Aggiornamento delle 12

Una palazzina in fiamme nelle prime ore di oggi. È successo a Sarnano, in contrada Campanotico, poco prima delle nove: un appartamento ha iniziato a bruciare. Immediato l’intervento dei Vigili del fuoco che, oltre a occuparsi dell’incendio divampato, stanno provvedendo a evacuare il palazzo e a mettere in sicurezza la zona. Sul posto anche il 118 e la Croce Rossa locale.


sarnano incendio

Stando alle prime ricostruzioni, una colonna di fumo nero ha iniziato a fuoriuscire dal camino della palazzina, trasformandosi poi in fiamme che hanno avvolto l’ultimo piano dello stabile. Se è ancora difficile fare ipotesi sulle cause che hanno scatenato l’incendio, c'è certezza sulle persone coinvolte: sono tre, prontamente trasferite al pronto soccorso dell'ospedale di Macerata. A preoccupare la possibilità che abbiano inalato i fumi scatenati dall'incendio, anche se le loro condizioni di salute non dovrebbero essere gravi. Poco fa le fiamme sono state sedate: i Vigili del fuoco stanno effettuando con i tecnici gli ultimi accertamenti sulle cause del rogo e sugli eventuali danni strutturali riportati dall'edificio.

l.c.
Un tamponamento tra due utilitarie all’altezza dell’ex consorzio agrario di Castelraimondo, nella prima mattinata di oggi, ha richiesto l’intervento dei Vigili del fuoco di Camerino e Macerata, della Polstrada, dei Vigili urbani e dei sanitari del 118. Dovrebbero essere lievi le conseguenze per gli autisti delle due auto, trasferiti per gli accertamenti del caso all’ospedale di Camerino.

Al momento il traffico, congestionato, procede a una sola corsia sulla ex statale 361, visto l’orario di punta e il giorno di mercato a Castelraimondo. Della circolazione si stanno occupando i Vigili urbani nell’attesa dei rilevamenti e della rimozione dei mezzi dalla carreggiata.

Aggiornamento delle 9.25

Il traffico è tornato regolare dopo circa mezz'ora dall'intervento dei Vigili del fuoco di Macerata, giunti sul posto per la messa in sicurezza dell'area e per lo sgombero della carreggiata dalle due autovetture coinvolte.

l.c.
Un vasto incendio si è sviluppato la notte scorsa nel camerinese. Interessata la zona di montagna poco sopra l’abitato di Morro; a fuoco un esteso fronte boschivo a scendere verso Serravalle di Chienti. Alimentate dal vento le fiamme si sono propagate velocemente; immediato l’intervento di numerose squadre dei Vigili del Fuoco provenienti dal Comando di Macerata e adoperatesi alacremente dalle 2 e30 della notte sotto la supervisione del Direttore delle Operazioni di spegnimento.  Da subito la situazione da gestire è apparsa molto complessa e impegnativa a causa della zona impervia d’azione e del forte vento, tanto da richiedere il supporto di un elicottero e un canadair. A seguire sul posto gli sviluppi delle operazioni anche il sindaco di Camerino Sandro Sborgia. Diverse squadre di volontari di Protezione Civile partite da Camerino, Serravalle di Chienti, San Severino e dalla vallata del Potenza hanno fornito il loro aiuto.
Visibile anche dalla città ducale l’estesa colonna di fumo accompagnata da un acre odore di bruciato, avvertibile da chilometri di distanza; oscure le cause d’innesco del rogo le cui operazioni di spegnimento hanno richiesto lunghe ore di lavoro. Fiamme domate e situazione sotto controllo hanno poi permesso ai Vigili del Fuoco di completare le successive operazioni di bonifica dell'area. Nessuna persona è rimasta intossicata, nè c'è stato pericolo per le abitazioni. 

c.c.
Ancora incendi di sterpaglie nel maceratese: nella mattinata di oggi i Vigili del Fuoco del Comando di Macerata sono stati impegnati in due interventi. Nel Comune di Treia, in contrada Valcerasa e Fontevannazza due roghi nei campi sono divampati mettendo a rischio anche diversi stabili adiacenti. I pompieri, intervenuti con diversi mezzi, hanno provveduto allo spegnimento delle fiamme, mettendo in sicurezza le zone. Entrambe le situazioni dovrebbero essere sotto controllo.

In contrada Valcerasa, in particolare, l'intervento si è reso necessario visto che le fiamme si erano pericolosamente avvicinate a un'abitazione, coinvolgendo un fienile e diversi mezzi agricoli. Nei pressi dello stabile erano presenti anche serbatoi di GPL. L'allarme è rientrato.

A Fontevannazza, invece, i pompieri sono ancora al lavoro, per quanto la situazione sia sotto controllo e senza rischi per la popolazione.

l.c.
Continuano le ricerche da parte dei vigili del fuoco e del soccorso alpino per rintracciare Alfio Farabbi, un 55enne di Perugia che ha fatto perdere le sue tracce da martedì scorso.
A dare l'allarme sono stati subito i famigliari che hanno sporto denuncia ai carabinieri della stazione di Ponte San Giovanni.
Gli amici hanno scritto un post su Facebook per sensibilizzare la cittadinanza alle ricerche tanto che nelle ultime ore la sua auto, una Smart, è stata trovata a Pintura di Bolognola.
Nel post i perugini hanno spoegato che Farabbi è un amante della montagna e dell'escursionismo: non è escluso quindi che abbia scelto i monti Sibillini per una passeggiata e poi si sia trovato in difficoltà.
Non ha con sé né documenti né telefono cellulare.
Al momento tanti i professionisti e i volontari che stanno cercando il 55enne anche con l'elicottero.

(servizio in aggiornamento)
Un vasto incendio di sterpaglie ha impegnato per diverse ore i Vigili del Fuoco di Macerata. È quanto accaduto stamattina a Pollenza, nelle campagne della frazione di Cantagallo. I pompieri, arrivati sul posto per sedare le fiamme, sono stati costretti a intervenire in gran numero, con il sostegno di diverse squadre da molti comandi dell'entroterra maceratese.

Si è alzato in volo anche un canadair. Fortunatamente, grazie al tempestivo intervento dei mezzi del 115, il rischio che le fiamme raggiungessero le abitazioni vicine al rogo è stato scongiurato. In questo momento i pompieri sono impegnati nelle operazioni di bonifica nell'area e le fiamme dovrebbero essere ormai state estinte.

l.c.
In fiamme il rimorchio di un autoarticolato che trasporta acqua minerale. È quanto accaduto oggi, intorno all’ora di pranzo, sulla superstrada 77. Il camion, viaggiava in direzione mare quando, all’altezza dell’uscita di Caldarola, il rimorchio ha preso fuoco. Presumibilmente per il surriscaldarsi di un pneumatico, il mezzo sprigionava fiamme nel lato esterno della carreggiata.

L'autista, accortosi in tempo, ha bloccato il mezzo, è riuscito dapprima ad accostare e poi a sganciare la motrice, abbandonando il rimorchio e parcheggiando il trattore a distanza di sicurezza.
Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Tolentino che hanno provveduto a spegnere l'incendio e a bonificare l'area interessata dalle fiamme.
L'alta colonna di fumo, ben visibile dal paese di Caldarola, ha messo in agitazione gli abitanti: in molti hanno chiamato il 115.

Le foto:

camion in fiamme


rimorchio in fiamme


camion a fuoco 2

camion a fuoco 3

auto fiamme tre


l.c.
Due incidenti stamattina sulle strade della provincia.
Il primo, avvenuto poco dopo le 8.00 in contrada Gabella nuova a Sarnano. Al vaglio dei Carabinieri la ricostruzione della dinamica che ha portato allo scontro tra un'auto e un furgone. Immediati i soccorsi da parte del personale del 118: i due conducenti dei mezzi coinvolti nel sinistro sono stati trasportati per accertamenti in ospedale, ma non sembrano aver riportato gravi conseguenze. Sul posto per le operazioni di messa in sicurezza della sede stradale l'intervento dei vigili del fuoco.

Erano circa le 9, invece, quando lungo la superstrada Valdichienti, in direzione monti, all'altezza dell'uscita di Tolentino sud, un'auto è finita fuori strada per cause in corso di accertamento.
Sul posto i sanitari del 118 che hanno trasportato il conducente, per accertamenti, al pronto soccorso dell'ospedale di Macerata.

c.c.  g.s.
Si sono concluse tragicamente con il ritrovamento del corpo dell'uomo in un pozzo artesiano profondo circa 23 metri, in contrada Asola nel territorio di Civitanova Marche, le ricerche dell'anziano di 94 anni residente a Porto Potenza che, uscito di casa all'alba, aveva fatto perdere le proprie tracce. Ore febbrili che hanno visto impegnate le squadre dei vigili del fuoco, con l'ausilio dell’elicottero VF proveniente dal reparto volo di Pescara e del personale con competenze tecniche specifiche SAF (Speleo Alpino Fluviale), nella ricerca dell'anziano attraverso perlustrazioni nei laghetti della zona e nei campi adiacenti.

Poi, come detto, la scoperta del corpo dell'uomo, ormai cadavere, in un pozzo artesiano, da cui attraverso specifiche manovre si è proceduto al recupero, con il personale medico del 118 che non ha potuto fare altro che costatarne il decesso.

La salma è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria per i rilievi del caso, con i vigili del fuoco e i carabinieri che hanno provveduto alla messa in sicurezza dell'area dellla tragedia.

f.u.


Dramma a San Liberato dove un uomo di circa 50 anni, Marco Acciarresi, è stato rinvenuto cadavere all'interno della propria abitazione lungo la strada che conduce a Monastero.
L'uomo, insegnante di matematica e fisica al Liceo Artistico di Macerata, non si era recato al lavoro da due giorni, non rispondendo neppure al telefono. Così il personale della scuola ha chiesto ai frati del vicino convento di controllare se ci fossero problemi.

acciarresi marco
Marco Acciarresi

I religiosi, visto che il cinquantenne continuava a non rispondere, hanno avvertito i carabinieri che, entrati nell'abitazione insieme ai vigili del fuoco e ai sanitari del 118, non hanno potuto far altro che costatare il decesso dell'uomo probabilmente dovuto a cause naturali.

f.u.



Pagina 1 di 11

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo