Per il secondo anno consecutivo il centro storico di Visso e la Piazza Martiri Vissani ospitano “Una serata per ricominciare”, l’evento promosso dall’Associazione “Operazione Ricominciamo” con il patrocinio dell’amministrazione comunale e della Pro loco. La kermesse, originariamente previsto per il pomeriggio di sabato 28, è stato posticipato dagli organizzatori a domenica 29, a partire dalle ore 11, causa l'allerta meteo diramata dalla Protezione civile delle Marche per l'intero territorio regionale.

In piazza gli artisti Marco Cinque, Alberto Ramundo, Lele Borghi e Giulia Merelli per un momento di condivisione fortemente voluto dall’associazione di Casalmaiocco, in provincia di Lodi, nata subito dopo il sisma dell’ottobre 2016 per portare solidarietà alle persone e ai territori più colpiti.

“Fedeli allo scopo per cui l’associazione è nata, quello di aiutare le popolazioni colpite dal devastante terremoto del 2016 – dichiara il presidente di “Operazione Ricominciamo” Vanes Moro – continuiamo ad essere presenti nei territori del cratere per aiutare in maniera capillare chiunque abbia bisogno. Considerato che la situazione di queste terre, nonostante non se ne parli quasi più, non è cambiata di molto rispetto a quella che era nel 2016 vogliamo proporre anche quest’anno l’evento “Una serata per ricominciare” che vuole essere un appuntamento, oltre che per ricordare quanto accaduto a 5 anni da quel drammatico ottobre, per tenere i riflettori sempre accesi su una situazione che, purtroppo, ad oggi non è ancora tornata alla normalità”.

spiganti moro
Il sindaco Spiganti Maurizi e Vanes Moro - edizione 2020

Un’operazione di grande amicizia, dunque, che ha permesso di creare una rete reale tra la gente residente in diversi comuni terremotati. “Ricominciamo è il seguito dello spettacolo fatto lo scorso anno in piazza Martitri Vissani e racconta la storia della nostra città terremotata e le speranze per una ricostruzione rapida”, le parole del Sindaco di Visso, Gian Luigi Spiganti Maurizi.

L’evento, come detto, vedrà sul palco l’alternarsi di letture teatrali a momenti musicali grazie agli artisti Marco Cinque, scrittore di oltre 30 libri, fotografo, musicista, attivista per i diritti umani che insieme a Alberto Ramundo, poeta e pittore, darà vita ad una performance artistica.  Giulia Merelli, attrice e insegnante di teatro; Lele Borghi, vicino all’associazione promotrice dell’evento, eclettico polistrumentista e cantautore di Reggio Emilia, che proporrà canzoni e racconti.  

sambuco
Vincenzo Sambuco e Vanes Moro - edizione 2020

“Non vogliamo che la luce si spenga sul nostro territorio – a parlare Vincenzo Sambuco, coordinatore del Gruppo della Protezione civile di Camporotondo di Fiastrone,  che ha sempre mantenuto ben saldi i legami con la realtà lombarda. L’evento sarà trasmesso in diretta video facebook sulla pagina dell’associazione “OPERAZIONE RICOMINCIAMO” e in diretta radio sulle frequenze di Radio C1 inBlu (90.6 - 99.4 - 101.8 – 103) e in streaming sul sito www.radioc1inblu.it.

A 4 anni dal sisma che colpi il centro Italia nella notte del 24 agosto 2016, l’associazioneOperazione Ricominciamo” torna nei luoghi più colpiti delle Marche per suggellare un’amicizia nata proprio in quei tragici momenti.
Una serata per ricominciare” è il titolo dell’appuntamento che, a partire dalle ore 18.00, domenica 23 agosto avrà per palcoscenico la piazza di Visso. Dal dramma disastroso di quei giorni, i componenti dell’associazione del nord Italia hanno dato vita ad uno straordinario ponte di solidarietà che mai si è fermato e vuole continuare a testimoniare la sua profonda vicinanza alle popolazioni ferite dal sisma. Un messaggio di speranza quello che, tra letture teatrali, canzoni, racconti e stornelli, prenderà vita dal cuore di Visso in una serata che potrà essere ascoltata in diretta radiofonica sulle frequenze di RadioC1inBlu, in diretta facebook sulla pagina dedicata “Operazione Ricominciamo” e in diretta streaming all’indirizzo www.radioc1inblu.it.
E’ il presidente dell’associazione lodigiana Moro Vanes, a tracciare il percorso dei 4 anni di amicizia e legame profondo, stretto con le popolazioni dell’entroterra montano: “La stessa associazione “Operazione Ricominciamo” è nata proprio in quei giorni difficili in cui abbiamo cominciato a portare degli aiuti mirati nelle zone colpite dal terremoto- racconta-;  da lì sono partiti anche i primissimi contatti locali che ci hanno aiutato a sapere a chi e dove, convogliare i nostri aiuti. E’ così che abbiamo cominciato a conoscere le persone del posto che ci hanno indirizzato a loro volta verso le famiglie e le persone che avevano bisogno supportando l'azione in campo della  Protezione Civile e di tutta la rete degli aiuti nazionali; in un viaggio abbiamo ad esempio portato circa 250 stufette a famiglie di Ussita, Visso e dell’altro versante che vivevano in camper. Ricordo che casa per casa e roulotte per roulotte, abbiamo portato quel che serviva, ma la nostra presenza è andata ben oltre la prima fase di emergenza muovendosi fino ad oggi”.

foto associazione ricominciamo e volontari locali Virgilio Accetta Vanes Moro Vincenzo Sambuco Ramona Moro e Andrea Vaghi
Associazione Ricominciamo e volontari locali Virgilio Accetta, Vanes Moro, Vincenzo Sambuco, Ramona Moro e Andrea Vaghi

Un bel rapporto di amicizia, Moro Vanes e tutta l’associazione da lui presieduta, lo hanno stretto anche con Vincenzo Sambuco di Camporotondo di Fiastrone che, conosciuto inizialmente nei panni di referente della Protezione Civile, è in breve diventato il primo indispensabile contatto locale. 
"Vincenzo è davvero un infaticabile collaboratore; ci ha aiutato tanto anche nell’organizzazione della serata-evento di domenica prossima. Insieme siamo riusciti a dare vita anche ad una serie di mercatini solidali nella nostre zone tra Lodi e Milano, mettendo in piedi una seconda fase solidale, una rete di Commercio di prodotti locali che ci ha consentito di aiutare nella ripresa economica tante piccole imprese dell'entroterra montano".
Nell'addentrarsi nello spirito della serata-evento di Visso, Moro Vanes confessa che venendo spesso nelle nostre zone, non si può fare altro che rendersi conto che da 4 anni ben poco è cambiato. Non se ne parla più sui media e questo fa sì che la maggioranza degli italiani pensi che ormai i problemi siano risolti  “invece- sottolinea- le difficoltà della popolazione di fatto in molti casi sono identiche a quelle di 4 anni fa; proprio l’amicizia che nel frattempo si è creata, è il motore che ci spinge ogni tanto a saltare in macchina e venire giù anche solo quasi per il piacere di incontrare queste comunità così come accade che molti nostri amici vengano su a Milano. Nato in momenti difficili, questo legame è cresciuto e diventato sempre più solido. E’ lo spirito con il quale saremo qui a Visso domenica 23 agosto in una serata basata sulla musica e sull'arte. Oltre che esprimere vicinanza, vogliamo ricordare quella che è stata una tragedia per tutto il popolo italiano. Lo faremo attraverso la musica e l’arte, con l’intento di dare un po’ di speranza e uno slancio alla ripartenza di questi territori. Il nostro gruppo si chiama infatti “Operazione Ricominciamo e “Una serata per ricominciare” è il nome dell’evento la cui ambizione è quella di riaccendere i riflettori su una zona che è ancora in difficoltà e dare voce alla speranza di un ritorno alla normalità e di una veloce ripartenza. Impegnati a Visso sul palco, saranno artisti di primo livello; causa covid la piazza sarà purtroppo limitata a soli 50 posti che abbiamo già assegnato con inviti speciali agli amici della zona alle persone in qualche modo strettamente legate a quanto avvenuto 4 anni fa. Abbiamo voluto così omaggiarle, permettendo loro di assistere direttamente alla serata”. Del significato forte di un appuntamento in programma già per l'anno passato anche se in forma diversa, parla lo stesso Vincenzo Sambuco, coordinatore del gruppo di Protezione Civile di Camporotondo. "Siamo davvero felici di essere riusciti a organizzare questa serata di musica e letture; due ore che testimonieranno l'essere vicini alle persone che ancora non hanno una casa, sensibilizzando l'opinione pubblica affinchè qualcosa finalmente si smuova -  conclude-. Il nostro grazie va a questa associazione che ci ha fatto sempre sentire la sua presenza. E' nata una bella amicizia, uno scambio reciproco tra diverse realtà che ci auguriamo si rafforzi sempre più".
c.c.
0001

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo