"Ricostruiamo": agevolazioni e prestazioni per chi lavora alla ricostruzione

Mercoledì, 23 Ottobre 2019 12:54 | Letto 184 volte   Clicca per ascolare il testo "Ricostruiamo": agevolazioni e prestazioni per chi lavora alla ricostruzione Presentate stamattina in conferenza stampa le agevolazioni e le prestazioni dedicate ai lavoratori e ai titolari di imprese iscritti alla Cedam, la Cassa Edile delle Marche, impegnati nella ricostruzione. Limprenditoria locale edile - ha detto Massimo De Luca, vicepresidente di Cedam - va salvauardata e la nostra missione è proprio questa, tentare di portare avanti discorsi seri e responsabili nel futuro della ricostruzione. Le nostre aziende chiaramente non potranno occuparsene interamente ma devono comunque essere protagoniste. Tutte le agevolazioni e le prestazioni previste potranno essere richieste dalle imprese che avranno aperto un cantiere con codice CUP assegnato, nellarea del Cratere e solo i lavoratori la cui presenza sarà denunciata in quei cantieri.A spiegare nel dettaglio le misure è stato Marco Falcioni, direttore della Cedam: Per la prima volta abbiamo pensato di essere vicini alle imprese e ai lavoratori che saranno impegnati nella ricostruzione che, come ben si sa, langue. Verrà innanzitutto applicata una riduzione sullaliquota complessiva che le imprese pagano alla Cassa Edile dello 0,11 per cento; sono previste prestazioni specifiche per lavoratori e imprenditori impegnati nel cratere tra cui una dotazione di vestiario particolare, adatta per lavori in montagna, per favorire la ripopolazione dei territori abbiamo pensato di dare 2mila euro agli imprenditori o lavoratori che trasferiranno la residenza della propria famiglia in uno dei territori terremotato. Si tratta di un finanziamento a fondo perduto, chiaramente, per risarcire dei traslochi e delle varie spese; oltre a questo - ha aggiunto - le imprese con la propria sede danneggiata avranno mille euro dalla Cedam qualora abbiano dovuto trasferire la sede, e poi altre prestazioni come lapertura di un ufficio a Caldarola tutti i mercoledì per essere vicini ai lavoratori, corsi di formazione specifici e gratuiti e altri tipi di agevolazioni per le imprese che opereranno nel cratere.g.g. 
Presentate stamattina in conferenza stampa le agevolazioni e le prestazioni dedicate ai lavoratori e ai titolari di imprese iscritti alla Cedam, la Cassa Edile delle Marche, impegnati nella ricostruzione. "L'imprenditoria locale edile - ha detto Massimo De Luca, vicepresidente di Cedam - va salvauardata e la nostra missione è proprio questa, tentare di portare avanti discorsi seri e responsabili nel futuro della ricostruzione. Le nostre aziende chiaramente non potranno occuparsene interamente ma devono comunque essere protagoniste". Tutte le agevolazioni e le prestazioni previste potranno essere richieste dalle imprese che avranno aperto un cantiere con codice CUP assegnato, nell'area del Cratere e solo i lavoratori la cui presenza sarà denunciata in quei cantieri.
A spiegare nel dettaglio le misure è stato Marco Falcioni, direttore della Cedam: "Per la prima volta abbiamo pensato di essere vicini alle imprese e ai lavoratori che saranno impegnati nella ricostruzione che, come ben si sa, langue. Verrà innanzitutto applicata una riduzione sull'aliquota complessiva che le imprese pagano alla Cassa Edile dello 0,11 per cento; sono previste prestazioni specifiche per lavoratori e imprenditori impegnati nel cratere tra cui una dotazione di vestiario particolare, adatta per lavori in montagna, per favorire la ripopolazione dei territori abbiamo pensato di dare 2mila euro agli imprenditori o lavoratori che trasferiranno la residenza della propria famiglia in uno dei territori terremotato. Si tratta di un finanziamento a fondo perduto, chiaramente, per risarcire dei traslochi e delle varie spese; oltre a questo - ha aggiunto - le imprese con la propria sede danneggiata avranno mille euro dalla Cedam qualora abbiano dovuto trasferire la sede, e poi altre prestazioni come l'apertura di un ufficio a Caldarola tutti i mercoledì per essere vicini ai lavoratori, corsi di formazione specifici e gratuiti e altri tipi di agevolazioni per le imprese che opereranno nel cratere".
g.g.


 

Letto 184 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo