Droga, pronto a vendere 300 grammi di eroina. Arrestato

Mercoledì, 13 Novembre 2019 21:53 | Letto 905 volte   Clicca per ascolare il testo Droga, pronto a vendere 300 grammi di eroina. Arrestato “Un presidio del territorio mirato e costante rappresenta, insieme ad unincessante azione di informazione e diffusione della cultura della legalità nei confronti soprattutto dei più giovani, la strategia migliore per aggredire un mercato dello spaccio di sostanza che affina sempre di più le modalità per far arrivare le sostanze sul nostro territorio”. Scattate nel pomeriggio di oggi le manette per un pakistano. Un altro è stato denunciato. Avevano con loro 300grammi di eroina.  I Carabinieri del Comando Provinciale di Macerata – agli ordini del Colonnello Michele Roberti - nel contesto di un servizio coordinato a largo raggio, hanno proceduto al controllo su strada di 320 persone, sequestrando 300 grammi di eroina, 2 grammi di marijuana, denunciando in stato di libertà una persona arrestandone un’altra, in flagranza di reato, entrambe di origine pakistana. Nel complesso, sono stati impiegati una 50ina di militari delle Compagnie dipendenti con personale degli organi investigativi del Reparto Operativo e della Sezione Operativa di Macerata, guidato dal tenente colonnello Walter Fava, con il supporto di unità cinofile. Nel mirino diverse stazioni ferroviarie, svincolo dell’autostrada e terminal di pullman.  I due soggetti beccati dai militari alla stazione Civitanovese sono di origine pakistana avevano fin da subito mostrato agitazione. In seguito alla perquisizione personale, nello zainetto che indossava A.R.Z. 41enne, è stato ritrovato un pacchetto confezionato con nastro adesivo con un involucro in cellophane con all’interno eroina, del peso complessivo di 300 grammi, mentre il suo connazionale è stato sorpreso con 2 grammi di marijuana, nascosti anch’essi in una tasca del proprio zaino. Il pakistano arrestato – risultato richiedente asilo – è stato portato al Carcere di Montacuto.Lo stupefacente, del tipo eroina “brown sugar”, risultato tra l’altro di qualità pregiata, avrebbe fruttato sulla piazza complessivamente circa 30.000 euro. L’intensificazione dei controlli svolti dai Carabinieri risponde a precise indicazioni anche del Procuratore della Repubblica e si proseguirà anche nei prossimi giorni. “Due nigeriani arrestati in due distinte operazioni con complessivi 24 ovuli di eroina ingeriti per sottrarsi allarresto a Tolentino e un pakistano arrestato con complessivi 300 grammi di eroina sequestrata in unaltra operazione coordinata a Civitanova - afferma il colonnello Michele Roberti, comandante provinciale - sono il bilancio dellultimo mese di attività dei Carabinieri di Macerata che dimostra come un presidio del territorio mirato e costante rappresenti la strategia migliore per aggredire un mercato dello spaccio che affina sempre di più le modalità per far arrivare le sostanze sul nostro territorio. I soggetti arrestati confermano un incremento del consumo di eroina e una suddivisione delle aree di interesse che vede la costa appannaggio di spacciatori di origine pakistana mentre nellentroterra attivi venditori di origine nigeriana. In entrambi i casi provenienti da fuori provincia”.g.g.
“Un presidio del territorio mirato e costante rappresenta, insieme ad un'incessante azione di informazione e diffusione della cultura della legalità nei confronti soprattutto dei più giovani, la strategia migliore per aggredire un mercato dello spaccio di sostanza che affina sempre di più le modalità per far arrivare le sostanze sul nostro territorio”. Scattate nel pomeriggio di oggi le manette per un pakistano. Un altro è stato denunciato. Avevano con loro 300grammi di eroina. 

I Carabinieri del Comando Provinciale di Macerata – agli ordini del Colonnello Michele Roberti - nel contesto di un servizio coordinato a largo raggio, hanno proceduto al controllo su strada di 320 persone, sequestrando 300 grammi di eroina, 2 grammi di marijuana, denunciando in stato di libertà una persona arrestandone un’altra, in flagranza di reato, entrambe di origine pakistana.

Nel complesso, sono stati impiegati una 50ina di militari delle Compagnie dipendenti con personale degli organi investigativi del Reparto Operativo e della Sezione Operativa di Macerata, guidato dal tenente colonnello Walter Fava, con il supporto di unità cinofile. Nel mirino diverse stazioni ferroviarie, svincolo dell’autostrada e terminal di pullman. 

I due soggetti beccati dai militari alla stazione Civitanovese sono di origine pakistana avevano fin da subito mostrato agitazione. In seguito alla perquisizione personale, nello zainetto che indossava A.R.Z. 41enne, è stato ritrovato un pacchetto confezionato con nastro adesivo con un involucro in cellophane con all’interno eroina, del peso complessivo di 300 grammi, mentre il suo connazionale è stato sorpreso con 2 grammi di marijuana, nascosti anch’essi in una tasca del proprio zaino.

Il pakistano arrestato – risultato richiedente asilo – è stato portato al Carcere di Montacuto.
Lo stupefacente, del tipo eroina “brown sugar”, risultato tra l’altro di qualità pregiata, avrebbe fruttato sulla piazza complessivamente circa 30.000 euro.

L’intensificazione dei controlli svolti dai Carabinieri risponde a precise indicazioni anche del Procuratore della Repubblica e si proseguirà anche nei prossimi giorni.

“Due nigeriani arrestati in due distinte operazioni con complessivi 24 ovuli di eroina ingeriti per sottrarsi all'arresto a Tolentino e un pakistano arrestato con complessivi 300 grammi di eroina sequestrata in un'altra operazione coordinata a Civitanova - afferma il colonnello Michele Roberti, comandante provinciale - sono il bilancio dell'ultimo mese di attività dei Carabinieri di Macerata che dimostra come un presidio del territorio mirato e costante rappresenti la strategia migliore per aggredire un mercato dello spaccio che affina sempre di più le modalità per far arrivare le sostanze sul nostro territorio. I soggetti arrestati confermano un incremento del consumo di eroina e una suddivisione delle aree di interesse che vede la costa appannaggio di spacciatori di origine pakistana mentre nell'entroterra attivi venditori di origine nigeriana. In entrambi i casi provenienti da fuori provincia”.
g.g.

Letto 905 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo