Piergentili replica alla minoranza: "Polemica inutile e dannosa"

Lunedì, 10 Maggio 2021 10:21 | Letto 627 volte   Clicca per ascolare il testo Piergentili replica alla minoranza: "Polemica inutile e dannosa" Il consigliere comunale di minoranza Giacomino Piergentili ha per lennesima volta instaurato una polemica che si è rivelata non solo inutile e sterile, ma addirittura dannosa. Cosìrisponde a mezzo comunicato stampa l amministrazione comunale di Sarnano dopo la nota del consigliere Piergentili nella quale, , prendendo spunto da un video pubblicato su Instagram, ha stigmatizzato il  pranzo, avvenuto giovedì 6 maggio allinterno di un ristorante di Sarnano, al quale hanno partecipato lattore Cesare Bocci (impegnato nelle riprese di un video per la promozione sul web del Comune di Sarnano), Vincenzo Fazio (organizzatore della campagna promozionale e responsabile commerciale dellagenzia Art Show), il sindaco Luca Piergentili e lassessore alla cultura Stefano Censori. Secondo il consigliere Giacomino Piergentili - è scritto nel comunicato della maggioranza- questo pranzo costituirebbe “un’assoluta caduta di stile” ed “un fatto eticamente gravissimo e politicamente ingiustificabile”, definendolo “unamancanza di rispetto nei confronti delle tante attività di Sarnano che sono costrette a lavorare con i posti limitati all’aperto o sono chiuse perché non dispongo di spazio adeguato”. Come al solito- continua laamnistrazione di Sarnano-  la volontà del consigliere di minoranza Giacomino Piergentili di ricavarsi un po di visibilità mediatica lo ha indotto in un clamoroso errore. Vero è, infatti, che il pranzo in questione si è svolto al chiuso, ma tale circostanza era del tutto legittima, posto che lattore Cesare Bocci e lorganizzatore Vincenzo Fazio soggiornavano presso il residence delle Terme di Sarnano, struttura di proprietà di una società controllata dal Comune di Sarnano e convenzionata per la somministrazione di pasti con diverse attività di ristorazione, tra cui quella ove si è svolto il pranzo in questione. Posto che nel caso di convenzioni la normativa consente la somministrazione di pasti al chiuso, del tutto legittimamente dunque i partecipanti a detto pranzo – per la precisione un pranzo di lavoro, nel quale si è discusso delle futurecollaborazioni tra il noto attore marchigiano e lamministrazione comunale – potevano essere ospitati allinterno del locale; tanto più che, probabilmente dopo aver ricevuto una segnalazione, una pattuglia dei Carabinieri si è recata presso la struttura in questione accertando la assoluta regolarità della situazione … ma questo ovviamente il consigliere Piergentili si è ben guardato dal precisarlo.Bene avrebbe fatto, dunque, il consigliere Giacomino Piergentili a limitarsi al plauso nei confronti dellamministrazione comunale per aver instaurato una così importante collaborazione con lattore Cesare Bocci, invece – come suo solito – di addentrarsi in critiche inutili che questa volta, oltre ad essere del tutto ingiustificate, si rivelano perfino dannose, sia dellimmagine del Comune di Sarnano, sia – e di questo ce ne rammarichiamo veramente – di quella di Cesare Bocci, che ha dimostrato, non solo in questa occasione, una grande vicinanza al nostro territorio. Per questo motivo- prosegue  la nota-  come amministrazione comunale, stiamo valutando ogni opportuna azione per tutelarelimmagine e lonorabilità dei partecipanti al pranzo in questione, essendo inaccettabile subire un attacco tanto violento quanto ingiustificato, soprattutto in quanto evidentemente motivato da mere finalità di bassa speculazione politica.Essendo Giacomino Piergentili capogruppo della minoranza, sarebbe peraltro importante sapere se questa improvvida iniziativa sia esclusivamente sua personale o a nome di tutto il gruppo consiliare “Il Paese che vogliamo”. Infatti, già in occasione della riapertura conseguente al ritorno delle Marche in zona gialla, si era verificata una evidente differenza di vedute tra il capogruppo Giacomino Piergentili, che nel suo profilo facebook scriveva “Il turismo a mio parere poteva aspettare … Le aperture dovevano essere prorogate”, ed il suo gruppo consiliare, che nella propria pagina facebook scriveva “Buon 1 maggio … Sarnano tornerà a vivere grazie ai numerosi visitatori e turisti e finalmente torneremo a vederla come sempre … Un primo assaggio di normalità per il nostro Paese”. Nel chiudere il comunicato lamministrazione comunale coglie loccasione perringraziare ancora una voltaattore Cesare Bocci, sicuri che con il suo apporto e la sua grande professionalità ed umanità, contribuirà a far crescere Sarnano nel contempo porgendogli le scuse a nome di tutta la comunità sarnanese per questo disdicevole episodio, causato da chi ancora una volta ha anteposto le proprie ambizioni di visibilità allinteresse generale del paese.c.c.
"Il consigliere comunale di minoranza Giacomino Piergentili ha per l'ennesima volta instaurato una polemica che si è rivelata non solo inutile e sterile, ma addirittura dannosa". Cosìrisponde a mezzo comunicato stampa l 'amministrazione comunale di Sarnano dopo la nota del consigliere Piergentili nella quale, , prendendo spunto da un video pubblicato su Instagram, ha stigmatizzato il  pranzo, avvenuto giovedì 6 maggio all'interno di un ristorante di Sarnano, al quale hanno partecipato l'attore Cesare Bocci (impegnato nelle riprese di un video per la promozione sul web del Comune di Sarnano), Vincenzo Fazio (organizzatore della campagna promozionale e responsabile commerciale dell'agenzia Art Show), il sindaco Luca Piergentili e l'assessore alla cultura Stefano Censori.

"Secondo il consigliere Giacomino Piergentili - è scritto nel comunicato della maggioranza- questo pranzo costituirebbe “un’assoluta caduta di stile” ed “un fatto eticamente gravissimo e politicamente ingiustificabile”, definendolo “una
mancanza di rispetto nei confronti delle tante attività di Sarnano che sono costrette a lavorare con i posti limitati all’aperto o sono chiuse perché non dispongo di spazio adeguato”.

Come al solito- continua l'aamnistrazione di Sarnano-  la volontà del consigliere di minoranza Giacomino Piergentili di ricavarsi un po' di visibilità mediatica lo ha indotto in un clamoroso errore. Vero è, infatti, che il pranzo in questione si è svolto al chiuso, ma tale circostanza era del tutto legittima, posto che l'attore Cesare Bocci e l'organizzatore Vincenzo Fazio soggiornavano presso il residence delle Terme di Sarnano, struttura di proprietà di una società controllata dal Comune di Sarnano e convenzionata per la somministrazione di pasti con diverse attività di ristorazione, tra cui quella ove si è svolto il pranzo in questione. Posto che nel caso di convenzioni la normativa consente la somministrazione di pasti al chiuso, del tutto legittimamente dunque i partecipanti a detto pranzo – per la precisione un pranzo di lavoro, nel quale si è discusso delle future
collaborazioni tra il noto attore marchigiano e l'amministrazione comunale – potevano essere ospitati all'interno del locale; tanto più che, probabilmente dopo aver ricevuto una segnalazione, una pattuglia dei Carabinieri si è recata presso la struttura in questione accertando la assoluta regolarità della situazione … ma questo ovviamente il consigliere Piergentili si è ben guardato dal precisarlo.Bene avrebbe fatto, dunque, il consigliere Giacomino Piergentili a limitarsi al plauso nei confronti dell'amministrazione comunale per aver instaurato una così importante collaborazione con l'attore Cesare Bocci, invece – come suo solito – di addentrarsi in critiche inutili che questa volta, oltre ad essere del tutto ingiustificate, si rivelano perfino dannose, sia dell'immagine del Comune di Sarnano, sia – e di questo ce ne rammarichiamo veramente – di quella di Cesare Bocci, che ha dimostrato, non solo in questa occasione, una grande vicinanza al nostro territorio.
Per questo motivo- prosegue  la nota-  come amministrazione comunale, stiamo valutando ogni opportuna azione per tutelarel'immagine e l'onorabilità dei partecipanti al pranzo in questione, essendo inaccettabile subire un attacco tanto violento quanto ingiustificato, soprattutto in quanto evidentemente motivato da mere finalità di bassa speculazione politica.
Essendo Giacomino Piergentili capogruppo della minoranza, sarebbe peraltro importante sapere se questa improvvida iniziativa sia esclusivamente sua personale o a nome di tutto il gruppo consiliare “Il Paese che vogliamo”. Infatti, già in occasione della riapertura conseguente al ritorno delle Marche in zona gialla, si era verificata una evidente differenza di vedute tra il capogruppo Giacomino Piergentili, che nel suo profilo facebook scriveva “Il turismo a mio parere poteva aspettare … Le aperture dovevano essere prorogate”, ed il suo gruppo consiliare, che nella propria pagina facebook scriveva “Buon 1 maggio … Sarnano tornerà a vivere grazie ai numerosi visitatori e turisti e finalmente torneremo a vederla come sempre … Un primo assaggio di normalità per il nostro Paese”.

Nel chiudere il comunicato l'amministrazione comunale coglie l'occasione per"ringraziare ancora una volta'attore Cesare Bocci, sicuri che con il suo apporto e la sua grande professionalità ed umanità, contribuirà a far crescere Sarnano nel contempo porgendogli le scuse a nome di tutta la comunità sarnanese per questo disdicevole episodio, causato da chi ancora una volta ha anteposto le proprie ambizioni di visibilità all'interesse generale del paese".

c.c.

Letto 627 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo