Rione Di Contro accoglie la sfida del Covid e non rinuncia alla festa

Mercoledì, 12 Agosto 2020 12:02 | Letto 355 volte   Clicca per ascolare il testo Rione Di Contro accoglie la sfida del Covid e non rinuncia alla festa Hanno deciso di non rinunciare alla tradizionale festa di quartiere i membri del comitato del rione Di Contro, a San Severino. La sfida è ardua, talmente tanto che sono molte le feste di questo genere che in provincia sono state annullate. Lo è ancor di più per il gruppo del presidente Stefano Stefanelli che, oltre a prestare la massima attenzione al rispetto di tutte le norme anticontagio, ripropone una buona pratica per lambiente: il rispetto del Protocollo Verde. La festa del rione anche quest’anno sarà completamente plastic free. Le date da segnare in agenda sono dal 19 al 23 agosto. “Proviamo questa avventura – dice Stefanelli -. I decreti del Governo prevedono tantissime norme da rispettare e noi ci proviamo. Confidiamo anche in chi parteciperà, che ponga attenzione alle disposizioni che saranno illustrate all’esterno dell’area della festa”. Le difficoltà sono tante, alcune evidenti, altre invece provocate dalle varie norme esistenti che spesso sono in contrasto fra loro: “Serve tantissimo impegno e la forza di volontà di uscire tutti insieme da questo brutto periodo. Nel nostro caso, la prima necessità è avere molto spazio all’aperto e noi per fortuna ne abbiamo tantissimo. Ma non basta. Abbiamo dovuto far realizzare ben due protocolli di sicurezza: uno per lo staff, che sarà considerato alla stregua dei dipendenti di un’azienda (per ogni incarico sono previsti specifici comportamenti), e uno per chi parteciperà alla festa”. Per gli ospiti è previsto un percorso di entrata e uno di uscita e particolari comportamenti da tenere per ogni area (bar, ristorazione, pesca, area ballo). Per accedere al settore ristorazione, ad esempio, sarà necessario fornire il proprio nome, cognome e comune di residenza al cassiere che dovrà tenere una lista dei presenti per 15 giorni, ai clienti sarà fornito un menù digitale da aprire con QR Code e smartphone, e in tutti gli spostamenti dovrà essere indossata la mascherina. Difficoltà anche per la pista da ballo dove solo i congiunti potranno ballare in coppia. Tutti gli altri dovranno mantenere le distanze fra loro. “In ogni caso – precisa Stefanelli – sta anche al buon senso di tutti trovare il modo di stare insieme , divertirsi e mantenere le distanze”. Nel programma è prevista anche una serata giovani per il 21 agosto con il rapper Junior G e, in quell’occasione, dal palco sarà continuamente ricordato ai presenti di prestare attenzione alle distanze di sicurezza. Affianco a tutto questo, lo staff di Stefanelli ha raddoppiato la sfida con la pratica del plastic free: “Pure questa sembra una cosa semplice ma forse è anche più difficile. Dai fornitori, forse non necessariamente per colpa loro, è difficile reperire tutto il materiale. Dalle semplici bottigliette d’acqua, agli involucri per gli alimenti. Riteniamo però che sia una buona pratica e quindi vogliamo portarla avanti anche se mettere tutto insieme, il Protocollo Verde e il protocollo di sicurezza anticontagio e in più il rispetto delle disposizioni dell’HACCP è difficile. Ma ci riusciremo, basta avere la volontà, essere uniti e convinti di ciò che si sta facendo”.g.g.(In apertura Stefano Stefanelli con la moglie, Paola Cetoretta)
Hanno deciso di non rinunciare alla tradizionale festa di quartiere i membri del comitato del rione Di Contro, a San Severino. La sfida è ardua, talmente tanto che sono molte le feste di questo genere che in provincia sono state annullate. Lo è ancor di più per il gruppo del presidente Stefano Stefanelli che, oltre a prestare la massima attenzione al rispetto di tutte le norme anticontagio, ripropone una buona pratica per l'ambiente: il rispetto del Protocollo Verde. La festa del rione anche quest’anno sarà completamente plastic free. Le date da segnare in agenda sono dal 19 al 23 agosto.

Proviamo questa avventura – dice Stefanelli -. I decreti del Governo prevedono tantissime norme da rispettare e noi ci proviamo. Confidiamo anche in chi parteciperà, che ponga attenzione alle disposizioni che saranno illustrate all’esterno dell’area della festa”.

Le difficoltà sono tante, alcune evidenti, altre invece provocate dalle varie norme esistenti che spesso sono in contrasto fra loro: “Serve tantissimo impegno e la forza di volontà di uscire tutti insieme da questo brutto periodo. Nel nostro caso, la prima necessità è avere molto spazio all’aperto e noi per fortuna ne abbiamo tantissimo. Ma non basta. Abbiamo dovuto far realizzare ben due protocolli di sicurezza: uno per lo staff, che sarà considerato alla stregua dei dipendenti di un’azienda (per ogni incarico sono previsti specifici comportamenti), e uno per chi parteciperà alla festa”.

thumbnail il comitato di quartiere con il sindaco Rosa Piermattei e il presidente del consiglio comunale Sandrp Granata

Per gli ospiti è previsto un percorso di entrata e uno di uscita e particolari comportamenti da tenere per ogni area (bar, ristorazione, pesca, area ballo). Per accedere al settore ristorazione, ad esempio, sarà necessario fornire il proprio nome, cognome e comune di residenza al cassiere che dovrà tenere una lista dei presenti per 15 giorni, ai clienti sarà fornito un menù digitale da aprire con QR Code e smartphone, e in tutti gli spostamenti dovrà essere indossata la mascherina. Difficoltà anche per la pista da ballo dove solo i congiunti potranno ballare in coppia. Tutti gli altri dovranno mantenere le distanze fra loro. “In ogni caso – precisa Stefanelli – sta anche al buon senso di tutti trovare il modo di stare insieme , divertirsi e mantenere le distanze”. Nel programma è prevista anche una serata giovani per il 21 agosto con il rapper Junior G e, in quell’occasione, dal palco sarà continuamente ricordato ai presenti di prestare attenzione alle distanze di sicurezza.

Affianco a tutto questo, lo staff di Stefanelli ha raddoppiato la sfida con la pratica del plastic free: “Pure questa sembra una cosa semplice ma forse è anche più difficile. Dai fornitori, forse non necessariamente per colpa loro, è difficile reperire tutto il materiale. Dalle semplici bottigliette d’acqua, agli involucri per gli alimenti. Riteniamo però che sia una buona pratica e quindi vogliamo portarla avanti anche se mettere tutto insieme, il Protocollo Verde e il protocollo di sicurezza anticontagio e in più il rispetto delle disposizioni dell’HACCP è difficile. Ma ci riusciremo, basta avere la volontà, essere uniti e convinti di ciò che si sta facendo”.
g.g.
(In apertura Stefano Stefanelli con la moglie, Paola Cetoretta)

Letto 355 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo