Camerino, al via la 52 ^ stagione concertistica della Gioventù Musicale

Venerdì, 18 Marzo 2022 08:38 | Letto 773 volte   Clicca per ascolare il testo Camerino, al via la 52 ^ stagione concertistica della Gioventù Musicale Partirà domenica 20 marzo, alle 17:30 presso l’Accademia della Musica “Corelli”, la 52^ Stagione Concertistica della Gioventù Musicale di Camerino. A distanza di un mese dalla presentazione del libro che celebra le 50 stagioni musicali (la pubblicazione è in vendita nella copisteria-cartoleria “Nero su Bianco”) l’associazione propone un’altra coinvolgente rassegna all’insegna del repertorio classico. Il cartellone, articolato in sei date, ospiterà alcuni noti musicisti classici insieme a giovani talenti vincitori dei migliori concorsi internazionali, secondo la migliore tradizione dell’associazione. Si inizierà dunque il 20 marzo con il violinista Giuseppe Gibboni, vincitore nel 2021 del Concorso Internazionale Paganini di Genova, in duo con la chitarrista Carlotta Dalia, anch’essa giovane di grande valore. Queste le parole di Salvatore Accardo sul giovane musicista salernitano: “Giuseppe Gibboni è uno dei talenti più straordinari che abbia conosciuto. Possiede un’intonazione perfetta, una tecnica strabiliante in tutti i suoi aspetti, un suono molto affascinante e una musicalità sincera. Sono sicuro che avrà tutti i successi che merita.” Lunghissimo il curriculum vitae del giovane violinista, che lo scorso dicembre ha suonato in duo con Carlotta Dalia a Dubai Expo per conto del Ministero della Cultura Italiana e su invito del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (presente al concerto) nella Cappella Paolina del Quirinale in diretta RadioRai3. Il programma prevede brani nella formazione di duo, come la Sonata n.1 di Nicolò Paganini o l’Histoire du tango di Astor Piazzolla, accanto a pezzi per violino solo tra i quali alcuni Capricci di Paganini. La domenica successiva, il 27 marzo, sarà la volta del duo formato da Andrea Oliva, primo flauto solista dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, e dal noto chitarrista Emanuele Segre. Anche in questo caso il programma sarà molto accattivante con musiche di Mozart, Giuliani, Bartok, Ibert ed altri. La terza data, domenica 10 aprile, ospiterà altri due nomi molto conosciuti del concertismo italiano come la violoncellista Silvia Chiesa e il pianista Maurizio Baglini, impegnati in alcuni capolavori della letteratura cameristica romantica: suoneranno di Robert Schumann i Phantasiestücke op. 73, l’Adagio e Allegro op. 70 e i Fünf Stücke im Volkston op. 102 e di Fryderyk Chopin la Sonata op.65 per violoncello e pianoforte. Si proseguirà poi giovedì 5 maggio con un concerto serale a cura di due giovani talenti: il clarinettista Giuseppe Federico Paci e il pianista Umberto Iacopo Laureti. Davvero stimolante la ricerca dei brani in programma, con un confronto fra Italia e America. In programma una partitura inedita di Nino Rota e una trascrizione in chiave jazzistica della Rhapsody in Blue di George Gershwin. Il cartellone prevede poi venerdì 20 maggio un interessante progetto di riscoperta di Fra Ruffino Bartolucci, compositore assisano del XVI secolo inventore del “coro spezzato”. Nella Basilica di San Venanzio l’Ensemble vocale e strumentale Nova Alta, con l’organista Maurizio Maffezzoli, presenterà alcuni brani dell’autore cui è attribuita la paternità della “policoralità”, tecnica compositiva che rappresenta uno degli elementi fondamentali della musica tardo rinascimentale. Dopo una lunga pausa, la Stagione riprenderà in agosto per chiudersi con un recital pianistico inserito all’interno della 36^edizione del Camerino Festival. Si tratta del pianista coreano Jae Hong Park, vincitore nel 2021 del 1° Premio al Concorso Internazionale Busoni di Bolzano, che eseguirà alcune perle di Schumann e Scriabin. Da ricordare infine un concerto organizzato in collaborazione con l’Istituto Musicale Nelio Biondi, rivolto agli alunni della scuola media a indirizzo musicale “G. Boccati” di Camerino. Il 23 aprile Andrea Esposto e Andrea Ercoli presenteranno un percorso sull’evoluzione del repertorio per violino e pianoforte dal Barocco al Novecento. Il biglietto d’ingresso ai concerti è acquistabile online su CiaoTickets (www.ciaotickets.com), oppure direttamente al botteghino un’ora prima degli spettacoli.  Per informazioni chiamare i numeri 338.3821153–331.2233904, scrivere all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById(cloak14cc1a5b5a73c16f14d8891832d1b808).innerHTML = ; var prefix = ma + il + to; var path = hr + ef + =; var addy14cc1a5b5a73c16f14d8891832d1b808 = gmi_camerino + @; addy14cc1a5b5a73c16f14d8891832d1b808 = addy14cc1a5b5a73c16f14d8891832d1b808 + libero + . + it; var addy_text14cc1a5b5a73c16f14d8891832d1b808 = gmi_camerino + @ + libero + . + it;document.getElementById(cloak14cc1a5b5a73c16f14d8891832d1b808).innerHTML += +addy_text14cc1a5b5a73c16f14d8891832d1b808+; o consultare il sito della GMI www.jeunesse.it. È attiva anche una pagina facebook. I concerti della 52^ Stagione della GMI sono sostenuti da: Ministero della Cultura, Regione Marche, Comune di Camerino, UNICAM e CONTRAM.
Partirà domenica 20 marzo, alle 17:30 presso l’Accademia della Musica “Corelli”, la 52^ Stagione Concertistica della Gioventù Musicale di Camerino.
A distanza di un mese dalla presentazione del libro che celebra le 50 stagioni musicali (la pubblicazione è in vendita nella copisteria-cartoleria “Nero su Bianco”) l’associazione propone un’altra coinvolgente rassegna all’insegna del repertorio classico. Il cartellone, articolato in sei date, ospiterà alcuni noti musicisti classici insieme a giovani talenti vincitori dei migliori concorsi internazionali, secondo la migliore tradizione dell’associazione.

Si inizierà dunque il 20 marzo con il violinista Giuseppe Gibboni, vincitore nel 2021 del Concorso Internazionale Paganini di Genova, in duo con la chitarrista Carlotta Dalia, anch’essa giovane di grande valore. Queste le parole di Salvatore Accardo sul giovane musicista salernitano: “Giuseppe Gibboni è uno dei talenti più straordinari che abbia conosciuto. Possiede un’intonazione perfetta, una tecnica strabiliante in tutti i suoi aspetti, un suono molto affascinante e una musicalità sincera. Sono sicuro che avrà tutti i successi che merita.” Lunghissimo il curriculum vitae del giovane violinista, che lo scorso dicembre ha suonato in duo con Carlotta Dalia a Dubai Expo per conto del Ministero della Cultura Italiana e su invito del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (presente al concerto) nella Cappella Paolina del Quirinale in diretta RadioRai3. Il programma prevede brani nella formazione di duo, come la Sonata n.1 di Nicolò Paganini o l’Histoire du tango di Astor Piazzolla, accanto a pezzi per violino solo tra i quali alcuni Capricci di Paganini.

La domenica successiva, il 27 marzo, sarà la volta del duo formato da Andrea Oliva, primo flauto solista dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, e dal noto chitarrista Emanuele Segre. Anche in questo caso il programma sarà molto accattivante con musiche di Mozart, Giuliani, Bartok, Ibert ed altri.

La terza data, domenica 10 aprile, ospiterà altri due nomi molto conosciuti del concertismo italiano come la violoncellista Silvia Chiesa e il pianista Maurizio Baglini, impegnati in alcuni capolavori della letteratura cameristica romantica: suoneranno di Robert Schumann i Phantasiestücke op. 73, l’Adagio e Allegro op. 70 e i Fünf Stücke im Volkston op. 102 e di Fryderyk Chopin la Sonata op.65 per violoncello e pianoforte.

Si proseguirà poi giovedì 5 maggio con un concerto serale a cura di due giovani talenti: il clarinettista Giuseppe Federico Paci e il pianista Umberto Iacopo Laureti. Davvero stimolante la ricerca dei brani in programma, con un confronto fra Italia e America. In programma una partitura inedita di Nino Rota e una trascrizione in chiave jazzistica della Rhapsody in Blue di George Gershwin.

Il cartellone prevede poi venerdì 20 maggio un interessante progetto di riscoperta di Fra Ruffino Bartolucci, compositore assisano del XVI secolo inventore del “coro spezzato”. Nella Basilica di San Venanzio l’Ensemble vocale e strumentale Nova Alta, con l’organista Maurizio Maffezzoli, presenterà alcuni brani dell’autore cui è attribuita la paternità della “policoralità”, tecnica compositiva che rappresenta uno degli elementi fondamentali della musica tardo rinascimentale.

Dopo una lunga pausa, la Stagione riprenderà in agosto per chiudersi con un recital pianistico inserito all’interno della 36^edizione del Camerino Festival. Si tratta del pianista coreano Jae Hong Park, vincitore nel 2021 del 1° Premio al Concorso Internazionale Busoni di Bolzano, che eseguirà alcune perle di Schumann e Scriabin.

Da ricordare infine un concerto organizzato in collaborazione con l’Istituto Musicale Nelio Biondi, rivolto agli alunni della scuola media a indirizzo musicale “G. Boccati” di Camerino. Il 23 aprile Andrea Esposto e Andrea Ercoli presenteranno un percorso sull’evoluzione del repertorio per violino e pianoforte dal Barocco al Novecento.

Il biglietto d’ingresso ai concerti è acquistabile online su CiaoTickets (www.ciaotickets.com), oppure direttamente al botteghino un’ora prima degli spettacoli. 

Per informazioni chiamare i numeri 338.3821153–331.2233904, scrivere all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o consultare il sito della GMI www.jeunesse.it. È attiva anche una pagina facebook.

I concerti della 52^ Stagione della GMI sono sostenuti da: Ministero della Cultura, Regione Marche, Comune di Camerino, UNICAM e CONTRAM.

Letto 773 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo