veicolo. Tanto spavento ma nessuna conseguenza per il conducente che ha fatto in tempo a scendere dal mezzo e mettersi al sicuro. Le operazioni dei Vigili del fuoco hanno provocato un qualche rallentamento al traffico.
c.c.
Il tenore Davide Pulia, il soprano Anna Caterina Cornacchini e la pianista Franca Moschini formano l’inedito trio del concerto musicale che si terrà sabato 3 ottobre dalle ore 21 all’Auditorium Bendetto XIII di Unicam a Colle Paradiso. L’ingresso è ad offerta libera ed il relativo incasso verrà devoluto a sostegno dell’Ospedale “Santa Maria della Pietà” di Camerino. L’accesso sarà possibile sino al limite di circa 300 posti nel rispetto consentito dalle vigenti disposizioni sanitarie.

Lo spettacolo è assicurato dalla grande vocalità del tenore che duetterà con la calda voce del soprano e accompagnati dal tocco raffinato del pianoforte dando luogo ad un originale e suggestivo concerto musicale fatto di celebri arie e romanze liriche del repertorio musicale italiano.
Inoltre il tenore Davide Pulia, forte della sua grande versatilità, si esibirà in alcuni assoli nel pop lirico e nel genere leggero italiani nonché in alcune canzoni classiche napoletane accompagnandosi con la chitarra.

Una coppia di ballerini di classe internazionale, il duo abruzzese Pio Taddei e Ilaria Fanini, entrambi campioni italiani che hanno danzato nelle location più suggestive nel mondo del ballo, tra le quali il Blackpoll Grand Theatre e il Royal Albert Hall (Gran Bretagna), farà da cornice coreografica all’evento che si preannuncia veramente prestigioso.

L’iniziativa è realizzata con il contributo de “La Pasta di Camerino” e grazie alla disponibilità dell’Università degli Studi di Camerino e del suo Magnifico Rettore prof. Claudio Pettinari.

c.c.
A Camerino si accendono i motori per festeggiare l'inaugurazione della nuova Accademia della Musica " Franco Corelli" , realizzata dalla Andrea Bocelli Foundation in appena 148 giorni.  Insieme ai rappresentanti della Fondazione, al sindaco di Camerino Sandro Sborgia e a tante autorità, donatori e amici,  per il grande evento è attesa anche una parata di stelle: con il Maestro Andrea Bocelli, Fondatore di ABF saranno infatti sul palco Renato Zero, Marco Masini, Serena Autieri, Giovanni Caccamo, Andrea Griminelli, Anastasiya Petryshak, Luca Tommassini, Andrea Paris, Carlo Bernini e Ilaria Della Bidia.  Alla cerimonia sarà presente il Commissario Straordinario Giovanni Legnini.
accademia ABF
Sarà possibile seguire la cerimonia in diretta, anche sui canali social della Andrea Bocelli Foundation: l’inaugurazione dell’Accademia della Musica di Camerino, giovedì 1°ottobre alle 15.30, sarà impreziosita da tanti nomi eccellenti che, insieme al Maestro Bocelli,saranno sul palco per un battesimo in musica che si preannuncia memorabile.

Le prime note della nuova Accademia,
realizzata in meno di 150 giorni grazie ai fondi e alla supervisione della Andrea Bocelli Foundation, avranno come protagonisti, oltre al tenore toscano, Renato Zero, Marco Masini, Serena Autieri, Giovanni Caccamo, Andrea Griminelli, Anastasiya Petryshak, Luca Tommassini, Andrea Paris, Carlo Bernini e Ilaria Della Bidia.

Sono solo alcuni degli artisti che hanno sostenuto con generosità e affetto il progetto ABF, nel corso della campagna di raccolta fondi 2019 (“Con Te, Ripartiamo”). Giovedì anche loro, insieme virtualmente a tutti coloro che hanno donato, dando il loro piccolo grande contributo, festeggeranno il terzo grande traguardo della Andrea Bocelli Foundation – dopo le scuole di Sarnano e di Muccia – nell’area colpita dal terremoto del 2016.
La struttura camerinese, che restituisce alla comunità della cittadina universitaria una moderna, antisismica, adeguata Casa della musica, porta la firma dello studio Alvisi Kirimoto con Harcome.
Ad accompagnare la cerimonia del taglio del nastro, anche i quaranta giovani talenti che compongono la locale orchestra di fiati. Tra le autorità nazionali e regionali presenti, accanto ai vertici di ABF ed al sindaco di Camerino, Sandro Sborgia, anche il Commissario Straordinario per la ricostruzione, Giovanni Legnini.
Con questo terzo intervento portato a termine da ABF nel cratere del sisma che ha colpito le Marche, l’investimento – per le sole strutture – si attesta a circa sei milioni di euro, una cifra importante considerando anche la ricaduta anche in termini di occupazione (avendo fruito i cantieri per la maggior parte di maestranze locali). L’accademia è intitolata al grande maestro e collega di Bocelli, il marchigiano Franco Corelli. Ampia 700 metri quadrati e dotata di un auditorium, è costata un milione e novecentomila euro.
La cerimonia avrà luogo all’esterno dell’edificio, davanti ad una tribuna il cui accesso sarà limitato – per ottemperare alle norme sanitarie vigenti – a un numero ristretto di persone.

c.c.




·      
Sarà l’accesso all’otto per mille dell’Irpef a dare nuova vita al Castello della Rancia di Tolentino. La giunta comunale ha infatti approvato il progetto per il “Restauro e miglioramento sismico del Castello della Rancia”, presentato dall’architetto Claudio Canullo.

Il Castello, danneggiato dagli eventi sismici del 2016, nonostante gli interventi per il parziale ripristino dell’agibilità già effettuati nell’immediato post sisma, necessita ancora di lavori per dirsi completamente al sicuro dai rischi e per tornare a completa disposizione della città. La giunta ha pensato così al fondo derivante dai redditi relativi agli anni compresi tra il 2016 e il 2025. Il progetto, necessario per accedere ai finanziamenti per la conservazione dei beni culturali danneggiati dal sisma del 2016, riporta un quadro economico complessivo di 1 milione e 350 mila euro.

Le risorse daranno la possibilità, qualora si ricevesse il via libera al progetto anche dagli organi statali di competenza, di rimettere in moto il Castello con i suoi eventi e manifestazioni, linfa vitale della comunità.

GS
I Vigili del fuoco sono intervenuti questa notte, poco dopo le due, in contrada Verdefiore ad Appignano, per l'incendio  di 3 capannoni estesi su circa 2000 metri quadri.
Le strutture custodivano vari automezzi da cantiere e le
 squadre dei vigili del fuoco sul posto hanno spento l’incendio riuscendo a salvare uno dei capannoni e una abitazione vicina che era stata evacuata in via precauzionale .
I Vigili del fuoco di Macerata sono stati aiuati dai colleghi di Tolentino, Civitanova e Ancona.
Fortunatamente non ci sono stati feriti.

GS
Firmato tra il presidente Antonio Pettinari, e il Sindaco di Civitanova Marche Fabrizio Ciarapica, l’accordo di programma per la riqualificazione urbanistica dell’area sede dell’ex Liceo Scientifico di proprietà della Provincia.
L’atto segna la conclusione dell’iter procedurale e comporta la definitiva variante urbanistica che, per quanto riguarda la Provincia, è terminata con l’approvazione del decreto da parte del presidente, mentre per il Comune di Civitanova Marche deve essere ratificato dal Consiglio comunale.

Con tale variante le due amministrazioni hanno convenuto di riqualificare il quartiere di Fontespina, prevedendo dei servizi aggiuntivi quali un supermercato e altri, una nuova viabilità con l’innesto in sicurezza tramite una rotatoria sulla statale Adriatica e una serie di interventi legati alla realizzazione di parcheggi e di verde pubblico.

Sarà così definitivamente risolto il problema costituito dalla mancanza di tali servizi e dalla presenza degli immobili dell’ex Liceo Scientifico che nel tempo si sono degradati ulteriormente, creando preoccupazioni anche per gli stessi residenti, sotto il profilo della sicurezza e della vivibilità della zona.

“La condivisione di questo percorso, avviato con la precedente Amministrazione comunale- afferma Antonio Pettinari -,si configura come un esempio di vera e sostanziale collaborazione tra enti pubblici e a cui volentieri la Provincia ha partecipato per questa che si può definire una vera opera pubblica di riqualificazione e per la quale ha anche rinunciato a una maggiore valutazione dell’area da dismittere. C’è grande soddisfazione per aver raggiunto un obiettivo perseguito da anni e che nel tempo sembrava non raggiungibile, dopo vari tentativi di vendita non andati a buon fine”.

L’assetto urbanistico prevede un’area a destinazione commerciale di 2.500 mq e una di destinazione direzionale di 2.000 mq; mentre è confermata l’esclusione di qualsiasi destinazione residenziale. 

Per l’immobile è stata accolta l’offerta di 1,715 milioni di euro da parte di una società e sono in corso gli atti di stipula del relativo contratto di acquisto, la cui firma è prevista nei prossimi giorni.

“Chiudiamo un iter che va avanti da tantissimi anni - dichiara Fabrizio Ciarapica - e che offre una svolta straordinaria per il quartiere e per la città. Un’opera di riqualificazione urbana modo importante per la zona nord di Civitanova, che va a sanare il problema annoso di Fontespina, dal punto di vista viario e della vivibilità. Oggi è un giorno importante, che arriva dopo anni di lavoro, per la crescita della città”.
c.c.




L''Università di Camerino con le Giornate di Ambientamento e, in concomitanza con l’inizio delle lezioni del nuovo anno accademico, ha accolto oggi le matricole che inizieranno il loro percorso universitario in Unicam, avendo scelto di iscriversi ad uno dei numerosi corsi di laurea attivati dall’Ateneo camerte.
L’appuntamento per le matricole era infatti previsto per oggi nelle sedi di Camerino e San Benedetto del Tronto, mentre mercoledì 14 ottobre sarà la volta della sede di Ascoli Piceno e mercoledì 18 novembre della sede di Matelica.
Le “Giornate di Ambientamento per le matricole”, iniziativa promossa dal servizio Tutorato di Unicam, sono volte a facilitare l’inserimento dei nuovi studenti nella realtà universitaria e fornire loro gli strumenti utili per affrontare senza problemi gli studi universitari.
GAM saluto Rettore
“Siamo davvero felici di poter accogliere di nuovo le matricole e tutti i nostri studenti nelle strutture dell’Ateneo, dove le attività didattiche verranno svolte prevalentemente in presenza, anche se sarà comunque ancora possibile seguire tutte le lezioni a distanza.  – ha affermato con emozione il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari –. Siamo soddisfatti perché vogliamo comunque guardarli negli occhi, chiamarli per nome, non limitarci ad interagire con loro davanti ad uno schermo. Le attività didattiche saranno tenute nel massimo rispetto delle misure di sicurezza, con aule e laboratori, che saranno costantemente sanificati. Le giornate di ambientamento sono un appuntamento importante per orientarsi nella vita universitaria Unicam, come dimostrato dalla grande partecipazione.”

“Le giornate – ha sottolineato la prof.ssa Loredana Cappellacci, Delegata del Rettore per il Tutorato – sono come sempre ricche di appuntamenti, con presentazioni delle attività didattiche e dei servizi agli studenti, rivolte alle centinaia di giovani studenti che, con grande entusiasmo e con la curiosità di chi si accinge ad affrontare una nuova esperienza, hanno deciso di scegliere Unicam per il proprio percorso universitario”.

GAM1
Gli studenti iscritti ai corsi di laurea con sede a Camerino sono stati accolti presso l’Auditorium Benedetto XIII dove hanno ricevuto il saluto di benvenuto in Unicam da parte del Rettore Claudio Pettinari, ed hanno poi potuto avere tutte le informazioni sulle opportunità ed i servizi offerti dall’Ateneo, nonché sulle attività didattiche.

L'accoglienza dei ragazzi partecipanti è continuata nel pomeriggio nelle Scuole di Bioscienze, Giurisprudenza, Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, Scienze e Tecnologie, da dove sono stati presentati nel dettaglio i corsi di laurea Unicam e fornite tutte le informazioni relative alle attività didattiche.

Nella sede di San Benedetto, l’incontro di benvenuto si è tenuto nella sede del Polo didattico. 
c.c.



Ancora fumata nera per il sostegno ad un alunno disabile nella scuola secondaria di primo grado di Pieve Torina.
“Sono due settimane che è iniziato il nuovo anno scolastico ed ancora mio figlio non ha potuto ricevere quel servizio che gli spetta di diritto. Posso capire le difficoltà all’avvio della scuola, difficoltà che si ripetono ogni anno, ma ormai sono passate due settimane e siamo ancora fermi a soluzioni provvisorie”. Sonia, questo il nome della madre dell’alunno, si è rivolta al sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci, che prontamente si è mosso per cercare una soluzione al problema. Al momento il bambino è seguito a scuola da un assistente sociale, e delle 18 ore di insegnamento di sostegno che gli spettano di diritto glie ne sono state assegnate soltanto 6.
“Un peccato – prosegue la madre – perché mio figlio ha una grande voglia di apprendere e privarlo di questa opportunità rappresenta il non riconoscimento dei suoi diritti”.
Sulla questione. il sindaco Gentilucci ha chiesto chiarimenti al dirigente scolastico facente funzione, Maurizio Cavallaro, perché attivasse tutte le procedure per arrivare alla definizione di una soluzione rapida e positiva della vicenda. “Ad oggi registriamo qualche timido passo avanti, ma non sufficiente. Capiamo le difficoltà di Sonia e chiediamo all’ufficio scolastico provinciale e regionale di accelerare per arrivare finalmente alla nomina dell’insegnante di sostegno. Alternativamente, di assegnare le ore mancanti di sostegno all’istituto scolastico perché provveda a reperire eventuali altre professionalità. Pretendiamo una attenzione al caso specifico ma anche all’istituzione scuola in un paese, Pieve Torina, che sta difendendo il diritto ad avere un presidio scolastico certo per rilanciare una opportunità di futuro per le famiglie. Se passiamo sopra al diritto dei singoli perdiamo di vista l’obiettivo più ampio di una scuola per tutti come sancito dalla Costituzione. Per questo domani mattina faremo un sit in davanti all’ingresso della scuola perché le istituzioni scolastiche, ai diversi livelli, siano sollecitate a dare una risposta alle legittime richieste di una madre e di una comunità”.
c.c.
Dopo l’elezione a sindaco del candidato del centrodestra, Sandro Parcaroli, la commissione elettorale centrale ha completato il lavoro di verifica dei voti attribuiti alle liste ed ha assegnato ufficialmente i voti.

In Consiglio comunale siederanno per la Lega Francesco Luciani, Andrea Blarasin, Aldo Alessandrini, Laura Orazi, Laura Laviano, Claudio Carbonari, Paola Pippa, Giordano Ripa e Giovanni Pianesi, per Fratelli d’Italia Paolo Renna, Francesca D’Alessandro, Pierfrancesco Castiglioni e Paolo Virgili, per la lista Sandro Parcaroli sindaco Silvano Iommi, Gianluca Micucci Cecchi, Alessandro Bini, Romina Leombruni, per Forza Italia Riccardo Sacchi e Sandro Montaguti, per l’Udc Marco Caldarelli.

Per quanto riguarda invece il PD Maurizio Del Gobbo, Andrea Perticarari, Ninfa Contigiani e Alessandro Marcolini, per la lista Macerata Insieme David Miliozzi, per Macerata bene comune Stefania Monteverde, per Italia Viva Ulderico Orazi, per il Movimento 5 stelle Andrea Boccia.

Entrano in Consiglio comunale anche tre degli altri candidati a sindaco e sono Narciso Ricotta, Alberto Cicarè e Roberto Cherubini

Intanto il sindaco Sandro Parcaroli, partecipando alla Giornata del ringraziamento, ha espresso tutta la sua gratitudine e quella dell’intera città, agli operatori dell’associazione volontaria onlus Macerata Soccorso per i loro puntuali e preziosi interventi, nel campo della Protezione civile, a favore della popolazione.

Un lavoro e un impegno straordinari, ha ricordato il sindaco, che viene svolto con preparazione e serietà nei casi di emergenza non ultimo quello che tutt’ora stiamo attraversando a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19.

Il sindaco Parcaroli ha donato all’associazione un crest del Comune di Macerata per sottolineare il riconoscimento per il grande lavoro dei volontari che operano per il bene della comunità sempre con forte senso di altruismo e solidarietà.

Il presidente di Macerata Soccorso Adriano Salvucci ha contraccambiato donando a Parcaoli il crest dell’associazione Macerata Soccorso

(Nella foto: il sindaco Sandro Parcaroli e il presidente dell’associazione Macerata Soccorso) 
A Camerino torna la Granfondo Terre dei Varano Offroad. Per il 2020, sarà l’unica gran fondo in mountain bike delle Marche e si disputerà nella giornata del 18 ottobre tra le montagne , le vallate e i boschi del circondario camerte, su un unico percorso di 40 chilometri e 1600 metri di dislivello,

Promossa dal gruppo sportivo Avis Frecce Azzurre di Camerino, la gara avrebbe dovuto svolgersi la scorsa primavera ma l’emergenza sanitaria ha costretto ad un rinvio. Guidata da tanta passione la macchina organizzativa si è subito rimessa in moto per offrire ai partecipanti l'emozione di una seconda edizione che attraverserà un paesaggio meraviglioso.
A cavallo di una mountain bike si affronteranno single track, salite pedalabili e brevi strappi, discese tecniche, tratti molto suggestivi e panoramici. In questa edizione, la parte finale del percorso è stata modificata per ridurre ulteriormente i pochi tratti di asfalto ed aggiungere alla salita di San Francesco che si inerpica fino alla cima del monte Le Tegge, una seconda importante ascesa che regalerà ai bikers nuove emozioni . 

“Il successo della scorsa edizione ci ha fornito l’energia per riproporre anche quest’anno la gara di Mountain Bike. – afferma Luca Marassi del direttivo delle Frecce Azzurre - Stavamo lavorando da mesi per offrire il 22 marzo una gara e un programma ancora più completi e accattivanti. La pandemia ci ha costretti ad annullare tutto. Potevamo scegliere la via più facile e rinviare la gara di un anno, ma la passione per questo sport e per la nostra terra ci hanno ancora una volta guidato.Abbiamo deciso quindi di ripianificare la manifestazione il 18 ottobre e, una volta verificate tutte le procedure necessarie a contenere il rischio contagio e dopo averne discusso con il sindaco e tutta l’amministrazione, la macchina organizzativa si è rimessa in pista. La Terre dei Varano Offroad sarà l’unica Gran Fondo di mountain bike che si svolgerà quest’anno nella nostra regione, ci aspettiamo una grande partecipazione da parte di tutti gli appassionati che in questi mesi non hanno potuto gareggiare. Considerato il vero e proprio boom delle e-bike che c’è stato in questo periodo, abbiamo deciso di organizzare anche una passeggiata cicloturistica aperta ai non agonisti e alle bici a pedalata assistita che avrà luogo lungo lo stesso percorso della gara, ma con partenza ritardata. La manifestazione di quest’anno entra così nell’ampio programma di iniziative del progetto di promozione turistica Camerino Meraviglia; il nostro percorso è stato inserito nei sentieri di Hike&Bike scaricabili dal sito e dalla app e sarà fruibile e segnalato tutti i mesi dell’anno. Insomma – conclude Marassi - noi siamo pronti e motivati per questa strana e particolare edizione della gara. Il motto che avevamo scelto a marzo voleva essere un invito a far crescere la nostra giovane manifestazione e portarla ai livelli dell’oramai famosa Granfondo Terra dei Varano su strada: dopo quanto è successo in questi mesi, non avremmo potuto sceglierne uno migliore: Terre dei Varano Offroad 2020:#ilbellodiesserci...nonostatante tutto”.
c.c.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo