Era il 18 marzo scorso quando Sauro Bruè, medico di Sarnano, aveva reso nota la sua positività al Coronavirus.
Un periodo lungo e difficile per lui e per sua moglie, Carla Palazzo, anche lei contagiata. Un periodo durante il quale è stato sempre il figlio Francesco ad aggiornare, tramite i social, sulle condizioni di salute dei suoi genitori.
Solo questa mattina, con un video per ringraziare quanti sono stati vicini alla famiglia Bruè, Francesco ha annunciato che la situazione si è stabilizzata ed entrambi i genitori, già da tempo, sono negativi al secondo tampone.
A raccontare le difficoltà affrontate nel periodo della malattia è la moglie di Sauro Bruè, che è stata dimessa già da qualche settimana dall'ospedale di Camerino dove era stata ricoverata nella fase acuta.
"Io sono una persona di fede - dice Carla Palazzo - e credo che il Signore ci abbia aiutato molto per superare la malattia. Non ho vissuto questo periodo in maniera drammatica. A livello fisico posso dire che il virus compromette tutto il corpo: non solo i polmoni, ma anche il sistema nervoso, la pelle, l'intestino, il fegato. Tutto il corpo viene debilitato. Anche se sono guarita - spiega - mi stanco ancora molto facilmente. Sono migliorata dalle settimane in cui sono stata dimessa, ma i tempi di ripresa sono lunghi".

WhatsApp Image 2020 05 28 at 11.03.54

Per Sauro Bruè, invece, che nel periodo più grave della malattia era stato ricoverato a Civitanova, bisognerà attendere ancora qualche settimana per il ritorno a casa.
"Mio marito era molto grave - dice la donna - . Aveva la broncopolmonite su entrambi i polmoni. Mio figlio, che parlava con i medici, solo ora mi ha riferito della gravità della situazione. Ha fatto due trasfusioni, è stato molto male. Grazie alle tante persone che hanno pregato è stato un miracolo che ce l'abbia fatta.
Ora si trova al Santo Stefano - dice .- e da una settimana è tornato a muovere gli arti, ma ci vorrà ancora più di un mese per recuperare la forza muscolare che ha perso".

Giulia Sancricca


Nella domenica dell'Ascensione, la prima con la possibilità per i fedeli di partecipare alle celebrazioni sia pure in numero limitato e nel rispetto delle misure di sicurezza sanitaria, continua l'appuntamento sulla pagina facebook de L'Appennino camerte e in diretta radio sulle frequenze di Radio C1inblu con la messa di comunità, per rispondere alle esigenze dei tanti che settimanalmente hanno seguito questa diretta (addirittura quasi 6mila visualizzazioni nella domenica precedente con la messa trasmessa dalla chiesa della frazione di Bavareto nel comune di Serravalle di Chienti).

don marcello squarcia 2

Questa settimana la messa di comunità sarà quella celebrata alle ore 10.30 nella chiesa di San Francesco a Sarnano e presieduta dal parroco don Marcello Squarcia, protagonista anche sulle nostre frequenze con il suo rosario itinerante, la preghiera mariana che in questo mese di maggio contrassegnato dal Covid 19 ha toccato le vette dei sibillini, la terra dei Fioretti, il viaggio attraverso le aziende agricole e produttive del territorio e che si concluderà proprio all'interno del paese di Sarnano.

f.u.

Cattura

IMG 1355
don Marcello Squarcia con Marica e Mauro Tidei

IMG 1357
don Marcello con Giovanni Gentili e i suoi bimbi

DSCN1639


Dopo gli ultimi interventi della minoranza guidata da Giacomo Piergentili, è il sindaco di Sarnano a dire la sua sulle proposte dell'opposizione in merito al turismo e riguardo l'accusa che lo vedrebbe ignorare le proposte dell'altro gruppo.
"Da alcuni giorni - scrive il primo cittadino, Luca Piergentili - la minoranza dice che loro fanno proposte e noi non le prendiamo in considerazione.
La minoranza sembra un po' distratta - esordisce il sindaco - sia perché il 18 maggio scorso ha pubblicato su Facebook un elenco di proposte per il rilancio turistico (l'articolo è disponibile nell'edizione del settimanale L'Appennino Camerte uscito il 21 maggio), dimenticando però di inviarlo in Comune, sia perché non ha controllato che la maggior parte delle proposte sono già in fase di attuazione o progettazione".

Ma il sindaco non si ferma alle risposte, anzi, rilancia e cita uno scambio di messaggi avvenuto con il capogruppo di opposizione: "Ho ricevuto la loro unica offerta di 'collaborazione' il 3 maggio scorso, con un messaggio Whatsapp che ha proposto 'una collaborazione istituzionale vera e propria con l'allargamento della giunta con un nostro rappresentante. Le proposte verranno e si discuteranno'".
Luca Piergentili spiega quindi che "L'allargamento della giunta non è tecnicamente possibile (il numero è stabilito dalla legge), in sintesi la richiesta della minoranza era di avere prima una poltrona in giunta e solo poi avrebbero discusso di idee e progetti. La ia risposta è stata negativa - conclude il sindaco di Sarnano disposto a rendere pubblici i messaggi - perché questa giunta (sulla quale ripongo la massima fiducia) è la legittima espressione di legittime e democratiche elezioni e perché non sono abituato a sottostare a forzature di sorta".

GS
Terzo appuntamento con l'originale Rosario itinerante ideato da don Marcello Squarcia. Questa settimana il rosario è girato nel verde di 2 aziende agricole sarnanesi: Il tesoro dei Sibillini di Tidei Marica e Mauro e l'allevamento bovino di Gentili Giovanni e Francesca.
Sono state donate nella giornata odierna 500 mascherine dall’Avis Comunale di Sarnano a tutti i bambini sarnanesi dai 2 ai 13 anni e ai soci donatori. Non potendo fare la consueta cena annuale e l’assemblea dei soci, fissata per il 29 febbraio, rinviata al 7 marzo e purtroppo annullata a causa dell’emergenza Coronavirus, l’Avis ha pensato a questo piccolo dono.
Grande sensibilità e attenzione da parte dell’associazione proprio verso i bambini che al momento non sono provvisti di mascherine in quanto quelle donate da alcune aziende sono esclusivamente per adulti e, non essendo obbligatorio indossarle al di sotto dei 6 anni, non sono facilmente reperibili in commercio. Il pensiero va anche ai donatori che hanno continuato a donare sangue nonostante l’emergenza in corso. 

avis

WMJT8156

Infine le mascherine saranno consegnate nei prossimi giorni anche ai ragazzi con disabilità dell’Anffas Sibillini Onlus di San Ginesio che sono sempre nel cuore di tutti i sarnanesi e non solo. 
Che dire: un gesto di solidarietà tutto in rosso, visto che le mascherine sono state scelte esclusivamente di tale colore, proprio per ricordare il colore dell’Associazione Volontari Italiani del sangue, che ringrazia anche la Protezione Civile sarnanese per la collaborazione fornita per la distribuzione.

f.u.

(ulteriori foto saranno pubblicate nel prossimo numero dell'Appennino camerte in uscita giovedì 21 maggio)

IMG 1186

maristella matteo

IMG 1183

IMG 1161

97205552 249361206413932 4630954882394750976 n

(ulteriori foto saranno pubblicate nel prossimo numero dell'Appennino camerte in uscita giovedì 21 maggio)


Secondo appuntamento del Rosario itinerante curato da don Marcello Squarcia di Sarnano. In questa puntata si parte dalla Chiesa di San Francesco di Rocca Bruna, dove dal 1227 al 1327 una piccola comunità di frati minori hanno dato la loro impronta, al ridosso del castello di Brunforte. Convento voluto proprio dai signori Brunforte di Sarnano. Passò di lì San Francesco mentre si recava in Ascoli, lasciando ai sarnanesi il disegno dello stemma del comune di Sarnano, l'angelo a 6 ali, arrivando fino alla Grotta di Soffiano, dove un'altra piccola comunità, di Fra Pacifico Fra Umile e il Beato Liberato hanno iniziato il loro cammino verso la santità. Ripercorriamo la strada di questa sorella terra.

Misure importanti quelle annunciate dall’amministrazione comunale di Sarnano per la ripresa dopo l’emergenza Covid: sostegno alle imprese, piano programmatico per il turismo, valorizzazione della montagna. Misura condivise anche dalla minoranza consiliare, che però lamenta ancora una volta un mancato coinvolgimento. “Considerata la nostra proposta inviata al sindaco appena una settimana fa – lamenta il capogruppo di minoranza Giacomino Piergentili – che in sostanza combacia con quanto fatto dalla maggioranza ci saremmo aspettati un maggiore coinvolgimento, come avvenuto in quasi tutti i comuni del circondario. Avevamo anche chiesto un confronto per valutare insieme le iniziative da mettere in campo, visto che rappresentiamo quasi la metà della popolazione, ma non sembra ci sia la volontà di ascoltarci. Probabilmente un’occasione persa”.
Sulle misure annunciate dal sindaco, soprattutto lo stanziamento di 100mila euro per le attività imprenditoriali, Giacomino Piergentili nutre qualche perplessità. “Riguardo tale misura – conclude – non ho ancora letto alcun atto ufficiale. Quindi bisognerà vedere ora come queste misure saranno attuate. Da parte nostra rimaniamo collaborativi per il bene del territorio e dei cittadini”.


f.u.
Più forti del terremoto, del maltempo e del Covid. E' di nuovo in funzione a Sarnano il laboratorio de Il Tesoro dei Sibillini. Il lavoro del caseificio si era interrotto dalla metà dello scorso mese di febbraio quando forti raffiche di vento avevano ribaltato il prefabbricato. Poi l'emergenza sanitaria con le misure per contenere il contagio da Coronavirus che ha rallentato i lavori per ripristinare la struttura. Lavori che sono ripresi. E a costo zero grazie alla disponibilità di un’altra azienda maceratese, la Self Globe, che aveva installato il container e ora lo ha ripristinato.

marica tidei nel laboratorio con la nonna 2

“Questa è una storia di giovani che non si scoraggiano di fronte alla avversità e che possono essere un esempio di imprenditoria agricola – ha commentato il presidente di Coldiretti Macerata Francesco Fucili – Come Coldiretti siamo stati e continueremo a star loro vicini e a fare il possibile per la ripresa economica dei nostri territori che, dopo il terremoto, stanno subendo anche le ripercussioni dovute all’emergenza sanitaria. Oggi più che mai - ha concluso il presidente Fucili - dobbiamo lavorare sulla qualità e sulle unicità rappresentate dal nostro cibo e dalle nostre tradizioni”.
Tradizioni che i giovani titolari Mauro e Marica Tidei continuano a far vivere, più forti anche delle avversità.

f.u.
Maggio è il mese tradizionalmente dedicato alla Madonna e alla preghiera del rosario. Un mese che l'emergenza Covid 19 ha reso ancora più particolare. Così dalla comunità di Sarnano e dal parroco don Marcello Squarcia è nata l'idea del rosario itinerante, un appuntamento settimanale inaugurato dalla recita del rosario nel meraviglioso sfondo delle pendici dei Sibillini.
"Un'idea innovativa - così don Marcello - perchè non vogliamo perdere le nostre radici non solo umane, storiche e culturali, ma anche religiose.

Così preghiamo il rosario in una forma breve, soltanto meditando due misteri, ma itinerante. Come prima tappa abbiamo scelto i Sibillini, i nostri monti: monte Ragnolo, i Piani di Montioli, Pizzo Meta fino ad aprire la visuale sul Monte Vettore. Preghiamo camminando in mezzo alla natura che in questo mese vede esplodere la primavera. La preghiera in questo ambiente, in questa libertà, in questa altezza ci avvicina maggiormente a Dio".
La preghiera del rosario itinerante potrà essere seguita ogni giovedì alle ore 22:00 sulle frequenze di RadioC1...inBlu.

f.u.



don marc

Cattura

don m
Una Sarnano deserta in questo primo maggio particolare.
A ricordare che, se il virus non avesse preso il sopravvento, le strade di Sarnano e Sassotetto oggi sarebbero state gremite è il sindaco Luca Piergentili che ha pubblicato su Facebook il suo giro in auto per le vie della città.
Questo primo week end del mese, infatti, avrebbe segnato l'avvio del fitto calendario della Sarnano-Sassotetto. Una delle tante storiche manifestazioni che dovranno attendere tempi migliori come per molti altri Comuni del Paese.
"Un primo maggio lunare - commenta il primo cittadino - oggi su questa strada avremmo dovuto cominciare ad ospitare le auto da corsa. Sarebbe stata l'ennesima festa di quella che è una manifestazione nota ed amata fin dagli anni '60 e che ci manca particolarmente".
E se tanti sindaci hanno dovuto alzare i toni per far rispettare e regole della quarantena nei propri paesi, Piergenitli elogia invece i sarnanesi dimostrando, nel video pubblicato questa mattina, come i suoi concittadini siano rimasti a casa.
"Ringrazio i sarnanesi che stanno seguendo in maniera restrittiva le regole - ha concluso - e quindi non posso che congratularmi con loro".

GS

Pagina 1 di 11

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo