Unicam, a Colle Paradiso inaugurati mensa e uffici rinnovati

Mercoledì, 15 Settembre 2021 14:57 | Letto 1418 volte   Clicca per ascolare il testo Unicam, a Colle Paradiso inaugurati mensa e uffici rinnovati Taglio del nastro questa mattina a Camerino per la ristrutturazione del fabbricato Corpo D del complesso universitario Colle Paradiso che ospita la mensa oltre che il bar e gli uffici dell’Erdis Marche, Presidio di Camerino. Giornata bellissima per tutti, Così il direttore generale dell Erdis avv. Angelo Brincivalli-  Finalmente viene restituito alla città un edificio importante che serve per garantire agli studenti quello che è il loro diritto di cittadinanza: poter beneficiare di servizi, di una mensa e di alloggi adeguati a ciò che si aspettano e che, nel momento in cui per il loro percorso di studi vivono fuori casa, possano sentirsi come a casa propria e vivere il luogo al massimo della loro esperienza educativa e formativa. Erdis - ha aggiunto- è ente strumentale di supporto della Regione Marche ma anche dellateneo camerte che, negli anni del post sisma, ha posto in essere una serie di azioni incredibili per poter mantenere radicato in questa città lo spirito e la volontà degli studenti di continuarvi a studiare. Si aggiunge dunque anche questo ulteriore segnale di ripartenza e rinascita al lungo elenco di azioni intraprese sin dallimmediato post sisma nella città universitaria, per testimoniare laffetto e linscindibile legame, che accoglie e cinge in un abbraccio lintera comunità universitaria. Oltre al direttore generale Brincivalli che ha fatto da moderatore nel successivo momento illustrativo, sono intervenuti allinaugurazione la presidente di Erdis Marche Maura Magrini, lassessore regionale Stefano Aguzzi, il rettore di Unicam Claudio Pettinari, il sindaco di Camerino Sandro Sborgia, il rappresentante degli studenti Unicam Yari Ferroni, lingegnere Michele Pompili DO Erdis. Numerose le autorità istituzionali,civili, militari e religiose che hanno presenziato alla cerimonia insieme ai prorettori di Unicam, al personale dellErdis presidio di Camerino, ai dirigenti e alle maestranze delle ditte che hanno in concreto operato al raggiungimento del risultato. Tra i presenti, lonorevole Patrizia Terzoni e sempre in rappresentanza della Regione Marche il presidente della I Commissione consiliare permanente Renzo Marinelli.  In seguito al sisma del 2016 parte del fabbricato ha riportato danni e inagibilità. Specie per larea più colpita degli uffici amministrativi Erdis ha dovuto quindi optare per una nuova sistemazione, facendone rimanere alcuni all’interno del fabbricato, dislocati in spazi appositamente liberati; altri in aree diverse ma sempre all’interno del complesso universitario di Colle Paradiso. I lavori, che hanno previsto l’adeguamento sismico del fabbricato ed il miglioramento energetico, hanno avuto un costo di oltre 4 milioni e 200mila euro. L’opera è stata in buona parte finanziata con fondi POR FESR 2014-2020, messi a disposizione dalla Regione Marche.L’intervento era iniziato a dicembre del 2019 e,rispetto alla data prevista del dicembre 2021, è stato concluso con qualche mese di anticipo. Nel corso delincontro illustrativo dei lavori realizzati, nel sottolineare la consapevolezza del forte rapporto che lateneo di Camerino è capace di instaurare con i suoi studenti, il direttore generale di Erdis  Brincivalli ha dichiarato che lente è disponibile ad essere di supporto per far sì che questo solido rapporto prosegua anche nel futuro. Un supporto che significa sostegno a quella che è la principale attività educativae formativa delluniversità. Siamo davvero entusiasti di questa giornata che vede la restituzione di un luogo che vede transitare studenti di tutte le nazionalità. E questa è una caratteristica meravigliosa della città di Camerino che vede rappresentato il mondo. E il mondo, basta vedere cosa scrivono gli studenti sui social, si ricorda di Camerino. Nei suoi ringraziamenti rivolti alle autorità presenti, Brincivalli ha voluto includere le persone dei dipendenti pubblici che hanno tanto lavorato per il raggiungimento di un obiettivo, citando in particolare loperato di Roberto Pettinari e Francesca Pennacchioli e, per la parte della ristorazione, quello di Rita Cesari. Tenacia e caparbietà delle persone camerti il valore in risalto nelle sue parole.Che questa giornata resti nella memoria  come un momento nel quale la caparbietà marchigiana di lavorare e quella camerte in particolare, hanno realizzato qualcosa di utile per leducazione dei ragazzi e per far sì che i giovani possano trovarsi bene in questa meravigliosa città. Col suo saluto, la presidente di Erdis Marche Maura Magrini si è augurata che il nuovo capitolo che ha coinvolto tutti da chi è stato dietro le quinte a chi sul palcoscenico, possa essere di buon auspicio per tutta la macchina della ricostruzione dei luoghi duramente colpiti dal sisma e dauspicio anche per un ritorno alla normalità, che non è sempre scontata specie ad oggi,  Il pensiero più forte il rettore Claudio Pettinari lo ha rivolto agli studenti e ha voluto ripercorrere i vari passaggi dei 5 anni trascorsi; dalla paura iniziale di perdere tutto del primo giorno fino allinvestimento di ogni risorsa materiale e organizzativa, pur di offrire didattica, strutture residenziali, servizi, pur di restare accoglienti come sempre è stato. La struttura che oggi viene restituita - ha detto il rettore Pettinari- ha dato tanto, non solo ad Unicam, ma alla Regione Marche. Una struttura quella di Colle Paradiso che ha sempre accolto tutti, dagli studenti ai docenti, ai ricercatori di tutto il mondo. Ci è stata donata da Enrico Mattei che guardava alla formazione come elenento fondamentale di crescita  del paese. A seguito di una laurea honoris causa che luniversità di Camerino gli aveva concesso Enrico Mattei ha deciso  di sostenere la costruzione di questa struttura. Nellevidenziare delle difficoltà che si sono dovute fronteggiare, sempre a testa alta, nonostante i 33 mila metri quadri che Unicam debba ancora recuperare, il rettore ha sottolineato la capacità dellateneo di conservare ed elevare la sua competitività, portando in alto in tutto il mondo il nome della regione Marche:Ci siamo abbassati come i giunti, abbiamo fatto passare la piena e ci siamo subito rialzati. Il rappresentante degli studenti Unicam Yari Ferroni ha espresso soddisfazione e definito di straordinaria importanza lintervento di ristrutturazione del corpo D di Colle Paradiso che restituisce  alla comunità studentesca di Unicam una struttura fondamentale. Un ulteriore passo per attribuire di nuovo centralità alle strutture frequentate dagli studenti e che, si aggiunge agli impegni di cui Erdis si è fatto promotore e cioè di garantire lassegnazione della Borsa di studio al 100 per cento degli studenti idonei indicati nelle graduatorie definitive approvate dallEnte regionale diritto allo studio per lanno accademico 2021-2022 , nonchè lobiettivo dichiarato di ampliare il numero dei potenziali destinatari di borse di studio. La pandemia ha incrementato le disuguaglianze e questa misura contribuisce a dare risposta alle esigenze reali degli studenti. Gioia e soddisfazione nei sentimenti espressi dal sindaco Sandro Sborgia evidenziando che Il taglio del nastro e linaugurazione di una struttura per noi assumono unimportanza diversa, molto più profonda di quella che può essere la normale realizzazione materiale di una costruzione  in una realtà non segnata dagli eventi del sisma. Sono tuttavia doppiamente orgoglioso perchè questa struttura continua a rappresentare e perpetrare quella che è la vocazione di Camerino: una vocazione educativa e formativa per le nuove generazioni e la capacità di creare e consolidare rapporti umani che restano solidi nel tempo. Grato alla Regione e allErdis, il primo cittadino ha richiamato allimportanza di investire in queste zone. Penso che concentrare ogni sforzo nelle realtà che più di tutte hanno sofferto, sia fondamentale e anche strategico per lo stesso sviluppo della nostra regione. Quando si concentrano gli sforzi per luniversità, quando lo si fa per la sanità e per i servizi pubblici necessari in queste aree, io credo che si renda un servizio alla collettività in generale, non alle sole persone che abitano il territorio, ma allintero Paese. Queste sono aree che necessitano di interventi pesanti e di una strategia di sviluppo sostenibile ed è per questo che lattenzione verso questi luoghi deve essere massima. È anche quello un possibile modo per rimettere in moto un circuito economico di cui questa regione e questo Paese hanno estremamente bisogno. Il dettaglio progettuale di tutta lopera,  è stato quindi illustrato dallingegnere Michele Pompili, motore dela realizzazione di tutti i lavori eseguiti per restituire la mensa e gli uffici ammnistrativi e che sarà anche il Rup dei lavori che presto interesseranno il Mattei 1 sempre a Colle Paradiso per 11 milioni di euro e finanziati per 5 mln e mezzo di euro dalla Regione Marche con fondi della Legge 338.  Molto sentito il plauso che lingegnere ha voluto indirizzare alla società KS costruzioni che si è occupata di tutti i complessi lavori di miglioramento sismico ed efficientamento energetico della struttura Corpo D, dimostrando grande professionalità competenza e serietà. Un cantiere avviato a gennaio 2020  quando a soli due mesi di distanza il Covid ha cambiato il mondo. Ebbene nonostante la data di conclusione lavori fosse quella di fine dicembre 2021, noi inauguriamo una struttura il 15 settembre. Ks costruzioni ha dunque dimostrato di essere una società seria. Tante le figure a vari livelli che lingegnere Pompili ha voluto ringraziare di persona, sintetizzate infine nellefficienza e nellentusiasmo di uno staff al completo che ha permesso di pervenire al taglio del nastro. Le conclusioni sono state lasciate allassessore regionale Stefano Aguzzi intervenuto in rappresentanza della regione Marche, ente che ha consentita tutta loperazione. Nel farsi portavoce dei saluti del presidente Acquaroli e dell assessore alla pubblica istruzione e università Giorgia Latini, complimentandosi con chi ha lavorato  con concretezza e merito per il raggiungimento del risultato e con chi ha portato avanti tutto il percorso, Aguzzi  ha sottolineato che tutte le parole che si potrebbero dire in uninaugurazione a Camerino in particolare vanno dette con unaggiunta: Qui noi siamo in un territorio che è stato fortemente toccato da un sisma e da una situazione terribile, che vale purtroppo a contraddistinguere la città da tante altre realtà. Tutto quello che dunque avremmo detto, sostenuto e portato avanti in una qualsiasi altra inaugurazione, qui va innalzato al quadrato e va fatto ancora di più col cuore. Qui- ha rimarcato Aguzzi- va fatto ancor più con grande orgoglio. E se cè una cosa che questa mattina io sono riuscito a cogliere non conoscendo questo territorio, nè chi vi opera direttamente, io posso dire che qui, con mia enorme soddisfazione, io colgo lorgoglio di chi qui vive, opera, ha portato  avanti questa operazione. Lo vedo in tutti voi che finora non conoscevo. Sono molto contento di vedere unopera così bella e dele percorso che è stato portato avanti - ha concluso- Sono molto soddisfatto di vedere che qui in questi territori cè una voglia incredibile di guardare avanti, con determinazione e forza e nonostante le grandi difficoltà  Una voglia di guardare avanti con forza e determinazione che dovremmo avere tutti in quanto tutti stiamo uscendo da una situazione grave e generalizzata determinata dalla crisi pandemica che rischiava di metterci in ginocchio sotto tanti puni di vista. Di fronte a questa capacità di reagire che abbiamo notato qui, nonostante il sisma, nonostante il sopraggiungere della pandemia , come potremmo  oggi noi non essere orgogliosi per quello che qui è stato fatto . Come potrei non essere felice io e soddisfatto nel ringraziarvi di cuore per tutti i vostri meriti in questo percorso che ci motiva tutti  con più forza ad andare avanti. Dopo la proiezione di un filmato che ha tracciato  le varie tappe di tutta loperazione, ci si è spostati nella sala mensa per lo scoprimento di una colonna che mostra i lavori di rinforzo eseguiti sulla struttura, al quale ha fatto seguito la benedizione dei locali da parte del parroco don Marco Gentilucci. Oltre ai lavori di sistemazione, lErdis ha investito una somma ulteriore di 400 mila euro per il completo rinnovo delle attrezzature delle cucine e per limplementazione delle macchine che effettuano i ricambi daria allinterno dei locali mensa. c.c.   
Taglio del nastro questa mattina a Camerino per la ristrutturazione del fabbricato "Corpo D" del complesso universitario Colle Paradiso che ospita la mensa oltre che il bar e gli uffici dell’Erdis Marche, Presidio di Camerino.
"Giornata bellissima per tutti", Così il direttore generale dell Erdis avv. Angelo Brincivalli-  "Finalmente viene restituito alla città un edificio importante che serve per garantire agli studenti quello che è il loro diritto di cittadinanza: poter beneficiare di servizi, di una mensa e di alloggi adeguati a ciò che si aspettano e che, nel momento in cui per il loro percorso di studi vivono fuori casa, possano sentirsi come a casa propria e vivere il luogo al massimo della loro esperienza educativa e formativa. Erdis - ha aggiunto- è ente strumentale di supporto della Regione Marche ma anche dell'ateneo camerte che, negli anni del post sisma, ha posto in essere una serie di azioni incredibili per poter mantenere radicato in questa città lo spirito e la volontà degli studenti di continuarvi a studiare".
IMG 20210915 114037
Si aggiunge dunque anche questo ulteriore segnale di ripartenza e rinascita al lungo elenco di azioni intraprese sin dall'immediato post sisma nella città universitaria, per testimoniare l'affetto e l'inscindibile legame, che accoglie e cinge in un abbraccio l'intera comunità universitaria. Oltre al direttore generale Brincivalli che ha fatto da moderatore nel successivo momento illustrativo, sono intervenuti all'inaugurazione la presidente di Erdis Marche Maura Magrini, l'assessore regionale Stefano Aguzzi, il rettore di Unicam Claudio Pettinari, il sindaco di Camerino Sandro Sborgia, il rappresentante degli studenti Unicam Yari Ferroni, l'ingegnere Michele Pompili DO Erdis.
Numerose le autorità istituzionali,civili, militari e religiose che hanno presenziato alla cerimonia insieme ai prorettori di Unicam, al personale dell'Erdis presidio di Camerino, ai dirigenti e alle maestranze delle ditte che hanno in concreto operato al raggiungimento del risultato. Tra i presenti, l'onorevole Patrizia Terzoni e sempre in rappresentanza della Regione Marche il presidente della I Commissione consiliare permanente Renzo Marinelli
IMG 20210915 111304
In seguito al sisma del 2016 parte del fabbricato ha riportato danni e inagibilità. Specie per l'area più colpita degli uffici amministrativi Erdis ha dovuto quindi optare per una nuova sistemazione, facendone rimanere alcuni all’interno del fabbricato, dislocati in spazi appositamente liberati; altri in aree diverse ma sempre all’interno del complesso universitario di Colle Paradiso. I lavori, che hanno previsto l’adeguamento sismico del fabbricato ed il miglioramento energetico, hanno avuto un costo di oltre 4 milioni e 200mila euro. L’opera è stata in buona parte finanziata con fondi POR FESR 2014-2020, messi a disposizione dalla Regione Marche.
L’intervento era iniziato a dicembre del 2019 e,rispetto alla data prevista del dicembre 2021, è stato concluso con qualche mese di anticipo. Nel corso del'incontro illustrativo dei lavori realizzati, nel sottolineare la consapevolezza del forte rapporto che l'ateneo di Camerino è capace di instaurare con i suoi studenti, il direttore generale di Erdis  Brincivalli ha dichiarato che l'ente è disponibile ad essere di supporto per far sì che questo solido rapporto prosegua anche nel futuro.
"Un supporto che significa sostegno a quella che è la principale attività educativae formativa dell'università. Siamo davvero entusiasti di questa giornata che vede la restituzione di un luogo che vede transitare studenti di tutte le nazionalità. E questa è una caratteristica meravigliosa della città di Camerino che vede rappresentato il mondo. E il mondo, basta vedere cosa scrivono gli studenti sui social, si ricorda di Camerino". Nei suoi ringraziamenti rivolti alle autorità presenti, Brincivalli ha voluto includere le persone dei dipendenti pubblici che hanno tanto lavorato per il raggiungimento di un obiettivo, citando in particolare l'operato di Roberto Pettinari e Francesca Pennacchioli e, per la parte della ristorazione, quello di Rita Cesari. Tenacia e caparbietà delle persone camerti il valore in risalto nelle sue parole.
"Che questa giornata resti nella memoria  come un momento nel quale la caparbietà marchigiana di lavorare e quella camerte in particolare, hanno realizzato qualcosa di utile per l'educazione dei ragazzi e per far sì che i giovani possano trovarsi bene in questa meravigliosa città".
IMG 20210915 130550
Col suo saluto, la presidente di Erdis Marche Maura Magrini si è augurata che il nuovo capitolo che ha coinvolto tutti "da chi è stato dietro le quinte a chi sul palcoscenico", possa essere di buon auspicio per tutta la macchina della ricostruzione dei luoghi duramente colpiti dal sisma e "d'auspicio anche per un ritorno alla normalità, che non è sempre scontata specie ad oggi", 
Il pensiero più forte il rettore Claudio Pettinari lo ha rivolto agli studenti e ha voluto ripercorrere i vari passaggi dei 5 anni trascorsi; dalla paura iniziale di perdere tutto del primo giorno fino all'investimento di ogni risorsa materiale e organizzativa, pur di offrire didattica, strutture residenziali, servizi, pur di restare accoglienti come sempre è stato.
"La struttura che oggi viene restituita - ha detto il rettore Pettinari- ha dato tanto, non solo ad Unicam, ma alla Regione Marche. Una struttura quella di Colle Paradiso che ha sempre accolto tutti, dagli studenti ai docenti, ai ricercatori di tutto il mondo. Ci è stata donata da Enrico Mattei che guardava alla formazione come elenento fondamentale di crescita  del paese. A seguito di una laurea honoris causa che l'università di Camerino gli aveva concesso Enrico Mattei ha deciso  di sostenere la costruzione di questa struttura". Nell'evidenziare delle difficoltà che si sono dovute fronteggiare, sempre a testa alta, nonostante i 33 mila metri quadri che Unicam debba ancora recuperare, il rettore ha sottolineato la capacità dell'ateneo di conservare ed elevare la sua competitività, portando in alto in tutto il mondo il nome della regione Marche:"Ci siamo abbassati come i giunti, abbiamo fatto passare la piena e ci siamo subito rialzati".
Il rappresentante degli studenti Unicam Yari Ferroni ha espresso soddisfazione e definito di straordinaria importanza l'intervento di ristrutturazione del corpo D di Colle Paradiso che "restituisce  alla comunità studentesca di Unicam una struttura fondamentale. Un ulteriore passo per attribuire di nuovo centralità alle strutture frequentate dagli studenti e che, si aggiunge agli impegni di cui Erdis si è fatto promotore e cioè di garantire l'assegnazione della Borsa di studio al 100 per cento degli studenti idonei indicati nelle graduatorie definitive approvate dall'Ente regionale diritto allo studio per l'anno accademico 2021-2022 , nonchè l'obiettivo dichiarato di ampliare il numero dei potenziali destinatari di borse di studio. La pandemia ha incrementato le disuguaglianze e questa misura contribuisce a dare risposta alle esigenze reali degli studenti".
Gioia e soddisfazione nei sentimenti espressi dal sindaco Sandro Sborgia evidenziando che " Il taglio del nastro e l'inaugurazione di una struttura per noi assumono un'importanza diversa, molto più profonda di quella che può essere la normale realizzazione materiale di una costruzione  in una realtà non segnata dagli eventi del sisma. Sono tuttavia doppiamente orgoglioso perchè questa struttura continua a rappresentare e perpetrare quella che è la vocazione di Camerino: una vocazione educativa e formativa per le nuove generazioni e la capacità di creare e consolidare rapporti umani che restano solidi nel tempo". Grato alla Regione e all'Erdis, il primo cittadino ha richiamato all'importanza di "investire in queste zone. Penso che concentrare ogni sforzo nelle realtà che più di tutte hanno sofferto, sia fondamentale e anche strategico per lo stesso sviluppo della nostra regione. Quando si concentrano gli sforzi per l'università, quando lo si fa per la sanità e per i servizi pubblici necessari in queste aree, io credo che si renda un servizio alla collettività in generale, non alle sole persone che abitano il territorio, ma all'intero Paese. Queste sono aree che necessitano di interventi pesanti e di una strategia di sviluppo sostenibile ed è per questo che l'attenzione verso questi luoghi deve essere massima. È anche quello un possibile modo per rimettere in moto un circuito economico di cui questa regione e questo Paese hanno estremamente bisogno". 

Il dettaglio progettuale di tutta l'opera,  è stato quindi illustrato dall'ingegnere Michele Pompili, motore dela realizzazione di tutti i lavori eseguiti per restituire la mensa e gli uffici ammnistrativi e che sarà anche il Rup dei lavori che presto interesseranno il Mattei 1 sempre a Colle Paradiso per 11 milioni di euro e finanziati per 5 mln e mezzo di euro dalla Regione Marche con fondi della Legge 338.  Molto sentito il plauso che l'ingegnere ha voluto indirizzare alla società KS costruzioni che si è occupata di tutti i complessi lavori di miglioramento sismico ed efficientamento energetico della struttura Corpo D, dimostrando grande professionalità competenza e serietà. "Un cantiere avviato a gennaio 2020  quando a soli due mesi di distanza il Covid ha cambiato il mondo. Ebbene nonostante la data di conclusione lavori fosse quella di fine dicembre 2021, noi inauguriamo una struttura il 15 settembre. Ks costruzioni ha dunque dimostrato di essere una società seria".
Tante le figure a vari livelli che l'ingegnere Pompili ha voluto ringraziare di persona, sintetizzate infine nell'efficienza e nell'entusiasmo di uno staff al completo che ha permesso di pervenire al taglio del nastro. Le conclusioni sono state lasciate all'assessore regionale Stefano Aguzzi intervenuto in rappresentanza della regione Marche, ente che ha consentita tutta l'operazione. Nel farsi portavoce dei saluti del presidente Acquaroli e dell' assessore alla pubblica istruzione e università Giorgia Latini, complimentandosi con chi ha lavorato  con concretezza e merito per il raggiungimento del risultato e con chi ha portato avanti tutto il percorso, Aguzzi  ha sottolineato che tutte le parole che si potrebbero dire in un'inaugurazione a Camerino in particolare vanno dette con un'aggiunta: " Qui noi siamo in un territorio che è stato fortemente toccato da un sisma e da una situazione terribile, che vale purtroppo a contraddistinguere la città da tante altre realtà. Tutto quello che dunque avremmo detto, sostenuto e portato avanti in una qualsiasi altra inaugurazione, qui va innalzato al quadrato e va fatto ancora di più col cuore. Qui- ha rimarcato Aguzzi- va fatto ancor più con grande orgoglio. E se c'è una cosa che questa mattina io sono riuscito a cogliere non conoscendo questo territorio, nè chi vi opera direttamente, io posso dire che qui, con mia enorme soddisfazione, io colgo l'orgoglio di chi qui vive, opera, ha portato  avanti questa operazione. Lo vedo in tutti voi che finora non conoscevo. Sono molto contento di vedere un'opera così bella e dele percorso che è stato portato avanti - ha concluso- Sono molto soddisfatto di vedere che qui in questi territori c'è una voglia incredibile di guardare avanti, con determinazione e forza e nonostante le grandi difficoltà  Una voglia di guardare avanti con forza e determinazione che dovremmo avere tutti in quanto tutti stiamo uscendo da una situazione grave e generalizzata determinata dalla crisi pandemica che rischiava di metterci in ginocchio sotto tanti puni di vista. Di fronte a questa capacità di reagire che abbiamo notato qui, nonostante il sisma, nonostante il sopraggiungere della pandemia , come potremmo  oggi noi non essere orgogliosi per quello che qui è stato fatto . Come potrei non essere felice io e soddisfatto nel ringraziarvi di cuore per tutti i vostri meriti in questo percorso che ci motiva tutti  con più forza ad andare avanti".
Dopo la proiezione di un filmato che ha tracciato  le varie tappe di tutta l'operazione, ci si è spostati nella sala mensa per lo scoprimento di una colonna che mostra i lavori di rinforzo eseguiti sulla struttura, al quale ha fatto seguito la benedizione dei locali da parte del parroco don Marco Gentilucci.
Oltre ai lavori di sistemazione, l'Erdis ha investito una somma ulteriore di 400 mila euro per il completo rinnovo delle attrezzature delle cucine e per l'implementazione delle macchine che effettuano i ricambi d'aria all'interno dei locali mensa. 

c.c.

  



Letto 1418 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo