Una nuova "palazzina emergenze" per l'ospedale di Fabriano

Mercoledì, 12 Gennaio 2022 17:17 | Letto 223 volte   Clicca per ascolare il testo Una nuova "palazzina emergenze" per l'ospedale di Fabriano Un progetto innovativo da 14 milioni di euro, un edificio adeguato alle nuove normative, moderno, sicuro e in grado di garantire la continuità delle cura ospedaliere anche in caso di calamità. Questa in sintesi la nuova palazzina emergenze dell’ospedale “Profili” di Fabriano che sarà realizzata dopo l’approvazione del progetto definitivo da parte della Conferenza dei servizi, presentato nella città della carta dall’assessore regionale alle Infrastrutture e all’Edilizia sanitaria e ospedaliera Francesco Baldelli.Il progetto, che recepisce alcune indicazioni dell’amministrazione comunale di Fabriano, riguarda la realizzazione di un nuovo edificio caratterizzato da una pianta rettangolare di dimensioni lineari pari a 45 x 28 metri, su una superficie totale di 1200 mq a piano, per un totale di 3.600 mq.“Il percorso fatto con l’Amministrazione Regionale ci ha consentito di approfondire alcuni aspetti che ci stavano a cuore tra cui soprattutto la riorganizzazione dell’area parcheggio a servizio dell’ospedale che già attualmente presenta notevoli criticità e che la realizzazione della nuova struttura avrebbe potuto aggravare se non presa nella giusta considerazione - le parole del sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli - Da parte della Regione abbiamo trovato massimo ascolto e disponibilità. Ora rimane in sospeso l’altra questione che ci preme venga affrontata e risolta ossia il recupero dell’ala dell’Ospedale tutt’ora inagibile in seguito al sisma del 2016 per la quale i fondi del PNRR potrebbero rappresentare una opportunità da non perdere”.La struttura si svilupperà su 3 livelli - seminterrato, piano terra e primo piano -, con un ultimo livello tecnico, posto sulla copertura dell’edificio, da realizzare in struttura leggera e in carpenteria metallica, all’interno del quale saranno inserite le componenti impiantistiche principali a servizio dell’edificio.“Pandemia e terremoti – ha osservato l’assessore Baldelli – hanno posto in primissimo piano l’esigenza di garantire sia la sicurezza degli edifici che la continuità dei servizi sanitari in caso di eventi calamitosi. Gli interventi previsti tengono conto di questi elementi”. Coerentemente alla destinazione d’uso, dedicata cioè in caso di eventi calamitosi alla continuità dell’attività chirurgica e di terapia intensiva, oltre che alle prestazioni di diagnostica, si realizzerà infatti una struttura sismicamente isolata, capace di mantenere l’intera funzionalità anche in caso di scosse telluriche.f.u.
Un progetto innovativo da 14 milioni di euro, un edificio adeguato alle nuove normative, moderno, sicuro e in grado di garantire la continuità delle cura ospedaliere anche in caso di calamità. Questa in sintesi la nuova palazzina emergenze dell’ospedale “Profili” di Fabriano che sarà realizzata dopo l’approvazione del progetto definitivo da parte della Conferenza dei servizi, presentato nella città della carta dall’assessore regionale alle Infrastrutture e all’Edilizia sanitaria e ospedaliera Francesco Baldelli.

Il progetto, che recepisce alcune indicazioni dell’amministrazione comunale di Fabriano, riguarda la realizzazione di un nuovo edificio caratterizzato da una pianta rettangolare di dimensioni lineari pari a 45 x 28 metri, su una superficie totale di 1200 mq a piano, per un totale di 3.600 mq.

“Il percorso fatto con l’Amministrazione Regionale ci ha consentito di approfondire alcuni aspetti che ci stavano a cuore tra cui soprattutto la riorganizzazione dell’area parcheggio a servizio dell’ospedale che già attualmente presenta notevoli criticità e che la realizzazione della nuova struttura avrebbe potuto aggravare se non presa nella giusta considerazione - le parole del sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli - Da parte della Regione abbiamo trovato massimo ascolto e disponibilità. Ora rimane in sospeso l’altra questione che ci preme venga affrontata e risolta ossia il recupero dell’ala dell’Ospedale tutt’ora inagibile in seguito al sisma del 2016 per la quale i fondi del PNRR potrebbero rappresentare una opportunità da non perdere”.

La struttura si svilupperà su 3 livelli - seminterrato, piano terra e primo piano -, con un ultimo livello tecnico, posto sulla copertura dell’edificio, da realizzare in struttura leggera e in carpenteria metallica, all’interno del quale saranno inserite le componenti impiantistiche principali a servizio dell’edificio.

“Pandemia e terremoti – ha osservato l’assessore Baldelli – hanno posto in primissimo piano l’esigenza di garantire sia la sicurezza degli edifici che la continuità dei servizi sanitari in caso di eventi calamitosi. Gli interventi previsti tengono conto di questi elementi”.

Coerentemente alla destinazione d’uso, dedicata cioè in caso di eventi calamitosi alla continuità dell’attività chirurgica e di terapia intensiva, oltre che alle prestazioni di diagnostica, si realizzerà infatti una struttura sismicamente isolata, capace di mantenere l’intera funzionalità anche in caso di scosse telluriche.

f.u.

Letto 223 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo