Oltre 30 i casi Covid a Serravalle, la minoranza interroga il Sindaco

Lunedì, 14 Giugno 2021 12:17 | Letto 2146 volte   Clicca per ascolare il testo Oltre 30 i casi Covid a Serravalle, la minoranza interroga il Sindaco A Serravalle di Chienti, minoranza in consiglio comunale preoccupata dallescalation dei casi di positività al covid registrati nelle ultime settimane. Oltre 30 i positivi al Covid 19 rilevati, su una popolazione di 950 abitanti.  A firma dei consiglieri Feruccio Minnozzi, Nicola DErcole e Alberto Mocci, linterrogazione a risposta scritta immediata, presentata dalla minoranza al Sindaco Emiliano Nardi, data la gravità dellevolversi sul territorio del covid-19. Notiamo con preoccupazione- è scritto nellinterrogazione-  che mentre lItalia sta sempre più diventando libera e bianca, nel nostro comune, per non aver fatto mai alcun controllo, il colore sta diventando rosso scuro. A proposito di ciò - continuano i consiglieri di minoranza- chiediamo di conoscere se la sua amministrazione comunale ritenga attivare al più presto, come già fatto in altri comuni la procedura di screening di massa, facoltativo e gratuito, dato che ci sono i fondi trasferiti dal Ministero per il covid-19 come da ultima variazione ratificata in Consiglio Comunale, per i cittadini residenti o dimoranti nellintero territorio del nostro comune.Si chiede di conoscere inoltre, in quale sito internet del Comune vengano indicati i casi di covid-19, pubblicazione che in altri comuni avviene. Questo- recita la nota-  per evitare eventuali contatti con persone positive sia sintomatici che asintomatici in modo da dare la possibilità di controllarsi a quei cittadini che ritengono di avere avuto contatti con gli stessi. Inoltre - prosegue  il testo dellinterrogazione- si chiede se ritenga opportuno, anche se già in ritardo, attivare per chiunque entri nei locali pubblici, comune, scuole, palestra eccetera, tutte le regole e divieti per il contenimento e contrasto al covid-19, con obbligo della misurazione della temperatura,luso incondizionato della mascherina e del distanziamento sociale, ligenizzazione delle mani e dei locali in uso, con eventuali controlli dei vigili e protezione civile comunale anche in tutti gli altri locali ed esercizi pubblici accessibili ai cittadini eventualmente chiedendo aiuto e collaborazione alle forze dellordine valutando che siamo sprovvisti di vigili urbani. Infine,controllo del divieto di uscita su suolo pubblico, per i positivi sia sintomatici che asintomatici, rendendo disponibile il personale di protezione civile per i bisogni delle suddette persone. Con adeguata informazione ai cittadini dell’attivazione di questo servizio.c.c.
A Serravalle di Chienti, minoranza in consiglio comunale preoccupata dall'escalation dei casi di positività al covid registrati nelle ultime settimane. Oltre 30 i positivi al Covid 19 rilevati, su una popolazione di 950 abitanti. 
A firma dei consiglieri Feruccio Minnozzi, Nicola D'Ercole e Alberto Mocci, l'interrogazione a risposta scritta immediata, presentata dalla minoranza al Sindaco Emiliano Nardi, data la gravità dell'evolversi sul territorio del covid-19.
"Notiamo con preoccupazione- è scritto nell'interrogazione-  che mentre l'Italia sta sempre più diventando libera e bianca, nel nostro comune, per non aver fatto mai alcun controllo, il colore sta diventando rosso scuro. 
A proposito di ciò - continuano i consiglieri di minoranza- chiediamo di conoscere se la sua amministrazione comunale ritenga attivare al più presto, come già fatto in altri comuni la procedura di screening di massa, facoltativo e gratuito, dato che ci sono i fondi trasferiti dal Ministero per il covid-19 come da ultima variazione ratificata in Consiglio Comunale, per i cittadini residenti o dimoranti nell'intero territorio del nostro comune".

Si chiede di conoscere inoltre, in quale sito internet del Comune vengano indicati i casi di covid-19, pubblicazione che in altri comuni avviene. "Questo- recita la nota-  per evitare eventuali contatti con persone positive sia sintomatici che asintomatici in modo da dare la possibilità di controllarsi a quei cittadini che ritengono di avere avuto contatti con gli stessi. 

Inoltre - prosegue  il testo dell'interrogazione- si chiede se ritenga opportuno, anche se già in ritardo, attivare per chiunque entri nei locali pubblici, comune, scuole, palestra eccetera, tutte le regole e divieti per il contenimento e contrasto al covid-19, con obbligo della misurazione della temperatura,l'uso incondizionato della mascherina e del distanziamento sociale, l'igenizzazione delle mani e dei locali in uso, con eventuali controlli dei vigili e protezione civile comunale anche in tutti gli altri locali ed esercizi pubblici accessibili ai cittadini eventualmente chiedendo aiuto e collaborazione alle forze dell'ordine valutando che siamo sprovvisti di vigili urbani. 
Infine,"controllo del divieto di uscita su suolo pubblico, per i positivi sia sintomatici che asintomatici, rendendo disponibile il personale di protezione civile per i bisogni delle suddette persone. Con adeguata informazione ai cittadini dell’attivazione di questo servizio".

c.c.

Letto 2146 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo