Pazzaglini: "Quando la faccia tosta non ha limiti"

Sabato, 06 Febbraio 2016 12:31 | Letto 3214 volte   Clicca per ascolare il testo Pazzaglini: "Quando la faccia tosta non ha limiti" Ho letto sullAppenino camerte un articolo con cui la minoranza consiliare si prende i meriti di aver salvato la guardia medica. Evidentemente non solo alla sfacciataggine non ci sono limiti ma nemmeno alla decenza. Ricordo a tutti infatti che la soppressione della nostra guardia medica era stata disposta con la delibera di giunta regionale n. 235 del 2013, approvata quindi quando lattuale minoranza amministrava il comune di Visso. E visto che prima facevo riferimento a sfacciataggine e decenza mi sento di dover allargare il campo anche alla correttezza. Nel suddetto -ridicolo- comunicato infatti i tre ringraziavano diversi soggetti (tutti del partito democratico) per il risultato. A parte linopportuno tentativo di politicizzare un risultato che invece è venuto da un impegno corale e bipartisan la cosa grave è che in questo modo, accanto ai giusti ringraziamenti al Presidente della Regione e allassessore Sciapichetti, si sono dimenticati tutti coloro che insieme a me si sono impegnati per conseguire il risultato. Ricordati i primi due provo ad elencarli qui partendo dal Consigliere Regionale Luca Marconi, passando poi ai dirigenti che si sono occupati della vicenda in primis lex direttore della asur regionale dott. Genga, poi lex direttore della area vasta 3 dott. Gigliucci fino ad arrivare allattuale direttore dott. Maccioni. Non sono mancati i Sindaci che hanno lottato con me per conseguire il risultato, a partire dal Sindaco di Fiastra Castelletti, che insieme allex presidente della Comunita Montana Scaficchia ha partecipato al primo incontro ad Ancona con lex presidente dellasur. Non sono stati gli unici però, infatti al successivo incontro a Macerata oltre a loro ha partecipato anche il Sindaco di Ussita Rinaldi. In conclusione ricordo anche gli altri Sindaci che si sono impegnati nella lotta, a partire dal Sindaco di Castelsantangelo sul Nera che nonostante problemi di salute non si è mai estraniato dallimpegno per finire con i Sindaci Fiordomo, Pezzanesi e Martini che allassemblea dei Sindaci di area vasta si sono espressamente e con veemenza schierati per primi con me. In ultimo ringrazio il Sindaco di Macerata Carancini che chiudendo la suddetta assemblea chiedeva espressamente ai dirigenti presenti (tutti e cinque i direttori di aree vasta e il direttore della asur regionale) di valutare come assecondare lorientamento emerso in assemblea a favore del mantenimento della nostra sede. Non credo di aver dimenticato nessuno quindi non è per un lapsus che non inserisco nei ringraziamenti lattuale gruppo di minoranza di Visso (inteso in senso ampio), infatti non solo non hanno fatto nulla per aiutarmi in questa lotta che era di tutti noi, non solo non hanno firmato nemmeno la petizione che credo tutti voi invece avete sottoscritto, ma almeno in un caso, su espressa richiesta dellassessore Patrizia Serfaustini, si sono addirittura rifiutati anche di firmare la suddetta. Lho scritto allinizio, evidentemente alla sfacciataggine non cè limite, come alla decenza, alla correttezza, alla onestà ecc... ecc... ecc... Giuliano Pazzaglini, Sindaco di Visso

Ho letto sull'Appenino camerte un articolo con cui la minoranza consiliare si prende i meriti di aver salvato la guardia medica.

Evidentemente non solo alla sfacciataggine non ci sono limiti ma nemmeno alla decenza. Ricordo a tutti infatti che la soppressione della nostra guardia medica era stata disposta con la delibera di giunta regionale n. 235 del 2013, approvata quindi quando l'attuale minoranza amministrava il comune di Visso.

E visto che prima facevo riferimento a sfacciataggine e decenza mi sento di dover allargare il campo anche alla correttezza.

Nel suddetto -ridicolo- comunicato infatti i tre ringraziavano diversi soggetti (tutti del partito democratico) per il risultato. A parte l'inopportuno tentativo di politicizzare un risultato che invece è venuto da un impegno corale e bipartisan la cosa grave è che in questo modo, accanto ai giusti ringraziamenti al Presidente della Regione e all'assessore Sciapichetti, si sono dimenticati tutti coloro che insieme a me si sono impegnati per conseguire il risultato.

Ricordati i primi due provo ad elencarli qui partendo dal Consigliere Regionale Luca Marconi, passando poi ai dirigenti che si sono occupati della vicenda in primis l'ex direttore della asur regionale dott. Genga, poi l'ex direttore della area vasta 3 dott. Gigliucci fino ad arrivare all'attuale direttore dott. Maccioni. Non sono mancati i Sindaci che hanno lottato con me per conseguire il risultato, a partire dal Sindaco di Fiastra Castelletti, che insieme all'ex presidente della Comunita Montana Scaficchia ha partecipato al primo incontro ad Ancona con l'ex presidente dell'asur. Non sono stati gli unici però, infatti al successivo incontro a Macerata oltre a loro ha partecipato anche il Sindaco di Ussita Rinaldi. In conclusione ricordo anche gli altri Sindaci che si sono impegnati nella lotta, a partire dal Sindaco di Castelsantangelo sul Nera che nonostante problemi di salute non si è mai estraniato dall'impegno per finire con i Sindaci Fiordomo, Pezzanesi e Martini che all'assemblea dei Sindaci di area vasta si sono espressamente e con veemenza schierati per primi con me. In ultimo ringrazio il Sindaco di Macerata Carancini che chiudendo la suddetta assemblea chiedeva espressamente ai dirigenti presenti (tutti e cinque i direttori di aree vasta e il direttore della asur regionale) di valutare come assecondare l'orientamento emerso in assemblea a favore del mantenimento della nostra sede.

Non credo di aver dimenticato nessuno quindi non è per un lapsus che non inserisco nei ringraziamenti l'attuale gruppo di minoranza di Visso (inteso in senso ampio), infatti non solo non hanno fatto nulla per aiutarmi in questa lotta che era di tutti noi, non solo non hanno firmato nemmeno la petizione che credo tutti voi invece avete sottoscritto, ma almeno in un caso, su espressa richiesta dell'assessore Patrizia Serfaustini, si sono addirittura rifiutati anche di firmare la suddetta.

L'ho scritto all'inizio, evidentemente alla sfacciataggine non c'è limite, come alla decenza, alla correttezza, alla onestà ecc... ecc... ecc...

Giuliano Pazzaglini, Sindaco di Visso"

Letto 3214 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo