Aperto il Centro di Comunità, il dono di papa Francesco ad Ussita

Sabato, 25 Luglio 2020 18:30 | Letto 438 volte   Clicca per ascolare il testo Aperto il Centro di Comunità, il dono di papa Francesco ad Ussita Il dono di papa Francesco per Ussita. Con linaugurazione del Centro di Comunità la volontà espressa dal pontefice allarcivescovo Francesco Massara nel corso della sua visita a Camerino il 16 giugno 2019 è divenuta realtà. La struttura è stata intitolata a papa Francesco, che non ha voluto mancare di far pervenire un messaggio agli abitanti di Ussita scritto di proprio pugno e consegnato personalmente allarcivescovo ricevuto in vaticano.In occasione dellapertura del Centro di Comunità di Ussita - si legge nello scritto - vi invio un affettuoso saluto e la mia benedizione. Spero che possa diventare il luogo dellaccoglienza, dellascolto e della solidarietà. E, per favore, non dimenticatevi di pregare per me.(Mons. Massara mostra il messaggio del papa)“La ricostruzione materiale non può prescindere dalla ricostruzione dei cuori delle persone – sottolinea Monsignor Francesco Massara nel ringraziare per il nobile gesto Sua Santità e tutti i benefattori che hanno contribuito alla sua realizzazione - . Credo che l’inaugurazione di questo spazio rappresenti un’occasione di gioia e di rinascita per l’intera popolazione. E’ un atto di generosità che accende una luce su un tessuto sociale profondamente ferito, con l’obiettivo di rinsaldare le relazioni umane e consolidare lo spirito di comunità. Una struttura che diventa strumento per favorire il ritrovarsi delle persone, affinché dall’incontro possano nascere momenti di serenità, di gioia, di preghiera”.Un tassello importante sulla via della ricostruzione, sia pure nella provvisorietà - le parole del Commissario prefettizio Giuseppe Fraticelli - Un segnale di speranza affinchè i cittadini di ussita possano dire che qualcosa si sta muovendo. Realizzata in località Fiuminata, vicino al parco Ruggeri, la struttura è stata resa possibile grazie ai cospicui contributi dell’arcidiocesi di Bologna, attraverso i proventi della ditta FAAC Spa, della Fondazione Saint-Gobain Initiatives ed Evolvere Spa Società Benefit.A seguirne la realizzazione lingegnere Carlo Morosi, che ne evidenzia le caratteristiche. una struttura prefabbricata realizzata in legno in classe A4, la classe maggiore di isolamento termico, nella quale è stata anche prevista una ricarica per auto elettriche. Nella fattispecie servirà a breve per la ricarica del pulmino che il comune intende acquistare per il trasporto degli studenti a Visso. Inoltre il centro è dotato di un impianto fotovoltaico di 6 Kilowatt e limmobile è perfettamente coimbentato e isolato in modo tale che, nei freddi inverni di Ussita, non sarà necessario neppure accendere il riscaldamento. La struttura, che svolgerà la funzione di luogo di incontro, si propone come ‘casa comune’ con lo scopo di cementare all’interno della comunità l’unione e la condivisione, valori indispensabili per lasciarsi alle spalle i segni della distruzione e le difficoltà di una ricostruzione che fa ancora fatica a decollare.“La Responsabilità Sociale è parte integrante della nostra cultura, e la Solidarietà tra i nostri principi più importanti – ha commentato Gaetano Terrasini, CEO del Gruppo in Italia. – L’obiettivo principale di Saint-Gobain è creare spazi abitativi d’eccellenza per migliorare la qualità della vita quotidiana, in termini di sicurezza e di comfort abitativo. Siamo quindi contenti di dare un contributo positivo al benessere delle comunità nelle quali siamo inseriti, sensibilizzando le persone, in particolare le nuove generazioni, e avvicinandole ai valori di Saint-Gobain. Ecco perché abbiamo immediatamente accettato, con immenso piacere, di partecipare alla costruzione del Centro di Comunità Papa Francesco di Ussita. Sono fiero che la Fondazione Saint-Gobain abbia contribuito con noi alla realizzazione di questo progetto di solidarietà.” f.u.
Il dono di papa Francesco per Ussita. Con l'inaugurazione del Centro di Comunità la volontà espressa dal pontefice all'arcivescovo Francesco Massara nel corso della sua visita a Camerino il 16 giugno 2019 è divenuta realtà.

La struttura è stata intitolata a papa Francesco, che non ha voluto mancare di far pervenire un messaggio agli abitanti di Ussita scritto di proprio pugno e consegnato personalmente all'arcivescovo ricevuto in vaticano.
"In occasione dell'apertura del Centro di Comunità di Ussita - si legge nello scritto - vi invio un affettuoso saluto e la mia benedizione. Spero che possa diventare il luogo dell'accoglienza, dell'ascolto e della solidarietà. E, per favore, non dimenticatevi di pregare per me".


lettera papa


(Mons. Massara mostra il messaggio del papa)


messaggio

“La ricostruzione materiale non può prescindere dalla ricostruzione dei cuori delle persone – sottolinea Monsignor Francesco Massara nel ringraziare per il nobile gesto Sua Santità e tutti i benefattori che hanno contribuito alla sua realizzazione - . Credo che l’inaugurazione di questo spazio rappresenti un’occasione di gioia e di rinascita per l’intera popolazione. E’ un atto di generosità che accende una luce su un tessuto sociale profondamente ferito, con l’obiettivo di rinsaldare le relazioni umane e consolidare lo spirito di comunità. Una struttura che diventa strumento per favorire il ritrovarsi delle persone, affinché dall’incontro possano nascere momenti di serenità, di gioia, di preghiera”.

"Un tassello importante sulla via della ricostruzione, sia pure nella provvisorietà - le parole del Commissario prefettizio Giuseppe Fraticelli - Un segnale di speranza affinchè i cittadini di ussita possano dire che qualcosa si sta muovendo".

ussita vescovo commissario


Realizzata in località Fiuminata, vicino al parco Ruggeri, la struttura è stata resa possibile grazie ai cospicui contributi dell’arcidiocesi di Bologna, attraverso i proventi della ditta FAAC Spa, della Fondazione Saint-Gobain Initiatives ed Evolvere Spa Società Benefit.

A seguirne la realizzazione l'ingegnere Carlo Morosi, che ne evidenzia le caratteristiche. "una struttura prefabbricata realizzata in legno in classe A4, la classe maggiore di isolamento termico, nella quale è stata anche prevista una ricarica per auto elettriche. Nella fattispecie servirà a breve per la ricarica del pulmino che il comune intende acquistare per il trasporto degli studenti a Visso. Inoltre il centro è dotato di un impianto fotovoltaico di 6 Kilowatt e l'immobile è perfettamente coimbentato e isolato in modo tale che, nei freddi inverni di Ussita, non sarà necessario neppure accendere il riscaldamento".

vescovo morosi

La struttura, che svolgerà la funzione di luogo di incontro, si propone come ‘casa comune’ con lo scopo di cementare all’interno della comunità l’unione e la condivisione, valori indispensabili per lasciarsi alle spalle i segni della distruzione e le difficoltà di una ricostruzione che fa ancora fatica a decollare.

“La Responsabilità Sociale è parte integrante della nostra cultura, e la Solidarietà tra i nostri principi più importanti – ha commentato Gaetano Terrasini, CEO del Gruppo in Italia. – L’obiettivo principale di Saint-Gobain è creare spazi abitativi d’eccellenza per migliorare la qualità della vita quotidiana, in termini di sicurezza e di comfort abitativo. Siamo quindi contenti di dare un contributo positivo al benessere delle comunità nelle quali siamo inseriti, sensibilizzando le persone, in particolare le nuove generazioni, e avvicinandole ai valori di Saint-Gobain. Ecco perché abbiamo immediatamente accettato, con immenso piacere, di partecipare alla costruzione del Centro di Comunità Papa Francesco di Ussita. Sono fiero che la Fondazione Saint-Gobain abbia contribuito con noi alla realizzazione di questo progetto di solidarietà.”

f.u.

centro ussita

Letto 438 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo