Camerino e Milano unite da due nuovi concerti

Mercoledì, 15 Giugno 2022 13:45 | Letto 529 volte   Clicca per ascolare il testo Camerino e Milano unite da due nuovi concerti Prosegue con successo la collaborazione instaurata allindomani del sisma tra la Cappella musicale del Duomo -Coro universitario di Camerino ed i Civici cori della scuola di musica Claudio Abbado di Milano. Una sinergia che si è consolidata nel tempo e che vedrà le due formazione tornare ad esibirsi insieme questo sabato 18 giugno alle ore 21,15 nella basilica di San Venanzio a Camerino e, a seguire, domenica 19 giugno nella chiesa di SantAgostino di Montecosaro a partire dalle ore 17.La presentazione dei due concerti è avvenuta questa mattina nella sede del rettorato di Unicam alla presenza del prorettore Graziano Leoni, del neo eletto sindaco di Camerino Roberto Lucarelli. A rappresentare il coro universitario di Camerino erano Stefano Severini e il direttore maestro Luciano Feliciani. Alla conferenza stampa ha presenziato in videocollegamento da Milano il coordinatore della musica classica della scuola civica Abbado, Marcello Parolini. Possiamo definirlo il secondo tempo di un progetto nato nel 2017 grazie ad una mail inviata da una corista camerte alla rivista Amadeus- ha spiegato in apertura Stefano Severini-. Veniva raccontato ciò che a causa del sisma era successo nella nostra città che per la nostra associazione e per tutte le altre aveva comportato la perdita di una sede per fare le prove ma anche di luoghi per esibirci. Chiedevamo un aiuto per poter realizzare un progetto  che non eravamo riusciti a portare a compimento. Lallora direttore della rivista Amadeus, Gaetano Santangelo, trovò il gancio con la Scuola civica di Milano e, dopo i primi contatti, il risultato finale furono due concerti che nel maggio del 2018 si tennero rispettivamente ad Inverigo in provincia di Como e, a Milano, nella chiesa di San Fedele. La pandemia ha rallentato il ricambio dellospitalità che avevamo ricevuto allora ma, oggi, dopo mesi di studio, siamo pronti per relaizzarla con questi due concerti.Sabato 18 e domenica 19 giugno la corale camerte e la prestigiosa scuola civica di Milano eseguiranno insieme la Messa in Re maggiore di Anton Dvorak per coro ed organo. Una iniziativa che vede coinvolta lUniversità di Camerino; infatti, come evidenziato dal prorettore vicario Graziano Leoni, nellambito delle attività di terza missione, tutti gli anni lateneo mette a disposizione dei fondi per lo svolgimento di iniziative importanti per il territorio.La corale è sempre nei nostri pensieri e- ha ricordato - anche questanno abbiamo voluto essere presenti con un contributo che dà la possibilità di svolgere questa significativo evento. La presentazione dei concerti è stata anche la prima delle uscite ufficiali del neo eletto sindaco di Camerino Roberto Lucarelli, entrato per la prima volta in ateneo quale primo cittadino. A lui il prorettore Leoni ha consegnato il gagliardetto di Unicam.La collaborazione della città che mi onoro di rappresentare da poche ore, sarà sicuramente massima - ha dichiarato Roberto Lucarelli-. Lamminisrtazione comunale sarà punto di riferimento di Unicam. Ci metteremo a disposizione della città e delluniversità che sono due situazioni imprescindibili luna dallaltra.  Il neo sindaco di Camerino si è detto grato dellaccoglienza ricevuta daluniversità nellimmediato post sisma e in un momento di grande incertezza. Sono molto contento del fatto che questo gemellaggio stia andando avanti; lo considero punto di partenza per tante situazioni anche in futuro. Altra cosa bellissima è che lo facciamo in quella chiesa che è frutto del dono di vicinanza di un imprenditore alla città. Voi di Milano ci avete dato ospitalità e la possibilità di un luogo per far sì che il nostro coro potesse esibirsi. Sono segnali che non possiamo dimenticare. Ora dobbiamo essere noi a fare tesoro di quella vicinanza - ha concluso -. La ricostruzione è di sicuro la priorità dellaiamministrazione che da ieri è al lavoro, tuttavia, parallelamente dobbiamo vivere questa città, renderla sempre più attrattiva e propositiva possibile. Lo dobbiamo soprattutto a quei primi turisti che vengono in città tutti i giorni e cioè gli studenti universitari, ai quali dobbiamo impegnarci ad offrire una città accogliente, piena di iniziative.       Dellesperienza positiva maturata già con linizio della collaborazione e della proficua prosecuzione del percorso che, insieme, porterà ad una nuova esibizione  ha parlato Marcello Parolini in rappresentanza della direzione della Scuola civica di Milano. I dettagli del programma musicale sono stati quindi illustrati dal maestro Luciano Feliciani, direttore del coro universitario Cappella del duomo di Camerino. I due concerti di sabato e domenica rientrano nellambito della Festa della musica 2022  Carla Campetella 
Prosegue con successo la collaborazione instaurata all'indomani del sisma tra la Cappella musicale del Duomo -Coro universitario di Camerino ed i Civici cori della scuola di musica Claudio Abbado di Milano. Una sinergia che si è consolidata nel tempo e che vedrà le due formazione tornare ad esibirsi insieme questo sabato 18 giugno alle ore 21,15 nella basilica di San Venanzio a Camerino e, a seguire, domenica 19 giugno nella chiesa di Sant'Agostino di Montecosaro a partire dalle ore 17.
La presentazione dei due concerti è avvenuta questa mattina nella sede del rettorato di Unicam alla presenza del prorettore Graziano Leoni, del neo eletto sindaco di Camerino Roberto Lucarelli. A rappresentare il coro universitario di Camerino erano Stefano Severini e il direttore maestro Luciano Feliciani. Alla conferenza stampa ha presenziato in videocollegamento da Milano il coordinatore della musica classica della scuola civica Abbado, Marcello Parolini. 
"Possiamo definirlo il secondo tempo di un progetto nato nel 2017 grazie ad una mail inviata da una corista camerte alla rivista Amadeus- ha spiegato in apertura Stefano Severini-. Veniva raccontato ciò che a causa del sisma era successo nella nostra città che per la nostra associazione e per tutte le altre aveva comportato la perdita di una sede per fare le prove ma anche di luoghi per esibirci. Chiedevamo un aiuto per poter realizzare un progetto  che non eravamo riusciti a portare a compimento. L'allora direttore della rivista "Amadeus", Gaetano Santangelo, trovò il gancio con la Scuola civica di Milano e, dopo i primi contatti, il risultato finale furono due concerti che nel maggio del 2018 si tennero rispettivamente ad Inverigo in provincia di Como e, a Milano, nella chiesa di San Fedele. La pandemia ha rallentato il ricambio dell'ospitalità che avevamo ricevuto allora ma, oggi, dopo mesi di studio, siamo pronti per relaizzarla con questi due concerti".
Sabato 18 e domenica 19 giugno la corale camerte e la prestigiosa scuola civica di Milano eseguiranno insieme la "Messa in Re maggiore" di Anton Dvorak per coro ed organo. 
severini coro 2
Una iniziativa che vede coinvolta l'Università di Camerino; infatti, come evidenziato dal prorettore vicario Graziano Leoni, nell'ambito delle attività di terza missione, tutti gli anni l'ateneo mette a disposizione dei fondi per lo svolgimento di iniziative importanti per il territorio.
"La corale è sempre nei nostri pensieri e- ha ricordato - anche quest'anno abbiamo voluto essere presenti con un contributo che dà la possibilità di svolgere questa significativo evento".

La presentazione dei concerti è stata anche la prima delle uscite ufficiali del neo eletto sindaco di Camerino Roberto Lucarelli, entrato per la prima volta in ateneo quale primo cittadino. A lui il prorettore Leoni ha consegnato il gagliardetto di Unicam.
gagliardetto a Lucarelli
"La collaborazione della città che mi onoro di rappresentare da poche ore, sarà sicuramente massima - ha dichiarato Roberto Lucarelli-. L'amminisrtazione comunale sarà punto di riferimento di Unicam. Ci metteremo a disposizione della città e dell'università che sono due situazioni imprescindibili l'una dall'altra".  Il neo sindaco di Camerino si è detto grato dell'accoglienza ricevuta dal'università nell'immediato post sisma e in un momento di grande incertezza. "Sono molto contento del fatto che questo gemellaggio stia andando avanti; lo considero punto di partenza per tante situazioni anche in futuro. Altra cosa bellissima è che lo facciamo in quella chiesa che è frutto del dono di vicinanza di un imprenditore alla città. Voi di Milano ci avete dato ospitalità e la possibilità di un luogo per far sì che il nostro coro potesse esibirsi. Sono segnali che non possiamo dimenticare. Ora dobbiamo essere noi a fare tesoro di quella vicinanza - ha concluso -. La ricostruzione è di sicuro la priorità dellai'amministrazione che da ieri è al lavoro, tuttavia, parallelamente dobbiamo vivere questa città, renderla sempre più attrattiva e propositiva possibile. Lo dobbiamo soprattutto a quei primi turisti che vengono in città tutti i giorni e cioè gli studenti universitari, ai quali dobbiamo impegnarci ad offrire una città accogliente, piena di iniziative".       
Dell'esperienza positiva maturata già con l'inizio della collaborazione e della proficua prosecuzione del percorso che, insieme, porterà ad una nuova esibizione  ha parlato Marcello Parolini in rappresentanza della direzione della Scuola civica di Milano.
I dettagli del programma musicale sono stati quindi illustrati dal maestro Luciano Feliciani, direttore del coro universitario Cappella del duomo di Camerino.
I due concerti di sabato e domenica rientrano nell'ambito della "Festa della musica" 2022  

Carla Campetella 

Letto 529 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo