Dal primo febbraio Francesco Massi Gentiloni Silveri sarà il nuovo segretario comunale del Comune di Macerata. Prenderà il posto di Paolo Cristiano che dal capoluogo andrà a Camerino.

Nato a Macerata, residente a Tolentino, Massi Gentiloni Silveri è laureato in Giurisprudenza. Ha Sessantadue anni e più della metà li ha trascorsi a svolgere il ruolo di segretario comunale. Massi inoltre ha anche una lunga esperienza nella politica. Dal 1990 al 1993 è stato sindaco di Tolentino poi negli anni a seguire anche consigliere comunale e dal 2000 al 2015 è stato consigliere regionale dell’Assemblea Legislativa della Regione Marche.

Attualmente Massi è segretario comunale di Porto Recanati, di Recanati e di Montefano, incarichi che lascerà per espletare la sua nuova funzione a Macerata.

“Siamo molto felici che abbia deciso di mettere la sua professionalità, la sua esperienza e la sua preparazione al servizio del Comune di Macerata". Ha detto il sindaco Sandro Parcaroli parlando di Massi. Ringraziamenti e auguri sono stati inviati dal sindaco al segretario uscente Paolo Cristiano per quanto fatto fino a oggi.

B.O.
Si rafforza la collaborazione tra il Comune di Macerata e il Comando provinciale dei Carabinieri per il potenziamento degli strumenti tecnologici per la sicurezza.

Durante un incontro nella sede dei Carabinieri con il Comandante Provinciale Nicola Candido, il Tenente Massimiliano d'Antonio e il Comandante della Polizia Locale, Danilo Doria, il Comune ha consegnato e installato nella centrale operativa dei Carabinieri di Macerata il sistema “Police Street” per la rilevazione in OCR delle targhe delle auto. Un dispositivo che consentirà ai Carabinieri l’accesso ai dati della videosorveglianza disponibili nella centrale operativa della Polizia Locale, in maniera più diretta e immediata, per rendere ancor più veloci ed efficaci le operazioni di controllo

L’assessore alla Sicurezza del Comune di Macerata, Paolo Renna, ha commentato: “Con questa iniziativa, il Comune rafforza ulteriormente la sinergia con le Forze dell'ordine per la tutela e la sicurezza dei cittadini. Proseguendo sul percorso intrapreso, è questa la strada maestra per raggiungere, il livello di sicurezza che la città di Macerata merita. Dobbiamo collaborare tutti insieme per far tornare la città come era: un'isola felice”.

Il Comandante provinciale dei Carabinieri Nicola Candido: “Questo sistema facilita chi lavora per la sicurezza della città. Unito all'attività principale di collaborazione tra Forze dell'Ordine e Polizia locale, dà un contributo importante in questo settore”.

Il commento del Comandante della Polizia Locale maceratese, Danilo Doria: “La fornitura del sistema ‘Police Street’ per il dialogo tra centrali operative è fondamentale per il lavoro in rete delle Forze di Polizia territoriali.”

L’obiettivo è di ampliare la rete dei Comuni connessi al sistema di videosorveglianza fino a coprire l’ambito provinciale e regionale.

Red.
Prorogato al 31 gennaio 2021 l’accordo per i due Covid Hotel attivi nelle Marche. Lo rende noto l’assessore regionale alla Protezione Civile, Stefano Aguzzi, dopo l’approvazione del provvedimento in Giunta. Le due strutture, il Recina Hotel di Montecassiano, in provincia di Macerata e l’Atlantic di Senigallia, restano a disposizione per accogliere i cittadini risultati positivi al Covid-19 che non necessitano di cure ospedaliere e che non hanno a casa spazi adeguati per la quarantena

Il contratto con i Covid Hotel prevedeva la data del 31 dicembre 2020 come ultimo giorno di utilizzo. “Visto il perdurare della crisi sanitaria – spiega l’assessore Aguzzi – e l’ulteriore esigenza che possono soddisfare i Covid Hotel precedentemente individuati a Senigallia e Montecassiano e vista la scadenza del primo contratto, la giunta regionale ha deciso, di concerto e su richiesta dell’Asur, di prorogare al 31 gennaio 2021 i contratti. Benché le strutture non siano utilizzate a pieno regime, hanno garantito una buona funzionalità e un buon utilizzo, alleggerendo la pressione sulle strutture ospedaliere, che hanno potuto avere a disposizione una serie di posti che altrimenti sarebbero stati occupati dai malati in uscita dal periodo di positività”.

Red.
Un giovane maceratese di 13 anni è stato trasportato oggi pomeriggio all'ospedale di Ancona Torrette per un trauma facciale. Intorno alle 14 e 30 il ragazzo è caduto mentre girava in bicicletta per una delle vie secondarie della città, vicino a via Medaglie d'Oro. 

Puntuale l'intervento dei sanitari del 118 che, dopo le prime cure, hanno allertato l'eliambulanza per il trasferimento verso Torrette viste le ferite al volto del giovane.

red.
Un cenone per i più fragili, gli “invisibili”. A loro la cena di capodanno la offre il Circolo Aldo Moro di Macerata insieme al Centro di ascolto e di prima accoglienza e al ristorante “Il Ghiottone” di Macerata.

Il segretario del circolo, Angelo Sciapichetti, ha raccontato l’iniziativa, nata nel pieno dell’emergenza sanitaria, diventata anche economica, che vuole dare un segnale di solidarietà a tutti coloro che vivono momenti difficili e che ha riscosso molte adesioni: "Dobbiamo dire purtroppo, perché nel momento in cui ci sono tante persone che hanno chiesto un pasto significa che c'è tanta gente che in questo momento sta soffrendo. Non c'è più la sicurezza di un posto di lavoro, i giovani non sanno come andrà a finire nei prossimi anni. L’iniziativa che il circolo Aldo Moro ha voluto prendere in un momento così delicato nasce per fare in modo che anche coloro che in questo momento sono rimasti un passo indietro possano trascorrere un ultimo dell'anno in serenità. Abbiamo superato ogni aspettativa: oltre 160 persone al centro di ascolto della Caritas e al circolo hanno chiesto un buono pasto: la situazione è molto preoccupante e deve, per il 2021, vederci impegnati tutti, ognuno nella propria responsabilità, per fare quel poco che si può. La solidarietà sono convinto che vada praticata con gesti concreti: è un po' come la pace, si costruisce giorno dopo giorno. Il circolo ha voluto anche dimostrare che c'è una comunità ancora molto solidale: il nostro è un tessuto sociale molto saldo e ben disposto a dare una mano quando c'è bisogno. Questo è importante".

Chi desidera contribuire e sostenere l'iniziativa può versare un contributo utilizzando l’IBAN IT60K0311113401000000014668 intestato all’ Associazione Centro di ascolto e di prima accoglienza causale: "aggiungi un pasto a tavola".

Red.
Si intensificano, in occasione delle festività natalizie, i controlli delle forze dell’ordine a contrasto dei fenomeni di spaccio.

Nella mattinata di ieri, i poliziotti della Questura di Macerata hanno arrestato un cittadino albanese per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Il fermato è stato intercettato a Cupramarittima mentre viaggiava in macchina.

L’uomo, un quarantenne, ha dato subito segnali di nervosismo, stato d’animo spiegato da quanto rilevato nella perquisizione dell’auto: oltre cinque chili di marijuana, confezionata e pronta alla vendita, presumibilmente in occasione delle festività natalizie.

Il quarantenne, arrestato in flagranza di reato, è detenuto ora nel carcere di Fermo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

red.
Arrestato, per spaccio di stupefacenti, un trentunenne di origine tunisina. Dopo la maxi operazione dei giorni scorsi, continua l’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti nella provincia di Macerata. Nella fattispecie, gli agenti del Commissariato di Civitanova e quelli della Squadra Mobile di Macerata hanno arrestato l’uomo, da tempo sotto la lente d’ingrandimento della Polizia, a Civitanova. I poliziotti hanno fatto irruzione nella sua abitazione dopo un periodo di appostamenti e pedinamenti, visto che il fermato era solito spostarsi per eludere i controlli.

Nell’abitazione, dopo l’arresto, gli agenti hanno trovato sei involucri ben nascosti. La Polizia Scientifica ha accertato come si trattasse di cocaina purissima, 42 grammi, e di eroina, 6, che sembrerebbe fossero destinate allo spaccio lungo la costa. La perquisizione ha fatto luce anche su diversi materiali tipicamente utilizzati per il confezionamento delle dosi, oltre a bilancini di precisione. Sequestrato anche diverso contante, oltre 6.000 euro, ritenuto provento dell’attività di spaccio dell’uomo, peraltro risultato irregolare sul territorio nazionale e destinatario di un provvedimento di espulsione. L’Autorità Giudiziaria ne ha disposto il trasferimento in carcere.

Red.
In mattinata il sindaco di Macerata Sandro Parcaroli ha visitato il centro screening del Centro Fiere a Villa Potenza: sentiti i ringraziamenti al personale sanitario impegnato nella campagna di prevenzione e diagnosi di massa attiva fino al 23 dicembre e partita proprio stamane. Con lui anche Nadia Storti, direttore ASUR Marche, Daniela Corsi, Direttore dell’Area Vasta 3, il direttore sanitario dell’Ospedale Carlo Di Falco, la presidente della commissione Sanità della Regione Marche Elena Leonardi, gli assessore Paolo Renna e Oriana Maria Piccioni e il delegato del sindaco alla Sanità Giordano Ripa.

Al test si sono sottoposti anche lo stesso Parcaroli e Ripa, risultando negativi.

“Stiamo facendo una fotografia dello stato di salute della cittadinanza – ha detto il sindaco - ed è molto importante sottoporsi a questo test. L’invito è di venire a farlo nei prossimi giorni per la sicurezza di tutti noi e dei nostri cari. La Regione ha promosso una bellissima iniziativa mentre ci prepariamo al futuro, in attesa del vaccino”.

“E’stato fatto un lavoro straordinario per mettere in piedi questa struttura – queste le parole di Giordano Ripa - soprattutto considerati i tempi. Siamo partiti, a livello organizzativo, nove giorni fa, e quello che si vede qui mi sembra eloquente. Un ringraziamento va al Comune di Macerata, al Comando della Polizia locale, alla Protezione civile e a tutto il personale Asur chesta contribuendo in maniera determinate a questo screening di massa. Speriamo nell’adesionedella maggior parte della popolazione maceratese perché è importante identificare, tracciare eisolare eventuali positivi asintomatici in previsione di una possibile terza ondata”.

Lo screening sarà effettuato dalle ore 8 alle 20 di ogni giorno, sabato e domenica compresi, fino al 23 dicembre. Per accedere al test, gratuito, è necessario esibire la tessera sanitaria e prenotarlo online attraverso il sito del comune o telefonicamente ai numeri 0733 1848593 – 0733 1848595 – 0733 1848597, dalle ore 8 alle 18 fino a mercoledì 23 dicembre.

Lo screening è aperto a tutti i cittadini di età superiore ai sei anni residenti nel comune di Macerata e alle persone che soggiornano nel comune di Macerata per motivi di lavoro o studio. I minori devono essere accompagnati da un genitore.

Red.
Fermato dai militari e trovato in possesso di sostanze stupefacenti è stato arrestato un 26enne già noto alle forze dell'ordine per trascorsi in materia di stupefacente.
Intensificata, dalla Questura di Macerata, l’attività di prevenzione e di controllo del territorio, anche in vista delle prossime festività natalizie, con un incremento di uomini e mezzi destinati al contrasto dei fenomeni di criminalità più diffusi in questa provincia.

Nel corso di un posto di blocco a Villa Potenza, gli uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico diretto dal Lorenzo Commodo, intimavano l’alt ad un’auto a bordo della quale vi era solo un 26enne, già conosciuto alle forze di Polizia per i suoi trascorsi giudiziari in materia di stupefacenti, il quale alla richiesta dei documenti da parte degli agenti ha mostrato subito segni di nervosismo.

Per questo motivo i poliziotti hanno perquisito il giovane e l'auto. A bordo del mezzo sono stati ritrovati due involucri in plastica ben sigillati contenenti un totale di circa 90 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

Successivamente è stata perquisita anche l’abitazione dove sono stati trovati altri 130 grammi di marijuana, oltre ad un bilancino di precisione digitale utilizzato dall’uomo per la pesatura della sostanza e dei dischetti di cellophane utilizzati per il confezionamento delle dosi.
Inoltre nel corso dell’operazione veniva è stato trovato altro materiale sequestrato poiché ritenuto utile al proseguo delle indagini. Il giovane è stato quindi arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e ristretto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si terrà questa mattina al Tribunale di Macerata.

GS

I “Vincisgrassi” diventano protetti: il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha infatti approvato la domanda presentata dall'Associazione provinciale cuochi Macerata «Antonio Nebbia», per ottenere la protezione della denominazione “Vincisgrassi alla maceratese”: la specialità culinaria verrà tutelata come tale e quindi garantita, come stabilito dal regolamento dell’Unione Europea.

Il disciplinare di produzione è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 4 dicembre 2020: in questo modo ogni persona fisica o giuridica che abbia un interesse legittimo e che sia residente sul territorio nazionale possa fare opposizione alla domanda di registrazione.

Nell’eventualità che queste ci siano, dovranno essere adeguatamente motivate, pervenire entro il 2 febbraio 2021 al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Con adeguata documentazione dovranno dimostrare l'incompatibilità tra la registrazione proposta e le disposizioni del regolamento o se il nome proposto per la registrazione non sia utilizzato legittimamente, notoriamente e in modo economicamente significativo per il prodotto.

In assenza di opposizioni o, se pervenute, dopo la loro valutazione, la proposta sarà notificata ai competenti organi comunitari.

red.
Pagina 1 di 13

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo