Elezioni a Pioraco, ecco l'alternativa a Cicconi. Spunta una seconda lista

Giovedì, 09 Maggio 2024 12:56 | Letto 426 volte   Clicca per ascolare il testo Elezioni a Pioraco, ecco l'alternativa a Cicconi. Spunta una seconda lista Una seconda lista per le prossime elezioni amministrative a Pioraco. A pochissimi giorni dalla scadenza del termine ultimo per la presentazione dei sodalizi elettorali, sembra che il paese dell’acqua e della carta abbia trovato un’alternativa alla candidatura del sindaco uscente, Matteo Cicconi, e alla sua squadra.Una manovra che sarebbe riduttivo definire sottotraccia. Fino a poche ore fa, infatti, sembrava chiaro a tutti che l’unico avversario di Cicconi sarebbe stato il famigerato “50% più 1” degli elettori. Per validare il voto ed essere eletti in caso di candidatura unica, infatti, è necessario raggiungere il quorum. Uno scoglio importante da superare, soprattutto nei Comuni con pochi abitanti e alle prese con la ricostruzione. Molti degli elettori sono infatti stati costretti al trasloco dopo l’inagibilità delle loro abitazioni, in alcuni casi anche lontano dal proprio Comune. Non per tutti sarebbe stato semplice recarsi alle urne, e il rischio di non raggiungere la soglia di voti validi stabilita dalla legge è serio, soprattutto in un periodo contrassegnato da un generale senso di sfiducia verso la politica. Un’eventualità che sarebbe a questo punto scongiurata. L’avversario di Cicconi è “tangibile” e sembra che dietro a questa lista - tutt’altro che una lista “civetta”, ovvero orchestrata per aggirare l’ostacolo del quorum - ci sia la figura di Giovanni Miliani, già sindaco di Pioraco negli anni ’90. A far scaturire la voglia di un’alternativa potrebbero essere stati alcuni malumori espressi da una fetta della cittadinanza dopo i lavori di ammodernamento del giardino monumentale piorachese. All’epoca del cantiere, infatti, erano state mosse diverse critiche sui social e alcuni cittadini avevano storto il naso per l’abbattimento di alcuni alberi impressi nella memoria storica degli abitanti. Una nostalgia che potrebbe aver dato la spinta giusta verso la decisione di un impegno politico in prima linea.Nella foto il lungofiume del Potenza a Pioracol.c.
Una seconda lista per le prossime elezioni amministrative a Pioraco. A pochissimi giorni dalla scadenza del termine ultimo per la presentazione dei sodalizi elettorali, sembra che il paese dell’acqua e della carta abbia trovato un’alternativa alla candidatura del sindaco uscente, Matteo Cicconi, e alla sua squadra.

Una manovra che sarebbe riduttivo definire sottotraccia. Fino a poche ore fa, infatti, sembrava chiaro a tutti che l’unico avversario di Cicconi sarebbe stato il famigerato “50% più 1” degli elettori. Per validare il voto ed essere eletti in caso di candidatura unica, infatti, è necessario raggiungere il quorum. Uno scoglio importante da superare, soprattutto nei Comuni con pochi abitanti e alle prese con la ricostruzione. Molti degli elettori sono infatti stati costretti al trasloco dopo l’inagibilità delle loro abitazioni, in alcuni casi anche lontano dal proprio Comune. Non per tutti sarebbe stato semplice recarsi alle urne, e il rischio di non raggiungere la soglia di voti validi stabilita dalla legge è serio, soprattutto in un periodo contrassegnato da un generale senso di sfiducia verso la politica. 

Un’eventualità che sarebbe a questo punto scongiurata. L’avversario di Cicconi è “tangibile” e sembra che dietro a questa lista - tutt’altro che una lista “civetta”, ovvero orchestrata per aggirare l’ostacolo del quorum - ci sia la figura di Giovanni Miliani, già sindaco di Pioraco negli anni ’90. A far scaturire la voglia di un’alternativa potrebbero essere stati alcuni malumori espressi da una fetta della cittadinanza dopo i lavori di ammodernamento del giardino monumentale piorachese. All’epoca del cantiere, infatti, erano state mosse diverse critiche sui social e alcuni cittadini avevano storto il naso per l’abbattimento di alcuni alberi impressi nella memoria storica degli abitanti. Una nostalgia che potrebbe aver dato la spinta giusta verso la decisione di un impegno politico in prima linea.

Nella foto il lungofiume del Potenza a Pioraco

l.c.


Letto 426 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo