Pezzanesi-Bisonni. La querelle continua, chieste le dimissioni del sindaco

Domenica, 28 Luglio 2019 12:07 | Letto 357 volte   Clicca per ascolare il testo Pezzanesi-Bisonni. La querelle continua, chieste le dimissioni del sindaco Un duro botta e risposta quello tra il consigliere regionale Sandro Bisonni e il sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi.Dopo che lex pentastellato, con una nota, ha accusato il Comune di Tolentino di non aver segnalato la presenza di una scuola in zona Rancia, dove dovrebbe essere realizzata la struttura, il primo cittadino ha messo a tacere ogni dubbio, precisando che lammistrazione del Comune di Tolentino nella seduta del Consiglio Comunale del 25 Luglio scorso ha deliberato ancora una volta dopo la seduta di giugno, allunanimità il No deciso allInceneritore della ditta Biorecovery sul territorio di Tolentino in Contrada Cisterna. Maggioranza e Minoranza unite hanno affermato con determinazione che larea ha una destinazione, in primis residenziale, commerciale, scolastica, oltre che area per uso agricolo a tutela di tipo orientato ed area di rispetto a verde privato, che di fatto rendono assolutamente incompatibile l’impianto proposto. A Bisonni - conclude Pezzanesi - ribadiamo che il Consiglio persegue il No allinceneritore in termini assoluti e definitivi e che nel suo caso farebbe meglio a tacere, in occasioni estremamente vitali come queste e non parlare scorrettamente alla ricerca di visibilità a tutti i costi per poter trattenere con le unghie e con i denti una comoda poltrona regionale casualmente incontrata, che a nostro avviso difficilmente potrà mantenere visti gli atteggiamenti includenti nella prossima tornata elettorale del 2020.E stata questa replica, con la minaccia di agire per vie legali nei suoi confronti, a far indignare ancora di più il consigliere regionale, al punto di chiedere le dimissioni del primo cittadino tolentinate. “Questa è la goccia che fa traboccare il vaso! Il sindaco – stigmatizza Bisonni - politicamente parlando, ha dimostrato per lennesima volta la sua incapacità gestionale. Tanta approssimazione può diventare pericolosa per la Comunità intera che per tale mancanza avrebbe anche potuto rischiare di trovarsi un nuovo inceneritore sul territorio.Viste la comprovata incapacità amministrativa e la totale inadeguatezza al ruolo istituzionale che per nostra disgrazia ricopre, se Pezzanesi amasse solo minimamente la nostra Comunità rassegnerebbe immediatamente le dimissioni.GSLargomento sarà approfondito nella prossima edizione de LAppennino Camerte.
Un duro botta e risposta quello tra il consigliere regionale Sandro Bisonni e il sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi.

Dopo che l'ex pentastellato, con una nota, ha accusato il Comune di Tolentino di non aver segnalato la presenza di una scuola in zona Rancia, dove dovrebbe essere realizzata la struttura, il primo cittadino ha messo a tacere ogni dubbio, precisando che "l'ammistrazione del Comune di Tolentino nella seduta del Consiglio Comunale del 25 Luglio scorso ha deliberato ancora una volta dopo la seduta di giugno, all'unanimità il "No" deciso all'Inceneritore della ditta Biorecovery sul territorio di Tolentino in Contrada Cisterna.
Maggioranza e Minoranza unite hanno affermato con determinazione che l'area ha una destinazione, in primis residenziale, commerciale, scolastica, oltre che area per uso agricolo a tutela di tipo orientato ed area di rispetto a verde privato, che di fatto rendono assolutamente incompatibile l’impianto proposto. A Bisonni - conclude Pezzanesi - ribadiamo che il Consiglio persegue il No all'inceneritore in termini assoluti e definitivi e che nel suo caso farebbe meglio a tacere, in occasioni estremamente vitali come queste e non parlare scorrettamente alla ricerca di visibilità a tutti i costi per poter trattenere con le unghie e con i denti una comoda poltrona regionale casualmente incontrata, che a nostro avviso difficilmente potrà mantenere visti gli atteggiamenti includenti nella prossima tornata elettorale del 2020".

E' stata questa replica, con la minaccia di agire per vie legali nei suoi confronti, a far indignare ancora di più il consigliere regionale, al punto di chiedere le dimissioni del primo cittadino tolentinate.
“Questa è la goccia che fa traboccare il vaso! Il sindaco – stigmatizza Bisonni - politicamente parlando, ha dimostrato per l'ennesima volta la sua incapacità gestionale. Tanta approssimazione può diventare pericolosa per la Comunità intera che per tale mancanza avrebbe anche potuto rischiare di trovarsi un nuovo inceneritore sul territorio.Viste la comprovata incapacità amministrativa e la totale inadeguatezza al ruolo istituzionale che per nostra disgrazia ricopre, se Pezzanesi amasse solo minimamente la nostra Comunità rassegnerebbe immediatamente le dimissioni".

GS

L'argomento sarà approfondito nella prossima edizione de L'Appennino Camerte.











Letto 357 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo