Via libera al calendario venatorio. il Tar dà ragione a Regione e associazioni

Giovedì, 19 Settembre 2019 13:33 | Letto 1720 volte   Clicca per ascolare il testo Via libera al calendario venatorio. il Tar dà ragione a Regione e associazioni Il TAR delle Marche ha pubblicato questa mattina lesito delludienza in camera di consiglio che si è svolta ieri ad Ancona.Il collegio giudicante ha accolto le difese della Regione Marche, dellATC AN2 e delle Associazioni Venatorie (Enalcaccia, Federcaccia e Libera caccia) che erano intervenute ad opponendum.Via libera quindi al calendario venatorio 2019/2020 nella sua interezza, ad eccezione della caccia al Moriglione ed alla Pavoncella, per i quali invece il Collegio ha disposto la sospensione del prelievo venatorio, anche in conseguenza di una nota giunta dal Ministero dellambiente. Ludienza per la definitiva discussione nel merito è fissata al 6 maggio 2020. L Enalcaccia Marche, per il tramite del proprio legale, Giorgio Salustri, tra laltro anche Presidente della Sezione Provinciale di Macerata, esprime tutta la propria soddisfazione per il risultato conseguito. E stata dura ma ce labbiamo fatta - commenta - , quella di ieri è stata unudienza molto serrata durante la quale si sono succedute le relazioni dei ricorrenti, la puntuale replica tecnica del legale della regione e laccorato appello dei legali delle associazioni venatorie. Per quanto mi riguarda - continua Salustri - , nella mia discussione ho cercato di portare allattenzione del Collegio le criticità del nostro territorio ed i pregiudizievoli effetti che sarebbero potuti derivare dalla sospensione della caccia nelle zone ZPS e SIC, sopratutto con riferimento al problema del sovrannumero di cinghiali. Ho chiesto una pronuncia più di buon senso che in punto diritto, così come invece chiedevano i ricorrenti. GS
Il TAR delle Marche ha pubblicato questa mattina l'esito dell'udienza in camera di consiglio che si è svolta ieri ad Ancona.
Il collegio giudicante ha accolto le difese della Regione Marche, dell'ATC AN2 e delle Associazioni Venatorie (Enalcaccia, Federcaccia e Libera caccia) che erano intervenute ad opponendum.
Via libera quindi al calendario venatorio 2019/2020 nella sua interezza, ad eccezione della caccia al Moriglione ed alla Pavoncella, per i quali invece il Collegio ha disposto la sospensione del prelievo venatorio, anche in conseguenza di una nota giunta dal Ministero dell'ambiente. L'udienza per la definitiva discussione nel merito è fissata al 6 maggio 2020.

L' Enalcaccia Marche, per il tramite del proprio legale, Giorgio Salustri, tra l'altro anche Presidente della Sezione Provinciale di Macerata, esprime tutta la propria soddisfazione per il risultato conseguito.

"E' stata dura ma ce l'abbiamo fatta - commenta - , quella di ieri è stata un'udienza molto serrata durante la quale si sono succedute le relazioni dei ricorrenti, la puntuale replica tecnica del legale della regione e l'accorato appello dei legali delle associazioni venatorie. Per quanto mi riguarda - continua Salustri - , nella mia discussione ho cercato di portare all'attenzione del Collegio le criticità del nostro territorio ed i pregiudizievoli effetti che sarebbero potuti derivare dalla sospensione della caccia nelle zone ZPS e SIC, sopratutto con riferimento al problema del sovrannumero di cinghiali. Ho chiesto una pronuncia più di buon senso che in punto diritto, così come invece chiedevano i ricorrenti".

GS

Letto 1720 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo