banner social02

Pieve Torina, "grazie alla rete di solidarietà ricostruiremo anche il centro civico e sportivo"

scritto Giovedì, 11 Luglio 2019
Pieve Torina deve molto alla rete di solidarietà che si è creata intorno a questa comunità dopo il sisma del 2016. Ha già dato molti frutti, come ad esempio la realizzazione della nuova scuola primaria interamente costruita grazie a fondi raccolti con donazioni private. Ma l'impegno del sindaco, Alessandro Gentilucci, non si ferma e nei giorni scorsi ha partecipato al “Concerto alla Luna” organizzato a Linate dalla Fondazione Francesca Rava – NPH Italia per continuare a sensibilizzare potenziali donatori in merito alla realizzazione del nuovo centro civico e sportivo di Pieve Torina. Ma non è tutto qui, ha poi proseguito con il Crals2 del Teatro alla Scala, ossia il circolo ricreativo dei lavoratori scaligeri, che già in passato ha elargito un contributo per la realizzazione del teatrino della nuova scuola: "Abbiamo portato avanti, insieme ai donatori, un percorso congiunto e condiviso. Si sono trovati bene a Pieve Torina, sono nati dei rapporti umani e di amicizia e sulla scorta di questo va considerata anche la velocità di esecuzione e la capacità di riuscire a incidere sul futuro di una comunità. A Milano abbiamo fatto un paio di incontri con la Fondazione Rava e col Crals2 del Teatro alla Scala e con loro abbiamo deciso di proseguire in questo percorso virtuoso per realizzare il centro civico dove poterci incontrare, dove poter ricostruire una vita di comunità tutti insieme. Il contributo fondamentale della solidarietà risulta essenziale al fine di poter valorizzare le risorse del territorio e per dare una speranza ai giovani". Un'azione costante che viene portata avanti dal primo cittadino per mantenere viva l'attenzione sulla sua comunità. Da parte sua, la città ci mette tutta la sua forza di volontà, la determinazione nel non voler abbandonare il territorio e nel voler rimanere aggrappati alle radici di questa magnifica terra, "ma abbiamo bisogno del massimo di solidarietà per poter pensare di immaginare un futuro possibile per noi e per i nostri figli. Una solidarietà che continua a manifestarsi e di cui siamo davvero grati alle tante persone che hanno avuto fiducia in noi dimostrandolo con generosità. Tra queste senz’altro la figura di Mauro Edantippe, grande musicista e presidente del Crals2 del Teatro alla Scala di Milano, che ha compreso la situazione di difficoltà in cui versava il nostro paese e che si è adoperato per regalare un sorriso ai più piccoli”.
G.G.


  Clicca per ascolare il testo Pieve Torina, "grazie alla rete di solidarietà ricostruiremo anche il centro civico e sportivo" scritto Giovedì, 11 Luglio 2019 Pieve Torina deve molto alla rete di solidarietà che si è creata intorno a questa comunità dopo il sisma del 2016. Ha già dato molti frutti, come ad esempio la realizzazione della nuova scuola primaria interamente costruita grazie a fondi raccolti con donazioni private. Ma limpegno del sindaco, Alessandro Gentilucci, non si ferma e nei giorni scorsi ha partecipato al “Concerto alla Luna” organizzato a Linate dalla Fondazione Francesca Rava – NPH Italia per continuare a sensibilizzare potenziali donatori in merito alla realizzazione del nuovo centro civico e sportivo di Pieve Torina. Ma non è tutto qui, ha poi proseguito con il Crals2 del Teatro alla Scala, ossia il circolo ricreativo dei lavoratori scaligeri, che già in passato ha elargito un contributo per la realizzazione del teatrino della nuova scuola: Abbiamo portato avanti, insieme ai donatori, un percorso congiunto e condiviso. Si sono trovati bene a Pieve Torina, sono nati dei rapporti umani e di amicizia e sulla scorta di questo va considerata anche la velocità di esecuzione e la capacità di riuscire a incidere sul futuro di una comunità. A Milano abbiamo fatto un paio di incontri con la Fondazione Rava e col Crals2 del Teatro alla Scala e con loro abbiamo deciso di proseguire in questo percorso virtuoso per realizzare il centro civico dove poterci incontrare, dove poter ricostruire una vita di comunità tutti insieme. Il contributo fondamentale della solidarietà risulta essenziale al fine di poter valorizzare le risorse del territorio e per dare una speranza ai giovani. Unazione costante che viene portata avanti dal primo cittadino per mantenere viva lattenzione sulla sua comunità. Da parte sua, la città ci mette tutta la sua forza di volontà, la determinazione nel non voler abbandonare il territorio e nel voler rimanere aggrappati alle radici di questa magnifica terra, ma abbiamo bisogno del massimo di solidarietà per poter pensare di immaginare un futuro possibile per noi e per i nostri figli. Una solidarietà che continua a manifestarsi e di cui siamo davvero grati alle tante persone che hanno avuto fiducia in noi dimostrandolo con generosità. Tra queste senz’altro la figura di Mauro Edantippe, grande musicista e presidente del Crals2 del Teatro alla Scala di Milano, che ha compreso la situazione di difficoltà in cui versava il nostro paese e che si è adoperato per regalare un sorriso ai più piccoli”.G.G.

745 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo