PIEDINO Appenn a casa 2021
Notizie di cronaca nelle Marche
“Siamo interessati senz’altro agli impianti di Frontignano, presenteremo un’offerta e incroceremo le dita”. Lo ha detto Francesco Cangiotti, amministratore di Bolognola Ski, sulla gestione degli impianti sciistici di Ussita.

Dopo il primo bando andato deserto, c’era preoccupazione per le piste di Frontignano: a offrire una soluzione potrebbe essere proprio la società che gestisce gli impianti a Bolognola. Cangiotti si è detto “fiducioso per questa eventualità”, ma soprattutto “speranzoso per quella che potrebbe essere la stagione della ripartenza dopo due anni difficili – ha spiegato –. Nel 2019 la poca neve, nel 2020 la pandemia: due inverni molto complicati sotto il profilo del turismo sulle piste. Oggi però la gente ha voglia di tornare a sciare, ci sono state tantissime richieste per la prenotazione degli skipass online e noi siamo pronti ad accogliere tutti in sicurezza. Vorremmo partire dal 4 dicembre, neve permettendo, ma abbiamo comunque gli impianti di innevamento e tutte le condizioni per tornare a scendere tra le nostre piste. Per Ussita siamo interessati – conclude Cangiotti –, staremo a vedere cosa succederà. La nostra offerta ci sarà”.

l.c.
Pubblicato in Cronaca
Tradito dall’odore tipico della marijuana, un diciannovenne è stato segnalato come assuntore di stupefacenti. A Serravalle del Chienti un uomo guidava un mezzo irregolare senza patente, multa e mezzo sequestrato. Due episodi accaduto nei giorni scorsi quando, durante i controlli di routine, i carabinieri hanno rilevato queste irregolarità.

I carabinieri della Stazione di Castelraimondo hanno fermato il giovane diciannovenne per un controllo di rito. Un immotivato nervosismo e l’odore, appunto, caratteristico dei derivati della cannabis, hanno fatto insospettire i militari. Da qui la decisione di approfondire la posizione del ragazzo, neopatentato, a cui è stata ritirata la patente. La perquisizione domiciliare – nell’abitazione che il giovane condivide con i genitori – ha permesso ai carabinieri di recuperare altre modiche quantità di droghe leggere (marijuana e hashish, ndr). Proprio le piccole quantità hanno fatto sì che non scattasse la denuncia per detenzione ai fini di spaccio, ma soltanto la segnalazione come assuntore.

A Serravalle invece, l’altro intervento: un rumeno, trentacinquenne, è stato trovato alla guida di un mezzo sprovvisto di revisione e assicurazione. Non solo: il conducente risultava non essere in possesso della patente di guida, per altro mai conseguita. Il mezzo, un’utilitaria, gli è stato sequestrato.

l.c.
Pubblicato in Cronaca
Tampona un’auto a bordo di una macchina presa in prestito, si dà alla fuga, poi si costituisce. È accaduto sabato sera a Porto Recanati, vicino a una gelateria del centro. Intorno alle 22 e 30, una Nissan Qashqai ha colpito violentemente un’altra auto guidata da un sessantenne del luogo. Dopo l’impatto la fuga: il conducente si è allontanato dal luogo dell’incidente con l’auto ancora marciante, senza sincerarsi delle condizioni dell’altro uomo a bordo della macchina colpita e senza prestare soccorso.

La Polstrada, diretta dal Vice Questore Aggiunto Tommaso Vecchio, si è immediatamente attivata per le indagini del caso, dopo aver ricevuto segnalazione da parte del conducente colpito e di un testimone che aveva assistito all’incidente. Dei due nessuno è riuscito a dare il numero completo della targa della Qashqai, mentre dalle telecamere della sorveglianza non sono emersi dettagli utili all’identificazione dell’auto. Sono bastati comunque i dati parziali della targa: le ricerche, durate alcune ore, hanno fatto luce su una macchina sospetta che corrispondeva agli indizi ricavati fino a quel momento dagli agenti. Combaciavano sia la targa, sia il colore, sia i danni riportati.

Il proprietario dell’auto, rintracciato grazie alla banca dati in possesso degli inquirenti, ha dichiarato di aver lasciato la macchina alla figlia. Attraverso un altro “prestito” la figlia dell’intestatario, a sua volta, l’aveva data al fidanzato. Ottenute le generalità e i recapiti dell’effettivo conducente del mezzo al momento dell’incidente, gli agenti hanno tentato senza successo di raggiungerlo. Il giorno dopo, però, si è presentato negli uffici della Polizia, accompagnato dal padre della compagna e proprietario dell’auto, per verbalizzare le sue responsabilità. Gli è stata comminata una sanzione amministrativa superiore ai 300 euro, oltre alla decurtazione di 4 punti dalla patente di guida. Fortunatamente non ci sono state conseguenze per il sessantenne a bordo della macchina colpita.

l.c.
Pubblicato in Cronaca
“Papa Wojtyla aveva a cuore la difesa della vita e la centralità della famiglia nella società e nella Chiesa. La vita è intoccabile ed è importante oggi annunciarlo, in un momento in cui ognuno pensa di farne ciò che vuole. Dobbiamo difendere la duplice sacralità della vita e della famiglia ed educare i giovani”. Con queste parole il cardinale Edoardo Menichelli ha accolto il premio internazionale Giovanni Paolo II, assegnatogli dall’associazione socioculturale ad indirizzo artistico Aglaia di Scafati, con il patrocinio dell’Unci di Treviso e Udine. La cerimonia si è svolta nei giorni scorsi, ospitata nella cattedrale di San Ciriaco, ad Ancona dove Menichelli è vescovo emerito.

Il conferimento del premio è stato preceduto da una celebrazione eucaristica, presieduta da Menichelli e concelebrata da monsignor Angelo Spina, arcivescovo Metropolita di Ancona-Osimo, da monsignor Giancarlo Vecerrica, vescovo emerito di Fabriano-Matelica, e da altri sacerdoti della diocesi. Tra i presenti anche il vice prefetto aggiunto, Paolo Gigli.

Ogni anno, dal 2005, l’associazione Aglaia riconosce l’operato di personaggi del mondo della Chiesa, delle istituzioni, della politica, della cultura, delle professioni, dell’arte, che si sono distinti per aver tutelato e promosso la sacralità della vita in armonia con i principi cristiani della Chiesa cattolica. Tra gli insigniti più prestigiosi delle passate edizioni, Papa Benedetto XVI e Papa Francesco ma anche tanti, volontari, operatori sanitari, sacerdoti, missionari, imprenditori e rappresentanti istituzionali.

“Il suo amore per la vita e la famiglia, – si legge nella motivazione del Premio – e il suo impegno per cercare di risolvere il problema dei matrimoni falliti e ridare la pace alle persone che hanno sperimentato un fallimento e una famiglia disgregata, ne fanno un punto di riferimento per la sacralità della vita in armonia con i principi cristiani. Il cardinale ha sempre servito con grande dedizione, umiltà, vicinanza e amore tutti, e ha avuto un’attenzione particolare per le persone più fragili”.

Gaia Gennaretti
Pubblicato in Cronaca
Assolti dopo sette anni Pier Giorgio Loddo e la sua commercialista, Stefania Antonelli. Nel 2015 erano finiti al centro di un’indagine della Guardia di Finanza, Compagnia di Macerata. Loddo, imprenditore agricolo e amministratore di un'azienda di trasformazione e vendita di pellet per l'alimentazione animale, con sede a Sarnano, insieme alla sua consulente, la commercialista Stefania Antonelli, sono stati assolti dall'accusa di frode comunitaria. I due imputati erano rispettivamente assistiti dagli avvocati Marco Massei e Giovanni Chiarella del Foro di Macerata.

Il Tribunale Penale Collegiale di Fermo, presieduto dal Dott. Castagnoli, ieri si è pronunciato con una sentenza di assoluzione della commercialista con formula piena, per non aver commesso il fatto, ed con il proscioglimento di Loddo per estinzione del reato. La Compagnia della Guardia di Finanza di Macerata, nel 2015, aveva contestato all'azienda Biofutura srl l'indebita percezione di fondi comunitari per oltre 400 mila euro, somma concessa per la trasformazione del pellet per un importo di oltre un milione di euro. La procura di Fermo, competente per territorio, aveva iscritto nel registro degli indagati, oltre alla società, il Loddo e la Antonelli ritenendoli artefici del reato di indebita percezione di fondi comunitari.

"E' la fine di un incubo durato oltre 6 anni" questa la dichiarazione della commercialista Antonelli che “si è vista costretta a dover affrontare un processo penale con accuse pesantissime dalle quali però è stata completamente scagionata - fanno sapere gli avvocati -. Proprio a causa di queste accuse, poi rivelatesi infondate, la consulente si era cancellata dall'albo dei commercialisti vedendo quindi gravemente compromessa la propria attività lavorativa, macchiata da un accusa infamante rivelatasi poi infondata. C'è soddisfazione per una sentenza che riporta verità e giustizia, ma rimane ovviamente l'amarezza per chi ha dovuto attendere oltre 6 anni per poter veder riconosciuta la propria innocenza”.   

In foto i legali Massei e Chiarella

Gaia Gennaretti


Pubblicato in Cronaca
"Marchigiani vincenti: esempio di sacrificio, coraggio e passione" è il titolo scelto per l'edizione 2021 della Giornata delle Marche che si terrà a Castelraimondo. 

Come ogni 10 dicembre, ormai da 17 anni, la festa celebra il senso di appartenenza a un territorio, la condivisione di valori tramandati da generazioni e custoditi anche fuori dai confini regionali dai tanti emigrati di prima, seconda e terza generazione, che vivono in ogni parte del mondo.

"Abbiamo scelto di celebrare i marchigiani vincenti - spiega il Governatore delle Marche Francesco Acquaroli - e i valori di cui si sono fatti portatori, che rispecchiano pienamente le caratteristiche della comunità marchigiana che con sacrificio e coraggio e un forte senso di attaccamento, dopo aver affrontato un lungo periodo di difficoltà, dovuto prima al sisma e poi alla pandemia, sta rispondendo con impegno e determinazione, contribuendo anche al rilancio del nostro territorio.
Abbiamo deciso di organizzare quest'anno la Giornata delle Marche nella zona del cratere sismico, un segnale per noi importante in un territorio che rappresenta l'esempio più forte della necessità di rilancio e di ripartenza".
La città che ospiterà questa edizione della Giornata delle Marche sarà appunto Castelraimondo e la sede dell'evento sarà il Lanciano Forum.
L'evento di quest'anno, organizzato in collaborazione con il Comune di Castelraimondo, sarà realizzato in presenza, nel rispetto delle normative covid e sarà trasmesso anche in streaming e in collegamento con le associazioni dei marchigiani nel mondo.
Saranno consegnati il Picchio d'oro 2021, il Premio Presidente della Regione Marche e il Premio speciale alla carriera del Presidente della Regione.
Passione, sacrificio e soprattutto, forte determinazione, perfettamente incarnati dai tre campioni dello sport che riceveranno il premio, ovvero Roberto Mancini, Gianmarco Tamberi e Valentino Rossi.
"Ogni cittadino marchigiano - continua Acquaroli - può fare la differenza ed essere esempio di coraggio e determinazione nel proprio campo, sia esso imprenditoriale, professionale, pubblico, economico, sociale, culturale, sportivo. Vogliamo celebrare, attraverso alcuni esempi illustri, la tempra e le qualità che ciascun marchigiano sa interpretare al meglio affinché la propria azione sia 'vincente' in ogni settore sia essa messa in pratica".

Pubblicato in Cronaca
Efficientamento energetico e sostenibilità. È per vincere queste sfide che il sindaco di Pioraco Matteo Cicconi ha passato qualche giorno in Svezia, ospite dell’Università Politecnica di Linnaeus a Vaxjo. Un progetto comunitario con partner da diversi angoli d’Europa. "Verso distretti urbani a basse emissioni di carbonio attraverso il miglioramento delle politiche regionali", questo il nome del progetto, è stato finanziato da Interreg Europe. In questo la contesto Regione Marche partecipa col ruolo di Project partner. L’obiettivo è quello di facilitare la transizione verso distretti a basse emissioni.

"In settimana siamo stati ospiti dell’Università di Linnaeus a Vaxjo, in Svezia – racconta il sindaco Matteo Cicconi –. Il progetto europeo a cui stiamo partecipando è di fondamentale importanza per il futuro del nostro paese, sia a livello di efficientamento energetico, quindi di risparmio, sia a livello ambientale. Il progetto ha il compito difficile e ambizioso di predisporre, valutare, analizzare e mettere in campo politiche per la riduzione delle emissioni attraverso la ristrutturazione o la costruzione di edifici ad alta efficienza energetica, magari applicando le più avanzate tecnologie per il risparmio energetico come il teleriscaldamento. Non solo: rientrano nel progetto anche azioni di riqualificazione urbana. Sono obiettivi importanti e strategici: Pioraco parteciperà con due progetti pilota – spiega il sindaco –. Uno è quello della riqualificazione dei giardini pubblici, l’altro per la ristrutturazione della nostra scuola, per la quale i lavori sono già in corso. Sono lavori importanti, che porteranno al miglioramento dell’impatto che abbiamo a livello ambientale, sia su scala urbana che a livello del singolo edificio. Energia rinnovabile, sostenibilità ambientale e interventi volti alla realizzazione di campus a bassa emissione di carbonio. Sono queste le nuove sfide a cui anche piccoli paesi come Pioraco devono puntare per garantire un futuro alle prossime generazioni e una migliore qualità di vita ai nostri cittadini".

In foto arch. Lorenzo Federiconi, Project management della Regione Marche e Matteo Cicconi, Sindaco di Pioraco

l.c.
Pubblicato in Cronaca
Il comune di Camerino ha concesso in comodato d'uso gratuito l’utilizzo di uno dei locali che si trovano al piano terra del Sottocorte Village alla pediatra  Alberta Rastrelletti, la quale ha Camerino per sede principale di servizio ed è operativa a nche a San Severino Marche. Fino ad oggi la dottoressa ha prestato la propria attività in un piccolo locale  situato nella palazzina del Distretto dell’ospedale di Camerino. Ora, l’attività dell’ambulatorio della pediatra potrà svolgersi nei locali del Sottocorte Village, messi a diposizione dal Comune in comodato gratuito per cinque anni a decorrere dalla sottoscrizione del  contratto.
“Con la possibilità di utilizzo dei locali del centro commerciale – spiega il Sindaco Sandro Sborgia - si realizza un miglioramento delle condizioni di esercizio delle attività ambulatoriali pediatriche a vantaggio dei bambini e delle famiglie che nella nuova sede potranno così soddisfare ulteriori bisogni e necessità”.Una buona notizia per le tante famiglie e per i genitori dei piccoli che all'inizio dell'anno avevano in più occasioni segnalato disagi nell'assistenza pediatrica. Buona notizia che va ad aggiungersi alla riapertura dell'ambulatorio di vaccinazione pediatrico all'ospedale di Camerino. Un servizio che, chiuso da diversi anni, è tornato operativo dallo scorso 10 novembre.
c.c.
Pubblicato in Cronaca
Si dicono delusi e amareggiati i componenti del gruppo consiliare di minoranza Radici al Futuro, composto da Antonella Nalli, Roberto Lucarelli, Stefano Falcioni e Gianluca Pasqui, dopo l’incontro avvenuto lo scorso sabato a Camerino per fare il punto sulla ricostruzione post sisma. L’occasione è stata favorevole per parlare dell’approvazione del programma straordinario di ricostruzione per la città e fornire qualche numero sulla ricostruzione privata e delle chiese dell’arcidiocesi. Ma questo non ha soddisfatto i consiglieri che si aspettavano risposte anche ad un interrogativo che avevano sollevato.

“Quando qualche giorno fa avevamo espresso le nostre perplessità sui piani attuativi della perimetrazione del quartiere Vallicelle - commentano i consiglieri - presentando una interrogazione che riguarda anche le altre frazioni e il centro storico in perimetrazioni, eravamo convinti che durante lassemblea sarebbe arrivata da parte dellamministrazione una replica puntuale su ogni interrogativo sollevato. Sarebbe stato doveroso, anche per i cittadini presenti, a dire il vero molto pochi. Non solo abbiamo atteso le risposte, ma abbiamo anche partecipato perché se ci sono buone notizie per la Città siamo i primi ad esserne contenti. Tuttavia, di risposte non ce ne sono state. Si è trattato - incalzano - di un incontro completamente inutile e autocelebrativo, una sintesi di numeri e dati sul passato che nulla hanno aggiunto per il futuro”.

L’amministrazione è in carica ormai da due anni e mezzo, è a metà mandato, e il gruppo consiliare si sarebbe aspettato “di più oltre al compitino”, illustrando il progetto per Camerino che si intende perseguire. Lamentano anche l’assenza di dibattito durante l’incontro di quattro ore “dove davvero non è stato detto nulla né sui piani attuativi delle zone perimetrate né su altri aspetti degni di nota. Ringraziamo il Magnifico rettore e larcivescovo Massara che sono intervenuti raccontando i progetti di Unicam e Diocesi. Ringraziamo anche larchitetto Karrer per lillustre presenza. Siamo davvero molto preoccupati perché abbiamo visto un sindaco e unamministrazione completamente in confusione, che vanno per una strada che non hanno tracciato - concludono - e che nonostante tutto continuano a chiudersi sempre più su loro stessi rifiutando qualsiasi tipo di supporto o confronto”.

Gaia Gennaretti

Pubblicato in Politica
“Da Saltamartini molte rassicurazioni, ma il tempo delle promesse è finito”. Francesco Borioni, leader dei progressisti a San Severino, chiede un pronto intervento fattuale all’assessorato regionale alla Sanità dopo l’incontro dello scorso fine settimana al Cinema Teatro Italia. Saltamartini ha garantito quattro nuovi medici per l’ospedale settempedano “Bartolomeo Eustachio”, oltre alla pronta sostituzione della dottoressa Benedetta Ferretti, a cui non sarà prolungato il servizio oltre il maggio 2022.

“Saltamartini ha rassicurato sui potenziamenti sia noi che Camerino, poi bisognerà capire se alle promesse seguiranno i fatti – commenta Francesco Borioni –. Rimangono per ora alcune certezze: il pensionamento della dottoressa Ferretti, a cui è stata negata la proroga, e la carenza di personale medico e infermieristico, come la Regione ha candidamente ammesso. Buono comunque a sapersi il fatto che l’assessore si sia impegnato a preservare i reparti di eccellenza del nostro ospedale, come Oculistica e Oncologia. Speriamo che il tempo confermi le sue parole: non credo dovremo attendere molto, le prime indicazioni arriveranno già nei prossimi mesi. Il clima generale che si respira a San Severino è di abbattimento e di allerta, tra pandemia e le varie criticità. Altre rassicurazioni sono arrivate sul tema del Cup, viste le lunghissime liste di attesa – conclude Borioni –, anche in questo caso staremo a vedere se l’amministrazione regionale riuscirà a trovare delle soluzioni”.

l.c.
Pubblicato in Politica

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo