Falcucci: "La legge sulle Unioni Montane mi amareggia come cittadino che difende la montagna"

Lunedì, 03 Gennaio 2022 18:10 | Letto 380 volte   Clicca per ascolare il testo Falcucci: "La legge sulle Unioni Montane mi amareggia come cittadino che difende la montagna" “Sono profondamente amareggiato non tanto come amministratore di lungo corso, ma come cittadino che ama e difende la montagna”. Commenta così il sindaco di Castelsantangelo sul Nera Mauro Falcucci la recente approvazione da parte del consiglio regionale delle Marche della legge n. 91 sulle Unioni Montane. Una legge che, come sottolineato anche dai banchi dell’opposizione, esclude di fatto dall’Unione Montana “Marca di Camerino” i comuni di Valfornace, Monte Cavallo e, appunto, Castelsantangelo sul Nera. “Ho ascoltato la discussione sul punto e ho sentito cose che non rispondono a verità o quanto meno dimostrano scarsa informazione sull’argomento – afferma il sindaco Falcucci – Dal 2018 abbiamo fatto richiesta di ingresso nell’Unione Montana alla quale, però, nessuno ha mai risposto. Oggi la legge non ci consente più di poter entrare, così come non lo consente ad altri comuni, come Bolognola e Visso oltre ai tre già citati. A ben vedere un problema si pone anche per Ussita, che ha chiesto di entrare nell’unione nel 2019. Se la legge è retroattiva, anche se dubito possa esserlo, dovrà uscire dall’Unione Montana anche Ussita?”. Al di là degli interrogativi e delle perplessità il primo cittadino di Castelsantangelo sul Nera pone l’accento sulle responsabilità politiche dell’atto legislativo. “Non capisco come si possa giocare ad escludendum – conclude - in un momento in cui lo Stato e le pubbliche amministrazione stanno sempre più incentivando le forme di aggregazione e di associazionismo fra comuni. Di certo chi ha la responsabilità politica deve assumersi tutte le conseguenze di una scelta che comporterà danni alle comunità della montagna”. f.u.
“Sono profondamente amareggiato non tanto come amministratore di lungo corso, ma come cittadino che ama e difende la montagna”.

Commenta così il sindaco di Castelsantangelo sul Nera Mauro Falcucci la recente approvazione da parte del consiglio regionale delle Marche della legge n. 91 sulle Unioni Montane. Una legge che, come sottolineato anche dai banchi dell’opposizione, esclude di fatto dall’Unione Montana “Marca di Camerino” i comuni di Valfornace, Monte Cavallo e, appunto, Castelsantangelo sul Nera.

“Ho ascoltato la discussione sul punto e ho sentito cose che non rispondono a verità o quanto meno dimostrano scarsa informazione sull’argomento – afferma il sindaco Falcucci – Dal 2018 abbiamo fatto richiesta di ingresso nell’Unione Montana alla quale, però, nessuno ha mai risposto. Oggi la legge non ci consente più di poter entrare, così come non lo consente ad altri comuni, come Bolognola e Visso oltre ai tre già citati. A ben vedere un problema si pone anche per Ussita, che ha chiesto di entrare nell’unione nel 2019. Se la legge è retroattiva, anche se dubito possa esserlo, dovrà uscire dall’Unione Montana anche Ussita?”.

Al di là degli interrogativi e delle perplessità il primo cittadino di Castelsantangelo sul Nera pone l’accento sulle responsabilità politiche dell’atto legislativo.

“Non capisco come si possa giocare ad escludendum – conclude - in un momento in cui lo Stato e le pubbliche amministrazione stanno sempre più incentivando le forme di aggregazione e di associazionismo fra comuni. Di certo chi ha la responsabilità politica deve assumersi tutte le conseguenze di una scelta che comporterà danni alle comunità della montagna”.

f.u.

Letto 380 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo