Carlo Di Falco è direttore medico del presidio ospedaliero unico. Attesa per la direzione sanitaria

Mercoledì, 07 Ottobre 2020 10:41 | Letto 581 volte   Clicca per ascolare il testo Carlo Di Falco è direttore medico del presidio ospedaliero unico. Attesa per la direzione sanitaria In attesa della prima riunione della Giunta regionale che sarà successivamente chiamata a nominare il nuovo direttore dellArea Vasta 3, lattuale facente funzione Nadia Storti ha nominato il nuovo direttore medico del presidio ospedaliero unico.Questo, infatti, il ruolo affidato al 65enne molisano Carlo Di Falco, ben diverso da quello di direttore sanitario ricoperto da Alessandro Maccioni fino alle dimissioni rassegnate a fine luglio scorso.Lesperienza di Di Falco alla direzione di due cliniche private, unita alla sua carriera di medico e docente universitario, servirà a coordinare le attività dei diversi presidi ospedalieri dellArea Vasta 3, da Camerino a Civitanova.Nessuna scelta, invece, da parte della Regione Marche, sulla nomina del nuovo direttore sanitario che non spetta a Nadia Storti, bensì alla Giunta regionale.Ma è stato proprio il presidente Francesco Acquaroli ad anticipare che la presentazione del nuovo esecutivo avverrà prima del 19 ottobre, precisando che dipenderà da una serie di lavori e scadenze che portano via dal dialogo, confermando che se non ci saranno problemi a inizio settimana prossima si arriverà a una determinazione.Prima di quella data, dunque, del nome del direttore sanitario neanche lombra, così come non si saprà prima della riunione di Giunta che dovrà decidere la nomina.Una attesa, quella intercorsa dalle dimissioni di Alessandro Maccioni alla nuova nomina, dovuta anche al cambio del governo regionale. Era stato proprio lormai ex assessore Angelo Sciapichetti ad evidenziare come, a pochi giorni dal voto, sarebbe stato meglio attendere il nuovo esecutivo per nominare la direzione sanitaria.GS
In attesa della prima riunione della Giunta regionale che sarà successivamente chiamata a nominare il nuovo direttore dell'Area Vasta 3, l'attuale facente funzione Nadia Storti ha nominato il nuovo direttore medico del presidio ospedaliero unico.
Questo, infatti, il ruolo affidato al 65enne molisano Carlo Di Falco, ben diverso da quello di direttore sanitario ricoperto da Alessandro Maccioni fino alle dimissioni rassegnate a fine luglio scorso.

L'esperienza di Di Falco alla direzione di due cliniche private, unita alla sua carriera di medico e docente universitario, servirà a coordinare le attività dei diversi presidi ospedalieri dell'Area Vasta 3, da Camerino a Civitanova.
Nessuna scelta, invece, da parte della Regione Marche, sulla nomina del nuovo direttore sanitario che non spetta a Nadia Storti, bensì alla Giunta regionale.
Ma è stato proprio il presidente Francesco Acquaroli ad anticipare che la presentazione del nuovo esecutivo avverrà prima del 19 ottobre, precisando che dipenderà da una serie di lavori e scadenze che portano via dal dialogo, confermando che "se non ci saranno problemi a inizio settimana prossima si arriverà a una determinazione".

Prima di quella data, dunque, del nome del direttore sanitario neanche l'ombra, così come non si saprà prima della riunione di Giunta che dovrà decidere la nomina.

Una attesa, quella intercorsa dalle dimissioni di Alessandro Maccioni alla nuova nomina, dovuta anche al cambio del governo regionale. Era stato proprio l'ormai ex assessore Angelo Sciapichetti ad evidenziare come, a pochi giorni dal voto, sarebbe stato meglio attendere il nuovo esecutivo per nominare la direzione sanitaria.

GS

Letto 581 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo