"Connettere è una questione di cuore". Vicini a chi soffre per un'emergenza senza precedenti. Così la Med Store, azienda di Sandro e Stefano Parcaroli, punto di riferimento per il centro Italia in qualità di Apple Premium Reseller, ha donato alcuni iPad ai poli ospedalieri dell'Area Vasta 3 (Macerata, Camerino e Civitanova Marche), grazie al coordinamento con il responsabile dell'Area Vasta 3, Alessandro Maccioni, e altri dispositivi all'ospedale di Pesaro, ad oggi epicentro di una lotta senza sosta contro il Coronavirus. Tablet già pronti all'uso, grazie alla gestione centralizzata a distanza, che consente di mantenere la funzionalità del dispositivo in qualsiasi momento ed un supporto tecnico da remoto da parte dello staff Med Store.
"Una scelta fortemente voluta da parte dell'azienda - sottolinea Stefano Parcaroli - Stiamo vivendo un'emergenza senza precedenti e tutti quanti ci sentiamo coinvolti, non solo nell'osservanza di quelle che sono le restrizioni e le direttive emanate dal governo centrale, ma anche come cittadini che possono contribuire in ogni modo possibile per supportare le difficoltà di chi in questo momento sta lottando in corsia per salvare le vite e di chi lotta contro questo terribile virus.

Abbiamo voluto donare diversi iPad agli ospedali della nostra provincia, come pure all'ospedale di Pesaro - prosegue Stefano Parcaroli - Un supporto che consentirà a medici ed infermieri di mettere in contatto i ricoverati con le loro famiglie, spesso purtroppo per l'ultima volta. Tutta l'azienda Med Store è vicina a chi sta vivendo questo difficile momento, nella speranza che si possa uscire presto da questo incubo".

f.u.
Siamo entrati nella nuova struttura della famiglia Parcaroli. Un'intervista esclusiva al patron della Med Store Sandro Parcaroli e un viaggio virtuale del punto vendita all’avanguardia realizzato con oltre sei milioni di investimenti: 4000 mq di spazi green su quattro livelli, attraversati da 30 km di cavo di rete, un collegamento di fibra ottica dedicati solo alla Med Store.
Progetto realizzato dagli architetti dello studio Harcome di Camerino.
Due alberi che affondano le proprie radici a Piediripa di Macerata. Questo hanno scelto il patron della Med Store, Sandro Parcaroli, insieme al figlio Stefano, per la nuova struttura presentata questa mattina alla stampa e che sarà aperta al pubblico sabato mattina alle 11:00 con l’arcivescovo di Camerino - San Severino Marche Francesco Massara, il vescovo Nazzareno Marconi di Macerata e i sindaci di Camerino, Castelraimondo e Macerata, le tre città importanti per il patron Sandro Parcaroli.
Un punto vendita all’avanguardia realizzato con oltre sei milioni di investimenti: 4000 mq di spazi green su quattro livelli, attraversati da 30 km di cavo di rete, un collegamento di fibra ottica dedicati solo alla Med Store. Una tecnologia portata in tutti i sistemi di allarme e accessi. 
Ad illustrare l’idea di una struttura degna di una metropoli l’architetto Andrea Gianfelici: “Abbiamo voluto raccontare una storia. Una duplicità importante tra tecnologia e territorio. Abbiamo pensato ad una macchina tecnologica che contiene gli alberi all’interno per attaccare l’azienda, e quindi la famiglia Parcaroli, a Macerata. Come il seme che un bambino mette nel terreno, così nel piano interrato partono degli alberi i cui rami espongono pezzi della Apple dal 1982 in poi. Alberi di acciaio che sorreggono una rampa in acciaio che permette di accedere ai piani e ai settori dell’azienda, scollegata dall’interno edificio. Al termine una chioma di vetro. La difficoltà è stata nello star dietro ad una azienda che cresceva velocemente. Era un progetto che “invecchiava” a causa della velocità della Med Store di crescita”.

WhatsApp Image 2020 01 30 at 12.00.23

Grande orgoglio per Sandro Parcaroli che ha raccontato i momenti decisivi della nascita della nuova struttura. Era novembre 2016, poco dopo il sisma che aveva colpito fortemente il centro Italia e lui, da imprenditore lungimirante come è sempre stato, ha avuto la forza di guardare avanti: “Volevamo che l’azienda restasse a Macerata. Purtroppo qui non c’era terra, solo una lottizzazione a Valle Verde con pochi lotti. Parlando con l’imprenditore settempedano Teloni è venuto fuori questo pezzo di terra che sarebbe stato troppo piccolo per tutto il nostro progetto e abbiamo chiesto di acquistare anche uno spazio dove sorgeva una vecchia villa vicino. Ci siamo affidati per il progetto a giovani architetti di Camerino di Harcome che si sono messi in gioco per fare una struttura avveniristica dove, oltre alla modernità della struttura, c’é anche tanta tecnologia come nello spirito della Med Store. Noi siamo un’azienda che continuerà ad investire a Macerata. A fine estate prossima sarà pronta la nuova struttura con un auditorium di 180 posti. Ci sentiamo fortemente nel territorio e questa deve essere una vetrina anche per la città”.

WhatsApp Image 2020 01 30 at 12.06.11

Sandro Parcaroli con il figlio Stefano

Gli fa eco il figlio Stefano che entra nel dettaglio di una azienda green: “Avevamo diversi obiettivi in mente. In primis abbiamo messo l’attenzione all’ambiente, con una struttura che a breve termine sarà autosufficiente energicamente grazie a pannelli solari e da una struttura adeguata. Stiamo cercando di ridurre il consumo di plastica all’interno, abbiamo depuratori dell’acqua e abbiamo dato a tutti i dipendenti delle borracce con una app che permette di trovare tutte le fontane che possono rifornire di acqua e ogni volta che si ricarica la borraccia si accumulano dei punti e si possono vincere dei premi. Un modo per far sì che siano green anche i nostri dipendenti. I nostri parcheggi sono già predisposti di colonnine elettriche ogni due posti auto. Tutta la struttura è stata dotata di un sistema di depurazione dell’area che ci permette di averla più salubre possibile. Ogni singola stanza può essere termoregolarizzata. Nuovi monitor per tutti gli uffici che riducano l’affaticamento della vista e adattabili all’altezza”. Poi la fiducia data alle aziende del territorio che hanno partecipato alla realizzazione del progetto: “Al 99% hanno lavorato a questo progetto aziende marchigiane. Abbiamo trovato aziende molto professionali e abbiamo selezionato quelle che fossero eticamente, moralmente e fiscalmente adeguate”.

WhatsApp Image 2020 01 30 at 11.57.29
l'architetto dell'Harcome mostra la struttura

WhatsApp Image 2020 01 30 at 12.09.19

WhatsApp Image 2020 01 30 at 12.30.43
Sandro Parcaroli con gli architetti dell'Harcome di Camerino sulla terrazza della nuova struttura

Infine i numeri che riguardano il gruppo Med Store e tutte le realtà che hanno sede nel centro Italia: “Sono diversi anni che cresciamo a doppia cifra - ha aggiunto Stefano Parcaroli - , anno su anno. Abbiamo aperto due nuovi negozi nel 2019 a Forlì e Faenza, quindi attualmente abbiamo 19 punti vendita in tutto il Centro Italia. A questo si aggiungono il mondo delle scuole e quello delle aziende. Per quanto riguarda i numeri siamo una azienda che ha chiuso in crescita del 22% rispetto all’anno precedente. Cresciuti anche in occupazione: oltre 200 persone assunte. Solo nel 2019 sono state assunte 35 persone con una età media di 35 anni. Età abbassata dai negozi dove ci sono dipendenti tra i 22 e i 24 anni”. 

Giulia Sancricca

Taglio del nastro, alla presenza tra gli altri del sindaco di Macerata Romano Carancini e dell'ex presidente di Confindustria Nando Ottavi, per “Vere Italie”, la nuova offerta enogastronomica per il turismo del territorio sorta per volontà della famiglia Parcaroli nello storico locale dell'ex club Le Quattro Porte, a Macerata .

Vere Italie non vuole essere solo un ristorante, ma rappresenterà la nostra concenzione di offerta turistica per il territorio – le parole di Stefano Parcaroli. Una nuova esperienza per il visitatore con un'offerta a tutto tondo, ma anche un locale dove acquistare i prodotti tipici del territorio”. Un'esperienza che parte da Macerata con il sogno per la famiglia Parcaroli di guardare anche all’intera regione e all’Italia. L’obiettivo, infatti, è quello nell’arco di 5 anni di aprire ben 30 locali nella penisola, ciascuno volto a valorizzare eccellenze e prodotti tipici del territorio.

brindisi con il vescovo Massara, Sandro Parcaroli, Romano Carancini..

brindisi vere italie

 Lucrezia Benfatto, la chef stellata, Sandro Parcaroli, l'agronoma..Vere Italie 10

Vere Italie 14

la squadra in cucina..

Vere Italie 16

 il locale esterno..

Vere Italie 6

la benedizione..

Vere Italie 22

Vere Italie 3

Sandro Parcaroli e la Chef stellata

Vere Italie 9

Vere Italie 1

Non un semplice ristorante, ma un'esperienza enogastronomica a tutto campo. Sabato 15 dicembre, nello storico locale dell'ex club Le Quattro Porte, a Macerata debutta "Vere Italie", grazie all'iniziativa della famiglia Parcaroli, titolare del Gruppo Med, che allarga i propri obiettivi e orizzonti. 

"Abbiamo allargato i nostri interessi portandoli in un settore che da tempo avevamo nel cuore - così Stefano Parcaroli - Dall'elettronica all'enogastronomia. In realtà Vere Italie non vuole essere solo un ristorante, ma rappresenterà la nostra concenzione di offerta turistica per il territorio. Una nuova esperienza per il visitatore con un'offerta a tutto tondo, dal ristorante alla caffetteria, dall'aperitivo all'American bar rivisto con prodotti made in Italy, ma anche un locale dove acquistare i prodotti tipici del territorio o dove seguire corsi di cucina".

Un'esperienza che parte da Macerata con il sogno per la famiglia Parcaroli di guardare anche all'entroterra. "Camerino e il suo territorio rappresentano le nostre origini - continua Stefano Parcaroli - Quindi perchè non guardare anche all'entroterra maceratese per i futuri sviluppi, considerato che il nostro territorio ne ha bisogno. In realtà già lo stiamo facendo, considerato che tutti i produttori che andranno a popolare i nostri scaffali e a fornirci le materie prime per i nostri piatti sono in gran numero provenienti dal territorio camerinese".

"Vere Italie rappresenta il prodotto di vere eccellenze imprenditoriali capaci di investire sul territorio - le parole del vice sindaco di Macerata Stefania Monteverde - nella consapevolezza che da questo territorio possono ricevere tanto per far volare questi luoghi verso l'Italia e verso il mondo. La vera eccellenza è quella di valorizzare tutta la Marca maceratese, un gioiello da far conoscere".  

 

stefano parcaroli

 

sandro parcaroli

  

 

Impara l’App e mettila da parte: ecco i primi diplomati della Developer Academy di Med Innovations del Gruppo Med Store. Si chiude con la consegna degli attestati di partecipazione a 11 talentuosi giovani selezionati della Lab01, la prima classe di formazione professionale sulle tecnologie informatiche per dispositivi mobili. Nel mercato del lavoro c’è disoccupazione eppure ci sono imprese che faticano a trovare figure chiave. Sono quelle tecniche le più difficili da scovare, allora se domanda e offerta non si incontrano, sono le aziende stesse a creare opportunità di formazione concrete per il mondo del lavoro. Figure pronte per essere inserite attraverso una formazione specifica: è questa la formula scelta dal gruppo Med, dall’idea di Stefano Parcaroli, CEO della Med Innovations, in collaborazione con Manpower, agenzia del lavoro, che ha deciso di offrire gratuitamente a giovani in cerca di occupazione e di competenze informatiche specialistiche, un corso per qualificarsi ulteriormente nell’ambito delle tecnologie mobili.

Manpower, da sempre impegnata a sostenere le aziende nell'individuazione, valorizzazione e sviluppo di talenti, ha reclutato e selezionato per il gruppo Med 11 candidati di età compresa tra i 20 e i 40 anni provenienti da tutta la provincia di Macerata.

Gli aspiranti, prima di essere inseriti nel corso di formazione, si sono cimentati in prove di gruppo, test attitudinali per sondare abilità e focus interview strutturate. Le lezioni si sono sviluppate da novembre 2016 a gennaio 2017 nella sede centrale del gruppo Med a Piediripa per un totale di 200 ore tenute da professionisti Med e del settore. Nove di loro, concluso il corso, hanno subito trovato una collocazione in aziende del territorio: 2 all’interno della Med Innovations, 2 alla Med Computer, 1 alla Med Service, 1 alla Mobisoft di Osimo, 1 alla Microtel di Morrovalle, 1 in un’azienda dell’anconetano, 1 in un’impresa di Civitanova. Un record positivo che conferma il valore del corso e il bisogno di giovani figure professionali in questo ambito.
“Le scuole e le università sono chiamate a dare una formazione a 360 gradi agli studenti, dando loro le basi per affrontare ogni sfida, - dice Stefano Parcaroli CEO di Med Innovations – ma il mercato richiede prodotti e servizi dalle complessità e dai requisiti specifici sempre maggiori che solo dei professionisti altamente specializzati possono realizzare. Con la nostra Developer Academy ci siamo prefissi l’obiettivo di formare programmatori in grado di realizzare in maniera rapida e all’avanguardia applicazioni per dispositivi mobili e applicativi web per legare i sistemi pre-esistenti alle nuove tecnologie.
I ragazzi, se da un lato hanno inesperienza, dall’altro portano freschezza ed apertura mentale oltre che un nuovo approccio al lavoro. Il giusto equilibrio fra risorse giovani e più esperte è un’ottima formula”.

(Stefano Parcaroli del gruppo Med Store)

Stefano Paracoli ceo med innovations

“Siamo partiti con questo progetto perché avevamo bisogno di programmatori interni che non riuscivamo a trovare nella nostra zona. – spiega Vittorio Carloni, project manager della Med Innovations - Da qui l’idea di sviluppare qualcosa di più: creare la prima accademia italiana per giovani talenti dedicata al mondo delle tecnologie mobili con corsi di formazione professionale altamente specializzati in questo settore. Apple ha avviato lo scorso ottobre un progetto simile prima a Napoli poi a Salerno, in collaborazione con l’Università Federico II, per la formazione di sviluppatori su piattaforma. Con altri budget abbiamo voluto fare lo stesso puntando non solo su iOs. I risultati sono stati sorprendenti in quanto 9 di loro, concluso il corso, hanno subito trovato una collocazione in aziende del territorio”.

 

(Grazielle Gattafoni, Vittorio Carloni, Stefano Parcaroli, Romano Carancini)

Graziella Gattafoni Vittorio Carloni Stefano Parcaroli Romano Carancini


“Le buone aziende lavorano investendo, - dice Romano Carancini sindaco di Macerata – mi piace pensare come per un giovane che ha svolto un corso di formazione gratuitamente, aver trovato poco dopo un’occupazione perfettamente in linea con le proprie passioni sia un sogno. Grazie a Med, una grande realtà del territorio che rappresento per continuare ad investire su questo”.
“Il programma Developer Academy ha un forte impatto sociale, – conclude Stefano Parcaroli – i ragazzi escono da questi tre mesi di formazione con competenze che li rendono più forti sul mercato del lavoro. Stiamo ricevendo moltissime telefonate da aziende del territorio, anche nostri competitors, alla ricerca di giovani programmatori. Grazie al programma “Orbital” di Med Innovations (visitabile su http://orbital.cloud/) riusciamo a formare risorse per soddisfare i bisogni reali delle imprese creando un network che ci permette di collaborare in maniera capillare con i nostri partner. Per questo stiamo valutando di proporre quanto prima una seconda classe di formazione”.
“Una realtà dinamica e brillante, - dice Graziella Gattafoni, dirigente istruzione e formazione al lavoro Regione Marche - con progetti da cui prendere esempio. La Med Developer Academy è un metodo che funziona come dimostrano i risultati, un ideale perfettamente concretizzato a cui la Regione vuole puntare per offrire sempre maggiori opportunità ai nostri giovani talenti”.
Una straordinaria occasione per sviluppare non solo App ma soprattutto valori e identità.

 

Conferenza Med Store Manpower 2

 

Claudia Capozucca Manpower

 

Andreina Reccia Riccardo Perticarini

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo